lunedì 3 dicembre 2007

Eccomi qui, Artemisia!

La cara Artemisia http://artemisia-blog.blogspot.com/ (ho un'invidia pazzesca per tutti voi che fate quella cosa miracolosa :nome del blogger, clicchi su e si apre il suo spazio. Bah, ci ho provato, non ci sono riuscita, me ne sono fatta una ragione) la cara Artemisia, dicevo, mi ha invitato a rispondere ad alcune domande che fanno parte di quelle "interviste itineranti", come le chiama lei, catene insomma. Inutile dire che le catene non fanno per me, spirito libero per definizione ed autocompiacimento, ma risponderò ugualmente perchè credo che possa essere interessante sapere il perchè dell'esistenza di un blog. Nessuno è invitato a raccogliere l'iniziativa, se volete farlo sarà solo per vostro piacimento, come enuncia anche la succitata carissima Artemisia nel suo post.
Allora, si inizia.

Chi o cosa ti ha spinto a creare un blog?
Confesso che fino allo scorso marzo frequentavo pochissimo il mondo dei blog, li trovavo poco interessanti. Mio cugino Lello, che vive a Londra, ne aveva uno, visitavo il suo per sentirlo più vicino. Attraverso quello conobbi Rita, prima virtualmente, poi di persona. Il nostro incontrarci su internet era occasione di rilassamento, scambio di battute,puro divertimento insomma. Rita mi invitava spesso ad aprire uno spazio mio ed io, puntualmente, rispondevo : "bella, non so farlo, non saprei da dove iniziare, non ho tempo". Una notte,era marzo appunto, io e lei su Messenger a ridere e scherzare, piano piano, con una pazienza infinita, l'impareggiabile amica mi aiutò, guidandomi come una bambina, a dare vita al mio blog. Ecco, Rita mi ha messo in mano questo strumento. Ora,ironia della sorte, sia lei che Lello hanno abbandonato i loro blog e partecipano nulla o quasi al mio. Avrà un senso tutto questo? (Rita, grrrrrrrr.....rispondi!)

Il tuo primo post?
Un vero disastro,non riuscivo ad entrare su blogspot, non sapevo cosa scrivere, mostravo solo l'entusiasmo notturno di possedere un blog.(http://miskappa.blogspot.com/2007/03/miss-kappa.html)

Il post di cui ti vergogni di più?
Per natura non sono portata a vergognarmi. Diciamo che non amo i post dai quali traspare la malinconia che a volte mi assale. Mi piace essere allegra e non coinvolgere le persone nei miei stati d'animo negativi.

Il post di cui sei più fiero?
Oddio, fiera mi sembra una parola grossa. Mi piacciono i miei post sull'arte, è un argomento che mi rilassa molto e che affronto sempre con gioia.

Per quanto pensi che continuerai a scrivere sul tuo blog?
Fin quando mi andrà, fin quando mi divertirò, fin quando avrò qualcosa da dire. Senza affanni. Ma poi che domanda? Non so cosa sarà di me domani, figuriamoci se posso rispondere su dopodomani.

P.S. Dopo aver risposto, mi sembra che 'ste domande non siano granché, ma ormai l'ho fatto. Pubblico all'istante, senza pensarci più di tanto.



11 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Kaishe ha detto...

Buongiono Anna...
non commento spesso da te... ma certo non ti ho scordata... e a leggerti capito.
Spero che tu stia bene...
io - per parte mia - mi sono rincuorata nel vedere la foto del Che qui di fianco...
MA QUANT'ERA BELLO???
Vabbè... ora non posso fare la ragazzetta in crisi ormonale... accidenti allo specchio che me lo vieta...
Ciao cara...

Artemisia ha detto...

Sei troppo forte Anna! Pensa che per come lo vedo io sul mio schermo questo post appare cosi': "La cara Artemisia" e accanto la vignetta del disperato con la testa sul computer. Dopo (diverse righe dopo) il resto del post. Tant'e' che ho pensato che la vignetta fosse una mia raffigurazione! Non ti preoccupare. Sei troppo simpatica!
Hai ragione le domande non sono un granche'...

Franca ha detto...

Per quanto mi riguarda, è stata colpa di mia figlia che mi ha "iniziato" a questa attività.
Ma 'sti meme, non finiscono mai?

ericablogger ha detto...

fantastica, Anna
anch'io ho risposto ad Artemisia e ho trovato quelle 4 domande molto stimolanti visto che io di solito odio rispondere ai qui ed alle catene di Sant'Antonio
tu però hai avuto pure un commento che hai dovuto cancellare
non è giusto
a me nessuno ha inviato commenti spinti da togliere.....
ciao un abbraccio erica

Anonimo ha detto...

scusa l'invasione, ma ho visitato il tuo fantablog:)))
sei indispensabile nella mia community
un abbraccio stef
www.comunicazionepolitica.splinder.com

Anna ha detto...

kaishe,
grazie per la visita e per il ricordarmi con affetto.
In questi giorni sono molto impegnata, per cui sto trascurando le visite nei blog amici,ma tornerò presto. Il CHE, sì, era bellissimo e.....chi se ne frega dello specchio,gli occhi non hanno età e neanche gli entusiasmi, le crisi ormonali sì.....un bacio
:-)

Arte,
ahahhaahahahh, quella della vignetta non sei tu, ma io quando ricevo gli inviti per i meme.
Un bacio....

Franca,
credo che non finiranno mai :-))


Erica,
in effetti ho dovuto cestinare un commento un po' impertinente.
Boh, pare che questo blog attiri ammiratori birichini. Ma credo che siano scherzi di persone che mi conoscono. Appena scoprirò di chi si tratta,li mando in Siberia, subito. :-))

Stef,
grazie per il fantablog, la definizione mi piace.
Passerò nel tuo appena ne avrò il tempo,anche se la politica mi vede un po' lontana in questo periodo, ma non dispero di potermene continuare ad interessare. Sai, io sono la tipica italiana di sinistra sinistra: critico come una pazza, ma non faccio nulla.A parole sono bravissima :-))

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono le tue risposte e questo conta!

Ciao!
Daniele

rita ha detto...

:) ... meno male che ti abbiamo convinta io e il Lelluccio .... sei una blogger DI-VI-NA :))))

giulia ha detto...

Queste domande sono belle e belle le vostre risposte...Io ho sempre difficoltà a rispondere a domande, non so perchè..

Artemisia ha detto...

Anna, dimenticavo. Per creare una parola cliccabile si fa:
MINORE A [SPAZIO] HREF:"[INDIRIZZO QUELLO CON HTTP...]" MAGGIORE parola che vuoi rendere cliccabile MINORE SLASH A MAGGIORE.
Per slash intendo la barra che sale.
Provaci, dai!