lunedì 8 ottobre 2007

Sassi


I sassolini, che belli quelli che si trovano al mare,sulla spiaggia: colorati, di forme spesso affascinanti, da bimba li collezionavo. A volte li raccolgo ancora, li conservo per un po', ma poi li lascio, per non appesantire ulteriormente i bagagli. Poi i sassi grandi, quelli che si trovano in montagna: mi soffermo spesso ad osservarli, coperti di fossili, mi trascinano in viaggi immaginari, come su una macchina del tempo. E i famosi "sanpietrini", quelli che negli anni della contestazione ci servivano per imporre un'idea di libertà che inseguivamo disperatamente ed a tutti i costi. Poi le pietre dure, splendide, da infilare per collane e bracciali da sfoggiare sull'abbronzatura estiva. E le rose del deserto? Rocce levigate dal vento, di un incredibile colore arancio-giallo ocra. Insomma, avrete capito che i sassi mi sono sempre piaciuti, li trovavo affascinati. Li trovavo affascinanti fino a qualche giorno fa, ora li odio, da quando ho scoperto che si sono formati dentro di me e vagano indisturbati tra i miei reni e la mia vescica,procurandomi dolori lancinanti che mi impediscono di fare qualsiasi cosa. Domani andrò in ospedale per decidere il da farsi. Mannaggia, sarei capace anche di dare un bacio a Mastella, con il rischio che mi si trasformi in principe azzurro, pur di non avere a che fare con questi maledetti!!!!!!

18 commenti:

ericablogger ha detto...

auguroni per i tuoi sassi, che tu possa estirparli senza troppi problemi e senza dolori
io invece ho un ginocchio fuori uso ma anche lui in quanto a male non scherza , sai ?
un abbraccio erica

donnigio ha detto...

...Annaaaaaaaaaaaaaa....
stavo per cantarti una delle mie canzoni preferite "sassi, che il mare ha consumato....etc" ma poi ho letto dei tuoi sassolini intimi e fastidiosi e mi si son strozzate le parole in bocca.
BENTORNATA...mi sei mancata. Fammi sapere come stai...
Un abbraccio ;-)

Alessandro De Luca ha detto...

carissima anna,
ogni tanto la salute viene a ricordarci di essere esseri finiti, di carne ed ossa e, per quanto pieni di idee meravigliose nonché capaci di riflessioni profondissime, legati ai limiti della materia.
In bocca al litotritore...
ale

cristina ha detto...

Carinissimo l'augurio in bocca al litotritore! Dai non preoccuparti, sono dolorosissimi ma si possono annientare piuttosto facilmente e tornerai ad amare i sassi, quelli veri al più presto. Facci sapere.

Artemisia ha detto...

Torna presto in forma, mi raccomando!
Un abbraccio,

marina ha detto...

Mannaggia ai sassi!
Liberatene presto e torna più leggera.

tanti tanti auguri
ti abbracciomarina

Anonimo ha detto...

ioaspettote.splinder

annarèèèèèèèè e che hai fatto ?
la collezione dei sassolini nella vescichetta ?
mannaggia a teeeeeeeee
ehehehehe
scherzi a parte : immagino i dolori lancinanti che provocano e mi dispiace moltisismo per te
Liberatene al più presto : ora è molto più semplice di un tempo
un abbracione annarè e in bocca al lupo

Finazio ha detto...

Speravo in un bel reportage ischitano ed invece rieccoti coi calcoli renali. Mmm... se hai bisogno di un infermiere non fare complimenti, nel frattempo fai tanta plin plin! Un abbraccio affettuoso!

giulia ha detto...

Auguri davvero, ma vedrai che tutto andrà bene. Meglio che bacare Mastella, ne sono sicura. Sono molto felice che sei tronata. Mi sei mancata molto, un abbraccio, giulia

Anna ha detto...

Grazie per la solidarietà, cari amici!
Un sassolino è uscito, e poi c'è anche della sabbia. Mi domando cosa ci faccia la sabbia lì dentro,invece di stare sulla spiaggia, vicino ai sassolini. Ora pare che sia saltato fuori anche un problema congenito all'anca. E che cavolo, mi toccherà baciare anche Bondi?
Intanto sono a casa, a riposo.
Pazzesco, dopo un mese di ferie!!!!!
Finazio, un infermiere come te subito.Peccato che stai a Milano, altrimenti non ti saresti potuto esimere :))
Gianniiii, e cantamela la canzone dai........
Grazie ancora a tutti.
Baci baci....

D'IO ha detto...

Maledetti calcoli! Odio la matematica? No! meglio una funzione trigonometrica all’ennesima potenza che certe funzioni renali compromesse. Ma potenza della scienza dei fastidiosi sassi in quattro passi resti senza…scusa ma a quest’ora straparlo più del solito! Un abbraccio e mi associo agli auguri: in bocca al litotritore e abbondante plin plin! ;) buona notte Anna e ben ritrovata…
francesc0

Lello ha detto...

Bellé vedo che tra i calcoli e l'anca, l'etá si fa sentire..... strano che una trentenne come te abbia problemi del genere!!!

Anna ha detto...

Bello,
i calcoli non sono problema di età, la prima colica l'ho avuta a 25 anni,l'anca è un problema congenito, ci sono nata e , soprattutto, gli anni sono 25 :))
E porta rispetto alla cugina maggiore....ops....minore!!!!!!!
Vedo che ogni tanto ti fai vivo da quel di Londra, ti davo per disperso.
Baci baci.....

Franca ha detto...

Intanto bentornata, anche se un po' "acciaccata".
Dai forza, oggi i calcoli, se non escono da soli, si riescono a frantumare senza operazione.

donnanonmoderna ha detto...

Anna cara, la vita ci riserva anche questo, mi spiace moltissimo, spero che passi tutto in fretta. Riguardo a quanto mi hai detto su Adele ho pensato che magari adesso che manca lei abbia voluto far entrare te nel blog...troppo strano? ma la vita è strana e bisogna vederla sotto ogni aspetto...ciao e auguri di cuore...Carmela

matariele.splinder.com ha detto...

Ben tornata, di passaggio per un saluto trovo novità assolutamente indesiderate. Auguri quindi per la salute che presto tornerà, Ciao, Gabriele.

geranton ha detto...

vorrei fossi più leggera ti tolgo una t piera

Anna ha detto...

Quanto mi piace 'sto geranton :))