lunedì 23 febbraio 2009

Due gocce d'acqua


Per fortuna c'è il Presidente del Consiglio a rassicurarci. L'amico George è ormai soltanto un ex, ora bisogna pensare ad Obama che è l'uomo più potente del mondo. E, come si sa, lui è molto ossequioso con i potenti, anche se abbronzati e con idee di sinistra. Agli altri, quelli non potenti, riserva le ronde. Dal canto suo, Obama , per risparmiare sulle telefonate inutili, si guardò bene dal chiamare il nostro, dopo la vittoria elettorale. E il nostro disertò la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca, sentendosi mero comprimario e non protagonista da pacche brianzole sulle spalle, quale è abituato ad essere. Ma ora l' ineffabile Cavaliere concede un'intervista a Le Figaro nella quale afferma, tra l'altro: "Nei primi contatti che ho avuto con Obama ho capito che ci legano tratti comuni. E' un leader concreto e positivo, che si prepara a fondo sulle questioni, che conosce molto bene i dossier della politica internazionale, e con il quale si ragiona. Ci lega pure l'audacia della speranza. Un tratto necessario nei momenti di crisi." E scusate se è poco. Lo stesso ha sempre sposato entusuasticamente la politica di Bush e si è augurato pubblicamente che Mc Cain vincesse le elezioni. Ora gli tocca fare buon viso a cattivo gioco. C'est la vie! Io leggo nelle sue parole leccaculismo e supponenza al tempo stesso. Non si capisce se premia Obama perchè simile a se stesso, o se promuove se stesso al rango di Obama. Sta di fatto che sono uguali. Come al solito, voi , sporchi comunisti, non ve ne eravate accorti.

15 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

mah...proprio non mi sorprende più...mi meraviglio di come un giornale internazionale così importante abbia voluto sprecare qualche riga delle sue pagine per un personaggio che all'estero è conosciuto come "catastrofe" o "buffone"...che si sia comprato pure le figaro?

la signora in rosso ha detto...

non hai un'altra bottiglia di vino?
Non ci resta che bere per dimenticare...le figuracce che facciamo all'estero!!!!
Buona notte

Pietro ha detto...

separati alla nascita, uno è cresciuto e l'altro è rimasto nano...

dario ha detto...

Cazzo, mi faccio una doccia al giorno. A volte anche due. Mi lavo la faccia prima di uscire di casa, le mani prima di toccare qualunque cosa commestibile, mi lavo i denti dopo aver mangiato anche una nocciolina, o bevuto qualcosa che non sia acqua sterile. No, io sporco non lo sono proprio!

;-)

dario ha detto...

A parte gli scherzi, ancora io di Obama non riesco proprio a fidarmici... ma voi come fate ad essere cosi' sicuri che sia almeno un po' diverso da Bush (be', non parlo della faccia di merda di bush o del colore della pelle o di faccende simili, parlo di quello che fara' in politica estera!).

Ogni segnale mi lascerebbe un certo ottimismo nel ritenere che Berlusconi stia dicendo una cazzata (quando mai ha detto qualcosa che non lo fosse?), ma a parte questo dato statistico, come fare a giudicare Obama? Dobbiamo anche noi fidarci della propaganda mediatica? Ma siamo mica comunisti, noi?

pmor ha detto...

ho come l'impressione che, nella sua ottica distorta della realtà, stia promuovendo Obama (che, ricordiamolo, per il nostro presidente del consiglio è pur sempre un negher che ha pure fumato spinelli) al suo livello di grande statista internazionale quale lui - il silvio cappelluto - è... non fa una piega, vero???

rebelde ha detto...

Credo che chi ha sin da piccolo il complesso di inferiorità perchè madre natura non è stata generosa con lui limitandogli l' altezza, crescendo fa di tutto per sembrare come o meglio degli altri suoi compagni che magari sono un pò più alti di lui e cioè studia di più,cerca di essere più simpatico e adorabile e così via sino a che il complesso di inferiorità svanisce prima della fine dell' adolescenza. Poi c'è la testa di cazzo che per dirla con le parole di De Andrè "ha il cuore troppo vicino al buco del culo" e quindi ne resta influenzato dimostrando a se stesso che deve essere meglio di tutti ad ogni costo. Peccato per lui, rimarrà stronzo per tutta la vita e gli altri lo indiche ranno di nascosto ridendo sotto i baffi (un' intelligenza sprecata). E poi c'è Berlusconi: Nasce da padre costruttore corrotto e corrutttore, non fa un cazzo sino a che papà lo affida a Craxi e lì comincia ad arrivare la grana quella vera, quella che fa si che la gente ti vede più alto anche di trenta centimetri e bello come il sole. E grana fa grana, ti compri tutto e tutti e ancora grana e poi grana, sino al delirio di onnipotenza (che fa rima con intelligenza ma in realtà è il contrario). Berlusconi inizia ad assomigliare a tutti, a Putin a Bush, ora ad Obama....Provate a mettere in terra un pezzo di cioccolato e un pezzo di merda ed allontanatevi di una decina di metri........Buona Giornata.

dario ha detto...

Ah, fuma spinelli, Obama?
Questo si' che mi convince di piu'.
Ha anche detto che fumare spinelli e' cosa buona e giusta o e' sperare troppo?

Riguardo ai nani ho in lavorazione un bel post sul mio blog. Stay tuned!

rebelde ha detto...

@Dario
Anch'io ho le stesse perplessità su Obama, soprattutto pensando a come funziona la democrazia americana, alla macchina elettorale fondata sul dollaro e sulle lobby che la sostengono... eppure, un piccolo credito gli va dato, ha creato troppe aspettative in tutto il mondo, ha detto cose in campagna elettorale non paragonabili per grandezza a quelle che vomitano i nostri politici che sappiamo ci prendono per il culo per partito preso. Per lo meno, per essere come Bush deve iniziare a fare tutto il contrario di ciò che ha detto sin'ora.
E poi, come dici tu, fosse solo per il fatto che qualche canna ogni tanto se la spara.....

Anna ha detto...

Sta cosa degli spinelli non la sapevo, e vabbè, sarà stato un errore di gioventù. Francamente non ce lo vedo a farsi una canna nella oval room.
Non so cosa farà Obama, però una cosa è certa : dice cose di sinistra. Poi si vedrà.

Dario,passa quella canna, possibile che si ferma sempre quando arriva a te? :-)

Gionata ha detto...

Ma si, lasciamo a Silvio credere che sia una persona migliore! Però vedi, un tratto comune ce l'hanno: "Ci lega pure l'audacia della speranza". Nel caso di Silvio, appunto, è quella di assomigliare ad una delle persone più potenti della terra... mentre lui è piccolo piccolo piccolo. C'est la vie! :D

il viandante ha detto...

Il leccaculismo abita la nostra Penisola dai tempi del Guicciardini!
Si chiama: accreditamento!!!
Ormai, con le chiappe nella cacca non ci resta che sperare in Barak!

newyorker ha detto...

bellissima foto!!! ma se pò annà a venezia quando c'è il carnevale???

Silvia ha detto...

Il nano è abituato a far buon viso a cattivo gioco, anche a leccare...Gli viene spontaneo.
"Coerenza" quando lo vede passare per strada cambia marciapiede!

Un bacio Anna e bentornata, anche se sono un pò in ritardo :)

cipiri ha detto...

AL TAPPONE non e' andato in AMERIKA x non sfigurare ( altezza ),
Mentre ora fila il FRANCESE ke' +' simile a lui ,.........
ciao