lunedì 17 agosto 2009

Costruzione, non ricostruzione



Lascio la parola a Sara, fondatrice e colonna portante del comitato 3e32,l'unico spazio di democrazia che al momento esiste nella nostra città. E' bravissima nel raccontarci come stanno realmente le cose e nell'analisi lucidissima e puntuale della nostra condizione. E parla dando voce a quanti di noi chiedono chiarezza, trasparenza e onestà.E riescono a guardare oltre la siepe del rimbambimento mediatico. Rimbambimento talmente potente da obnubilare persino la mente di quanti, Aquilani, vivono lo scempio in prima persona.
Il diabolico piano di disgregazione della nostra comunità, perseguito dalla prim'ora smembrandoci fra tendopoli ed alberghi, viene ancora portato avanti con l'assegnazione di queste C.A.S.E. Sarà una guerra tra poveri e disgraziati. L'intento è quello di farci azzannare fra di noi, di dividerici fra più o meno disgraziati, fra più o meno fortunati,impedendoci così di fatto di organizzarci per ricostruire la nostra comunità. Allontanando da noi quell'obiettivo che non vogliono ci veda protagonisti.Sempre più sudditi, sempre più sottomessi. E sempre più pedine inconsapevoli delle vergognose speculazioni che stanno consumando sulla nostra pelle. Dalle costosissime sistemazioni negli alberghi e nelle tendopoli ( ben cinquanta euro procapite al giorno), al costo spropositato dei mostruosi alveari di cemento, al denaro pubblico profuso per mantenere foraggiati, a suon di stipendi sostanziosi e diarie altrettanto corpose, i nostri protettori.
Ma un presidente che arriva qui a metter bandiere e a firmar caschetti, con una regia ben architettata da professionisti che selezionano pubblico e politici, riesce a far apparire chi reclama i diritti della propria città e della propria gente, senza tornaconto personale, un inutile facinoroso. La situazione è gravissima. E noi siamo soli.

41 commenti:

luciano ha detto...

Stanno costruendo case nuove e nemmeno vi va bene. Pensate prima a quelli dell'Irpinia e poi fate un confronto. La polemica fa parte del vostro dna. Mi chiedo, se ci fosse stato un governo di sinistra, avrebbero avuto la bacchetta magica? Sarebbero stati così bravi da risolvere in quattro e quattrotto il problema? Dubito, non sono nemmeno capaci di pensare alle loro beghe interne di partito, figuriamoci se sarebbero capaci di fare cose più importanti.

Giancarlo ha detto...

e ancora non è finita...spero in un autunno di fuoco...

@luciano: non meriti neanche una risposta. puzzi di troll.

Anna ha detto...

Luciano,
mi rincresce, e ti chiedo scusa, ma non posso fare a meno di dirti che sei uno stolto. Qui nessuno sta facendo discorsi di destra o di sinistra. Se ci fosse stato un governo di sinistra, come per altro abbiamo a livello locale, e si fosse comportato come si sta comportando l'imperatore, le critiche sarebbero state identiche.
In questo blog mai nessuno ha difeso i politici di sinistra, anzi, sono stati sempre bacchettati e lo sono ancora. Qui si parla di idee e di principi. Immagino che per te può essere difficile capire.Qui si parla di libertà e di democrazia e di partecipazione. E di diritti sacrosanti dell'essere umano.Nella fattispecie quello di manifestre il proprio dissenso e quello di poter decidere della propria vita.
In merito alle case nuove, case che costano anche a te come contribuente molto più del loro valore reale, quelle case vanno a sostituire non quelle vecchie, ma quelle antiche. Quelle di quasi mille anni di storia. Ma gli stolti queste cose non le capiscono. Gli stolti preferiscono clown e karaoke.....

Mammamsterdam ha detto...

Pensa che proprio ieri un aquilano non più residente si rallegrava che per l'Italia è un record che cont re giorni di anticipo verranno consegnate le case. E alla mia domanda: ma a settembre non avevano promesso di dar casa a tutti e qui cominciano solo, non mi ha risposto, dicendo, come luciano: però giuarda all'Irpinia.

Certo, se dobbiamo fare i paragoni con le repubbliche delle banane del terzo mondo (e senza nessuna intenzione di offendere il terzo mondo, ci mancherebbe), fantastico, geniale.

poi pensi ai soldi spesi inutilmente finora, pensi che ci pregiamo di essere uno dei G8, e vorresti esser nato in una repubblica delle banane. Tanto la differenza nella vita quotidiana della gente non si vede.

Anonimo ha detto...

e perchè invece di guardare all'irpinia non si guarda all'umbria?
ma poi, bisogna sempre guardare da un'altra parte?
tutto ciò è sconvolgente.
semplicemente sconvolgente.
un abbraccio anna,
laura

ps: spero ancora di vederti a roma, a cena a casa mia.

zefirina ha detto...

ma ora dove sei??? ancora a roma, non sono più riuscita a vederti, accidenti, per colpa mia....

ho paura che arriverà l'inverno e ancora non sarà fatto un granchè, grandi promesse come sempre

Giacomo - uno che, purtroppo, sapeva come sarebbe andata ha detto...

(magari è una sciocchezza, ma) tu la chiami Chiara, nel video -inizio e fine- è chiamata Sara.
Visto che lei non corregge l'intervistatrice mi permetto di chiederti se fosre non dovresti correggere tu la prima riga del post.

Per il resto quello che dite è tutto sottoscrivibile in pieno. Ma purtroppo, io immaginavo che sarebbe andata a finire così (e temo per quando arriverà il freddo) dall'inizio...

Anna ha detto...

@Giacomo, hai ragione. Conosco bene la ragazza in questione, Sara, appunto. Ho provveduto subito a rettificare. Con i nomi sono stata sempre una frana. Faccio ammenda.

Anonimo ha detto...

@ anonimo delle 17.46:
perchè, in Umbria hanno ricostruito le case "antiche"?

Anonimo ha detto...

Vedrete che Berlusconi ricostruirà L'Aquila più bella e più grande di prima.

Anonimo ha detto...

E questa Sara sarebbe di L'Aquila?? Sarà uscita da qualche centro sociale di Tor Pignattara. Ma facìteme o' piacere!!!

Tua madre Ornella ha detto...

ANNA vieni a leggere da me!!
importantissima notizia!!

SAN MARINO HA FATTO UNA ROGATORIA INTERNAZIONALE PER ACCERTARE LE CAUSE DELLA MORTE DEL MIO ADORATO NIKI!! E' LA PRIMA VOLTA CHE SAN MARINO FA UNA COSA DEL GENERE

Un bacio
Ornella

Bios ha detto...

Anna: ti ringrazio per questo spazio, per permettermi di rimanere informata su quel che passa nel mio paese. Fin dal primo momento ho seguito le notizie da te. Vivo all'estero da 4 anni; sono tornato quest'estate ed ho visto un paese nettamente peggiorato. La questione purtroppo è culturale!!! (@Luciano: non è un problema di destra e sinistra...molto facile ridurlo a bianco o nero).
Nelle repubbliche delle banane c'è molta più trasparenza e società civile. Noi ci siamo tagliati fuori da soli...
Mi sembra che questo terremoto per lo meno ci stia svegliando, che c'è bisogno di tornare ad essere partecipi della cosa pubblica. Tornare ad essere comunità.

Sento di scriverti dopo tanto tempo per farti un enorme e sincero in bocca al lupo. Ti ammiro, per il tuo modo di essere Cittadina.

foxtrot59 ha detto...

Purtroppo di Luciano, che a quanto pare ha proprio CAPITO TUTTO (?!),
ce ne sono tantissimi, ed è per questo che le cose possono andare così male.
Male per i tantissimi medesimi che si lasciano depredare dalla minoranza al potere.
A meno che lui non sia uno dei pochi che prende parte al banchetto. Ma non credo: quelli non si mettono a scrivere nei blog.

Monique ha detto...

c'è un dato, quello dei 50 euro al giorno per gli sfollatiin tenda, che mi lascia alquanto perplessa. come sai ho passato mesi in una tendopoli. tolti i militari che gestivano esclusivamente la cucina, eravamo solo io e un'altra ragazza come volontarie. ho fatto un po' di conti:
numero dei bagni chimici e pulizia;
fatture delle spese per cibo ecc;
stipendi dei militi;
lavori per migliorare le condizioni ecc.

beh siamo ancora ben lontani dai 50 euro al giorno, lontanissimi direi, ci attestiamo sui 7.

che la mia tendopoli sia una di quelle virtuose o una di quelle sfigate?

luposelvatico ha detto...

Volevo segnalarvi questo intervento di Edoardo Salzano (un urbanista che cura l'interessante sito www.eddyburg.it): http://notizie.tiscali.it/articoli/salzano/09/08/ricostruzione_abruzzo_123.htmlhttp://notizie.tiscali.it/articoli/salzano/09/08/ricostruzione_abruzzo_123.html

I commenti sono allucinanti, e danno l'idea di quanto sia ormai irreparabile il danno cerebrale inflitto alle masse da quindici anni di berlusconismo (più che un popolo trattasi ormai di un branco di ultras).

Anna ha detto...

@Monique,
la tendopoli dove stavi tu è un piccola tendopoli, ma non è questo il punto. Il punto è che la PC dichiara di spendere 50 euro al dì per terremotato. Dichiara, appunto. Poi bisogna vedere quanti ne spende in realtà.

@Anonimo delle 23,47,
sei un povero di spirito. Sara è Aquilanissima, l'accento stesso fa fede.

Questi anonimi sono infestanti e irritanti per la loro stupidità. Ma ho deciso di fare esercizio di pazienza. Mi farà bene :-)

L.R. ha detto...

Ti segnalo su Repubblica un file audio in cui il sindaco dell'Aquila denuncia alcune cose analoghe a quello che riporti tu. vedi se interessa.

L.R. ha detto...

Opss, il link!

http://tv.repubblica.it/dossier/terremoto-in-abruzzo/lo-sfogo-del-sindaco-ignorato/35936?video

Luciano B. L. ha detto...

@ luposelvatico
L'articolo di Edoardo Salzano è più facilmente consultabile nel suo sito all'indirizzo:
http://eddyburg.it/article/articleview/13681/0/1/
Cmq è sintomatico leggere anche i commenti dei lettori nel luogo dove malauguratamente è stato ripubblicato e che tu segnali.
Quasi nessuno entra nel merito delle sue meditate osservazioni.
La maggioranza dei commenti sono vituperi della sinistra ed appelli a lasciar fare al Santo Ricostruttore.
Occorre saper trattenere il vomito per una colica biliare garantita.

Anna ha detto...

Ho letto qualche commento al bellissimo articolo che mi segnalate. Francamente sono già troppo provata per proseguire nella lettura. Sono stanca, e nervosa,e conscia del baratro nel quale mi trovo.Quello che emerge è l'abisso dell'ignoranza che caratterizza gli interventi. Ignoranza che imperversa con protervia ed arroganza. L'ignoranza della società nella quale ci troviamo a vivere. Penso spesso, però, che il 46% , più o meno, degli Italiani non è così. La gente con idee e ideali esiste ed è tanta. Purtroppo, e questo è il guaio maggiore, non ha referenti nella classe politica. In un Paese dove non esiste l'opposizione non può esistere la democrazia. L'imperatore può fare ciò che fa soprattutto per colpa della sinistra.

sandro ha detto...

Parlare, dimostrare il proprio dissenso, manifestare, criticare, sono peculiarità proprie di una società civile che funzioni, il contrario di quella nella quale vivono e prosperano tipi come l'autore del primo commento, cioè questa subdola dittatura della finzione dell'immagine e dell'immagine nella quale si è ridotta l'Italia, ed ahimè a farne le più care spese sono prima di tutto situazioni come quella aquilana.

Anonimo ha detto...

Diffondete solo notizie false, provocatorie e sovversive. Spero che Silvio Berlusconi vi tappi la bocca presto.

Anna ha detto...

Sì anonimo, magari imbottendoci di olio di ricino e poi riempiendoci di mazzate. Che ne dici? Ti sembra una buona idea?

Mammamia 'sti dementi! Ditemi voi cosa fare. Elimino i loro commenti? Li lascio per mostrare tutta la pochezza di questa gente (come se ce ne fosse bisogno)? Oppure attivo di nuovo la moderazione e vi risparmio tali buffonate?

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti e un pensiero a coloro che non ci sono piu', prima di tutto.
Sintetizzo quanto a conoscenza,apppreso anche dal sito del Comune dell'Aquila e della PC, ascoltati anche pareri di amici e collegi :
- le cosidette C.A.S.E. dovrebbero servire prima che arrivi la stagione invernale;
il tutto è affidato al Centro per evitare quanto successo in casi analoghi in altre zone: le autorità locali (Comuni, Provincie ,Regioni)non sono stati capaci di spendere i Fondi messi a disposizione per la ricostruzione ( Governi di destra, di sinistra,di centrodestra , centosinistra).

Anonimo ha detto...

Mammamsterdam ha detto...
luciano: però giuarda all'Irpinia.

Certo, se dobbiamo fare i paragoni con le repubbliche delle banane del terzo mondo (e senza nessuna intenzione di offendere il terzo mondo, ci mancherebbe), fantastico, geniale.

Grazie, visto che sei una mamma, ad offenderci: la dignità ce l'abbiamo anche noi dell'Irpinia!
Eppure chi di noi ha potuto ha pure offerto contributi, da "repubblica delle banane"

Anonimo ha detto...

A Lucia` ma ancora co' Destra e Sinistra?
Come dice Sara nel video, la verita` sta nei numeri e nel fatto che al 18 Agosto 2008, dopo quasi 5 mesi ci sono ancora persone nelle tende.

Non ci vuole un genio per dire obiettivamente che le scelte fatte sono vomitevoli e sbagliate (altrimenti i numeri sarebbero diversi).

Come dice Anna, se la sinistra avesse fatto le stesse scelte ci sarebbe stata comunque una sollevazione popolare.

Migliaia di persone in tenda rimangono sempre migliaia di persone in tenda, sia se governa la destra sia che governa la sinistra.

Almeno questo riesci a intuirlo?

quest ha detto...

Scusate la mia ingenuità, ma ogni volta che vedo il Berluscione nei tg mi chiedo: ma tutti questi adoratori dell'Unto del Signore sono dei figuranti, pagati per baciargli la mano e farsi firmare la maglietta? Come mai non si trova mai nessuno nel mucchio dei adoratori che si rifiuta di respirare il suo alito turandosi il naso in una bella inquadratura teleripresa? Ma per avvicinarsi all' "uomo del fare/o del fottere" bisogna essere lobotomizzati? C'è al suo seguito qualche esperta chiromante che legge i portatori di pensieri ostili allo show-man in-papi-nato, che scarta in anticipo gli eletti dagli scomunicati al rito televisivo quotidiano?

Anna ha detto...

@quest,
se fossi qui, capiresti. I figuranti sono scelti esclusivamente tra gli iscritti al carrozzone PdL.
Poi, se hai notato bene le poche riprese da L'Aquila nelle quali si mostra in mezzo ai terremotati, non vedrai mai la folla. Sono sempre quattro gatti.

mario ha detto...

Siamo tanti per il Presidente Berlusconi Anna,tantissimi....Siamo contrari alle tue idee al 110% però c'è da dire una cosa su di te: sei una persona bella, intelligente, sensibile, umana e dolcissima. A differenza di altri "signori" che parlano qua sopra: arroganti, pregiudizievoli, intollerenti.
Grazie Anna per la tua apertura mentale.

Anna ha detto...

Mario, siete tanti, sì. Nessuno lo mette in dubbio. Ma sono tanti anche quelli che, come me, in questo governo vedono l'antitesi di tutto ciò in cui credono. Diciamo che ci separa solo qualche punto percentuale.
Grazie per i complimenti che mi fai. Uno mi colpisce in particolar modo, il dolcissima. Non me lo aveva mai detto nessuno, ma c'è sempre una prima volta :-)

Anonimo ha detto...

per @ anonimo delle 17.46:
si, in umbria hanno ricostruito le case antiche.

anna, lasciali i commenti degli anonimi.
non c'è peggior cosa dell'indifferenza, e purtroppo voi lo sapete...
un abbraccio
laura

Anonimo ha detto...

Si Anna,lascia i commenti degli anonimi.Tu purtroppo sei costretta comunque a leggerli.Ed allora lascia che anche noi ci si renda conto della pochezza di certa gente.SAi,parlando con tante persone della vostra tragedia,ho potuto constatare che tutti credono che si stiano facendo le cose nel modo migliore.Speriamo che il programma di Riccardo Jacona su L' Aquila informi su quale sia la realtà.. Un caro saluto

Claudia Valentini

L.R. ha detto...

Lascia pure i commenti fuori luogo, spesso mettono in evidenza che chi scrive prima non legge.
(p.s. mi sono registrata, così non figuro piu' come anonima)

luposelvatico ha detto...

@luciano B.L.
Il sito eddyburg è prezioso ossigeno quotidiano, in questi tempi oscuri, ma ho segnalato l'articolo su tiscali proprio per evidenziare come la massa di ultras non riesca mai, minimamente, ad entrare nei termini di una discussione pragmatica (nello specifico, a discutere dei due temi importantissimi che pone Salzano).
La stessa casa sta accadendo, fuori dall'Abruzzo, con la mostruosità del piano casa trasformato in leggi regionali. Aumenti di cubature del 20, 30, 40% in deroga ad ogni concetto di pianificazione urbanistica.
E, nelle altre regioni, l'unica cosa che è crollata è l'idea di comunità, e l'idea del territorio come bene comune. Sigh.

Luciano B. L. ha detto...

@ luposelvatico
vero, anche in Piemonte, la Legge Astengo "Tutela ed uso del suolo" è stata stravolta dalla legge di snellimento delle procedure per costruire, cementificare, alla berluscka. Ciò che dici sui commenti all'articolo di Edoardo Salzano è altrettanto vero perchè sono sintomatici di come siano ovunque fiaccate le coscienze, anche senza la schokterapia dei cataclismi. Da molto hanno permesso di oscurare la conoscenza per presentarci solo l'apparenza dei fatti.
Ecco perchè siamo grati ad Anna che, invece, permette di squarciare le tenebre.

Franco Giannini ha detto...

Consiglio gli scettici di leggere anche altre penne che non sia quella di Anna, che diversi anonimi giudicano sempre di parte.
Ecco che allora qui, due autorevoli voci possono illuminare qualcuno. Salvo che anch' esse non vengano giudicate di parte..., ma allora perchè anche io non dovrei giudicare di parte gli editti degli attuali lanzichenecchi occupanti le terre aquilane???

http://eddyburg.it/article/articleview/13671/0/359/

http://eddyburg.it/article/articleview/13682/0/359/

Fabio ha detto...

Presto i fatti non saranno più confutabili. Settembre è alle porte, e presto arriverà Dicembre. Spero di cuore che le mie, e di altri, previsioni catastrofiche non si avverino.

Fabio ha detto...

Vi propongo il link ad un articolo sulla ricostruzione:

http://www.laquilanuova.org/?p=6632

Future Jurist ha detto...

Dalla mailing list "3e32":

"Per gestire il sistema verticale televisivo bastano i dirigenti delle imprese e i capi politici, meglio se si identificano nella stessa persona. Altra cosa è il sistema orizzontale del web, potenzialmente molto pericoloso per l’altro. Qui il disturbo va creato in modo capillare dirottandovi ingenti capitali attraverso le strutture dei partiti e del loro finanziamento. Stiamo attenti: molta, ma molta più gente di quanto si creda lavora quotidianamente in questo fondamentale settore. In un rigoroso, servile anonimato, che cresce in modo esponenziale, in tempi di acuta crisi del lavoro intellettuale. Perciò qui non si tratta di far capire il terremoto a chi non l’ha subito. A chi intasa i blog, dei terremotati non glie ne frega proprio niente. Si tratta di gettare polvere negli occhi. Di distogliere l’attenzione dall’intreccio “ricostruzione”-sistema dei partiti-potere economico.

Una sola notizia per tutte. L’Ance di L’Aquila, che è al centro delle indagini giudiziarie, coordina anche con Lega e PDL la gestione della forza-lavoro nel dopo-terremoto, favorendo l’emigrazione di disoccupati del Nord e moltiplicando le occasioni di conflitto:

2009-08-02 Offerta ai disoccupati: ricostruire L’Aquila
http://www.libero-news.it/articles/view/562824

2009-08-01 I disoccupati dirottati nei cantieri dell’Abruzzo
http://www.larena.it/dossiers/Comunit%C3%A0/18/41/74527/

2009-08-01 Un aiuto ai nostri disoccupati
http://www.leganordlegnago.it/

2009-04-16 Venti costruttori nel mirino dei pm
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=344042

giovanni incorvati"

Artemisia ha detto...

Ben ritrovata, Anna. I commenti stolti, se non ti fanno troppo male, va bene lasciarli lì, senza nemmeno rispondervi.
Un abbraccio.