lunedì 8 marzo 2010

A tutti i costi


Giornata di sole ieri. Freddissima. Il vento gelido tagliava il volto e paralizzava le dita.Nonostante ciò, gli Aquilani venuti in aiuto alla città sono stati tantissimi. E anche persone di fuori. Belle facce e buona volontà. E voglia di fare. Gli amici della circoscrizione di Paganica, con il peso del loro centro storico devastato e dei troppi senza tetto, hanno percorso otto chilometri a piedi, con pale e carriole, per raggiungerci e continuare a spalare con noi le macerie di Piazza Palazzo. E il lavoro è andato avanti organizzato e veloce. E si è minuziosamente differenziato il materiale di quel mucchio di macerie divenute per noi il simbolo della nostra vita e della nostra rinascita. Il "popolo delle carriole" vede, ancora una volta, travisato dalla becera informazione che domina il nostro Paese il significato del lavoro che sta svolgendo. Non abbiamo fretta che la nostra storia venga portata via. La fretta è nemica del bene. E noi lo sappiamo, poichè sulla nostra pelle abbiamo vissuto lo scempio di ciò che la fretta della costruzione del dopo terremoto ha portato sulla nostra terra. Non vogliamo che le macerie vengano portate via indiscriminatamente, come il ministro Prestigiacomo ha annunciato ieri di voler fare, quale tempestiva risposta al nostro lavoro. Noi non lo permetteremo. E siamo determinatissimi. Le nostre macerie contengono materiale immediatamente riutilizzabile per la ricostruzione. E sono mattoni, coppi,pietre. E contengono elementi preziosissimi da catalogare e custodire gelosamente. E ancora tanto materiale riciclabile come ferro, legno, rame, plastica, vetro. Lo sapevamo, ma ora, dopo due domeniche di lavoro, lo abbiamo visto con i nostri occhi. E lo abbiamo differenziato ordinatamente, constatando che ciò da smaltire non supera il 30% degli sbandierati cinque milioni di tonnellate. Questo vogliamo che si faccia della nostra ricchezza. Non permetteremo che altri continuino a speculare sulla tragedia che ci ha colpiti. E pretenderemo la massima trasparenza sulle operazioni che si occuperanno delle nostre macerie. I numerosissimi cassintegrati e disoccupati aquilani chiedono di essere impiegati in questo lavoro. Abbiamo manodopera e professionalità per garantire il processo necessario al trattamento delle nostre macerie. Il ministro dell'ambiente dovrebbe ben comprenderlo. Ma dichiara " presto le macerie saranno solo un brutto ricordo". Noi non vogliamo che siano un ricordo, bello o brutto, vogliamo che siano la nostra memoria, la nostra storia, la nostra vita, la nostra ricchezza. A tutti i costi.

12 commenti:

caligola ha detto...

Ciao Anna....questo video mi ha fatto commuovere, perchè è la dimostrazione esemplare che "l'unione fa la forza"...e questa volta a fin di bene ! (gli esempi al contrario non mancano,in particolar modo dalla politica).
Mi è sembrato di rivedere,a colori,le immagini della Firenze alluvionata del '66...e mi è salito un brivido su per la schiena,forse perchè è per me un gran bel ricordo giovanile,di tempi "diversi" da quello attuale, prodromi dei movimenti del '68....
Grazie Anna, grazie veramente per aver postato parole ed immagini che riaccendono una fiammella in fondo a questo mio cuore oramai sfiduciato e senza speranze,stante l'attuale condizione della democrazia italiana...
E il fatto che questi stimoli vengano da Voi Aquilani, messi in una situazione sicuramente peggiore di quella di tutto il resto degli Italiani,è una grandissima lezione di impegno e di cultura civile.

Fabio ha detto...

Speriamo facciano presto un passo indietro. Ovviamente non sto parlando dei manifestanti.

Sono con voi.

Alberto ha detto...

E poi la memoria sta anche nelle pietre, da riportare a nuova vita.

L.R. ha detto...

Ho visto notizie date decorosamente su LA7, già ad ora di pranzo. E mi ha colpito una cosa: i vostri mezzi, del tutto disomogenei, artigianali, direi raccogliticci, e striscioni e bandiere tutti uguali e ben stirati della cosiddetta manifestazioen spontanea pro-governo.
Forza che ci siete, e grazie!!!

luposelvatico ha detto...

Trovo che questo vostro modo di dare visibilità alla protesta sia geniale: contro la retorica roboante del fare, un "fare" vero e silenzioso.
Quando si vedono in TV carriole e pale, si resistituisce intrinsecamente anche valore a quel "lavoro" che viene oscurato ogni giorno dall'idea che si possa diventare ricchi mostrando tette ed aggressività verbale.
IL vostro lavoro "buca" il video, scompagina l'informazione bugiarda (perchè se vedi gente che lavora, non puoi raccontare altro che quel che si vede), riporta le telecamere sulla realtà sgradita al potere.
Siamo con voi, accidenti!

Anonimo ha detto...

Grande Popolo!
Grande...Grandissimo Popolo...
lo sai Anna si... che cercheranno di fermarvi?... lo sai che state diventando molto di più che un Popolo che rialza la propria testa?..
Lo sai che state diventando scomodissimi vero?
Lo sai che non è improbabile che Vi provocheranno?
Siete pronti alla battaglia?
Pensaci....cerca di mettere in cono le possibili trappole...
Qui siamo davvero in molti e cresceremo...soprattutto i nostri cuori cresceranno fino a nn sopportare più ingiustizia e meschinità!
Vedo nubi di guerra e odo clangore di spade conto pale...ma VEDO LA VITTORIA...
...con Voi...
Watka Yo Ota

Anonimo ha detto...

opsss cerca di mettere in CONTO...non in CONO...
baci

Gio ha detto...

Non posso non essere d'accordo, continuate cosi'

floripedes ha detto...

evviva L'Aquila e gli aquilani!

giardigno65 ha detto...

nelfilmato non si sente la mancanza di al pacino !!!

Silvia ha detto...

Non ci sono parole per esprimere la mia ammirazione per la vostra forza d'animo, la grandissima dignità che avete dimostrato di avere in ogni occasione e nonostante tutto...

Purtroppo non ci sono neanche parole per esprimere il disgusto e la disapprovazione per le menzogne e le speculazioni.

Paradossalmente siete voi a darci speranza!

Un bacio

tootsie ha detto...

cara anna,
questa tua, letta ieri anche a pag. 8 de 'il fatto quotidiano', e i video, le testimonianze, l'impegno, la sensibilità e l'incisività con cui stai e state perseguendo il vostro futuro, rappresenta anche segnale fermo e risoluto per tutti noi italiani, e non, che ci da speranza per sostenere che non tutto è perduto in un paese dove regnano inganno e frode, e il furto, di cose e principi, viene legalizzato a colpi di stratagemmi e 'de-cretini'...
per questo desidero ringraziare, perchè ogni giorno dimostrate che esiste un'italia bella, pulita, fatta di persone speciali, per la quale vale la pena lottare e della cui appartenenza sentirsi orgogliosi.
grazie anna, a te e a tutti.
patty