mercoledì 8 ottobre 2008

Italiani brava gente

Quando ad Ischia leggevo quello che accade nel nostro Paese, mi mancavate. Mi mancava il poter condividere con voi le mie sensazioni e reazioni e angoscie. Parlavo con mio marito,ma lui, in politica, è un predicatore nato e mi arringa, con tesi che condivido sempre, ma non mi lascia parlare. Non è il massimo del dialogo. Insomma, mi mancava lo sfogo condiviso attraverso questi spazi. Allora mi annotavo mentalmente tutto quello che vi avrei detto al ritorno. E immaginavo anche le vostre risposte. Oh, ce n'era da dire: sono accadute più cose in questo mese che nei due anni del defunto governo Prodi, e forse anche nei cinque del precedente governo della sinistra. Questi le cose le fanno, non c'è che dire. Son cose che non ci piacciono, ma le fanno. E poi parlano, comunicano, mistificano. E la gente lì a credergli, senza senso critico, senza domande. Sono dei gran venditori di se stessi. Si operano tagli vergognosi alla pubblica istruzione? Vengono spacciati per riforme del sistema scolastico col grembiulino stirato di fresco. Si è dissennatamente fomentato l'odio razziale durante la campagna elettorale? I neri muoiono ammazzati per mano di nostri connazionali? Si va sbraitando a destra ed a manca che gli Italiani non sono razzisti. Gli Italiani finiranno per crederci. E' stata eliminata la spazzatura dal centro di Napoli, mentre nelle periferie continua a marcire in mucchi? La spazzatura è stata tolta tutta dal nostro Cavaliere, Napoli è pulita. E gli Italiani dicono "che bravo!" Quelli che protestano vengono allontanati dai luoghi che frequenta il nostro presidente spazzino, lì ci sono solo i supporter che lo osannano. Le prostitute fanno arrabbiare le mogli e scandalizzano i passanti? Si ripuliscono le strade minacciando loro ed i clienti di multe salate e compromettenti. Andranno a nascondersi in appartamenti e spariranno, pur continuando ad esistere, ché tanto esistono da sempre. Gli Italiani son contenti e non pensano proprio alle poverette sfruttate e ricattate dai loro aguzzini. Intanto il capitalismo frana rovinosamente e i menager creativi, quelli a cui il nostro Tremonti si è sempre ispirato, fanno crollare il colosso statunitense. E l'Europa trema. L'intero sistema capitalistico trema, mentre nel mondo si continua a morire di fame. Ma gli Italiani hanno L'isola dei famosi, ed ora è tornata anche la Carrà, e al sabato sera c'è Pupo, ed il cavaliere, ospite di Vespa,gli si rivolge chiamandolo dottor Fede: il divertimento è assicurato. Sono tranquilli, chi li governa non potrà essere punito se delinque e potrà restare ben saldo al posto di comando, affermando il principio che la legge non è uguale per tutti. E loro, gli Italiani, stanno tutti chiusi in casa, convinti di stare meglio di prima. Siamo tutti in regime democratico. Bastonati e felici. Allegria!

44 commenti:

dario ha detto...

Vedo che il maritino ti ha contagiato... ;-)

silvano ha detto...

Anna, solo un appunto al tuo post: non usare più italiani non lo meritiamo, conviene usare ITAGLIANI, più consono al rincoglionimento collettivo.
ciao, silvano.

Anna ha detto...

@Dario,
ho predicato troppo? :-))

@Silvano,
rincoglioniti in puro stile statunitense. E' come loro che finiremo......

dario ha detto...

Be'... l'importante e' non razzolare male ;-))

A proposito del razzismo, tu sai come la penso, e quindi evitero' noiosi sermoni.
Pero' giusto settimana scorsa mi e' capitata una cosa che mi ha fatto toccare con mano quanto degradata sia la societa' in cui viviamo. Cioe', non e' che non lo sapevo, la tv, la radio e qualche giornale li guardo/ascolto/leggo anch'io. Ma finche' non ti capita da vicino non te ne rendi conto.
Ecco cosa m'e' capitato.

Non molto distante da casa dei miei (che e' sempre stata anche casa mia fino a quindici anni fa, e la considero ancora in qualche modo casa mia... insomma, quando entro non chiedo permesso), papa' e mamma possiedono un piccolo appartamento che affittano.
Ultimamente l'affittuario era un tale con una storia alle spalle. Questo tale non lo conosco se non per le parole di papa', di cui mi fido ciecamente.
Si tratta di un immigrato senegalese, ingegnere meccanico, arrivato otto anni fa in Puglia abusivamente. All'inizio si e' messo a fare il venditore di elefanti di legno piuttosto di tappeti o di coccobbello nelle spiagge del sud. Il suo percorso l'ha portato a fare lavori umili anche se onesti fino al giorno d'oggi, impiegato in una azienda che fa riparazione a domicilio di condizionatori per grandi strutture tipo supermercati eccetera. In questi otto anni e' riuscito ad ottenere regolare permesso di soggiorno e a ricongiungersi con moglie e bambino che aveva lasciato otto anni fa in Senegal.
Sembrerebbe una storia difficile ma felice, non e' vero?
Eppure, settimana scorsa, mio papa' mi ha detto che l'amico senegalese ha rotto il contratto d'affitto, presentandosi da papa' in lacrime dicendo che non puo' piu' vivere in quel maledetto condominio e mostrandogli come prova un biglietto anonimo recapitatogli sotto la porta che recitava "frocio negro tornatene al tuo paese".
Ora, non e' che l'amico senegalese materialmente se la passi malissimo in seguito a questo episodio, infatti e' stato aiutato da papa' e dal suo datore di lavoro, ha aperto un mutuo (trentennale!) e ha acquistato un appartamento vicino al posto di lavoro (una decina di chilometri dal maledetto condominio).
Insomma, c'e' chi se la passa molto peggio di lui. Io e papa' siamo sicuri che se la cavera', perche' e' veramente in gamba.

Pero' 'sta storia mi fa davvero paura. Ma siamo davvero diventati cosi' razzisti, e proprio vicino a casa mia? Voglio dire, e' un complesso molto grande, alcuni di quei condomini li conosco pure. Uno di essi e' mio fratello. Com'e' possibile che succedano 'ste cose? Insomma, fino a settimana scorsa percepivo il problema si' gravissimo, ma distante. E adesso invece me lo ritrovo sotto casa. Ma cos'e' successo nel frattempo? Siamo sempre stati razzisti ed ora usciamo allo scoperto? Oppure abbiamo cambiato radicalmente il nostro modo di vivere?
Perche' io non mi sono accorto di alcun cambiamento. Io ero una brava persona vent'anni fa come sono una brava persona adesso. Com'e' che gli altri invece sono diventati cattivi? Com'e' stato possibile?

Be', lo so com'e' andata, ma ancora adesso non riesco a crederci davvero!!!

zefirina ha detto...

stanno chiusi in casa quelli che si bevono le panzane delle reti berlusconiane, gli altri cercano di uscire e darsi da fare, siamo pochi ma ce la possiamo fare.

Ieri il mio 15enne stava raccontando allo zio del bambino sbranato dal cane e gli ha detto: ma ho sentito che è andata così e così..però sai mi è capitato di sentirlo a studio aperto, che non mi sembra molto attendibile come fonte, racconta sempre un sacco di ca......

l'ho guardato fiera!!! mi sono detta ah meno male il discernimento ce l'ha ....
(poi non ho avuto cuore di domandargli come mai vedesse studio aperto , spero ci sia capito per caso)

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

E' il solito vecchio adagio: Panem et Circenses solo che tra poco il Panem inizierà a scarseggiare e, già ora, aggiungono alla ricetta un ulteriore ingrediente: la mistificazione mediatica.

l'incarcerato ha detto...

Ho letto il commento di Dario, che fervida fantasia che ha! Il padre dovrebbe affittare l'appartamento agli italiani! Prima pensiamo alla nostra gente, poi al resto!
Noi siamo un popolo ospitale e tollerante, ok?

Lello ha detto...

belle' hai tralasciato la ciliegina sulla torta, la politica estera dello psiconano, o forse dovrei chiamarlo Berlusconovic......
bqpmlfrx a tutti!!

Anna ha detto...

@Dario,
le persone per bene esistono , ci sono sempre state e ci saranno ancora. Per fortuna. Il discorso, a mio avviso, è proprio quello a cui facevo cenno: questo governo, in campagna elettorale, ha cavalcato la tigre dell'insicurezza, della paura, determinata negli Italiani dalla nostra situazione economica, dal domani incerto, dallo sfascio della società. L'ha cavalcata spingendo il problema dove non c'era, cioè verso i diversi,i deboli, quindi stranieri extracomunitari, gay, prostitute e così discorrendo, le minoranze insomma. Ora ne staiamo raccogliendo i frutti. Non so se @L'INCARCERATO ha frainteso il tuo discorso, o se l'ho frainteso io. Credo che tu sia comunque sempre solidale con i discriminati ed il razzismo sia lontanissimo da te.

@Zefi,
devi esserne giustamente fiera: la capacità critica è lontana, purtroppo, dai giovanissimi, ma anche da molti adulti e genitori. Hai fatto un buon lavoro, brava!

@Daniele,
credo che unridomensionamento del sistema consumistico possa solo fare bene a tutti noi. Voglio vederla così....

@Lello,
un po'alla volta parlerò di tutto, forse. Non mi voglio intossicare troppo :-))

BC. Bruno Carioli ha detto...

La legge è uguale per tutti, per qualcuno di più. ;-))

dario ha detto...

Mah, io il commento dell'Incarcerato l'ho interpretato come un ossimoro. Una battuta di spirito, insomma.

Se pero' intendeva attaccarmi sarcasticamente per dire che io sono razzista, be', accetto la critica, ma che si esprima un po' meglio, perche' in questo senso non lo capisco.

Se invece, addirittura, sta parlando sul serio dicendo che papa' non dovrebbe avere rapporti con senegalesi eccetera, be' che se ne vada anche a fanculo.

Ma mi convince di piu' la prima interpretazione. ;-)

Ti do' ragione su quello che dici riguardo al nostro bel governicchio. Ma non credo che il problema sia liquidato con questa spiegazione. Cioe'... voglio dire...
Ad esempio, tutti i governi da che mondo e mondo, recitano che pagare le tasse e' un dovere, ed e' giusto pagarle. Nonostante cio' da che mondo e mondo la gente disonesta ha sempre evitato di pagarle il piu' possibile e anche quelli onesti (me compreso) le hanno sempre pagate a malincuore.
Com'e' che invece nonappena un governo fascista come questo incita criminosamente all'intolleranza sono tutti li' pronti ad ascoltarlo come il richiamo delle sirene d'Ulisse?

Il punto e' che se io avessi un figlio l'educherei alla tolleranza e all'integrazione del diverso, cosi' come sono stato educato io stesso. E cosi' come io sono cresciuto con questi valori credo crescerebbe con gli stessi valori anche il mio ipotetico figlio.
E' invece il rigore morale che e' andato a puttane per incapacita' delle vecchie generazioni di tramandare quei valiori.
Se mio figlio fosse talmente idiota da dire "frocio negro tornatene al tuo paese" io rimarrei scandalizzato. Non sono sicuro che la stessa cosa avverrebbe per il genitore di quello stronzo che l'ha davvero scritto....

boh... forse parlo di rapporto genitori-figli ma quel che intendo e' un po' piu' ampio, cioe' i valori della societa' in cui viviamo...

...non lo so bene, cosa sto dicendo.... vabe'... scusa il discorso sconclusionato.

Anna ha detto...

@Bruno,
e già :-)

@Dario,
credo che la tua interpretazione delle intenzioni dell'amico Incarcerato sia quella giusta.
Un'iperbole mista di ironia, più che un ossimoro
:-)
Per quanto riguarda il resto,sono certa che la famiglia sia importantissima nel trasmettere certi valori. Ma a volte la famiglia latita, per varie ragioni: ignoranza, mancanza di tempo, altre occupazioni e così via. In quel caso lo stato dovrebbe sostituirla, soprattutto a scuola, e, perché no, anche la televisione che, ai nostri tempi, era educativa. Ma io sono una visionaria comunista, e non continuo a sognare :-)

dario ha detto...

Gia', non dir cazzate, visionaria comunista! ;-)

...E sbrigati ad adeguarti al capitalismo liberista, altrimenti ti esplode tra le mani prima di allinearti al pensiero comune.

...Per la verita', parlando seriamente, volevo dire che, anche se questo governo e' il peggiore che potessi immaginare... anzi, e' peggiore di qualunque mia possibile immaginazione, il fenomeno del razzismo non e' l'effetto della politica razzista di questo governo. Piuttosto, forse e' il contrario, cioe' questo governo e' razzista perche' cavalca l'onda del sentir comune. Certo l'idiozia e' la madre del razzismo, e l'idiozia e' una manna per Berlusca, ma dire che gli italiani sono idioti per colpa del Berlusca mi pare una semplificazione del problema troppo azzardata, ecco.

La famiglia? Be'... non credo che sia la sola causa. E forse neanche la principale causa. Credo che pero' il colore del governo c'entri davvero poco.

Anna ha detto...

@Dario,
e come mai questi casi di intelleranza sono sbocciati così numerosi solo dopo le elezioni?
Tu dici che covavano e questo governo li ha legittimati? Mah, può essere.....

Lello ha detto...

@ Dario,
Quando e come gli italiani si sono risvegliati razzisti. Be' secondo me non bisogna poi cercare tanto lontano. Quando un intera classe politica da di se un esempio non proprio gratificante, questi sono i risultati. Ma, dico io, quante trasmissioni bisogna fare per analizzare il perché e il come. Ma quando ci sono partiti (vedi la lega) che inneggiano alla xenofobia, all'omofobia attraverso parole che farebbero accapponare la pelle anche ad un novello naziskin, e nessuno, ripeto nessuno che faccia una piega. Questi ci vogliono mettere alla garrota tutti, e il paese risponde, fanno folclore... intanto io ho paura!

dario ha detto...

E gia', dico proprio cosi'... insomma, ci ho pensato, a questo caso particolare, e io lo interpreto cosi':

Dunque, innanzitutto non si tratta di un adulto ma di un giovane, perche' un adulto non userebbe come medium il biglietto anonimo. Ci sono stati anche altri episodi contro la stessa persona che vanno dal pettegolezzo gratuito all'intolleranza xenofoba, e capirei che si tratti di persone adulte o anziane... ad esempio, correva voce che ospitasse in cantina un altro immigrato senza permesso di soggiorno, il che e' illegale, e oltre tutto anche pericoloso (le cantine non sono attrezzate). Questa cosa non era vera, ma il pettegolezzo si e' diffuso comunque. Ecco, questo potrebbe essere colpa di qualche vecchietto che ha detto una cattiveria e di qualcun altro che ha ingigantito la cosa. Ma il biglietto anonimo, con scritto per giunta "Frocio negro" mi pare mano di un ragazzotto massimo ventenne.

E allora, la bravata mi fa schifo, ma ancor di piu' mi preoccupa il fatto che un ragazzotto, massimo ventenne, sostenga che un uomo di colore regolare con regolare famiglia e un lavoro regolare, anche ammesso che fosse omosessuale (il che e' palesemente falso), debba essere insultato e cacciato di casa.
E poi mi immagino anche che quando effettivamente se n'e' andato di casa, sto stronzo di ragazzotto massimo ventenne con gli stronzi amichetti suoi, abbia gioito davanti a una birra e una pasticca di crack.

Ecco, questo mi preoccupa perche' o diciamo che si tratta di un fenomeno isolato di un pazzoide esibizionista (ma mi pare una interpretazione un po' forzosa), oppure dobbiamo ammettere che e' un atteggiamento comune del branco, e da che mondo e mondo il branco scimmiotta il glamour, e non il governo. L'idea stessa che un ragazzo si metta a picchiare un rom perche' c'e' berlusconi o il suo governo che li vuole schedare tutti mi suona fasulla. Mi suona meglio che Berlusconi vuole schedare i rom perche' tutti gia' pensano che i rom sono feccia, e cercano solo un eroe che gli dia una mano a spazzarli via.

Come mi esprimo male... scusa sai, ma sono molto stanco.
ciao

(straordinario, manco farlo apposta la parola di verifica antispam di questo messaggio e' "tvmal")

dario ha detto...

Lello, scusa sai ma non siamo affatto in disaccordo. Sto governo fa schifo cosi' come l'intera classe politica che lo costituisce. Ed includerei anche un po' di quelli che sono rimasti fuori dalla maggioranza.

Pero' io voglio dire una cosa.

Hai mai sentito o letto un comizio leghista? Il buon Lupo ne riporta ad esempio un estratto qui. Ci sarebbe da ridere per quanto e' imbecille 'sto Gentilini, se non ci fosse da piangere.
Ma prova a leggere quei brani. A te pare che Gentilini cerchi di inculcare l'idea razzista alla folla oppure non ti sembra (come pare a me) piuttosto che cerchi l'approvazione della folla gia' razzista di per se?

Dire che i leghisti sono razzisti perche' i loro leader vogliono che lo siano e' un po' come dire che a me piace il cioccolato perche' la pasticceria lo vende.

davideb ha detto...

Ciao, ti andrebbe di fare uno scambio link?
Se ti va ti prego di farmelo sapere sul mio blog.

www.crystalstreet.altervista.org

grazie mille, ti aspetto ;)

Lello ha detto...

@ Dario,
Infatti non siamo in disaccordo. I politici non sono altro che la rappresentazione del popolo che lo ha eletto, ed é questo, secondo me il vero problema. Oltre al fatto che non vi sia una sola voce che si levi quando i soliti ignoti (gentilini & co.) dicono cose del genere. Cose del genere purtroppo vengono tollerate solo in italia. In qualsiasi altro posto, gentilini & co. sarebbero giá stati mandati via a calci nel sedere!!!

Saretta ha detto...

beh daı.....meno male perche tu seı una donna ottımısta :)....

l'incarcerato ha detto...

Dario non preoccuparti, io scherzavo. Cercavo di rappresentare l'italiano medio, in queste situazioni avrebbe risposto così :)

l'incarcerato ha detto...

E poi concordo con Dario, c'è sempre stato un razzismo latente qui in Italia. E questo governo populista è stato bravo a farlo uscire fuori. Poi non parliamo prima delle elezioni quando addirittura il PD di Veltroni inseguiva le idee di Berlusconi sulla sicurezza. Ma questa è un'altra storia!

Anna ha detto...

@Davideb,
se ti prendi la briga di leggere le poche parole che ho scritto, qui a latere, prima dell'elenco dei blog che seguo, troverai la risposta alla tua richiesta.
Passerò comunque da te per dare uno sguardo al tuo spazio.

Giovanni Greco ha detto...

Ciao!
sono pasaato dal tuo blog ed ho notato che non hai più il link al mio blog come precedentemente concordato mentre il tuo appare nella lista dei blog amici del mio blog...
Se non vuoipiù avere uno scambio link fammi sapere.

Pellescura ha detto...

Anna il tuo blog è unico. Uno legge il post, poi apre i commenti e praticamente ci sono altri 15 post :-)

Anna ha detto...

Oddio, perseguitata dallo scambio di link!!!!!!!!!!!!!!!!!

dario ha detto...

Ehi, ho letto il tuo blog e mi piace moltissimo.
Facciamo scambio di link?

oops...
Mi sovviene che abbiamo gia' i relativi reciproci link... dai... la prima esperienza e' stata eccitantissima, non si puo' farne un altro?

Anna ha detto...

Dario,
è stato bellissimo scambiare il link con te,indimenticabile direi.Non osavo chiedertelo: ma sì, rifacciamolo, anche più di una volta.....

l'incarcerato ha detto...

Senti Anna io non conoscevo molto bene il blog di Finanzio ma mi ricordavo che commentava sempre da te, leggi qua un attimo :
http://foeniculumvulgare81.blogspot.com/

Ne sai qualcosa?

Anna ha detto...

@L'incarcerato,
sì, ho letto, ed ho anche scritto un commento sul link che mi hai indicato. Credo che Finazio fosse stufo dei continui insulti e delle minacce che da tempo gli arrivavano.Non penso che fossero da attribuire al vaticano, ma a qualche testa di tolla che imperversa su questi spazi. Ce ne sono tanti, io ne so qualcosa.
Spero che si faccia vivo con me, io le tracce le so lasciando.

Fabioletterario ha detto...

Bastonati sì... Felici... Mica tanto, direi...

Donna Cannone ha detto...

cara Anna, e io che tim immaginavo in un altro continente. Forse sarebbe stata mentalmente più rilassante. E' interessante la tua osservazione, sul fatto che oltre a cianciare fanno (disfano...).
Siamo solo all'inizio dello sfascio o che altro ci aspetta?

stretta fra la lega e i fascisti dell'austria, continuo a resistere.
DC

Avv3lenata ha detto...

Semplicemente... A N S I A.
Ma non per quello che sta succedendo piuttosto perché giorno dopo giorno da mesi ormai ci propinano gli stessi argomenti:
Bush, Obama, McCain.
Le Borse, la crisi finanziaria.
Il Papa e le cazzate che dice.
Berlusconi e le sue battute del cazzo.
La Carfagna e le sue leggi inutili.
Veltroni che ce l'ha con Berlusconi.

Permettetemi di dire che mi sono rotta le palle di sentire sempre le stesse notizie.
Ogni tanto i tg dovrebbero trasmettere dei servizi un pò più interessanti, decifrabili (dato che per come spiegano la politica e la crisi economica io non ci capisco un bel niente) e attuali (le cose che dice il papa non sono attuali e se le possono risparmiare!)

A N S I A

Ciao cara... bentornata!

dario ha detto...

Avv3lenata,
Mi pare che di notizie interessanti ci sia sovrabbondanza, invece. E a me viene l'ansia proprio per questo, visto che cotali notizie interessanti sono sempre negative.

Se vuoi e' che ce le spiegano male, ma che tipo di servizi interessanti penseresti che le tv potrebbero trasmettere, in alternativa?
Se il sistema economico globale sta implodendo, facendoci rovinosamente precipitare tutti nel baratro, non e' che la TV possa raccontare cose interessanti tipo... chesso... che il sesso delle tartarughe e' determinato dalla temperatura di incubazione delle uova... Uhm... Interessante si', ma francamente mi interessa di piu' di che morte devo morire!

Anna ha detto...

Forse, cara Avv3lenata, potrebbero proporci quelle stesse notizie, che sono poi quelle di attualità, in maniera più interessante.
Vi sembra il giusto compromesso?
Ac, sto diventando meglio di Veltroni "sì, ma anche....."

Lello ha detto...

forse dovrebbero andare a farsi di nuovo un corso di giornalismo. A tale proposito vi consiglierei di vedervi, se capite un po' d'inglese Newsnight della BBC, o qualsiasi tg a dire il vero, dove i giornalisti incalzano i politici con domande, siano esse scomode ed attuali, quelle domande cioé che ognuno di noi avrebbe il buonsenso di chiedere, e non un arido susseguirsi di 'quello ha detto, quell'altro ha risposto'. Questi non sono ottimi giornalisti, ma ottimi lettori di notizie, e basta!

holden ha detto...

C'era una volta in un paese lontano, una fatina dai lunghi capelli d'oro.....

giulia ha detto...

Sono arrivata ad un grado estremo di disgusto... ma ce l'ho con gli italiani che continuano ad assecondare questo schifo. Comunque bentornata, Giulia

donnigio ha detto...

Annaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa... bentornata!!! Leggerò tutti i tuoi post arretrati appena possibile. Intanto, sono iper preso dalla vita...che non mi vuole mollare ;-) A presto ;-))))

Avv3lenata ha detto...

Rispondo a Dario.
Ciò che critico fortemente è il clima di paura e terrore che i tg nazionali voglionoincutere sulla gente comune.
Che appartiene allo stile americano...

Le notizie non si fanno così, piuttosto invece che riempirci le teste di numeri e di definizioni poco comprensibili sarebbero molto apprezzati servizi in cui questa crisi venga meglio spiegata.

Non capite che il governo gioca con i tg per spaventarci?

Prima ci hanno bombardato con il problema del terrorismo (quando si intuisce dietro chi ci sta), poi con l'influenza aviaria.

Ed ora? Dov'è l'aviaria, è scomparsa?

No, ora ti bombardano la testa con questa crisi del cavolo.
SInceramente di questa crisi non me ne può fregare di meno.
Anche perchè nella mia vita quotidiana ho ben altre cose molto più importanti e gravi di cui preoccuparmi piuttosto che della borsa e delle banche e dei pincopallino che ti spiegano agitati il fenomeno della crisi.

ANche perchè nel concreto cosa sta cambiando?
Nulla!
Cosa cambiera?E chi lo può sapere?probabilmente NULLA!

Silvia ha detto...

Un'analisi accuratissima Anna!

Come si dice:"Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!" (o vedere...)

Sono tutti concentrati su sè stessi, su cose esclusivamente materiali...Non esiste più una coscienza collettiva e su questo c'è chi ci marcia sopra purtroppo.

A presto :)

Artemisia ha detto...

Anche a me mancavano queste belle discussioni che si trovano sul blog di Anna. Di quelle che uno pensa di leggere semplicemente un post e poi non resiste a leggere tutti i commenti.
Interessante e sintomatico l'episodio che racconta Dario. Come hanno anche scritto altri prima di me, non è che prima non ci fosse razzismo o paura del diverso, semplicemente ora viene fuori perchè questi atteggiamenti sono quasi legittimati. Qualcuno si ricorderà ai tempi dell'emigrazione interna degli anni sessanta i cartelli a Torino con scritto "non si affitta ai meridionali".
Secondo me si torna sempre lì: alla mancanza di cultura, non nel senso di quantità di nozioni ovviamente, ma cultura intesa come capicità di ragionare, senso critico, capacità di guardare oltre il proprio naso o comunque oltre il proprio egoistico orticello. Ecco questa "cultura" c'è sempre meno e temo che ci sarà sempre meno.

PS anche a me hanno segnalato la scomparsa del blog di Finanzio. Io credo che solo lui possa averlo cancellato. Spero che non abbia avuto nessun grave motivo.

dario ha detto...

Artemisia, mi trovo ad essere d'accordo con te.
Di nuovo :-(((!!!

Avv3lenata. Ora ti sembrero' provocatorio.
NOn lo voglio essere, ma in questo genere di discussioni va a finire che alla fine lo sembro. Per cui dammi questa attenuante, se ti sembro offensivo ;-)

Allora, innanzitutto dubito davvero fortemente che a te di questa crisi finanziaria possa non fregare di meno.
La butto li', perche' non ti conosco, ma io credo che tu abbia un lavoro, una famiglia, un mutuo o un affitto da pagare, magari un paio di marmocchi da nutrire e da mandare a scuola, o magari tanto piccoli da spendere tonnellate di dollaroni solo per cambiargli il patello. Credo che tu abbia un'auto, o magari una vespetta, che ti serve per andare a fare la spesa, comprare roba da mangiare e anche qualche sfizio, tipo una barretta di cioccolato ogni tanto eccetera eccetera.
Be', se continuiamo cosi' con questa crisi, queste cose non le potrai piu' fare o avere, perche' comincerai a perdere il posto di lavoro, e quindi a non guadagnare i soldi che ti servono per vivere. Ma questo sara' il meno, perche' non riuscirai nemmeno ad elemosinare quei soldi. E anche ammesso che qualcuno un po' piu' ricco di te possa darti qualche soldo per sfamare i tuoi pargoli, non riuscirai a spenderlo, quel soldo, perche' i supermercati saranno sforniti di beni alimentari.
Insomma, non voglio metterla giu' tragica perche' non sono un esperto e nemmeno un profeta, ma una cosa l'ho capita. Che non e' quattro banchieri che vanno in malora, ma l'intero sistema capitalista che sta sgretolandosi. E' solo questione di tempo, non so quanto, ma prima o poi il sistema crollera'.
Ora, da comunista io dovrei essere contento che finalmente questo sistema capitalista si rompe, dimostrando per altro che noi avevamo ragione fin dall'inizio. Il problema e' che finche' non c'e' una alternativa solida a questo sistema, tutti noi che traevamo profitto da esso, smetteremo di trarre profitto da esso, cioe' faremo la fame.

E se dici che i TG non la stanno mettendo giu' tragica perche' ci dicono cose che a noi non interessano. E magari se dici che i politici hanno convenienza a far dire alle televisioni che la faccenda e' piu' dura di quanto in realta' sia, mi sa che o non ho capito un cazzo io, oppure (scusa se te lo dico cosi' brutalmente) ti stai sbagliando di grosso, perche' i TG in realta' cercano di rassicurarci, perche' i potenti che gli stanno dietro hanno interesse a che noi non entriamo in panico. Ecco.

E poi, fammi dire una cosa che mi sta a cuore, e che tutte le volte che la leggo mi irrita un pochino. Ma cosa cavolo ci hanno questi americani che non va'?
I TG americani sono di gran lunga piu' liberi dei nostri. Se pensi il contrario e' perche', secondo me, non ne hai mai visto uno.
La democrazia americana fa schifo, ma e' di gran lunga migliore della nostra, in questo momento.
Se poi analizziamo le singole persone americane, be', grosso modo sono brava gente esattamente come grosso modo siamo brava gente noi, anche se ci facciamo governare da una testa di cazzo come il nano bastardo e tutti i suoi camerati, che finiscano tutti impiccati con le loro stesse budella!

Ecco... un po' di polemica alla fine ce l'ho messa, ma non nei tuoi confronti. Giuro.

marina ha detto...

Grazie, un po' di ottimismo mi mancava
;-)
marina