venerdì 27 marzo 2009

Lui è di Gesù

Ah, se non ci fosse Silvio Di Giorgio (http://silviodigiorgio.blogspot.com/), come farei? A lui il merito di avermi fatto conoscere, non personalmente purtroppo, Nicola Legrottaglie. Ne accennava in un suo post ed io, curiosa, sono andata a guardare. Allora, 'sto Legrottaglie è un calciatore. Per questo non ne sapevo nulla. Son certa, però, che voi lettori uomini lo conoscete.Diciamo che il post è per le Signore. Nel 2006 il suddetto ha fatto un bell'incontro: ha incontrato Gesù. E ora vive seguendo gli insegnamenti della Bibbia. E fin qui tutto bene: bravo ragazzo. Gesù è arrivato a Siena, bussandogli alla schiena, sotto le spoglie di un tale Tomas Guzman. Son bastate quattro paroline "Nicola, perché non credi?" per farlo aderire entusiasticamente, senza se né ma, al corpo di Cristo. Il nostro, dopo tale folgorazione, si chiede sempre cosa farebbe Gesù al suo posto e si comporta di conseguenza. Ancora tutto bene. Cristo era un vero socialista. Approvo. Vuole, a carriera terminata, andare a fare il missionario in Africa.Dice che glielo promise, a Gesù, quando aveva dieci anni, in cambio della maglietta della Nazionale. E Gesù il suo dovere lo ha fatto, ora tocca a lui mantenere il voto. Sostiene di essere casto da due anni, ché il famoso sesso senza amore, non finalizzato alla procreazione, non gli interessa. E vabbè, de gustibus. Quando una ragazza gli piace, si limita a baciarla. Si lancia anche in ardite similitudini fra il gioco del calcio e il concetto del bene e del male "Il Male gioca in contropiede. Un cristiano di fede solida deve saper tenere alta la linea difensiva e lasciarlo sempre in fuorigioco" Bravo, come semplificare un concetto tanto astratto. Per farlo capire anche a quelli della curva sud, insomma. Pensate che qualche tempo fa rischiò addirittura di essere venduto ad una squadra turca, ma lui pregò e Gesù, sempre disponibile, lo salvò da un incontro ravvicinato con i musulmani che avrebbero potuto attentare a tanta granitica fede. Però, ultimamente, il giovanotto si è allargato. Lo dico sempre che sti calciatori dovrebbero parlare fino ad un certo punto e poi tacere. Discetta di omosessualità:
“Oggi viene vista come una moda, una maniera come tante per essere contro. Nella Bibbia c’è scritto chiaro e tondo che l’omosessualità, sia maschile che femminile, è peccato. I gay fanno parte del mio prossimo e quindi li amo. Da etero e cristiano consiglio loro di leggere la Bibbia”
Insomma, ci ha tenuto a dire che lui è etero, ed i gay li ama solo da buon cristiano,dovessimo mai frantendere. Ma io di questi gay per moda e per il controcorrente a tutti i costi non ne conosco. E ne conosco tanti. E siamo amici, e me lo direbbero se lo fanno per essere "in". Il nostro pare faccia incontri al lunedì dove si propone di redimere gli omosessuali. Con qualcuno ci è anche riuscito. Ora hanno moglie e figli. Forse è amico di Povia, chissà. Si scambieranno impressioni e valutazioni. E sti Luca li conoscono solo loro. Ma lui, Nicola, sa di cosa parla, lui appartiene a Gesù.
Un mio amico gay, non per moda, soleva dire: "ah, sei di qualcun altro? E vabbè, tanto io non sono geloso".

20 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

un post dettagliatissimo su legrottaglie, complimenti...posso evitare di scriverlo, allora :-)
mi vuoi ancora bene o il fatto di averti presentato questo turzo è un guaio irreparabile?

Anna ha detto...

@Silvio,
nessun Legrottaglie potrebbe mai intaccare il bene che ti porto :-)
Poi i turzi non mi dispiacciono. Se non sono di Gesù, però, è meglio :-))

silvano ha detto...

Son bastate quattro paroline "Nicola, perché non credi?" per farlo aderire entusiasticamente, senza se né ma, al corpo di Cristo" e son bastate 4 paroline per rompere gli zebedei al mondo con le sue cazzate.

zefirina ha detto...

bastano 4 paroline
menepofregademeno
(lo so sono sei)
rispetto tal nicola per la sua fede ma non sopporto i predicatori, taluni predicatori, pur essendo cattolica cristiana, mi piace di più chi zitto zitto fa quello che si sente di fare, volontariato..etc...etc. senza esagerare

sulla castità poi...persino sant'agostino disse: singore dasmmi castità e continenza...ma non ora

pare
dicono

silvio di giorgio ha detto...

wow..mno male..temevo il peggio. se ti interessa anche kakà sfoggia magliette "I belong to jesus" ed è arrivato vergine al matrimonio, ma non ha mai sparato cazzate alla legrottaglie...finora...

Pietro ha detto...

se lo guardi bene, le grottaglie, si capisce che è stato fulminato

Gatta bastarda ha detto...

si fulminato direttamente in testa...

silvano ha detto...

Beh pensandoci sarebbe il caso di dire: Povero Gesù.

sileno ha detto...

Fino ad un minuto fa ignoravo che esistesse un calciatore che si chiama Legrottaglie.
Pieno il suo diritto di credere e professare la sua fede, sarei curioso, però, di sapere quanti giovani sarebbero disposti a rinunciare al sesso per seguire le sue visioni celestiali.
Sileno

Anna ha detto...

@Sileno,
per fortuna credo che siano pochissimi. Neanche i preti, figurati...

@Silvano,
ma no, Gesù ama tutti. Anche i poveri di spirito...

@Gatta,
oramai qua parlano tutti. Ed è pure giusto. Poi c'è chi dice cazzate, ma va messo in conto.Una volta i giocatori tiravano calci al pallone e tacevano, al massimo dicevano sono contento di aver vinto lo scudetto.

@Pietro,
sulla via di Damasco? Sarà stato un corto circuito?

@Silvio,
so anche di Kakà, ho letto, sono informatissima :-))

@Zefi,
però pure sta storia della castità e continenza non ora mi sembra na paraculata :-)

Lello ha detto...

Quando ho iniziato a leggere il post, sono stato subito scettico, sai quanti che "appartengono a gesú" ho conosciuto (capisc' a 'mme) e ho evitato... poi arrivo alla fine del suddetto post e tie' eccola lí, la solita ossessione di tutti quelli che ritrovano (ma dove l'avevano lasciato?) cristo: sesso e omosessualitá! Sono tipi come lui, cosí terrorizzati dalla propria sessualitá che poi si svelano piú frocie delle frocie... e che palle!!!!!
Un gay di moda!

Anna ha detto...

@Lello,
sono arrivata anche io alla tua stessa conclusione, ma non l'ho esternata per non sentirmi dire la solita solfa che vedo froci dappertutto. Ma tu sai che io so
:-)) e ste velate non le sopporto.

P.S. per i mei lettori: io e mio cugino Lello usiamo il termine froci non in senso dispregiativo, ma da addetti ai lavori :-) Vero Lello?

Nemo ha detto...

Mah, è sempre un calciatore a cui piace giocare con le palle, no?
Belle parole, ma nei fatti... eheheh! :)

Saretta ha detto...

ahah... mamma mıa... da mal dı pancıa... la storıa deı gay "ın" non é la prıma volta che la sento, purtoppo... chıssa, probabılmente esıstono davvero... sara, ıo non ne ho maı conoscıuto nemmeno uno...
magarı sono semplıcemente persone "ın".... e gay.

un abbraccıo (scusa se non cı sono maı)
Sara

Veneris ha detto...

Però come difensore non è male, oddio non è un campione, però non è male...davvero.

amanecer58 ha detto...

NON SO PERCHE' NON RIESCO A RISPONDERE AL TUO COMMENTO SUL MIO BLOG. TI RISPONDO QUI ANCHE SE NON C'ENTRA NULLA.
E' vero che il Partito in qualche modo ci educava; almeno per quanto mi riguarda credo che il mio senso civico derivi soprattutto dalle frequentazioni politiche e credo anche che frequentare la sezione mi abbia salvato da derive estremiste; mi capita spesso di pensare a come ero in quegli anni (parlo degli anni di piombo) che poi non è altro che il carattere di ora con trent'anni di meno. Ripenso alla passione, all'amore per la politica e anche all'odio, contro i fascisti ad esempio. Penso a come avrei potutto essere se un giorno di tantissimi anni fa non fossi entrata in quella sezione. Per una serie di motivi la militanza è andata scemando e quando il PCI si è dissolto mi sono sentita, come molti, orfana. Ancora oggi però, quando vado alle manifestazioni e vedo le bandiere rosse e le facce della gente la sensazione che provo è "ecco, sono a casa!"

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Conosco Le Grottaglie, discreto calciatore, come uomo non so giudicare o forse sì e mi astengo per correttezza....

Gionata ha detto...

Io alla chiesa (e a questi estremisti) associo sempre la frase "predicare bene e razzolare male". Ma è una associazione mentale del tutto spontanea.
Comunque la storia che essere gay va di moda mi è un po' nuova. Compliementi al sig. calciatore per l'originalità.

Vagamundo ha detto...

Questo signore di cui parli é una sonora testa di minchia, e sul fatto che sia stato folgorato, non c'e' dubbio... Anche prima della conversione, poi, non é che fosse una cima...
Accostandolo a Povia, poi, mi hai fatto perdere la voglia di essere buono, tanto ognuno puó esprimere la sua, di idea, no...
Ecco, alcuni si convertono e diventano credenti per moda e convenienza, vedi certo Allam---

PS (lascio questo commento solo perché leggo che state tutti bene, ora ci sono cose piú importanti a cui pensare, purtroppo: in bocca al lupo) Che il signore di LeFrattaglie che non ha evitato il terremoto vi scampi almeno da bertolaso & c.

Anonimo ha detto...

NON AVETE RISPETTO X GLI UOMINI DI DIO, MA KE RAZZA DI GENTE SIETE???