mercoledì 28 maggio 2008

Mi sono innamorata di nuovo

Devo riconoscerlo: mi innamoro spesso. Nella mia lunga vita mi è successo numerosissime volte .E questi amori sono per sempre. Mi innamoro delle idee, dei paesaggi, delle opere d’arte, degli animali,delle canzoni, degli scrittori, dei cibi, dei vini, delle piante e di molte altre cose ancora. Sono una donna passionale, ve l’ho detto mille volte. E mi innamoro degli uomini. Mi piacciono i ragazzi, li immagino miei, per sempre. Io ad invecchiare e loro a crescere e maturare sotto i miei occhi. Ora mi è accaduto di innamorarmi di una donna. Può succedere. Una giovane donna. E’ entrata in punta di piedi nella mia vita: qualche piccolo cenno della sua presenza da un po’ di tempo, ma ero distratta,non la mettevo bene a fuoco. Non ne percepivo la portata. Poi, come sempre per le cose che, quando devono accadere, accadono, è divampata la passione. Unilaterale, lei non lo sa ancora. Lo scoprirà , se leggerà queste mie parole. Mi capita di pensare a lei come alla donna che avrei voluto accanto . Una giovane esistenza vicino ad una vissuta: la forza e l’incanto di chi si affaccia alla vita ed il vigore ed il disincanto di chi ne ha già vissuto gran parte. Rivedo in lei me fanciulla, anche se è molto più assennata di quanto fossi io.
Amiamo le stesse canzoni, le stesse letture,gli stessi film, abbiamo le stesse icone e ci separano trentasei anni. Sì, è poco più di una bimba, una bimba che legge Bukowsky, e ascolta Janis Joplin, ed alla quale piacciono film come Smoke, e che ammette di saper resistere a tutto, tranne che alle tentazioni e alla domanda se preferisce essere ricca o famosa, risponde intelligente. A settembre partirà, sola, per la Turchia: un anno di studi fuori di casa, a soli 16 anni. Se la avessi cresciuta io, sono certa che non sarebbe stata così identica a me. Ha le mie medesime reazioni,le risposte che darei io, sogna come me. Per inciso siamo entrambe del cancro. Mi continuo a domandare come possano accadere queste cose, questi incontri magici.
Saretta, ti amo, sei la figlia che avrei voluto.
In bocca al lupo per la tua vita che si preannuncia splendida.
Sei una grandissima piccola donna

43 commenti:

Saretta ha detto...

.... mannaggia te anna, mannaggia te...
mi hai fatto commuovere, tanto
io non so parlare e sicurament ela scrittura non mi aiuta ad esprimermi ma giuro che vorrei tanto abbracciarti.
non è mai stato unilaterale, quando la tua "passione" non era ancora nata, la mia già divampava.
e TI GIURO, credimi, che è un bel pò di tempo che penso che sarebbe molto bello averti come madre.

ti abbraccio forte cara Anna, mi hai reso la giornata meravigliosa!!!

Anna ha detto...

Saretta,
non mi importa di offrire ai nostri lettori uno spettaccolo mieloso :-) e ti dico che anche io mi sono commossa alle tue parole.
Presto,dov'è un fazzoletto?
Baci baci....

zefirina ha detto...

in bocca al lupo a saretta, sono andata a sbirciare sul suo blog

silvano ha detto...

Ach..volevo fare un commento. Mi sembra di aver irrotto nella vostra privacy. Firulì-firulà ripasserò più in là.

Nemo ha detto...

Anna, un post bellissimo.
Anche se ho qualche dubbio che due personalità così forti e simili come le vostre potrebbero 'convivere', per molto tempo assieme, senza avere problemi.
Ma questo è uno dei lati positivi della grande Rete, vero? Rendere possibile ciò che, altrimenti, sarebbe irrealizzabile :)

Vincenzo ha detto...

Anna non è affatto uno spettacolo mieloso, la libertà di parola è anche amore. Mica si deve parlare per forza delle porcherie della politica o della società...eccheccacchio!
Buona fortuna

silvano ha detto...

E' bello quello che hai scritto. E' bello quello che senti.

marina ha detto...

Approfitto, in punta di piedi, per fare i miei auguri a Saretta. Piccola grande donna, sì.
marina

digito ergo sum ha detto...

che bellissima, tenerissima, dolcissima cosa. questo sì, che è vero amore...

Cesco ha detto...

Esprimere le emozioni non è sempre facile, ma le persone come te che non le nascondono fanno sì che possano trovare più serenità.

Anch'io a 16 anni leggevo Bukowsky e ascoltavo la Joplin... non ho mai smesso ovviamente

Fra ha detto...

Che dolce questo post :)
ho sbirciato il blog ed approfitto per fare un in bocca a lupo a Saretta.
:) ciau Fra

giulia ha detto...

Non è uno spettacolo mieloso, è un bellissimo incontro... ce ne fossero tanti. Un abbraccio a tutte e due. Giulia

l'incarcerato ha detto...

Ma dai, ma riuscite a far commuovere anche uno squallido incarcerato? :)

Anche io non mi sono mai fermato, spero che anche Saretta non lo faccia!

rita ha detto...

Saretta .... ahhhh, se piaci alla Anna ... automaticamente piaci anche a meeee :)))

Melania ha detto...

Cara Anna, non conoscevo Saretta ma già da ieri notte sono andata a vedere il suo blog e ne valeva davvero la pena.
Tanta intelligenza e tanta simpatia.
Trovo il tuo post bellissimo e anche io mi sono commossa.
Questa è la prova che in questo strano mondo si possono fare degli incontri molto belli.
un forte abbraccio

Momi ha detto...

due cose.. prima un sorriso a tutti denti perchè conoscendo che bellissima persona sei Anna, leggere righe che traghettano sentimenti per un contatto originatosi da questo mondo ameno è gioia al cubo;
secondo un pizzico di invidia in uno sguardo perplesso.. sarà che noi uomini siamo più poveri dentro ma per quanto anch'io possa avere dentro di me sentimenti di amore e amicizia più cresco (o invecchio?!) più tutto tende a restare dentro di me, un orso con gli aculei.. Sbaglio io //rosa

dicolamia ha detto...

Complimenti a te e alla figlia adottiva!

Cristiana

cornflake girl ha detto...

Sono tanto contenta anch'io di rovare tutti voi ogni giorno... che mondo sarebbe senza quegli incontri miracolosi??? viva le Donne (ma anche gli uomini) e la nostra capacità di amare che non si limita all'altro sesso... Auguri a Saretta e... Anna, è bellissimo leggere le emozioni più profonde di una bella persona come te! ti rende vera e vicina, ai miei occhi. Baci a tutte e due!

Anonimo ha detto...

Signori, interrompo questo coro di lodi per permettermi di sottolineare che la ragazzina è soltanto una ragazzina! Naturalmente io non sono nessuno per censurare e mettere all'indice, ma forse è sfuggito che le esperienze dichiarate dalla nostra fanno "tremare le vene e i polsi" a qualsiasi mamma dotata di buon senso.
Signori, vi prego! Non c'è bisogno di questo coro di fischi, li immaginavo già prima di commentare, ma come vedete ho affrontato impavida la fossa dei leoni, perché se ciò che Saretta afferma è vero, e non si tratta di un'innocente provocazione, forse ci dovremmo fare qualche domanda e unire tutti per offrirle compagnia, affetto, allegria, e tutto quello che ognuno di noi, nel suo positivo e nel suo piccolo, può trasmetterle. Nell'umano, certo, ché il divino non è da noi.
Pertanto, Signori, ritirate il vostro coro di lodi e non fate finta di non capire ciò che ho scritto, per una millantata disinvoltura di comportamento o per essere per forza il contrario di quello che la nostra natura di persone adulte e mature ci suggerisce.
Scusate la prolissità, ma ho dovuto (e voluto) far sentire un'altra voce. Disponibile al Crucifige!
Luigia

Anonimo ha detto...

Meno male che qualcuno ha cantato da solista, fuori dal coro...
brava Luigia per non esserti spaventata da una banale accusa di conformismo o di "bacchettonaggine".
Ma chi scrive in questi post? Tutta gente disincantata, un pò delusa dalla vita, un pò annoiata e poco tesa verso la spiritualità. Gente che forse non sa che le bambine (e Saretta è una bambina) hanno bisogno di grandi valori, grandi ideali e progetti quasi irrealizzabili per dare il meglio di sè... e certo fare sesso orale, in ascensore o in spiaggia, fare un bel numero di kamasutra a soli 16 anni non è esattamente costruire la propria esistenza e riempirla di positività. E qualcuno dica a Saretta di stare attenta quando va in Turchia, perchè lì le donne le stuprano e le ammazzano, soprattutto se ostentano atteggiamenti tanto liberi quanto falsamente moderni; un pò di prudenza non le farà male...!!!
Paola

stella ha detto...

anna mi hai emozionata la prima volta che ti ho letta,a proposito dell'amore che aspettavi in estate,ora con saretta ancora di più...Ti lascio e vado via per non commuovermi...

Anna ha detto...

Paola/Luigia,
il tuo stile è inconfondibile, per cui per me non sei anonima.
Rispetto il tuo punto di vista, ma ovviamente, come sempre, non lo condivido.
Sei arrivata qui a sciupare un sentimento che ritengo nobile: due anime, una bimba, l'altra adulta, che si sono incontrate e si sono riconosciute.
La mia era una dichiarazione di amore materno, e quella di Sara di amore filiale.
Le tue paranoie ed i tuoi tabù tienili fuori dal mio spazio. Sara, come ripeto, è una piccola grande donna ed a me piace perchè somiglia a me.
Lo so che tu non approvi i 69, preferisci chiamarli canzoni, perché secondo te nobilitano un gesto che ritieni, per educazione e formazione, sporco. Lascia a Sara ed a me ed a chiunque lo voglia, vivere la propria sessualità come desidera.
Tieni le canzoni per te, ne hai tutto il diritto, e lascia a noi quello che desideriamo.
Sara è una persona intelligente e sono certa che saprà come salvaguardarsi da sola. Io, poco più grande di lei , sono stata allo sbaraglio e sono qui, viva e vegeta e pensante e serena.
Non rispondere a questo mio commento perchè sarai, contravvenedo ad ogni mio pricipio, censurata. NON TI PERMETTO di turbare me e tantomeno Sara.
Se vuoi dirmi qualcosa, sai dove farlo.
Un solo consiglio: alla tua età potresti uscire dall'anonimato nel quale ti confini per abitudine ed iniziare a dire quello che pensi con la tua identità. E' più dignitoso.

Finazio ha detto...

Ho dato uno sguardo alle sue pagine e comprendo il tuo innamoramento. Mi fermo qui, non vorrei ingelosire qualcuno...

Anonimo ha detto...

All'anima della tolleranza, Anna cara, ma cosa mai avrò detto per farti trasformare in una iena? Se vuoi censurami pure, dormirò ugualmente stanotte e le prossime... Ti scrivo perchè mi incuriosisce sapere perchè mi hai accomunato a Luigia, e parli come se fossimo una sola persona; ti assicuro, per quello che può valere che io sono Paola, distratta lettrice di vari blog, con pochi interventi sparsi qua e là, fatti in anonimato, ma sempre firmati per la pigrizia di fare una registrazione. Ti dico ciò non perchè ti debba tutte queste spiegazioni, ma perchè la tua reazione è a dir poco sorprendente ed incomprensibile... o sei così certa di possedere la verità che se due persone non la pensano come te, pensi che ci sia sotto un trucco... e che siano una sola...
Ho frequentato spesso e per lungo tempo i "compagni", ne avevo persino sposato uno, e riconosco in te la stessa caratteristica della gente di sinistra: la presunzione di pensare di avere sempre ragione... e chi non è con voi:PESTE LO COLGA!!! SALUTI Paola

Anna ha detto...

Paola,
non mi incanti, so chi sei.
Questo è l'ultimo tuo commento che accetto. Sarò un kapò, come mi hai definita in altri commenti, ma ho deciso così.
Punto.

Luigina ha detto...

Anna ti conoscevo solo dai commenti spesso scherzosi sui blog di Lucignolo, Janas e Stella e ti credevo una ragazzina. E' stata una piacevole sorpresa scoprire che come età non siamo molto lontane e la dichiarazione di amore per Saretta è stupenda e mi ha trasmesso una forte emozione e un po' di rimpianto per una figlia mai nata a me che ho avuto solo un figlio maschio. A me all'età di Sara è capitato di innamorarmi follemente della mia insegnante di italiano che si chiamava proprio come te e non me ne vergogno. Capisco il tuo turbamento per i commenti dell'anonimo/a perché ne son stata vittima anch'io. Io ho trovato il modo per evitare di essere bersagliata dagli invidiosi/benpensanti permettendo i commenti solo a persone registrate con un account google in modo che siano costrette a rivelare la loro identità. Cmq puoi sempre cestinare i commenti indesiderati. Buonanotte e grazie. Arrivederci nel nostro Villaggio

silvio ha detto...

Ciao Anna, sono arrivato qui dal blog di Sara, incuriosito dai commenti preoccupati nei confronti della dolce Saretta.
Innanzitutto complimenti per il post, molto bello e sentito. Ho anch'io un figlio coetaneo a Sara, ed anche se sono all'opposto come carattere e modi di pensare, c'è un particolare forte che li accomuna, che li rende simili. Il fatto di essere due adolescenti completamente "fuori" dalle righe, fuori dal coro massificato di tanti adolescenti che ci circondano. E' normalissimo per noi "grandicelli" provare simpatia, o amore smisurato (a leggere il tuo post) nei loro confronti. E forse è anche normale da parte di qualcun altro provare sentimenti paternalistici, di difesa. Anche se tu ne prendi totalmente le distanze.
A me piace osservare come questi ragazzi crescono forti e unici nel loro essere, senza filtri, con il coraggio di dare delle scelte, e delle esperienze, che forse noi non abbiamo più (ma parlo per me, non per te).
Un caro saluto

Anna ha detto...

Ciao Silvio,
grazie per la visita e per il tuo intervento.
Mi sono alterata perchè credo di sapere (ne sono più che sicura, sicurissima) chi sia l'anonimo.
In genere sono molto più pacata
:-))
Condivido in pieno le tue parole.
Io sono stata una giovanissima che ha fatto delle scelte molto coraggiose (soprattutto per l'epoca in cui sono state compiute)ed ho commesso molti errori, che non rinnego, ma ritengo parte integrante della donna che sono oggi. Non sono molto cambiata, il coraggio è lo stesso,cambia solo la piena consapevolezza delle mie scelte di oggi.
Amo i giovani, ma, per sfortuna, non ho figli. Amo il loro incanto,la loro foga, il loro ardore. E i giovani coraggiosi e consapevoli come Sara e come, suppongo, sia anche tuo figlio, sono i miei preferiti.
I "benpensanti" mi hanno sempre irritata, ieri come oggi. E soprattutto chi si erge a giudice non richiesto.Poi, chi irrompe su un post lieve e delicato e nel quale si mettono a nudo i propri sentimenti, dopo essere stato da Sara ed aver letto le sue risposte ad un semplice giochino ed aver tratto delle conclusioni arbitrarie e sommarie,è quanto meno biasimevole.
Passerò a trovarti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Parole bellissime che Saretta si merita in toto :-)))

Momi ha detto...

Cito un vecchio detto (inventato da me :-o) "quando ti cresce il pelo sul cuore se vedi una forma di amore dentro di te nasce il livore"
Procurati una lametta Anonima prima che il pelo ti soffochi, in ogni caso ti tornerà buona se deciderai di farla finita..
'nto sò cattivo :-)

Anna ha detto...

Momi,
ma non sono meglio le carte telefoniche delle lamette? :-O
Solo per riallacciarmi al tuo post e per stemperare i toni.
Un bacio.....

marina ha detto...

Vado a leggere il post di saretta che ha tanto scandalizzato Luigia e/o Paola
intanto mi complimento con lei/loro: è molto difficile fare incazzare Anna!
poi ripasso
marina

marina ha detto...

Care Luigia e Paola, vi rispondo insieme perché, chissà come mai, sembrate uguali sputate.
Non credo che abbiate proprio nulla da offrire a saretta, né affetto, né allegria, né compagnia. In ogni caso le sconsiglierei di accettarne da voi: sarebbero surrogati o succedanei. Patacche, per dirla in soldoni.

Personalmente non sono né disincantata, né delusa, né annoiata, né poco tesa alla spiritualità.La vita mi incanta, mi ha dato tanti frutti, mi diverte ed incuriosisce ancora a sessanta anni e la spiritualità è il rumore di fondo delle mie giornate.
Sono di sinistra e proprio per questo animata dal dubbio: infatti non ho i vostri dogmi. Il marito di sinistra che avete sposato forse pensa di avere sempre ragione non perché è di sinistra ma perché è stronzo? E' solo un'ipotesi, naturalmente.
Scusate se ho detto stronzo.

Che degli adulti attacchino così una ragazza di sedici anni, della cui vita ignorano tutto, mi sembra IGNOBILE. Il loro paternalismo poi, è insopportabile.
Mi piace il commento di Silvio perché dentro non c'è la voglia livida di giudicare, ma quella accorata di capire e di amare.

baci e abbracci vari, marina

Momi ha detto...

E' palese Anna che tu abbia una garbo e un buon senso che non sono proprio le mie specialità quando mi imbatto in quelli che chiamo i Livoriani, è casa tua qui ed è giusto che i toni siano quelli che tu desideri ..
Chiedo comprensione se io difficilmente resisto dalla voglia di passarli per la centrifuga questi soggetti, foss'anche una centrifuga verbale (tralascio per brevità altri trattamenti cui li sottoporrei), e non è intolleranza è proprio per il rispetto che comunque non mi è possibile negare neanche a loro, che essendo umani vanno strastrigliati quando si comportano da soggetti indegni.
Un bacione - have a god trip :-)

Jasna ha detto...

uau! che meraviglia!!! Adoro l'entusiasmo e ogni tua parola lo trasmette... grazie cara Anna per questa botta di vita.

Artemisia ha detto...

Per quanto conosco Saretta, so che è una ragazza solare, vulcanica, simpatica, coinvolgente e anche molto più matura della sua età. Credo quindi che possa tranquillamente andare in Turchia.

marina ha detto...

Cerco disperatamente le minacce di morte di cui, in giro su altri blog, si lamenta di essere qui stata fatta oggetto la pseudo-Luigia. Forse allude alla centrifuga di momi? pazzesco!
Qui nessuno ha minacciato nessun altro.
Invece, la suddetta pseudo-Luigia parla di "galera e patria potestà"; forse vuole denunciarci?
ormai questa storia ha preso una deriva da psicodramma, ma se volete aggiornarvi:
http://enzorasiyahooit.blogspot.com/
(al post: dichiaratamente fuori regola)

Io rispondo solo qui, dove la polemica (o il delirio?) è iniziata, perché questi appelli di luigia/paola a papà enzo, li trovo patetici
marina

Anna ha detto...

Se le minacce di morte si riferiscono alle parole di MOMI :-)
garantisco personalmente che la persona in questione, mio amico in carne ed ossa, è l'uomo più mite del mondo. So per certo che non uccide neanche le mosche,le invita pacificamente ad andare altrove
:-))
Le donne, poi, sono il suo debole.
Da sempre lo chiamo il nostro PALADINO.
Quindi l'anonima non si senta minacciata, MOMI potrebbe regalarle solo fiori :-))

Chiudiamola qui, rischiamo di diventare patetici.

Saretta, tesoro,perdonami se ti abbiamo turbata.

Buona vita a tutti.

Anonimo ha detto...

conosco una donna di una cattiveria inenarrabile che dopo aver massacrato, per fortuna solo verbalmente, chiunque non la pensi come lei arrivando anche alla delazione più bieca, su blog e in piazza, finisce i suoi isterismi con la stessa frase che hai usato tu "Buona vita a tutti". Me l'hai ricordata immediatamente. ;-)
Notte. Carla

marina ha detto...

Ancora?!?!
Gente che non sa come passare il tempo...
marina

Anonimo ha detto...

E' triste... è triste tutto ciò...
E' triste il web, son tristi le messaggerie,i forum, le chat, i post, i blog, i clock i ciok, gli oro ciok i coco pops -_-, son tristi gli incontri sul web... son tristi i sentimenti del web...
son tristi gli amori nati nel web... parole parole parole... discorsi logorroici e lassativi del nulla....ore e ore di connesioni notturne con tutti quei ragionamenti del caspius che sul web si incontrano direttamente le anime delle persone perchè non ci sono bariere fisiche, non ci si vergogna e mi immagino quanti miglioni di imbecilli stanno davanti ad un monitor nel buio di una camera, a scrivere mentre si ride... si piange... si sogghigna...
Avete mai pensato a mettere una telecamera per vedere che facce fate davanti al monitor????
Non la web cam... è facile mettersi in posa...
Degli imbecilli... ecco cosa verrebbe fuori delle facce da imbecilli...in un mondo imbecille....a conoscere gente imbecille...

Anonimo ha detto...

C'e' una soluzione molto semplice a cio': disdire l'ADSL.

Anonimo ha detto...

minkia!
Anvedi la Signora Anna!
Ti dai da fare eh?
No no non sono d'accordo.
Capisco benissimo che possa succedere, però però... ti rispondo da enzorasi.