martedì 17 luglio 2007

Le età della donna.




A 3 anni lei si guarda e vede una regina;

a 8 anni lei si guarda e vede cenerentola;

a 15 anni lei si guarda e vede la brutta copia di qualcun'altra: "Mamma non posso andare a scuola con questo aspetto!";

a 20 anni lei si guarda e si vede: troppo grassa, troppo magra,troppo bassa, troppo alta,con i capelli troppo lisci, troppo ricci , ma decide che uscirà di casa lo stesso;

a 30 anni si guarda e si vede troppo grassa, troppo magra, troppo bassa, troppo alta, con i capelli troppo lisci, troppo ricci , ma decide che non ha tempo di sistemarsi e che uscirà lo stesso;

a 40 anni si guarda e si vede troppo grassa, troppo magra, troppo bassa, troppo alta, con i capelli troppo lisci, troppo ricci, ma dice: "Almeno sono pulita." ed esce di casa lo stesso;

a 50 anni si guarda e si vede "esistere" e se ne va dovunque abbia voglia di andare;

a 60 anni si guarda intorno e vede che tutte le persone che hanno perso più tempo di lei a guardarsi troppo allo specchio non stanno meglio di lei. Esce di casa e conquista il mondo;

a 70 anni si guarda e vede saggezza, capacità di ridere, di saper vivere. Esce di casa e si gode la vita;

a 80 anni non perde tempo a guardarsi. Si mette in testa un cappello color porpora ed esce per divertirsi col mondo.


Ho trovato questo testo nel mio girovagare su internet, lo pubblico perchè lo trovo molto rassicurante...haahahahahah...soprattutto alla mia età..... :)

7 commenti:

donnigio ha detto...

...molto bello!!!
Dovrebbe essere così...come il buon vino, che migliora col tempo. Ma quanto sarebbe meglio se imparassimo a migliorare da subito? Se smettessimo di guardarci continuamente allo specchio e ci gettassimo nella mischia ad afferrare tutto con gioiosa "avidità"? ;-)

Artemisia ha detto...

E brava Anna! Sono d'accordo.
Basta con l'ossessione dell'estetica:
http://artemisia-blog.blogspot.com/2007/03/per-esser-belle-bisogna-soffrire.html
Io mi sento come la donna di... 60 anni, oddio, no, anzi, forse come quella di 70...
Corro subito a controllare la carta d'indentita'!

Anna ha detto...

Gianni, devo ammettere che io mi sono gettata nella mischia da sempre, prendendo a volte un sacco di mazzate, ma non ho rimpianti....sono curiosa ed ho afferrato l'afferrabile ogni volta che ho potuto :)
Artemisia, hem hem....io pensavo di indossare il cappello color porpora :))

donnigio ha detto...

...ed è questo l'unico modo per non avere rimpianti!!! Il problema è che molta gente, lo capisce tardi, dopo aver aspettato invano Godot!!! ;-) Ma io, fortunatamente, non aspetto nessuno. Un abbraccio....

Anna ha detto...

Gianni, come sei saggio....un giovane uomo come pochi!!!!!

ericablogger ha detto...

è bellissimo questo testo
io l'ho inserito nei Pensieri del mio sito www.pupazzipensieri.it da un bel po' di tempo
io non ho atteso Godot ma ho seguito il cappello color porpora molto ma molto in anticipo e sto decisamente bene!!!
ciao un saluto erica
e l'importante è avere la salute ed accettarsi x vivere meglio...

almostblue58 ha detto...

bello :))

(almost58.splinder.com)