mercoledì 17 ottobre 2007

Ah, l'America!

Un prigioniero nel carcere di Guantanamo.
Notizia di quelle che, dopo averla letta, non sai se metterti a ridere o a piangere.

Un giudice federale di Los Angeles, in California, lo stato governato dal nerboruto e monoespressivo Schwarznegger, con una sentenza emessa lo scorso 11 settembre, ha negato l'estradizione in Italia al Sig. Rosario Gambino, rappresentante di spicco dell'omonima famiglia mafiosa americana. Il signore in questione ha già scontato ventidue anni nelle galere statunitensi per traffico di eroina. In seguito alla richiesta di estradizione da parte dell'Italia, è stato trasferito in un centro di detenzione per immigrati a San Pedro. La cosa incredibile di tutta la vicenda è la motivazione della decisione , espressa in questi termini : se istradato in Italia, suo paese di origine, Gambino sarebbe probabilmente arrestato e sottoposto al regime carcerario regolato dal 41bis, disegnato apposta per esercitare pressioni fisiche e psicologiche su criminali del suo stampo, affinchè rivelino informazioni sulla mafia siciliana. "Tale coercizione, che viola la convenzione dell' Onu, non appartiene ad alcun tipo di sistema legale e pertanto costituisce tortura", ha scritto il giudice.

Il principio, in sé, potrebbe anche trovarmi d'accordo, ma, espresso nel paese di Guantanamo e della pena di morte, mi lascia quanto meno perplessa.

Lo ha capito persino Mastella che si è dichiarato sdegnato.

12 commenti:

Franca ha detto...

Detto da uno Stato che pratica la pena di morte (in alcuni casi con metodi inaccettabili), che pratica la tortura nelle zone dove porta la sua guerra preventiva, che a Guantanamo sospende ogni diritto...

cristina ha detto...

Torturiamoli pure i mafiosi se questo può portare a smantellare qualcosa della loro organizzazione. Scusate ma io lapenso così.

donnigio ha detto...

Ciò che mi infastidisce è che "loro" son sempre convinti di avere ragione. Si arrecano il diritto di decidere per il mondo intero!!!! Loro...che appunto, torturano, uccidono, sparano agli alleati e decidono se una guerra è necessaria o meno... LORO!!!!

marbe ha detto...

Già..da che pulpito viene la predica!!!! Speriamo solo di non dover anche cominciare a preoccuparci di una eventuale guerra preventiva per portare la democrazia in casa nostra e l'abolizione del 41 bis...
Scusa il sarcasmo ma ....
Un saluto

Artemisia ha detto...

Piu' che perplessa anch'io.

Non c'entra nulla: ti volevo segnalare una petizione che riguarda la tua terra:
Petizione caccia Abruzzo

marina ha detto...

American way of life: dare lezioni agli altri e fare il peggio del peggio.
mi fanno incazzare!
ciao marina

Anonimo ha detto...

ioaspettote.splinder
annarèèèèèèèèèèèè ma tu si na cosa grande pe me
ehehehehe
venire su splinder solo per meeeeeeee
maròòòòòòòòòòò che gioia

cmq vedrai che anche su splinder troverai un sacco di amici

ronna ndunetta cuntenta

giulia ha detto...

E' allucinant... l'America sorprende sempre... Giulia

Anonimo ha detto...

ronna ndunetta

annarèèèèèèèèèè ho risposto due volte alla tua email pvt , e come avrei potuto non farlo eh ?
ma le hai ricevuto le email ?
fammi sapere
buona settimana

Finazio ha detto...

Non a caso la base di Guantanamo l'hanno costruita sull'isola di Cuba, perchè loro da loro queste cose non le fanno!

Anonimo ha detto...

ronna ndunetta

annarèèèèèèèè
cumme staje ?
tutt 'a post ?
un abbraccioneeeeeeee

franco ha detto...

John Wayne docet...