lunedì 28 aprile 2008

Pensavo......

Sono democratica, ma elitaria. Quelli che non la pensano come me mi infastidiscono, li rifuggo. Li guardo anche un po’ dall’alto in basso, sentendomi una specie di eletta. Mi piace parlare con chi ha la mia stessa visione del mondo e condivide i miei stessi valori. Mi compiaccio delle mie elucubrazioni con chi mi dà sempre ragione. Amo il confronto, ma su basi comuni. Anche qui mi sono appollaiata in un sentire condiviso con persone preparate, che leggono, si informano, vanno al cinema, amano l’arte, ascoltano musica colta e aborrono quello che piace ai più. Mi autocelebro e mi autoconsolo. Mi rendo conto che sto fra parenti, ma anche che così non allargo la famiglia. Predico dal pulpito, ma non vado in missione, potrei sporcarmi il vestitino. Sono proprio una persona di sinistra, di quella sinistra che si è trasformata per arrivare a scomparire.
Pensavo di andare a fare incursioni nei blog con glitters e cuoricini ed iniziare un discorso pacato di presa di coscienza. Forse anche qui si può fare qualcosa. Sono pazza?

48 commenti:

newyorker ha detto...

nessun commento...accidenti è un post scomodo allora!
che dire...hai ragione anche perchè è risaputo che essere snob è di sinistra....intellettuali anche, ma a destra allora che sono? forse al bar dicono mi dia due caffì invece di due caffè?

holden ha detto...

Cara Anna..ti capisco sai..ma ti scrivo dei nomi tanto per ricordarti cosa ci aspetta:Berlusconi,Schifani,Fini,Vito,LaRussa,Prestigiacomo,Calderoli,Bossi,Maroni.Auguri per i prossimi 5 anni..

Anna ha detto...

Caro holden,
è proprio pensando,con orrore, a loro che dico che bisogna fare qualcosa, riorganizzandosi fattivamente, anche partendo dalle piccole cose. Se rimaniamo qui a compiangerci ed a brontolare fra di noi, potremo anche sentirci consolati, ma non approderemo a nulla.

l'incarcerato ha detto...

Cara Anna,
hai ragine, ci sentiamo superiori alle persone ignoranti, quelle qualunquiste, quelle che sono cresciute a forza di reality e programmi vari. Posso azzardare a dire che è vero? Io, noi, siamo superiori a loro. Ma abbiamo un difetto! Non riusciamo a comunicare con loro, dovremmo usare il loro linguaggio un po come ha fatto Grillo.
Io ho paura che questo linguiaggio sia prima o poi nutilizzato da una persona pericolosa, populista! Per questo dobbiamo fare qualcosa, dobbiamo prevenire tutto ciò!

ps ma non mi vieni più a trovare? Guarda che mi offendo, non è che mi consideri uno di loro?
Guarada che mi arrabbio testa di capra! :))

Artemisia ha detto...

Auguri, Anna. Fammi sapere come e' andata. Io non ce la faccio. Devo salvaguardare il mio fegato.

Anonimo ha detto...

Sei democratica ed elitaria? Già questa è una contraddizione. Hai orecchie solo per quelli della tua elite? Forse è proprio il problema di tutta la sinistra. Si contraddice anche con se stessa. Non è importante il "come" parlare alla gente, ma il cosa si dice. Cmq ambo le parti, destra e sinistra, non li ho mai sentiti dire di come intendono risolvere il problema della sicurezza. Meno ancora lo dice la sinistra stessa. Dopotutto cosa hanno sempre detto i "mancini della sinistra"? Dicono che la destra esagera il problema. Esagera? Beh certo. Se quelli della sinistra ascoltano solo la propria elite come possono capire la gente?

Anna ha detto...

Caro Anonimo,
innanzitutto benvenuto nel mio blog. Gradirei che ti firmassi l prossima volta,ma non è necessario.
Ebbene sì, siamo d'accordo: hai colto le contraddizioni che evidenzio nel mio post. La sinistra si è arroccata troppo sulle sue posizioni, rendendole lontane ed incomprensibili ad i più. Ci siamo ammantati di un elitarismo che non ci appartiene. O meglio, intendo dire che anche le persone come me hanno il diritto di stare nella sinistra, ma non ne possono essere gli unici depositari.

Per quanto riguarda il problema della sicurezza, non intendo sottovalutarlo, ma ritengo che non sia prioritario in un momento tanto difficile per l'Italia.
Una nazione che chiede al suo governo come priorità il mantenimento dell’ordine è già schiava in fondo al cuore, schiava del proprio benessere.Per quanto riguarda la violenza sulle donne, il problema mi trova molto partecipe, anche per le tantissime violenze che si consumano ogni giorno all'interno delle famiglie e dei posti di lavoro,violenze che non trovano visibilità e,quindi,non possono essere strumentalizzate. E' evidente che il problema sicurezza riguarda sia la destra che la sinistra. La differenza è sulle modalità con le quali si affronta. E' indubbio infatti che la missione storica della sinistra sia quella di contrastare ogni forma di discriminazione e di rispettare la civiltà giuridica e la democrazia.
L'integrazione degli extracomnitari nella nostra società e il miglioramento delle condizioni dei meno abbienti sono, a mio avviso, i primi due passi da compiere. La repressione fine a se stessa non ha mai portato a nulla di positivo.

Cris ha detto...

ciao anna!!!!!mio fratello sta benissimo!!!!ha deciso di mollare un po,perchè abbiamo pochissimo tempo da dedicare al blog,a causa del lavoro che stiamo facendo!!!!ti saluta e ti ringrazia!!!io sto provando in tutti i modi a tirare avanti!!!pero' riesco a dedicare poco tempo a tutti voi!!!e mi dispiace!!!!se le cose non dovessero migliorare,forse deciderei di chiudere il blog,anche se a malincuore!!!!ma vedremo cosa succede!!!!ti ringraziamo per l'interessamento!!!un bacio ,un abbraccio,da cri e lele!!!!

marina ha detto...

anna, tu sei semplicemente MOOOOLTO intelligente. E arrivi spesso prima di altri.
Sono molto interessata a questo discorso.
Dovremmo affrontarlo ancora. in post BREVI ;-) giuro!
ti abbraccio marina

Anna ha detto...

Cara Marina,
ero certa di trovare terreno fertile con te. La mia idea è questa: vorrei individuare dei blog di persone che appaiono disimpegnate e disinteressate, quelle che tendo ad identificare come "gli altri", sì, quelle che guardano la De Filippi e company, e farne una lista da pubblicare sul mio blog.
Poi lanciare un appello agli amici blogger con la "puzza sotto il naso", quelli,cioè, come noi,tutti quelli che frequentano i nostri blog :-)ed incitarli ad adottarne uno, o più, da seguire con costanza per l'opera di sensibilizzazione di cui parlavo.

marina ha detto...

lavoriamo sopra a questa idea, mi associo e ci rifletto
marina

enzino ha detto...

ciao a tutti
credo anzi ne sono sicuro che qui nn mi conosce nessuno ma questo nn ha importanza
In questi giorni nn avendo niente da fare (bella vita direte voi!!!!) mi sono fatto un giro per i vari blog,e visto che alcuni mi hanno colpito ho deciso di lasciare le mie tracce.
Questo blog mi ha colpito piu degli altri per la schiettezza e la sana pazzia dell'autrice (sviolinata!!!!!!!)
E poi mi è piaciuto tantissimo quest'ultimo post e ti devo dire che sono d'accordo con te ma trovo la tua idea di adottare i cosidetti "amici" di maria o i fan del big brother un pò difficile da realizzare anche perchè per cercare di convertire questa gente ci vuole ben altro che un opera di sensibilizzazione,cmq resto disponibile per qualsiasi cosa se tu vuoi
Credo che le mie visite al tuo blog saranno frequenti e spero anche di commentare i tuoi bei post
ciao enzo

p.s. ti ho linkato tra i miei preferiti nel mio blog e nn perchè tu possa fare lo stesso ma solo perchè trovo il tuo blog davvero ben fatto

cristina ha detto...

la De Filippi la guardo anche io... allora non sono una di voi!! mi dispiace tanto per il cagnolino ma com'è successo?

cornflake girl ha detto...

Ricordiamoci che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire! e sinceramente,per mia esperienza, ho notato che spesso le persone chiaramente di destra, sono molto... "o bianco o nero" e che difficilmente si mettono in discussione.... odio le prese di posizione a priori... non so quanto centri questo mio commento, ma quando si parla di politica mi infervoro abbastanza, ultimamente...Sorry! cercherò di essere più pertinente la prossima volta....

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Allora..... credo che sentirsi superiori a prescindere sia errato.

Sentirsi superiori a persone dal Q.I. pari a quello di La Russa sia doveroso.

Ritengo però che sia importante saper dialogare in civiltà con persone in gamba ( e ci sono) che hanno idee diverse e votano diversamente per confrontarsi con lealtà

Altrimenti come si può dare torto al Cavaliere quando ha atteggiamenti arroganti verso chi la pensa diversamente da lui se poi noi siamo i primi a acomportarci allo stesso modo :-)))?

Da me oggi si vuole ricordare che la gente merita rispetto e giustizia: Casale M come tanti altri luoghi in Italia e nel mondo.

Anna ha detto...

Quello che intendo fare non è andare a catechizzare le persone di destra, lungi da me, credo che, con tutta la buona volontà, non ce la farei. Vorrei semplicemente lanciare degli spunti di riflessione in blog che non hanno l'abitudine a riflettere.E voglio farlo anche nella vita non virtuale: avvicinare le persone che brancolano nel buio dell'indifferenza e cercare di farli pensare. Non so se ci riuscirò, è un'impresa titanica, ma a me le sfide piacciono. Quindi la mia iniziativa andrà avanti, tempo ed impegni permettendo.

Vedi Daniele, le cose che tu scrivi sono bellissime e giuste e chiare denunce di ingiustizie, ma che senso ha se le leggiamo solo noi, che, comunque, in qualche modo già le conosciamo?
Noi possiamo solo acclamarti ed essere concordi.Mi piacerebbe,invece, tradurre le tue campagne contro le ingiustizie e le disciminazioni e le guerre in parole semplici ed accessibili a tutti e portarle a conoscenza del maggior numero possibile di persone, e quale mezzo migliore di questo per poterle diffondere?
Insomma,io son testarda, il mio progetto andrà avanti, chi vorrà, mi seguirà :-))
Magari non servirà a molto, ma almeno sarà qualcosa.

Anna ha detto...

Enzino,
la vedi la ruota? E' la mia: mi sto pavoneggiando alle tue affermazioni :-)
Grazie, passerò da te.

Pellescura ha detto...

Io credo che nugnafò.
Cmq invidio la tua grinta e al fatto che ci credi fino in fondo.
Io ho frotte di dubbi che assalgono la diligenza delle mie convinzioni.

My funny Valentine ha detto...

Anna, leggo solo ora di questo megaprogetto di riconversione-blogger. E' interessante. Mi ha spiazzato. Quando avrai definito meglio il piano d'attacco, facci sapere... Un abbraccio
V

mariad ha detto...

no, non sei pazza. Tenta, il blog serve a questo, a comunicare.

Non che voglia intimidirti, ma io sarei una che fa politica attiva, nel mio piccolo, e live. E ho preso atto già da un po' che non si riesce a smuovere chi è diverso(non per forza inferiore) da noi. Al massimo si può parlare, discutere, ma togliere dalla testa di certe persone, (brave persone eh!) che uno come Berlusconi sia un salvatore è difficile. Stamattina per esempio ho detto a dei colleghi di lavoro che probabilmente aumenterà la benzina, e loro mi hanno risposto che se non si insedia il nuovo governo sarà difficile vedere miglioramenti. Capisci?? quelli si sono scordati che Prodi c'e stato solo un anno e mezzo e non hanno capito nemmeno quel poco di buono che c'è stato. Credono che tutte le disgrazie vengano da là, dal povero prodi che ha rovinato l'italia...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ma il modo è semplice: linka e commenta blog che sono di area diversa dalla tua

Per es da me Luca di "Libero di pensare" e che a volte posta da me ed io da lui ha votato PDL. E spesso dialoghiamo e troviamo anche punti di contatto perchè usiamo la testa e non ci lasciamo indottrinare da nessuno. Poi abbiamo le nostre differenze di vedute su altre cose ma con lui per es puoi parlare.

Araba Fenice, che ora posta meno anche nel suo blog, è di Destra.

Sono solo due esempi, ma nel mio blog ospito blogger di aree diverse anche se la vostra è prevalente. Credo che ci debba essere la volontà di andare a postare in altri blog che non sono di certe idee e confrontarsi.

Ovvio, che devono essere blog di gente pensante altrimenti il discorso cade....

alice ha detto...

La tua idea è strana. Interessante, mi piace, ma....
mi pare che così si resti comunque in una prospettiva "elitaria"... è un po' come volersi mettere in cattedra, ed andare nel blog a fare lezione.
"adotta un pirlotto fancazzista e fanne un soggetto politico". Non è proprio il massimo del riconoscimento dell'altro!
Funziona se si fa con umiltà.
Che forse pure chi ci ha la puzza sotto il naso, potrebbe imparare qualcosa dal pirlotto, leggendo tra i cuoricini e i glitter! Che sarà pirlotto, ma avrà comunque una sua idea di come va il mondo, no? magari, prendersi la briga di conoscerla può aiutare. Fare gli snobboni di sinistra di sicuro no.
:)

Poi non so, a me piace molto di più discutere con chi NON la pensa come me.
Adoro il contradditorio e mi piace avere qualcuno (preparato eh, mica una scimmia o un batrace) capace di farmi sgranchire le rotelle del cervello
Forse sono democratica. Credo che, in una vera democrazia avrei lo stomaco sufficentemente duro e il pelo da saper digerire un governo Berlusconi.
Davvero.
Perchè quello che me rode non è che sia stato eletto un coglione. Quello che me rode è che il coglione sia stato eletto perchè fatti e informazioni importanti, che avrebbero dovuto essere di dominio pubblico non sono stati correttamente veicolati.
Quello che me rode è che a ricordarci le porcate fatte dal nano sia solo 'sto tapino di Travaglio (che tra l'altro è pure gnocco, con una voce splendida, e io ce la metterei la foto di lui sul blog con tutti i glitter e i cuoricini attorno!), accompagnato dal fido Gomez. Quello che me rode è che la gente sappia tutto del delitto di Cogne, vada a fare la Ola davanti al processo dell'ultimo "mostro" del momento e non sappia invece una fava di cosette come la P2, lo stalliere di Arcore, le leggi ad-personam, le figure di mmerda fatte dal nano a Bruxcelles e davanti al mondo intero!
Questo me rode.
Mica che sia un coglione.
Che di coglioni, a ben guardare, è piena pure la sinistra.

Alice blateratrice

alice ha detto...

Maro'... sono stata logorroica come al solito...
scusa l'occupazione di spazio indiscriminata!
Alice blateratrice

l'incarcerato ha detto...

ma forse anna intendeva di dialogare con le persone che vivono nell'indifferenza, che non si informano, che dicono che i politici sono tutti uguali(forse qui hanno ragione), e che sono la maggioranza purtroppo. Come sono la maggiornaza quelli che lavorano dalla mattina alla sera, che certamente non hanno il tempo nemmeno di leggere un libro, che ovviamente non frequentano internet e che subiscono passivamente la televisione.

Anna ha detto...

Sì, l'incarcerato ha capito il senso che vorrei dare alla mia iniziativa: raggiungere coloro che ignorano i problemi reali del mondo in cui viviamo ed invitarli a riflettere. Con semplicità, modestia e correttezza, senza pretendere di essere portatori del verbo: porre degli spunti di riflessione nei quali condividere le esperienze personali.
E' ciò che mi insegnarono tanti anni fa, quando facevo politica attiva all'interno del P.C.I. ed è quello portò al successo del '77, successo che è stato gestito in maniera vergognosa, proprio da quelli che iniziarono con me.

enzorasi ha detto...

Ciao Anna, che bel post! Secco, senza fronzoli, dritto al cuore. Hai descritto il fallimento della sinistra in Italia in modo perfetto evitando di farne insopportabili lagne post elettorali. Il mondo dei blog? Uguale al mondo reale con divisioni sempre più nette e una cultura, in senso stretto e lato, sempre più ARROGANTE. Voglio dire che è nell'incapacità di parlare semplicemente agli altri senza preclusioni e senza snobismi la trappola in cui è caduta la cosiddetta "intellighenzia" culturale del paese. Non credere che quelli dell'altra parte ne siano immuni: adesso godono ma i sintomi dell'infezione ce l'hanno tutti, prima o poi spunteranno i bubboni. Siamo tutti gratificati quando parliamo su quella che tu definisci "una base comune" ma io ti e mi chiedo come mai su temi importanti come la sicurezza, il fisco, la comunicazione...un così gran numero di persone la pensa in modo radicalmente diverso, al punto da mandare Alemanno sul Campidoglio? E' possibile continuare a credere che siano gli altri a sbagliare perchè non seguono la via nostra, quella degli unti dal Signore? Tu non sei pazza, Anna, sei forte e viva e se, come me, hai peccato di stronzaggine non sigmifica che hai deciso di diventare la testimonial dei voltagabbana.
Marina dice bene: è un argomento molto importante, coinvolge la sinistra tutta e tutti gli altri in quanto cittadini di questo paese. E' stata una legnata ma non dirò salutare perchè le legnate fanno male, però dobbiamo rifletterci. Ciò significa, per me, partire da una premessa fondamentale: ho torto io non gli altri, non ho capito io, mi sono allontanato io dalla realtà. Perchè se dico e penso quelli che han votato a destra sono fascisti stronzi compio l'atto ideologicamente e politicamente più disastroso per i miei ideali. Anna, servirebbero 10 post e 1000 commenti, tu ipotizzi una sorta di evangelizzazione...mah, non so, l'idea è degna di te, fulminante e romantica fino all'autolesionismo ( hai idea delle cicatrici a trattare con certe teste di legno?)però ci si può pensare. Daniele propone un interloquire più soft e comunque più selezionato, potrebbe andare ma non è facilmente applicabile. Adesso chi non la pensa come noi ha vinto, adesso e per un certo lasso di tempo credo sarà impossibile discutere seriamente con questa parte: troppi osanna, troppe auto congratulazioni, ma anche noi invece di vestirci a lutto e non ragionare ( ho girato molti blog e ho letto giustificazioni ed invettive degne solo di un fascista "di sinistra") dovremmo spogliarci di quell'aria di superiorità che induce alcuni a scriverci come "anonimo". Ciao, ne riparliamo.

newyorker ha detto...

meglio parlare di Ischia....a proposito...al ponte del primo maggio sono andato per anni ad Ischia (Citara e Forio) finchè, beccando di seguito sempre dei ponti senza sole....me ne resto a casa.... Non mancare Santangelo se...piove ahahahhahahah
viva il duce!!!! ahahahahhah

newyorker ha detto...

non finisci mai di stupirmi!!!

BC. Bruno Carioli ha detto...

Mi sono specchiato nel tuo post.
Vi ho visto molti altri, noti a tutti e meno noti.
Comunque la possibilità che ti proponi ha, sopratutto oggi, molti spazi.

donnigio ha detto...

Annaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...un salutino al volo...a prestooooooo ;-)

Mr. Flamingo ha detto...

vuoi risolvere le cose in italia?

allora vieni a leggere la mia speciale guida..

SI, ANCHE TU CE LA PUOI FARCELA!

XD

Donna Cannone ha detto...

hmmmmmm? ottima scelta uscire dalla gabbia dorata autoreferenziale. Vai e raccontaci cosa trovi

►novat◄ ha detto...

la vignetta qua accanto è fantastica (quella del nano)!

ahahah

►novat◄ ha detto...

ps: la sinistra è diventata chic, è morta in giacca e cravatta.

giulia ha detto...

No, non sei pazza...hai ragione. Giulia

Gianluca ha detto...

Anna c'è gente strana la fuori..fai attenzione :-)

Melania ha detto...

Ho letto solo ora il tuo post e tutti i numerosi commenti.
Hai ragione, sai... e sono d'accordo. Mi sembra un'impresa ardua, ma non per questo impossibile. Io credo che sia più facile e proficuo un confronto con i giovani, che hanno spesso e volentieri le idee confuse ma che, hanno lo stesso tempo, hanno meno pregiudizi e sono un campo più fertile, in generale più aperti e recettivi.
un abbraccio

LuCa ha detto...

carissima anna, eccomi qua. ho accolto il tuo messaggio e sono disponibile a scatenare la mia creativtà per qualsiasi campagna che abbia buoni scopi..ma non capisco bene una cosa..cioè ESATTAMENTE cosa vuoi fare te? scusa ma anche leggendo i commenti non ho ben capito :)
se mi puoi rispondere, ti prego di farlo o in un tuo post, o in un commento al MIO blog..perchè stare dietro a tutti qusti commenti su un blog come il tuo, ci perderei le giornate :)
stammi bene

LuCa

stefanodilettomanoppello ha detto...

Questo e l'effetto che ti fa la Marjuana?

zefirina ha detto...

ho poco tempo e quindi non posso leggere tutto il contradditorio fra i vari commentatori, sono così tanto democratica da non essere elitaria, ho la puzza sotto il naso rispetto a chi è maleducato, chi urla, chi pretende di impormi le sue idee, senza nemmeno provare a spiegarmele, sono allergica ad alcune regole, non sopporto chi storpia la lingua italiana, verso chi non sa usare congiuntivi e consecutio, anche se ha avuto i mezzi per imparare e studiare, non sopporto queste facce com piaciute che vedo in questi giorni, sorrisetti che sottindendono: eheheheh e mo' so affari vostri....
vado al cinema
a teatro
all'opera
ai concerti
leggo onnivoramente
sono narcisista quel tanto che basta
e.....
potrei continuare

p.s. non smetto mai di interrogarmi

Anna ha detto...

Stefano,
sì, vedi che bell'effetto? :-)

Zefirina,
certo,anche io sono come e te, e molti qui, quasi tutti i frequentatori del mio blog lo sono. Io intendevo dire che questa diversità, o meglio, questa peculiarità non bisogna farla pesare, ma usarla come bagaglio per avvicinarsi a coloro che sono diversi . Chi è diverso da noi può, comunque, arricchirci con la sua esperienza personale.

oscar ferrari ha detto...

Interessante il progetto, ma scordati di fare di me un folkabbestione fisarmonicato

Alicesu ha detto...

Cavolo. Almeno sei cosciente dei tuoi limiti (e dei tuoi pregi, su!).
Almeno sei democratica, inoltre.
Io ormai sono una futura dittatrice.
Ma sospetto che sotto il mio potere, stareste tutti molto meglio (a parte i razzisti e gli omofobi e i maschilisti, immagino).

Mister_NixOS ha detto...

Non sei matta: sei bellissima!

duccio ha detto...

Ma guarda che è normale stare bene con chi la pensa come noi, ecchecavolo, non possiamo sceglierci i vicini di casa, i colleghi, i presidenti del consiglio, almeno gli amici si!
E poi a ben guardare, di cosa si può parlare con i destrofili? Di futurismo? Di politica estera forse, li qualche confronto con i loro simili ce l'hanno. La cultura? è sempre stata dalla nostra parte quella dominante, forse lo abbiamo dato per scontato un po' troppo, anche per questo siamo orfani, dovremmo scrollarci di dosso un po' di polvere, il vestito rosso è sempre buono!
;-) duccio

Anna ha detto...

Caro Duccio,
benvenuto nel mio spazio!
Condivido in pieno quello che dici: certo, gli amici si scelgono e lo si fa per affinità ed idee condivise. La mia era un autocritica che faccio, cospargendomi il capo di cenere, come tutta la sinistra sta facendo, sul nostro parlarci addosso. Voglio dire che dovremmo fare qualcosa di più per portare le nostre idee al di fuori di questi siti salottieri. Non voglio certo andare a catechizzare i fascisti o i forzaidioti :-), non ce la farei, il mio fegato non me lo permette. Però avvicinarmi di più alle persone che non hanno idee politiche, che vivono rincretiniti dalla TV e dalla falsa informazione che filtra da essa, quello sì, vorrei farlo.
Non come portatrice del verbo, ma semplicemente come portatrice di attimi di riflessione. E poi vorrei anche smetterla di ritenermi superiore alla massa, sono solo diversa da loro. Tutto qui.Nella mia descrizione,qui sul blog, dico "una diversa non integrata, felice di esserlo", vorrei iniziare ad integrarmi, invece, nelle realtà dure e pesanti di tanti che, per disperazione, hanno votato a destra.
Dopo l'estate però, ora mi devo rilassare, dopo la batosta :-))
Ora vado a mettermi il vestitino rosso.....

duccio ha detto...

Lo dico sempre io, che una cosa è il nostro bloggerare ed altra cosa è la vita reale, fatta di confronti veri e non mediati. Importante è la coerenza, pij ognuno è libero di prendersi in giro quanto vuole. Penso che il più grosso errore della sinistra sia stato quello di dare per scontati i valori democratici e la cultura dominante, come fossero eterni. Il conflitto di interessi è la madre di tutti i guai, ha fatto si che il berlusconismo diventasse sentire comune, questo mi fa orrore e terrore. Oggi c'era un bell'editoriale di Scalfari che, come sempre, interpreta bene ciò che sento e penso su questa nostra società. Infine, se il sentirsi superiori servisse a qualche cosa, ben venga, non ti pare?
;-) duccio

Anonimo ha detto...

patetica come una cacca porta sfortuna