martedì 4 settembre 2007

Pareo o giacca a vento?


Oggi preparo i bagagli. Che bello sarebbe partire senza portarsi dietro nulla, ma io, pur desiderandolo fortemente, non ci riesco. Inizio la mia avventura fra costumi, pantaloncini,magliette, impermeabili, maglioncini, parei, scarpe aperte, scarpe chiuse, ciabatte: estate ed autunno insieme e tutto questo per due,perchè mio marito latita......aiuto!!!!!
Ci si saluta domani.

11 commenti:

Finazio ha detto...

Dipende da dove vai. Se la tua meta è un fiordo lascerei il pareo a casa.

donnigio ha detto...

...allora, per i saluti...a domani ;-)

Anna ha detto...

Finazio,
non lo dire neanche per scherzo. Un fiordo a chi? A me che sono mezza napoletana? Vado a Ischia :)

Sì Gianni, domani saranno baci, abbracci, lacrime e dolori :)

Lello ha detto...

Belle'.. napoletani si nasce..... comunque bacia appassiunatament' Arethusa per me!!!!!!

Lello ha detto...

... e poi io direi Pareo, come sempre!!

Franca ha detto...

Con i mutamenti climatici in corso, forse anche ad Ischia è utile la giacca a vento!

Finazio ha detto...

Io sarò a Napoli dal 10 al 13. Condivideremo un pò d'aria di mare.

donnigio ha detto...

...che dire? Io sarò a Napoli dal 14 al 16, un bel week end a pizza e caffè...mmmmm, non vedo l'ora!!! ;-)

Artemisia ha detto...

Ho imparato ad essere essenziale viaggiando a piedi con il bagaglio sulle spalle. Cosi' quando viaggio per lavoro sono sempre quella con la valigia piu' piccola rispetto alle mie colleghe.

Anna ha detto...

Arte,
beata te! Conto su un corso accelerato di bagaglio minimo :)

Anonimo ha detto...

nun me parlà 'e bagagli
c'è sempre tanta roba da portare e alla fine si dimentica sempre qualcosa di importante
mi raccomando le cappelliereeeeeeeeee
ahahahahah
buone vacanze annarè

Ronna ndunetta