domenica 14 dicembre 2008

L'albero di natale


Oggi voglio condivivere con con voi gli accadimenti della mia mattinata.Mio marito ed io ci siamo alzati di buon'ora ed abbiamo allestito l'albero di natale. Lo facciamo perché, fra i due, solo uno lo ama. E non sono io. E poi per la mia mamma. Si sa che i vecchi diventano un po' bambini. E lei sarà la bambina del nostro natale. Bambina carabiniera. Sempre!
Anna: l'albero di natale rispecchia lo stato d'animo. Quest'anno lo voglio austero.Scarno direi. Glaciale. Quasi triste.
Giuseppe: piantala!
A: sei felice?
G: sempre!
A: anche di andare a votare?
G: piantala!
A: io non ci andrei, a votare
G: bisogna votare, non dire sciocchezze, la mia coscienza lo esige e deve esigerlo anche la tua
A:quando vuoi andare?
G:non appena mi passerà questo senso di vomito.
A:allora non sei felice?
G:amore mio, ti voglio bene (per i napoletani, ti voglio bene, detto in determinate circostanze e con un certo tono di voce, significa: piantala, non andare oltre, non indagare)
A: stai mettendo male le lucine, stanno tutte da un solo lato dell'albero
G:me ne voglio andare
A:dove?
G:lontano da qui, fanculo tutto
A:via da me?
G:uè, si' pazz, con te, ovvio
A:intanto andiamo a votare
G:subito?
A:ci togliamo il dente ed il dolore si cheterà
G:è una violenza, un'enorme violenza, dover apporre, oggi come oggi, una croce su qualcuno e qualcosa, per gente come noi. Ci stanno violentando, ci stiamo violentando. Sono martellate sui coglioni, amore mio
A:dai tesoro, non dirmi che ora devo essere io a tirare su te. Tu sei la spalla forte, tu sei quello sempre sicuro, l'impavido,l'ottimista
G:vero, sono io. Ma tu stai diventando quasi saggia, non mi piaci più se fai così. Tu devi essere la folle di sempre
A:tesoro, il valium mi rallenta,ma lo sai che a natale, solo a natale, mi serve prenderlo
G:meglio rallentarsi con una canna
A:come puntale cosa mettiamo? Che ne dici dell'uva?
G:vada per l'uva. Niente rosso su quest'albero?
A:no, niente rosso: solo cristallo e uva violacea
G: e ja, un poco di rosso. E' natale, siamo comunisti
A:i comunisti non esisitono più.
G:e vabbè, siamo di sinistra.
A:di quale sinistra?
G:quella delle idee
A:le idee di chi?
G:le nostre: idee ed azioni individuali
A:nel senso che ce le teniamo come copertina di linus? Siamo di sinistra e stiamo buoni buoni senza far nulla? Accettando tutto?
G:quei tempi in cui si faceva altro son passati, e comunque non sarebbero più per noi. Oggi potremmo essere solo buoni maestri. O cattivi, secondo i punti di vista.
A:noi, ai tempi, abbiamo avuto cattivi maestri con buone idee. E poi ci usarono...
G:la palla con la neve dove la mettiamo?
A:non la mettere, odio la neve. Odio il natale. Odio dover uscire per andare a votare.
G:la prima volta che votai mi tremavano le mani, ero emozionato, mi sentivo investito di una grande responsabilità.
A:oggi mi sento investita da un tir. Un tir in piena fronte.
G:andiamo a votare oggi pomeriggio, dai. Stappo una bottiglia di rosso dei colli aprutini, Iskra di Marina Cvetic, un grande vino. Ci facciamo qualcosa di buono da mangiare. Magari ci passa il mal di stomaco.
A: va bene. Potremmo mai fare la rivoluzione noi? Col Marina Cvetic e le fettuccine al tartufo dentro la pancia?
G: ci hanno fregati,ci siamo fatti fregare
A: amore, con la pancia piena non si rivoluziona niente. Dovremmo essere precari, o pensionati, o giovani senza futuro per ribellarci
G: i precari ed i pensionati votano Berlusconi, e anche molti giovani.Per assurdo la rivoluzione dovremmo farla noi, ma ripeto, a noi ce l'hanno messo in quel posto
A: ci siamo imborghesiti
G:tu borghese lo sei sempre stata, anche se facevi la rivoluzionaria.Io forse lo son diventato
A:vuoi litigare? Proprio oggi che è quasi natale?
G:no vita mia, con te non voglio litigare. Per natale me la fai l'insalata di rinforzo, vero?
A: certo che te la faccio.'St' albero non è malaccio. Metto su l'acqua per la pasta.....

22 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

urca..un qiueto dialogo natalizio...sempre meglio del silenzio tipico delle coppie italiane

Pietro ha detto...

insomma e sta canna alla fine? dopo pranzo?

desian ha detto...

Bel dialogo, ragazzi, ma com'erano le fettuccine?

rodocrosite ha detto...

E come sarebbe l'insalata di rinforzo?

Anna ha detto...

@Silvio,
noi si parla tanto. In genere siamo più spiritosi e divertenti, ma sai, il natale....

@Pietro,
mi sono astenuta.....

@ Desian,
ottime, solo olio scaldato con l'aglio e tartufo nero scovato dal cane di un amico nelle nostre montagne. Una panacea contro il mal da natale e urne :-)

@Rodo,
è la classica insalata di magro delle festività natalizie: cavolfiore appena scottato con olive di gaeta, capperi, alici dissalate, papacelle(peperoni tondi sott'aceto)olio e aglio. Na delizia....

Nemo ha detto...

Eheheh! Spero non dobbiate fare anche il presepe, altrimenti sono dolori!

marina ha detto...

coraggio, passerà il Natale e passeranno anche le disgustose elezioni

comunque segnalerò questo sito alla polizia postale per istigazione alle droghe e che cavolo il valium e le canne, nun se po legge! :-)
marina

Anonimo ha detto...

Prima volta in assoluto che entro in un blog, Anna. Quelli degli altri, quindi, non li conosco. Il tuo mi piace, mi vedrai ogni tanto. Non sono iscritto a nessuna delle benemerite Associazioni che hanno a cuore la libertà di movimento dei nani da giardino. In segno tangibile di solidarietà mi dichiaro disposto a tenere in affidamento temporaneo uno qualunque (scegli tu, Biancaneve compresa) per tutta l'estate a fare talassoterapia sulle rive del Tirreno. Luigi.

Anna ha detto...

@ Marina,
passerà sì,ma tu taci con la polizia postale. Le canne fanno malissimo e nessuno se le deve fare. Intesi? :-)

@Luigi,
ahahahahahahaah, si vede che è la prima volta che entri in un blog. Hai commentato il post di agosto con i nani da giardino, in un post natalizio :-)
Comunque, amico mio, sei assolutamente il benvenuto. Torna quando vuoi. Baci baci....

Ti affiderò Mammolo per la talassoterapia, va bene?

Saretta ha detto...

dıo che rıdere!!! vedraı che eıl natale, poı passera tutto... (neanche fosse una malattıa poı..)
bacıone

Anonimo ha detto...

Capito. La prossima volta mi orienterò meglio, ma grazie per la disponibilità. Natale rende tutti più buoni. C'è solo un nano che rimane quello di sempre e meno male che, non facendo pare dei sette, non mi hai affidato quello. Troppo ingombrante come nano. Bye.

clochard ha detto...

Complmenti sei la prima che becco inquesta sera fredda e piovosa.
Niente, volevo dirit che ho aperto il mio blog e ora che lo aperto qualcuno dovrà pur leggerlo.
Piacere io sono Clochard.

zefirina ha detto...

certo che ci avrete messo una vita per fare sto albero

p.s. io questa anno l'ho fatto blu e argento ..che le palle rosse si eran rotte...chissà vorrà dire qualcosa????

zefirina ha detto...

oh mio dio... blu non azzurro...ci tengo a specificare che poi min prendete per una di sforza italia ;-)

silvano ha detto...

Difficile il Natale bisognerebbe metterlo fuorilegge.
Anch' io quando andai a votare la prima volta ero emozionatissimo e mi sudavano e tremavano le mani, e avevo paura di sbagliare.
Mi piacerebbe ritrovare quell'emozione invece del cinismo di cui sono capace oggi.

Fabioletterario ha detto...

Anna, vado in off topic e me ne scuso... Ti lascio il link della mia nuova casa...

www.fabioletterario.wordpress.com

Artemisia ha detto...

Come mi piacerebbe essere una moschina ed assistere alle vostre simpatiche schermaglie.
Dai, coraggio, il natale passera'. Per il resto la vedo un po' piu' dura. :-)

Lello ha detto...

...una domanda, ma chi é il napoletano????????

Lucien ha detto...

Io per evitare discussioni "politiche" l'albero lo faccio fare a lei e a mio figlio, poi mi presento quando è finito per ammirarlo. Le mie idee sono sempre bocciate, non essendo un grande amante del Natale tradizionale. Da piccolo mi divertivo con mio zio perché metteva i pellerossa o altre varianti simili nel presepio o nell'albero...
Ciao Anna

Anna ha detto...

@Nemo,
il presepe? No no, quello almeno ce lo risparmiamo. Anche se mio marito amerebbe anche quello, ma per me sarebbe davvero troppo....

@Saretta,
sì, è una sorta di malattia, e pure pesante, ma non temere, farò tutto quello che c'è da fare e risorgerò meglio di prima :-)

@Anonimo,
il nano, quello che dici tu, spero lo liberino presto dal giardino Italia . E' bello songnare un po', vero?

@Clochard,
benvenuto nel mio spazio e grazie pr la considerazione. Se dovessi avere bisogno di un attimo di riparo dalla pioggia, vieni da me, una tisana e la fiamma del camino sono assicurati.

@Zefi,
na vita? No no, diciamo un paio di ore, forse un po' di più. Sono perfezionista io :-)

@Silvano,
fiorilegge? Sìììììììììììììììììììì....

@Fabio,
considerami già a casa tua :-)

@Arte,
ti garantisco che in genere sono più simpatiche. Ora siamo decisamente sottotono :-(

@Lello,
come chi è? Il Bepi, il tuo cuginetto adorato. Siamo napoletani noi, certo.Qualcosa in contrario?????

@Lucien,
benvenuto nel mio spazio.
Mio marito tende a fare come te, ma quest'anno l'ho inchiodato. Alla fin fine l'albero è per lui, dovrà pur partecipare...

Tereza ha detto...

bellissimo, Anna,
ci sono dentro milioni di cose: tutte quelle che voi due sapete possedere dentro.
Grazie di averlo pubblicato: è come una finestra aperta su una piccola libera valle.
Un bacione

UIFPW08 ha detto...

Anna Buon Anno a te
Maurizio