giovedì 16 agosto 2007

Schhhhhhhhhh...............

Miei cari sei o sette lettori (vedo con piacere che siete aumentati) ,
vi devo dire una cosa, ma piano piano, sottovoce .... schhhhhhhhhhhh ..... all'orecchio, perchè pare che me ne debba vergognare e perchè rischio di diventare impopolare.
Io sono....hem.....d'accordo con Francesco Caruso su quanto ha affermato (e poi ritirato) a proposito di Biagi , Treu e del precariato dilagante nel mondo del lavoro, e, dirò di più, sono d'accordissimo anche con i toni duri che ha usato. E voglio aggiungere, sempre sottovoce, che mi sembra vergognoso tutto questo sdegno buonista da parte della così detta sinistra. Vorrei timidamente far presente che l'on. Caruso, spesso additato come la vergogna e lo scandalo di questa coalizione al Governo, rappresenta un elettorato che ha votato a sinistra proprio perchè si sentiva rappresentato da lui. Saremo pure una minoranza, saremo anche degli incoscienti visionari, ma esistiamo e vorremmo dire la nostra. E poi.....basta con questo bisbigliare, lo voglio dire ad alta voce: ebbene sì, la legge Biagi è una vera porcata . Tiziano Treu e Marco Biagi sono i "mandanti legali" di tante morti bianche.
La verità è rivoluzionaria, per questo spesso fa male.

27 commenti:

donnanonmoderna ha detto...

Anch'io penso che Caruso ha ragione, non mi è piaciuta la legge Biagi perchè "sembra" a favore dell'aumento dei posti di lavoro ma in effetti getta le persone sul lastrico perchè le illude e le sfrutta...
ciao Anna ho visto l'incendio in tv è terribile mi spiace...un abbraccio...
Carmela

francesc0 ha detto...

Non c'è 2 senza tre...pure io ci sono...e penso pure non manchino 4,5,6,7,8,9,ecc ecc ecc.......e ci vogliono zittire tutti sti buonisti riuniti...un abbraccio e tutt'e due :)
D'IO

Anna ha detto...

Carmela,
come sai non posso postare sul tuo blog, spero che tu prestissimo voglia cambiare lidi. Sono d'accordissimo su Zucchero : ridevo fra me e me pensando a quei VIPS :) paganti 1.000 euro a cranio redarguiti a dovere.
Quando poi ho appreso che il parterre era costituito da Signore come la Marina Swarosky, Valeria Marini, Daniela Santanchè e Daniela ex Fini la goduria è arrivata alle stelle....ahahahahaah...

Francesco, che piacere la tua adesione alla mia idea su Caruso, sai, qua ti fanno sentire sola......tutti a condannare....

Anna ha detto...

Piccola nota: leggendo Finazio, mi rendo conto di aver sbagliato i nomi dei VIPS....mannaggia, non sono tanto pratica, ma sono sicura che mi perdonerai, cara Carmela :)

Finazio ha detto...

Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno! Caruso è stato costretto ad uscire dal gruppo parlamentare perchè ha detto la verità! Che vergogna!

Alessandro De Luca ha detto...

Ragazzi suvvia un attimo di riflessione, Caruso ha detto delle cose giuste in maniera scorretta, se la fosse presa con dei politici o tecnici in vita sarebbe stata una sparata ad effetto ed avrebbe avuto apprezzamenti, visto che la sua ragionevole rabbia si è abbattuta contro un uomo ucciso dalle nuove BR mentre rientrava a casa, dandogli dell'assassino, la cosa gli si è ritorta contro.
In certe occasioni i toni ed il rispetto per i morti, specie se ammazzati, è dirimente e supera anche la lodevole denuncia che si vuole fare.

Anna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anna ha detto...

I morti, seppur ammazzati,non diventano sacri ed intoccabili se in vita hanno commesso degli errori: questo è un retaggio cattolico che rifiuto.
Diventano semplicemente , nella fattispecie, delle "testedica....." morti, tutto qui.Pardon,forse si è capito che il buonismo ed il "politically correct" me lo ficco sotto i tacchi!

Alessandro De Luca ha detto...

Anna, ci mancherebbe solo che Biagi solo perché morto in maniera brutale debba essere fatto "santo subito", tuttavia un minimo di buon gusto e non di buonismo eviterebbe di usare la parola assassino per una persona che ha semplicemente fornito uno strumento.
Non perdiamo di vista il senso delle cose: Biagi era un tecnico e come tale ha fornito quella che da "studioso" ipotizzava fosse una soluzione, o comunque un passo avanti.
La responsabilità (ma questo è argomento insidioso da sviscerare sulle pagine di un blog perché ci vorrebbero ore di discussione) non è di chi fornisce lo strumento, ma della volontà politica che sceglie tra tanti strumenti di diversi studiosi quello che più si attaglia alla propria visione futura della società.
Per questo l'omicidio Biagi è esecrabile, perché mirato ad un uomo la cui rsponsabilità è stata quella di pensare, non attuare.

antonio ha detto...

..non commento il tuo editoriale..
un argomento così delicato andreb
be affrontato con obiettività,con
siderando moltissime altre variabi
li del caso.Non l'ho si può licen
ziare con un semplice commento.Ep
poi ti vorrei domandare,quanti dei
tuoi fans sono stati coerenti a dimostrarlo nelle sedi opportune.
Ciao antonio

Anna ha detto...

Alessandro,
spero che tu non abbia equivocato le mie parole al punto da intendere che io giustifichi l'omicidio di Biagi. Io parlavo della legge che ritengo vergognosa, tutto qui.Vedo che comunque l'argomento solleva polverone.
Antonio,
cortesemente, mi spieghi chi sarebbero i miei fans?

Francesco ha detto...

Hoi Hoi. La legge Biagi ha tenuto banco, a tonnellate di commenti, anche sul Grillo blog.
Mi piace dire la mia, per il piacere di partecipare alla giostra dei pareri in un ambito assai più intimo e senza l'ombrello di un Robin Hood un po' populista e comunardo quale Grillo è diventato.
A proposito di morti santi ed assassini, ricordo di un eroe della Repubblica che, se assassino proprio non è considerabile, certamente è il mandante di stragi sovietiche. Il comunstissimo Togliatti.
A proposito di minoranze... la maggiornaza di chi in politica qualche idea ce l'ha, è in minoranza!
A proposito dei politici che, da sinistra, si scagliano contro la legge Biagi, vorrei far presente che costoro sono dello stesso consorzio che per 50 anni ha avallato in parlamento l'80% delle leggi DC; Gli stessi che, per tutelare gli operai, hanno dimenticato i contadini, gli artigiani, i piccoli commercianti (anzi, ne sono stati ideologicamente i nemici), condannando infine i disoccupati a rimanere disoccupati per garantire il posto agli occupati. Garantire il posto agli occupati con leggi come la cassa integrazione che ha molto semplicemente permesso ad aziende come la FIAT di aprire stabilimenti con le sovvenzioni statali, chiudendo dopo brve periodo da qualche altra parte e licenziando tutti tanto paga pantalone (i commercianti, gli artigiani, i contadini...). Cifre da capogiro con le quali la collettività avrebbe potuto acquistare forse 10 FIAT per gestirle direttamente come statali.
La legge biagi è stata ritoccata, non è forse l'ideale, mette in condizioni i dipendenti di subire trattamenti vessatori dalle aziende...
La verità? L'articolo 1 della costituzione è frutto di mentalità comunista e cattolica da dopoguerra: L'Italia è una Repubblica democratica (punto e basta).

Francesco ha detto...

ciao Anna,
ho una domanda d'ordine tecnico:
- vorrei immettere una immagine nel mio profilo, ma non ho idea come si debba fare. Il manuale non mi è stato affatto utile perché pretenderebbe che ci fosse una funzione all'interno delle impostazioni stesse del profilo. Io non vedo nulla del genere.
per la verità ci sarebbe un altro arcano che non riesco a risolvere:
- come si fà ad abbinare una stringa di link ad una immagine presente nella colonna "elementi"? I form "elementi sono elementari e sembrano blindati, mentre non so dove e come modificare l'HTML, se ve ne è la possibilità.
grazie per la collaborazione,
francesco

Anna ha detto...

Francesco,
grazie per aver esposto il tuo punto di vista nel mio spazio. E' prezioso e ne terrò conto.Ritengo che, prorpio perchè la nostra Italia è, fino a prova contraria, una Repubbica Democratica fondata sul lavoro, si debbano difendere sia i privilegi dei "padroni" che i diritti insidacabili dei lavoratori. Sono sicura che vorrai convenire con me sulla tesi che il lavoro precario sia un ulteriore strumento di ricatto in mano ai datori di lavoro, a totale scapito dei lavoratori. E l'aumento delle morti bianche ne è triste testimonianza. A questo si riferiva Caruso ed a questo mi riferivo io.
Per quanto riguarda l'inserimento della foto, purtroppo sono l'ultima persona che può aiutarti.Quanto mi esponi per me è puro aramaico:questo blog è stato aperto con il preziosissimo aiuto della mia amica Rita, che è in vacanza da lungo tempo. Sto aspettando il suo ritorno come la manna dal cielo. Pensa che non sono neanche in grado di inserire i link dei blog amici! Sarò felice di poterti dare qualche indicazione non appena Rita tornerà fra di noi, se ancora non sarai riuscito a trovare la soluzione.
Un abbraccio.

cristina ha detto...

Nessun schhhhhh in Italia c'è per fortuna la libertà di parola! La legge Biagi è SOLO un modo certo per i lavoratori di essere sempre e SOLO PRECARI. Destabilizza, rende vulnerabili le famiglie che non hanno uno stipendio fisso per far fronte alle entrate, toglie dei diritti sacrosanti per la dignità dell'uomo fino alle morti bianche. Sarebbe invece meglio fare una bella scrematura delle persone che occupano posti di lavoro pur essendo lavativi nullafacenti; cambiare la politica del lavoro : incentivando le persone meritevoli porterebbe sicuramente un incremento positivo sulle produzioni e sulla qualità dei servizi. Basta con le lungaggini della burocrazia e la difesa da parte dei sindacati dei nullafacenti BASTA.

Anonimo ha detto...

se volete inserire una foto nel tuo profilo, aprite nella vostra bacheca blogspot, dove entrate a scrivere, a destra il Modifica il tuo profilo
la pagina che si aprirà avrà anche la voce immagine
se avete un'immagine di internet che vi piace, cliccate sul proprietà dell'immagine ( con il tasto destro del mouse) e copiate l'indirizzo http, poi incollatelo nella vostra immagine del profilo
stessa cosa con una vostra immagine personale jpg : prendete da proprietà l'indirizzo e incollatelo nel profilo
salvate e vi vedrete la vostra immagine
spero di essere stata chiara !!!
un saluto erica
http://blog.pupazzipensieri.it

Anna ha detto...

Cristina,
parole sacrosante,approvo in pieno quello che dici sui sindacati!
Erica,
grazie per le preziose indicazioni!

Anna ha detto...

Ah Erica, non è che saresti così gentile da dirmi anche come inserire i link amici? :)

Francesco ha detto...

grazie mille ad Erika.

Invito Anna a linkare le fonti dei suoi post. Nel caso specifico l'intervento di Caruso, che non conosco per mancanza di tempo e desiderio ad inseguire le esternazioni quotidiane dei politici italioti (il mio intervento si basa sulla popolarità dell'argomento e sui vostri interventi).
Cmnq, sono appunto dell'idea che l'art. 1 della costituzione è obsoleto, cattolico-comunista com'é, col fetore dei padri degasperiano-togliattiani del dopoguerra populista e antiliberale (non antifascista).
Ribadisco Anna: "L'Italia è una repubblica democratica. (punto)".

geranton ha detto...

Che bella foto la tua Anna A, raggiante, non sei dentro una stanza, sembri dare luce tu al sole.

Anna ha detto...

Francesco,
ti prometto che studierò ed imparerò a linkare i post (dopo che avrò scoperto cosa significa) :)

geranton,
anonimo commentatore, grazie!Preferisco immaginare che tu non mi stia prendendo per il.... e faccio la ruota come un pavone :))

marina ha detto...

sulla legge Biagi avevo le idee molto più chiare appena è uscita. Bruttissima legge. Poi sopra ci si è accumulata troppa polemica politica general-generica e io non mi fido di nessuno.Vorrei avere i dati sulla stabilizzazione dei posti di lavoro, percentuali, durata della precarietà ecc. Così mi è difficile farmi una opinione davvero informata.
Circa le parole invece no, l'opinione ce l'ho.
Forse perché vaccinata dai compagni rivoluzionari dei miei tempi (ho 63 anni) penso che le parole siano pericolosissime e vadano maneggiate con la stessa attenzione con cui si maneggia un' arma.

conservami la tua simpatia

Anna ha detto...

Marina,
io ero una compagna rivoluzionaria di quei tempi. So che siamo stati strumentalizzati e che abbiamo fallito, lo so bene, ma le mie idee me le tengo ben strette, ancora oggi, a rischio di sembrare patetica.

Artemisia ha detto...

Cara Anna,
per prima cosa sono molto contenta che i tuoi lettori stiano lievitando, chiaro segno di quanto il tuo blog sia interessante.
Su Caruso mi dispiace ma dissento. La legge Biagi secondo me è una delle più deleterie fatte dal precedente governo (e mi associo al giudizio di Cristina) e sarebbe stata una delle prima da cancellare (non modificare!). Comunque, non è detto che essa rispecchi completamente quello che indicava Marco Biagi ed inoltre credo che sulle morti bianche più che la legge Biagi incida la mancata osservazione della 626 e relativi controlli.
In ogni caso, devo dirti che la mia anima comunista sta lentamente lasciando posto alla mia anima giustizialista. In questo paese dove la legalità è sempre più un optional, francamente un Caruso condannato a 5 anni per rapina io in parlamento non ce lo vorrei!

Conserva anche a me la tua simpatia,

Anna ha detto...

Arteeeeeeeeeeee,
bentornata!!!!!!!!!!!!!!!
Rispetto il tuo punto di vista e obietto solamente che le morti sul lavoro sono aumentate dopo l'entrata in vigore della legge in questione e che Caruso ha subito una condanna ad un anno e cinque mesi per un esproprio proletario ai danni di un supermercato al termine di una rissa seguita ad un corteo.
Ti vorrei invitare a dare uno sguardo al blog che cito nel post precedente ed a darci un tuo parere.
Con l'affetto di sempre.

marina ha detto...

No, patetica no, non lo dire!
sei impetuosa, e mi piaci così. Tieni strette le tue idee, ma bada anche che le tue idee non tengano troppo stretta te. Oh dio, ho sputato una sentenza! scusami.


Comunque fra me e te ci sono ben tredici anni di differenza ahimè: sei stata una vera signora a glissarci su.
un abbraccio marina

donnigio ha detto...

Ciao Anna...
tre giorni fa ero in treno, di ritorno dalla puglia. Per circa tre ore, un bambino ha pianto e strillato sotto gli occhi incuranti di sua madre e di sua nonna. Avevo i nervi a fior di pelle, ed anche tutti gli altri passeggeri, che come me s'erano svegliati alle 5, se non prima. Tutti si lamentavano sottovoce e lanciavano sguardi malefici...ma nessuno diceva niente, fino a quando un ragazzone napoletano s'è scagliato contro le due signore chiedendo loro di "legare il pupo", chiamando il capotreno. A quel punto, tutti si sono indignati col ragazzone, dicendo che "è solo un bambino", "ma come si fa a far stare zitto un bambibo", "ma come si può legare un bambino", "ma che insensibile, ma che villano" e quant'altro. Morale della favola, il ragazzone se n'è andato imprecando...in prima classe (pagando la differenza). 5 minuti dopo, il vagone era sereno. La mamma e la nonna hanno portato il bimbo nel corridoio facendolo addormentare...e tutti i viaggiatori, me compreso..hanno tirato un sospiro di sollievo. Quello che avrebbero voluto fare tutti, l'ha fatto il ragazzone, malamente aggredito e costretto ad andare via.

Ti dice niente? E' sempre la solita storia. Siamo tutti dei buonisti che alzano la voce solo quando è supportata dal coro...ma in fondo abbiamo delle idee, che ci vergognamo ad esprimere. Insomma, Calderoli in questi anni ha detto cose molto più spregevoli...ed è ancora lì, inossidabile!!!
Grida pure Anna, non dimentichiamoci che siamo liberi di esprimerci. Quella di Caruso è stata una esclamazione dettata dalla stanchezza, dalla nausea...e come dargli torto? Quello che stiamo vivendo, tra un party e l'altro...è nauseante!