lunedì 24 agosto 2009

Cleopatra

Bertolaso si è lamentato pubblicamente dell'inefficienza dei sindaci dei comuni terremotati. Come dargli torto? Parliamo del nostro Cialente. Lo avrete sicuramente visto nelle interviste televisive, da sindaco sconosciuto,è assurto alla ribalta delle cronache. Ebbene, ha perennemente stampata sul volto quell'espressione che è un misto fra Alice nel paese delle meraviglie e santa Maria Goretti. Vi assicuro che era così anche prima del terremoto: specializzato nell'alzare gli occhi al cielo, come ad evocare forze oscure che gli impediscono di fare ciò che ci si aspetta da lui. Gran lavoratore, pare che trascorra e trascorresse ore ed ore nel suo ufficio, fra beghe interne e personale che gli rema contro, di fatto si è dimostrato, però, incapace a fronteggiare l'ordinario. Ora risulta inadeguato nel gestire lo straordinario della tragedia. Qualche giorno fa uscì con una nota pubblica nella quale rimbrottava aspramente il dottor Massimiliano Cordeschi, dirigente comunale, in merito al vergognoso ritardo nel conferire i cento euro a testa ai cittadini che provvedono alla sistemazione autonoma. Dopo cinque mesi, dicasi cinque, Alice si sveglia e si rende conto che i suoi concittadini che, provvedendo a se stessi, non gli arrecano disturbo alcuno, poiché non sono in tenda, né negli hotel, né vogliono le C.A.S.E. e neanche gli alloggi che dovrebbe reperire il Comune, sono dimenticati dall'amministrazione. E nomina la parolina magica: minaccia un'indagine interna. Il dottor Cordeschi ha affidato la gestione delle pratiche alla consulenza di una società esterna per la modica somma di centoquarantamila euro. Si tratta di vagliare le richieste, più o meno tremila, di immettere i dati nel computer e di dare il via automatico ai pagamenti. Come ho già avuto modo di dirvi, a tutt'oggi ci sono giunti solo i contributi relativi al mese di aprile, pari a ottanta euro a testa. E non a tutti. Stamani, con sforzi inenarrabili, a causa della connessione ballerina, riesco a collegarmi al sito del Comune e scopro, miracolo, che la parolina magica ha funzionato. Si è velocemente provveduto a stilare la lista degli aventi diritto nel mese di maggio, e si è persino iniziata, udute udite, con un primo elenco, quella di giugno. Scopro anche che Giuseppe Sordini, capofamiglia, non risulta nell'elenco di maggio. Risulta però in quello di giugno. Perplessa, cerco il numero del Comune, ufficio ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE, 085 2950112. Nessuna risposta. Provo e riprovo, nulla. Chiamo allora un altro numero, che, non so come, ho in agenda,0862 318603. Mi risponde un signore gentilissimo il quale mi informa di essere un impiegato regionale e di non potermi dare delucidazioni in merito. Mi fornisce, però, su mia richiesta, un numero di cellulare dal quale mi garantisce risposta sicura, 334 7668532. Chiamo e richiamo, nulla. In tarda mattinata, dopo aver provato senza fortuna su entrambi i numeri, ad intervalli regolari di dieci minuti, una voce femminile mi risponde dal numero fisso. Posta la questione, mi sento rispondere “ ah, bel casino, non è la prima che fa presente la cosa”. Io, calmissima “ mi dica cosa devo fare”. Mi prega di attendere e la sento consultarsi con gli astanti. “Deve parlare con l'ufficio competente”. “Bene, mi dia il numero”. “Non sono autorizzata a fornire il numero, deve andare di persona”. Io, incredibilmente calma “ signorina, siamo logici, le pare che possa spostarmi da Roma, pagare benzina ed autostrada, per venire ad indagare su cento euro che mi spettano e non mi vengono dati?” Lei, decisa “signora, è così” Io, che sto facendo un corso per diventare santa, “va bene, dove si trova quest'ufficio?” “Vicino a Cleopatra” “Dove?”, dico io. “Quel palazzo in mattoncini vicino a Cleopatra” di rimando lei,imperterrita. Io, esterrefatta “Cleopatra chi??” Lei, stizzita “Ma allora lei non è Aquilana”. Io, rassicurante “Aquilana puro sangue, le garantisco”. Lei “E come fa a non conoscere il centro estetico Cleopatra?” Ho messo giù ridendo a crepapelle, per non sbranarla. Sono sicura che, se avessi ammesso di non conoscere la Basilica di Collemaggio, sarebbe stata più indulgente con me. Mi avrebbe spiegato che si trova vicino al centro estetico Giusi. Sindaco Cialente, mi piacerebbe sapere come selezioni il personale che deve assolvere al delicatissimo compito di assistere la popolazione in questa immane tragedia. In base al loro make up?

36 commenti:

Daniela ha detto...

Anna ti leggo dal'inizio di questa dapprima terribile e sempre più assurda esperienza..
non so dove troviate a forza e il coraggio di sopportare tutto ciò oltre al silenzio di tutti noi intorno..

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Allibito! Un commedia dell'arte se non fosse tragica realtà.

Ti abbraccio con affetto
Daniele

Anonimo ha detto...

Un abbraccio Anna.

fuoridalmucchio ha detto...

Vabbuò Anna... pure tu però! :-D
Nun cunosci a Cleopatra?


Sta fra il barbiere Marcantonio e la macelleria Giulio Cesare... lì, proprio lì, vicino al centro commerciale Piramide!
'O saccio pure io che song' 'e Napule! ;-)

In mano a chi stamme...

Solidarietà Solidarietà Solidarietà

Anna Santa Subito!

Anonimo ha detto...

allucinante... pazzesco...
x esperienze personali ero ancora rimasta all'elettroencefalogramma piatto e mononeurone a targhe alterne quali requisiti imprescindibili x accedere a determinati 'posti' e assolvere così mansioni a carattere 'statale'... ma questa li batte proprio tutti!!
se non altro è coerente con il riportino di finto pelo e gli starnuti-maquillage di misterb... pardòn, con il 'governo' :-\

un abbraccio...
patty/tootsie
(scusa ma non funziona l'account...)

ps: riporto, non so se questo possa esserti utile:

La sede del servizio Assistenza e Politiche abitative post sisma è in via Aldo Moro, tel. 0862-412470 ed è attivo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13.
(...)
Contributi autonoma sistemazione
Allo scopo di consentire agli interessati di conoscere la loro posizione e di evitare che l’ufficio comunale di via Aldo Moro e gli sportelli bancari siano gravati da file lunghissime e infruttuose, il servizio “Assistenza e Politiche abitative post sisma” ha previsto la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune del primo elenco degli aventi diritto ai fondi per l’autonoma sistemazione.
Nella lista vengono riportati il nome e il cognome di colui che, per conto del nucleo familiare, ha presento richiesta e le modalità con cui ha chiesto il pagamento della contribuzione medesima. Si ricorda inoltre che gli elenchi sono in corso di aggiornamento e che dunque tutti gli aventi diritto, che hanno prodotto la domanda e che hanno i requisiti, saranno pagati in tempi brevi.
Per sostenere i relativi oneri, la Protezione civile ha già messo a disposizione un primo fondo di 2 milioni e mezzo di euro. Inoltre, coloro che hanno richiesto la liquidazione mediante la riscossione diretta nella tesoreria comunale (la Carispaq), se hanno indicato nella domanda un numero di telefono saranno avvisati non appena i mandati saranno disponibili.
http://www.comune.laquila.it/documenti/inEvidenza/20090703_123918.pdf

Cleopatra ha detto...

Un abbraccio Anna.

marina ha detto...

prima mi sono incazzata come una belva, poi mi sono scmpisciata dal ridere, poi mi sono incazzata di nuovo e mo mi sento scoraggiata oltre ogni dire. paese di merda con gente di merda
marina

Anna ha detto...

@Patty,
quell'avviso che riporti sta lì da almeno 2 mesi e gli uffici non sono più in via Aldo Moro, ma vicino a Cleopatra, appunto......

giardigno65 ha detto...

Sarà quello vicino al maneggio BEN HUR ?

Anonimo ha detto...

Ma che roba! che paese!
Roberta da Sydney

Anonimo ha detto...

Basta blaterare! Passa ai fatti! Fai un golpe e spodesta il sindaco, poi facci il miracolo oh Santa Biancaneve del vernacolo.

ps: a giudicare dalle profonde rughe sul tuo viso, il centro Cleopatra lo conosci meglio del Che! ;)

Fabio ha detto...

Per anonimo 25 agosto 2009 12.51:
Ogni tanto pensi a quello che scrivi? Sembra di leggere commenti di un ragazzino. Le persone che stanno soffrendo per ciò che è successo non hanno certo bisogno di leggere le tue battute superflue e maleducate. Solo questo motivo dovrebbe farti vergognare, dopo che dai libero sfogo alla tua fantasia. Cosa ti dici la sera? "Che bello oggi ho fatto indispettire ed incavolare persone che hanno già mille problemi"? Trova qualcosa di meglio da fare che venire qui a divertirti.

gabriella ha detto...

Sono una donna, ho 60 anni, politicamente appoggio questo governo, ma sono d’accordo con Fabio. In questi momenti così dificili e delicati per le persone terremotate si dovrebbe avere la delicatezza di astenersi dai commenti offensivi. Credo che non giovino a nessuno. Io stessa, pur avendo le mie convinzioni che divergono profondamente da quelle espresse da coloro che normalmente intervengono in questo blog, le tengo per me. Spero (io ci credo) che al più presto coloro che oggi soffrono per i disagi del dopo-terremoto e per le ingiustizie causate da amministratori incapaci, possano trovare risposta e soddisfazione. Solo così potranno ricominciare a guardare al futuro con fiducia, con la speranza di ricostruire, per quanto possibile, la propria vita.
Auguri ad Anna e a tutti coloro che attendono….
Gabriella

AleV ha detto...

Anna, sulla vicenda dei contributi di autonoma sistemazione sfondi un portone :) per non parlare dei furbi di Pianola, gente che avendo la casa risultata E al controllo di agibilità, con danni evidenti, se l'è fatta mettere B o C per "farsi fare prima i lavori", salvo poi accorgersi solo dopo del limite di spesa :D se ne sono viste, se ne vedono, e se ne vedranno di cotte e di crude. la tragedia poteva essere un modo per ricominciare in meglio, invece non è cambiato nulla purtroppo.

AleV ha detto...

furbi di Pianola non inteso come abitanti di Pianola, ma modo di dire aquilano ;)

Anonimo ha detto...

x Fabio delle 14:34

e tu leggi? La spocchiosa miss K, ricca benestante con proprietà sparse e c/c. Non provo pena se penso a chi ha perso VERAMENTE TUTTO pur essendo poco rispetto a ciò cui lei è abituata.
La nostra comunista di lusso ha perso tutto, sotto il suo attico molti hanno avuto poco o niente ma non mi sembra se ne sia mai preoccupata se non a parole, giusto per fare buona impressione su questo blog.
Non rappresenta gli Aquilani, non lo ha mai fatto.
Sei sempre stata una snob, buontempona e annoiata, ora che tutto è finito ti accorgi di quanto sia dura la vita, molti tuoi concittadini vivono umilmente da sempre, invisibili anche a te che fai la morale all'universo. Hanno una cosa che a te manca LA DIGNITA'.
Sei comunque fortunata ad avere la possibilità di andare a Roma in vacanza per farti tagliare le gambe dall'afa, nelle tendopoli godiamo lo stesso disagio. Potevi portarci anche uno di noi.
Ci fai vergognare.

dimenticavo ...... essendo la padrona del vernacolo ARROGANTE E MALEDUCATA, con licenza di insultare anche chi viene a dire la sua pacificamente, non è strano che qualcuno si senta a proprio agio e usi i suoi stessi epiteti.
Anna è ora di crescere, dimostri l'età che hai ma i tuoi modi capricciosi e viziati sono da asilo.
In questo paese di furbi, di cui anche tu fai parte, spero che almento in questo caso si privilegino i veri bisognosi, italiani e stranieri, non i falsi poveri come te.

Fabio ha detto...

Io non conosco di persona Anna, leggo solo, il suo blog. Nessuno mi costringe, come nessuno costringe te. Ma invece di venire qui a sfotterla, visto che mi sembra vi conosciate, perché non parlarle di persona? Bisticciare ed insultarsi non serve a nessuno, soprattutto quando si hanno idee divergenti. Se proprio non si riesce a perseguire il dialogo, consiglio l'indifferenza. Non ti curar di loro ma guarda e passa.

Romy ha detto...

Cara Anna, a volte mi vergogno di vivere in Italia e mi vergogno ancora di più di tutto quello che succede nelle nostre pubbliche amministrazioni...e il solo pensiero che le mie tasse vadano a pagare certi stipendi mi fa salire il sangue al cervello!!!Non perdere mai la tua ironia!!!!Ti abbraccio

GlobeTrotter ha detto...

Il potere è corrotto per antonomasia, non importano nazionalità e colore. Forse, e dico forse, in Scandinavia le cose sembrano funzionare meglio. Se ti vergogni di vivere in Italia puoi espatriare, io l'ho fatto per motivi diversi dai tuoi ma certe cattive abitudini non hanno passaporto. Purtroppo.
Ho contribuito a sostenere economicamente i terremotati non solo con le tasse che lo Stato mi impone, ma con contribuzioni personali. In tutta franchezza spero vadano a chi aveva poco e ora non ha più nulla. Non alle tante Anna comunque.

Anonimo ha detto...

Cara Anna:
mi vergogno, ci vergognamo e dovremmo tutti vergognarci con umilissima vergogna..
Che vergogna...
Un abbraccio

Anna ha detto...

Invito i lettori del mio blog a non dare seguito agli interventi offensivi degli anonimi. Non vorrei essere costretta ad attivare di nuovo la moderazione. E' una cosa che aborro.
Io non conosco affatto la persona che si accanisce contro di me. Non ho nulla da dirgli.

Anna ha detto...

@AleV,
leggere il tuo "furbi di Pianola" mi ha dato un po' di ossigeno.Sentire i nostri detti è balsamo perchè ci fa sentire uniti.
Certo che "ji furbi de Pianola" non sono di Pianola. Stanno dovunque:-)

Anonimo ha detto...

vox populi vox dei!

Anonimo ha detto...

Dio mio che disperazione!
Ho appena letto su Repubblica di Berlusconi che chiede venga "ridimensionata" Rai tre, eliminati Fazio, Gabanelli, Dandini e più sotto i tagli alla scuola Gelmini-Tremonti. Dio mio! Mi sento così avvilita e disperata. Siamo in mano a chi gestisce tutto.Neanche un programma può esserci che Lui non voglia. Ma come cazzo non si capisce che non si può più stare a guardare? ma perchè tutto è normale per questa Italia che dorme ad occhi aperti, che si volta dall'altra parte che fa finta di non vedere e si stordisce con reality, quiz, veline e sesso virtuale. Dio mio, che disperazione Anna. E qualche imbecille ha ancora voglia di scrivere baggianate e offendere...Ma che ve ne importa? Questa Anna non si è proposta come la Madonna: si è messa in gioco con i suoi difetti, le sue manie, le sue qualità. Non è perfetta, sarà antipatica, ma chi di noi è perfetto? Chi è simpatico a tutti? Siamo umani e gli uomini "..non potendo essere sempre nobili sono spesso meschini". Qualcuno lo è di più, certamente molto di più chi si nasconde, chi cerca di adattarsi alle idee degli altri pur non condividendole per trarne un proprio tornaconto. Che schifo e che rabbia.
Anna fai bene a non rispondere: questi nobili anonimi che sembrano conoscerti così bene non hanno le palle per venirti a dire le cose in faccia e allora si affidano a questi editti come il loro "sponsor-papi". Questa è diventata la nostra società? Due parole fuori dal pensiero unico fanno così paura? Perchè? Io due domande me le farei.
Un abbraccio Anna ma pieno di rabbia.
Miryam

Anna ha detto...

Myriam, sono antipatica? :-)

Anonimo ha detto...

Certo! Tanto quanto me!!!
Ma, secondo me, bisogna andarne fieri. Tu che ne dici?
Baci
Miryam

Anonimo ha detto...

Salve, mi associo a voi antipatiche.
In questo grande villaggio turistico che è diventato il nostro Paese, gestito dal supremo animatore egoarca, essere antipatici è un privilegio per pochi. Speriamo di riprodurci!!!
Un bacio Anna, ti seguo e sei una grande donna.
Victor

Anonimo ha detto...

non vorrei rispondere al livoroso anonimo, però mi viene subito in mente: il puttaniere che governa il paese, e che lui ammira tanto, non aveva messo a disposizione le sue innumerevoli case? come è andata a finire? lui, l'anonimo, parla della tua dignità e la sua che ha appaltato la gestione dell'unico neurone che ha nel cervello alle reti raiaset dov'è? cresca lui, incominci a pensare con lapropria testa e non con quella degli altri. inoltre se è vero che sta in una tendopoli è così ottenebrato dall'ideologia che non riesce neanche ad individuare il suo vero nemico e se la vuole prendere con te, e non con chi lo ha messo lì dentro, dicendo che era come un fine settimana in campeggio. la verità è che siamo diventati troppo buoni e comprensivi, scambiando la tolleranza con il rispetto. sono cose diverse. all'anonimo lo tollero, ma non lo rispetto. non posso. ma poi non sentiamo già troppe ore al giorno in tv o leggiamo sui giornali le baggianate che scrive? c'è bisogno di leggerle anche qui?
anche se non ti conosco anna, ti saluto e ti auguro le migliori cose. innanzitutto vi auguro di riprendervi in mano il vostro destino, la vostra vita ed il vostro futuro. ma per farlo dovrete strapparlo dalle mani di berlusconi, bertolaso e cialente.
saluti renato

BriCoMa ha detto...

anna e miryam mi avete fatto sorridere :)))))) ho immaginato mr. b fare preoccupato la stessa domanda a emilio fede :)))))))))))
che gli avrà risposto? (domanda retorica) :)))))))))))))

sospetto parentela anna e mr. b, siete troppo simili nei modi :)))))))))

Su con la vita! Pensa ai 78 migranti in più sul fondo del mare che stanno peggio di te, alle loro famiglie, che li aspetteranno invano in tuguri di lamiera al centro del niente. La miseria per loro è l'unica certezza, tu ti rifarai in qualche modo. Auguri!

Anna ha detto...

@BriCoMa,
spero che mi crederai se ti dico che ai migranti morti in mare, a loro e a tutti i disperati che provano a giungere sui nostri lidi, il mio pensiero è costantemente rivolto. So bene che quanto dici è verissimo: seppur nella mia disgrazia, sono fortunata rispetto a loro ed a molti milioni di persone che soffrono fame, sete, guerra e persecuzioni nel mondo intero. E so anche che mi risolleverò, l'ho scritto più di una volta. Sarà un cammino lungo e difficile, ma ce la farò.

Martin ha detto...

Purtroppo spesso la realtà supera la fantasia. Ciao, Martin

Paola Inzolia ha detto...

Ma che palle! Mi pare che la difesa di quel gran puttaniere di B e della sua corte di lecchini potrebbe tranquillamente stare fuori almeno da queste pagine...che sono l'unica casa rimasta di Anna, dove può raccogliere i suoi pensieri e il suo dolore!
Abbiate almeno il rispetto di non entrare in casa degli altri per sputare per terra! Mi rivolgo a tutti gli anonimi vigliacchi che insozzano coi loro interventi lo sfogo di Anna. O non è più concesso nemmeno avere un blog?
Anna, ho visto su FB il nuovo gruppo. Mi confermi la veridicità del contenuto e dei dati? Se sì, perché non fai anche qui un appello? Sono sicura che in molti aiuterebbero.
Ti abbraccio,
paola inzolia

Anna ha detto...

Paola carissima,
ti ringrazio per le parole che spendi per me, ma tali individui si commentano da soli. Ho deciso di ignorarli per sempre.
In merito al gruppo su Fb, sì, i dati sono reali. Una ragazza sarda che vive a Bologna ha avuto l'idea di crearlo per me. Commossa, ho aderito poichè sono nella necessità assoluta, ma non ti nascondo che ho molto pudore nel chiedere. Ho scoperto da tempo che è molto più difficile accettare l'aiuto, piuttosto che donarlo. Ma questa è una buona palestra di modestia per me.
Un bacio, se sei a Roma fatti sentire, prima di domenica.

Fabio ha detto...

Circa le new town a L'Aquila, un interessante riflessione:
http://www.abruzzo24ore.tv/news/L-Aquila-la-zona-rossa-e-il-buco-nero/12412.htm

Pietro ha detto...

Ridere con tristezza

L.R. ha detto...

Anna sei grandiosa, riesci anche a fare dell'ironia! Un Bacio.