venerdì 11 luglio 2008

Processate Sabina!

Lo so, ora mi direte che queste non sono cose importanti per il nostro bel Paese, ma, occupandosi il blog anche di pinzellacchere, mi preme pubblicare una nota dell'ufficio stampa del ministero delle Pari Opportunità.
"In riferimento alle parole volgari e fantasiose della comica Sabina Guzzanti, il ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna ha dato mandato all'avvocato di Roma Federica Mondani per adire le vie legali nei confronti della figlia del parlamentare di Forza Italia Paolo Guzzanti".
Se non ci fosse da piangere, la risata sarebbe d'obbligo. La povera Sabina non viene indicata neanche come individuo, ma come figlia di un suddito del gran capo. Ecco, questo significa davvero che la signorina Carfagna di buono sa fare solo una cosa.
Pare che la Ratzy, invidiosa, abbia dichiarato: "Io non foglio antare all'inferno, tarò mantato ai miei santi affocati per atire le fie lecali nei confronti tella figlia tel capo tella mia chiesa e patre ti tutte le creature, nostro signore Ittio".

101 commenti:

Pellescura ha detto...

La prima volta che Paolo Guzzanti difende la figlia.
Vuol dire che la Carfagna l'ha fatta fuori dal vaso un'altra volta. Non ne azzecca una 'sta qua. Cioè una cosa veramente ehm...l'ha fatta proprio bene..e infatti vedi dove è arrivata...:-)

silvano ha detto...

@Anna: o si mette giù un contrattino o niente polemiche oggi.

Anna ha detto...

@Silvano, pensaci tu, io so' negata con i contrattini :-)
Nel caso fatti consigliare dal cavaliere, lo sai che lui è pratico....

dario ha detto...

Bel post, brava. Dopo tutte le cose che sono state dette (anche da sinistra) alla Guzzanti mi piace sentire un commento che la difende... Ma si sa', come ho letto nella vignetta qui sotto, l'Italia e' una repubblica fondata sul vaticano.

silvano ha detto...

Anch'io, speravo nella tua consulenza. Facciamo gratis come sempre?

Anna ha detto...

E sì Silvano, facciamolo gratis, mica siamo come la Carfagna noi
:-))

silvano ha detto...

Su questo non ci piove.

Anna ha detto...

Troppo d'accordo stamani, dici che è un buon segno? Stai a vedere che la sinistra massimalista, della quale mi sento indegna rappresentante, fa pace con la sinistra rosa? Spodestiamo Uolter, rimandiamo Rutellino dalla Ratzy e rimettiamoci insieme, dai :-)

BECA ha detto...

in rete siamo in tanti che difendono la Guzzanti, le tivvù (che praticamente sono in mano a Silvio), i giornali e i politicii sono contro.. perchè sanno che quello detto da Sabina è VERO!!

silvano ha detto...

I'm ready. Ma non sono rosa. Sono solo stufo di perdere. Per vincere servite anche voi, soprattutto voi, vi si chiede sono un po' di realismo. Io dentro sono colorato almeno quanto te, solo che scindo le mie anime. La parte colorata la tengo per la passione della polemica, per la forza degli ideali (io ci credo sul serio), e la parte razionale per la prassi politica. Non voglio disperdere le mie speranze con una prassi utopica. Credo che gli ideali della sinistra siano sempre attuali e tendano, con l'avanzare ineluttabile di questo tipo di società a diventarlo sempre più. Ci si trova ad un bivio o si protesta per tutto e tutti e ci si limita a questo (prassi che permette di essere sempre anime belle e libere) oppure si prova a vincere e cambiare nel reale la società. Bisogna solo scegliere che via imboccare, purtroppo una via, la più affascinante, porta alla sconfitta ed all'autoreferenzialità e l'altra invece ti permette di giocartela, di provarci, però ti chiede di sporcarti le mani e non offre sicurezza di vittoria, quella dipende da noi.
ciao, silvano.

NoirPink - Modello PANDEMONIUM ha detto...

"Questo significa davvero che la signorina Carfagna di buono sa fare solo una cosa". Se quella "cosa" è quello che penso io... 1) Non è ancora sicuro che l'abbia fatta (né a Silviuccio né ad altra persona). 2) Ancora meno sicuro è che la sappia fare bene, tanto da meritarsi quel "di buono". Vista la sua incompetenza, ne dubito assai.

NoirPink - Modello PANDEMONIUM ha detto...

Anche se con le parole della Guzzanti non sono d'accordo, mi sembra interessante segnalare la sua lettera aperta al Corriere della Sera:
http://www.corriere.it/politica/08_luglio_11/critico_chi_voglio_la_gente_applaude_2c148936-4efa-11dd-932f-00144f02aabc.shtml

Anna ha detto...

@Noirpink, e ja... che l'ha fatta.Sul farla bene ci metterei la mano sul fuoco, visti gli esiti che l'hanno portata dove sta. Tanto di cappello per la sua bravura, se si limitasse a sgambettare in TV, seppur raccomandata.

@Silvano, sono stata sempre dalla parte dei perdenti, visionari, utopisti. Se Uolter ci vuole, così come siamo, credo che siamo pronti. Ma lui ha altre mire, si vanta di averci debellati. Ma credo che risorgeremo....

dario ha detto...

Boh... saro' ingenuo io, ma se un comico sale sul palco e fa ridere facendo satira (cioe' mostrando i difetti di un altro sulla pubblica piazza) non fa niente di male.

Certo, dicono un po' tutti che il contesto era quello sbagliato. Ma caspita, ammettere questo significa ammettere proprio di essere subordinati al Papa! In un Paese "normale" nessuno si indignerebbe di questo.

Non sono affatto sorpreso che si sia trovato un capro espiatorio (nel senso che me l'aspettavo). Sono invece sorpreso dell'indignazione di chi era con la piazza. Se fossi stato li' l'avrei applaudita, alla Sabina! Eccome!
Dice quello che pensa, e che pensano tutti i presenti, e che e' scomodo con il potere costituito.
Perche' indignarsi?

Anna ha detto...

@noirpink,
ho letto e, ovviamente, sottoscrivo.

silvano ha detto...

@Anna: non credo. Vi vogliono tutti in realtà. Ma hai presente la Clinton ed Obama che si sono accoltellati per mesi? Poi uno ha vinto e l'altro non ha rovesciato il tavolo. Bisogna riconoscere vittorie e sconfitte e poi stare insieme perchè il competitore non è la sx massimalista o la sx all'acqua di rosa è pierlui. Obama e Clinton sono l'esempio di come deve funzionare un partito; da noi invece chi vince calpesta chi perde e chi perde si fa il suo micropartitino.
ciao, silvano.

Cesco ha detto...

Mi ha avvilito sentire Nanni Moretti dire che invitare Grillo e Sabina Guzzanti è stato un errore. Ma evidentemente si sta politicizzando anche lui.

dario ha detto...

Ammazza com'e' veloce 'sta discussione.

@Silvano: lo scontro tra Obama e Clinton non e' basato sui temi. Be' si', un pochino si', ma piu' o meno la pensano uguale.

Se proprio vuoi fare un parallelo con la politica Americana, dovresti paragonare la "sinistra alternativa" a Nader. E non mi pare ci sia una gran differenza nei comportamenti. E purtroppo, grazie a "Ualter" non c'e' nemmeno una gran differenza nei risultati politici, nel senso che Nader e' tagliato fuori tanto quanto e' tagliata fuori la sinistra alternativa.

Anna ha detto...

@Cesco, ho fatto la tua stessa riflessione. Con la vecchiaia Nanni si starà imborghesendo.

@Dario, grazie per i tuoi interventi. In effetti anche io credo che il paragone con Obama e la Clinton non regga molto, sarebbe come dire qui Rutellino e Uolter.
Noi siamo scomodi e nessuno ci vuole più, ma parlo di noi base, ché i politici che ci hanno rappresentato nell'ultima legislatura, a parte qualche sporadica eccezione,se sono andati a casa è meglio per tutti.

dario ha detto...

:-) mi sa che smettero' di leggerti. Non c'e' gusto, siamo troppo d'accordo!

silvano ha detto...

GRAZIE A NADER HA VINTO BUSH. E ABBIAMO PAGATO TUTTI. E PARLO DI CENTINAIA MIGLIAIA DI MORTI INNOCENTI. VERAMENTE DI SINISTRA.
@cesco: Nanni Moretti è una persona intelligente ed ha capito che quelli in piazza non fanno paura a nessuno perchè sono un gruppo di pirla.
I girotondi, fondati con quel magnifico discorso da Moretti, hanno prodotto il PD, adesso bisogna crescere e non fare come i bambini che battono i piedi per terra.

Anna ha detto...

Silvano devo allotanarmi dal computer, ti meno dopo.
Il PD? E in cosa è sfociato sto cacchio di PD?

Anna ha detto...

E vorresti dire che l'ultimo governo Prodi lo ha fatto cadere la Sinistra? E vorresti negare che se alle ultime elezioni Veltroni ci avesse voluto,non avremmo perso così ignomignosamente?

silvano ha detto...

@anna:La pappa pronta subito non c'è mai stata. Bisogna farsela. Ma cosa fare uolter che ha una base evanescente? Prima la base, poi la classe dirigente. Un po' di stabilità.

silvano ha detto...

Certo lo spettacolo vergognoso di ministri di sx che la mattina votano i provvedimenti del governo ed il pomeriggio manifestano in piazza contro il loro stesso voto non ha aiutato.

dario ha detto...

Silvano, sarebbe troppo facile per me ribattere che Nader non l'ha voluta lui la vittoria di Bush.
Al massimo possiamo dire che, grazie al fatto che alcuni hanno votato Nader invece di Kerry, ha vinto Bush. Che e', nei contenuti, tutt'altra cosa.
Infatti io darei la colpa al sistema elettorale (e purtroppo quello italiano gli somiglia sempre piu'), che prevede il bipartitismo, cioe' la morte di qualunque alternativa.
Pero', considerare la morte di qualunque alternativa un segno di democrazia mi pare francamente cosa assolutamente sbagliata, e siccome la democrazia mi piace, chiunque tenti di tenere in vita la democrazia, come Nader, mi piace. A prescindere dal suo colore politico.
Se poi consideriamo il colore politico (cioe' Nader pacifista ed ecologista), ci accorgiamo che gli unici due partiti accettabili in America tagliano fuori la stragrande maggioranza della popolazione americana, fondamentalmente (anche se in vero in alcuni aspetti contraddittoriamente) pacifista ed ecologista. Ed un sistema politico che taglia fuori gli ideali della maggioranza della popolazione mi pare non solo poco democratico, ma addirittura ANTIdemocratico.
Inoltre, se e' a causa della scomoda presenza di Nader che i Democratici hanno perso, e' anche per merito della scomoda presenza di Nader che i Democratici sono, seppur di poco, diversi dai Repubblicani.
Infine, caro Silvano, avrai notato che nei programmi di Clinton come in quelli di Obama c'e' un aumento della spesa bellica, il che prova che in caso di vittoria dei democratici non dobbiamo proprio aspettarci una diminuzione del numero dei morti innocenti.

Insomma, contenuti diversi ma logiche uguali a quel che sta avvenendo in italia.

silvano ha detto...

@Dario: nei contenuti è vero nella pratica no: gli inutili voti intercettati da Nader hanno danneggiato i democratici e fatto il gioco di Bush. Anch'io penso che i sistemi elettorali siano discriminanti ma con quelli abbiamo a che fare e non con i nostri desiderata. Quindi? Continuiamo a dire che siamo belli e bravi e democratici e di sinistra e lasciamo a fare a Bush e a pierlui. Così è più bello più puro e possiamo paingerci addosso da mane a sera che lo sappiamo fare benone.

dario ha detto...

Allora, tanto per cominciare renderei un briciolo di dignita' a quel "piangerci addosso".
Se i Repubblicani sono guerrafondai e i Democratici invece sono guerrafondai, chiunque dice qualcosa di diverso e non ottiene alcuna rappresentanza politica fa bene a piangersi addosso, perche' e' la dimostrazione di una ingiustizia subita.
Ma scusa, a te davvero da' fastidio che Berlusconi sia presidente del consiglio perche' e' Berlusconi o per quel che dice e quel che fa? Se lassu' ci fosse, invece di Berlusconi, uno uguale a berlusconi ma con un altro nome... io penso che starei male allo stesso modo.
E allora, se mi dici che centinaia di migliaia di morti innocenti sono stati voluti da Bush io provo pena per quelle centinaia di migliaia di morti, ma se, potendo cambiare la storia, avessimo avuto centinaia di migliaia di morti innocenti voluti da Kerry, credo che avrei provato la stessa pena anche per queste altre centinaia di migliaia. Tu no? Un morto ammazzato da un democratico vale meno di un morto ammazzato da un repubblicano?

Davvero pensi, Silvano, che la storia sarebbe stata diversa se Kerry avesse vinto le elezioni? O se Gore le avesse vinte nella tornata precedente? La scelta tra centinaia di migliaia di morti e centinaia di migliaia di morti, per quanto mi riguarda, ricade mille volte sul piangermi addosso e votare Nader.

Se spazziamo via il popolo della sinistra alternativa, Veltroni diventerebbe uguale a Berlusconi. Visto che (grazie a veltroni) noi non abbiamo piu' nessuno a rappresentarci in parlamento, temo che per un po' dovremo sperare che la sinistra in parlamento continui ad avere bisogno dei nostri voti. Perche' per ottenere i nostri voti deve per forza dire qualcosa di sinistra. Secondo me e' abbastanza semplice. Se quelli di sinistra fanno sentire la loro voce in tanti, a qualcuno verra' pure in mente che i loro voti possono essere utili alla sua causa.

Infine una cosa sui sistemi elettorali. Ce ne sono di diversi, alcuni migliori, altri peggiori. Quello attuale, ad esempio, frutto di un aborto che e' stato definito porcheria dal suo stesso ideatore, voluto da Berlusconi, passato intoccato da Prodi e utilizzato a man bassa da Veltroni, mi pare il meno democratico possibile che si potesse pensare per l'Italia. Con un sistema elettorale dobbiamo avere a che fare, ma mi piacerebbe avere a che fare con uno migliore di questo. Cioe' con uno che desse la possibilita' a quelli che c'erano a Piazza Navona e non solo, anche a moltissimi altri, di essere in qualche modo rappresentati in Parlamento.

silvano ha detto...

@Dario: mi fate apparire come una persona arida, non lo sono (spero). Come ben sai la storia non si fa con i se ed i ma. Forse Kerry non avrebbe fatto la guerra in irak e forse non ci sarebbe stato l'11 settembre. Che ne sai? Che ne so? Il popolo della sinistra si è spazzato via da solo. Io sono di sinistra ma il movimentismo l'ho fatto quando avevo 20 anni, non adesso. L'esperienza politica cambia, cambiano le persone, la storia, i vissuti; mi dispiace non sono uguale a 20 anni fa, mi piace indulgere nel ricordarmi ingenuo ed anche più giovane, ma non sono più quella persona. E' un diritto quando si ha 20 anni di andare in piazza a gridare la propria rabbia. Oggi di giovani ne vedo pochi in piazza, e soprattuto vedo una piazza occupata da nullità ideali, intellettuali da salotto falliti. La sinistra deve crescere, non può pensare di essere semrpe movimentista e basta, deve essere ANCHE movimentista non SOLO movimentista. La sisnitra non ha più 20 anni, ha più di cento anni di storia alle spalle, tante sconfitte e tante vittorie. Io ho già perso e la coazione a ripetere la sconfitta non mi fa godere, non sono Tafazzi. Bisogna crescere e lasciare alla loro deriva inutile i professionisti della protesta e della sconfitta. Poi in politica come nell'esistenza ognuno si comporterà un po' come vuole. Ma io sono stanco di vedere gli altri al governo ed io all'opposizione perenne.
ciao.

dario ha detto...

Certo, Silvano. Forse, se Kerry avesse vinto le presidenziali del 2004 avrebbe ritirato le truppe dall'Iraq. E' anche questa una ipotesi. Forse, se Gore le avesse vinte nel 2000 neanche ci sarebbe andato in Iraq. Anche questa lo e'.
Quindi?
Sai che faccio? Nel 2013, alle prossime elezioni, sempre che il nostro parlamento non decida all'unanimita' che le elezioni in fondo sono una superflua formalita', se saro' ancora vivo, votero' Berlusconi. Chissa' mai, magari diventera' comunista! Anche questa e' un'ipotesi no?

Obama aumentera', rispetto Bush, le spese belliche. Be', non e' proprio sicuro... come prevedere il futuro? Pero' ce l'ha in programma, e quindi forse la probabilita' che lo faccia e' maggiore di quella che non lo faccia. E che cosa l'aumentera' a fare, quella spesa? Boh... magari semplicemente per fare interventi umanitari...chesso'... in Rwanda, per esempio. E' un'ipotesi. Pero' io credo di piu' nell'ipotesi che continuera' la politica guerrafondaia iniziata da Bush.
La storia non si fa coi se e coi ma. Ma la politica maledizione si fa proprio con quelli.
Cioe', ovunque ci sia un voto, c'e' qualcuno che promette di impegnarsi a fare qualcosa e qualcun'altro che gli da' il proprio voto valutando quella promessa. Poi certo c'e' l'eventualita' che quello non mantenga la promessa, oppure che nonostante l'impegno non ottenga niente. E se quel leader muore subito dopo le elezioni? E se si scopre che e' un mafioso anche lui? Ma siamo sicuri che quell'obiettivo e' proprio cio' di cui la Nazione ha bisogno? Ma che facciamo se il nostro voto viene sprecato dando piu' potere alla fazione diametralmente opposta? Domande legittime? Secondo me si', e tutte ben farcite di se e di ma. Senza quei se e quei ma, ti assicuro che non sarei in grado di votare.

Per capire che la guerra in Afghanistan/Iraq ci sarebbe stata comunque non occorre riempire la pagina di se e di ma. Basta aprire gli occhi.
Ma il punto non e' questo.

Stavamo dicendo che Nader ha rubato voti ai democratici.
E tu dici, scusa se sintetizzo: Se non ci fosse stato Nader i democratici avrebbero vinto. Se i democratici avessereo vinto non avremmo avuto decine di migliaia di morti. Di conseguenza la colpa di quelle decine di migliaia di morti e' da attribuire a Nader.
E proprio tu mi vieni a dire che la storia non si fa coi se e coi ma?

In genere 'sta panzana dei se e dei ma si usa per dire che le colpe e i meriti sono di chi le commette e li merita, non di possibili alternative irrealizzate. Bene. La colpa e' di Bush, e io sono d'accordo. Quindi inutile tirare in ballo Kerry e Gore. Inutile fantasticare su che cosa sarebbe successo se si fosse votato Nader. E questo fatalismo portato all'estremo rende inutile perfino votare. Tanto poi, nel futuro la possibilita' diventera' storia e la colpa sara' da attribuirsi a chi l'ha commessa.

Non volevo farti passare per persona arida. Non mi permetto di giudicarti.

Io sarei per una sinistra al governo, se la sinistra fosse in maggioranza. In alternativa sarei per la sinistra all'opposizione, se la sinistra fosse in minoranza. Sarei per una sinistra fuori dal parlamento se la sinistra non ottenesse alcun voto e quindi non rappresentasse nessuno. Siccome non e' cosi', sarei per una sinistra che da' il suo contributo proporzionalmente al suo peso politico, e che ha peso politico proporzionalmente alla quantita' di cittadini che vedono nella sinistra la rappresentazione dei propri ideali.
Ora, questo e' un sistema proporzionale, che ammetto che ha i suoi problemi, per quanto tra le varie alternative e' ancora quella che mi piace di piu'. Non sono cosi' ottimista da pensare ad un ritorno al proporzionale, ma qualunque sistema politico elettorale si scelga, se si tratta di un sistema democratico, deve tener conto delle minoranze, specialmente se si tratta di minoranze pesanti (e, solo io, peso gia' piu' di cento chili). C'e' poco da fare, ma e' cosi'. Un sistema politico che non rispetta le minoranze non e' democratico. Punto.
Poi ci possono essere molti modi per rispettare le minoranze. In un sistema elettorale come l'attuale, ad esempio, si potrebbe fare che gli elettori di sinistra votano Veltroni se Veltroni si assume l'onere di realizzare gli ideali collettivi di quel popolo della sinistra. Non sono un esperto, ma penso che cosi' ci guadagnerebbe Veltroni in numero di voti e il popolo della sinistra perche' tornerebbe ad essere rappresentato in parlamento. E invece no. Veltroni si "piange addosso"... E io corro da solo, e io faccio quel che vogliio. E se non votate me il vostro voto e' inutile. E bisogna leccare il culo al Berlusca e non si puo' offendere il papa, e Napolitano e' intoccabile.... Ma se funziona cosi' e' ovvio che noi, il popolo della sinistra, non appoggeremo mai Veltroni. E tu ci dici che siamo qui a piangerci addosso?

Davvero, Silvano. Non offenderti ne'... e' che mi faccio prendere e finisce che scrivo valanghe di parole molto sentite. Ma non ho affatto intenzione di offenderti!

silvano ha detto...

@Dario: non mi offendo e non mi sono offeso, non ti preoccupare ;-D
L'importante è che anche tu e quelli che la pensano come te(a cominciare dalla nostra squisita ospite Miss Anna), non vi offendiate se e quando leggerete il post che ho appena pubblicato sul mio blog - a differenza di Pierlui io non faccio post ad personam, se devo attaccare qualcuno, inteso come persona, lo faccio direttamente, non lo mando a dire. Anna e Cesco sanno anche che amo il confronto dialettico, anche parecchio schietto e diretto, ma che se non stimo una persona o la considero imbecille non perdo tempo a dscutere, me ne sto zitto.
Detto questo credo che la foga ti abbia un po' preso la mano e tu non abbia letto attentamente l'incipit del mio precendente commento, in particolare sulla questione "se e ma".
ciao, silvano.

silvano ha detto...

@Anna: mi sa che ti incazzi quando leggerai il post, mi son già fumato un contatto. Vabbè m'è rimasto un po' dello spirito della sinistra, la provocazione non mi dispiace.
hola. :-)))

Anna ha detto...

Eccomi.
Lasciare alla deriva inutile i professionisti della protesta, ecco il punto nodale. Io non ritengo che la protesta sia inutile, tacere non serve a nulla. Sono cresciuta, sì, ma gli ideali ai quali mi ispiro sono identici. Se abdicare a quelli e"vincere", significa aderire ad un modello politico che di poco si differenzia dalla destra, mi spiace, ma non posso.Lo dicevo ieri, lo ribadisco oggi, auspico di poter essere rappresentata al governo e di non dovermi vergognare di ciò, perché le mie sono idee nobili di pace,solidarietà, uguaglianza,giustizia, tutela dell'ambiente e dei deboli del mondo.Non mi sentirò mai fuori dal tempo per aspirare a tutto ciò.
Posto questo, non mi aspetto che alcuno abbia la bacchetta magica per realizzarli, ma che io possa sempre gridarli.Il pluralismo è importante, per non cadere nell'appiattimento del modello statunitense, dove le persone vanno a votare in percentuale bassissima e quelle spinte da motivazione di cambiamento sono rarissime.
Su una cosa ti do ragione, caro Silvano, sul fatto che la sinistra alternativa si è trasformata in sinistra da salotto, ma credo che la manifestazione di Roma segni uno spostamento verso una diversa tendenza. Veltroni ci ha azzerati, bravo,ora vediamo dove lo porteranno le su nuove alleanze.Fino ad ora lo hanno portato a perdere le elezioni, a perdere Roma ed a perdere la Sinistra.

dario ha detto...

Silvano... no, no! l'avevo letto, l'incipit, eccome. Ed ora l'ho riletto almeno una decina di volte. Pero' mi sa' che son scemo, perche' non ho capito dov'e' che ho travisato. Mi spieghi?

E ora vado a leggere il tuo post, e a offendermi! :-)

l'incarcerato ha detto...

Cara Anna, io non ce la faccio più a leggere le stesse cose. Che dobbiamo essere pragmatici, che sono tutte utopie le nostre, troppo romanticismo, dobbiamo essere governativi a tutti i costi.
Vieni a leggere il mio post e visiona il filmato, vedrai che
c'è chi ha agito sfidando ogni logica , anche le forze della natura .


ps e comunque gli ideali a cui tutti noi aspiriamo non sono impossibili da realizzare, potrei fare molti esempi. Basta che uno si appassioni alla storia dell'america latina e delle utopie realizzate(poi distrutte dagli USA).

Se non passi non ti chiamo più testa di capra ;)

silvano ha detto...

@Dario: mi auguro tu non ti sia offeso. Quello che volevo dire (temo abbiamo pasticciato entrambi) era che appunto tu dai un po' per scontato che i democratici avrebbero cmq fatto la guerra - semplicemente non lo sappiamo. Bush si sapeva al 100% che avrebbe fatto la guerra e l'ha fatta. Personalmente poi ho dei dubbi anche sull'11 settembre, sarò paranoico ma se le è tirate giù da sè le torri infiltrando gli attentatori: ma è meglio pensare che sia paranoia, altrimenti si va fuori di testa.
Adesso non ho tempo di farlo, ma se sei d'accordo ti linkerei. Sei una persona in gamba.
ciao, silvano.

silvano ha detto...

@incarcerato: ti suonerà strano, ma il mio eroe da sempre è il Che. Il più grande eroe romantico che sia mai esistito. Quest'estate, in vacanza mi rileggerò "Senza perdere la tenerezza" di Taibo. Grandissimo e commovente.
ciao, silvano.

silvano ha detto...

@Anna: ma ti rendi conto che stiamo qui a guardare a chi dei due andrà peggio?

Anna ha detto...

Ecco, allora non buttarlo nel cassetto il CHE, tienilo sempre a mente.

Anna ha detto...

Silvano, ma che cacchio vuoi se il tuo Veltroni ci ha mandati a cagare? :-)

l'incarcerato ha detto...

Mi dispiace Silvano, ma non basta solamente leggerlo oppure come alcuni tatuarselo e comportarsi peggio dei fascisti. Ovviamente non mi riferisco a te , si vede che sei una persona preparata e tollerante.

silvano ha detto...

@anna: ci contavo di non essere uno stronzo fascio.

Anna ha detto...

E su Silvano, anche se sei obnubilato dal desiderio della vittoria tra le fila di Veltroni
:-), sei sempre il benvenuto. Non sei certo un fascio, so bene che i nostri ideali sono comuni e ti considero uno dei nostri.
Quando imbraccerò le armi come il CHE, ti grazierò :-))

dario ha detto...

Silvano, nessun'offesa, non ti preoccupare!
"Scontato" non c'e' niente, perche', come dici tu i se e i ma eccetera. Ma abbastanza prevedibile.
Se mi concedi anche "100%" non c'e' niente. Ma abbastanza prevedibile.
Sai perche' la penso cosi'? Perche' non e' vero che Bush ha fatto la guerra, come non sarebbe stato vero che Kerry l'avrebbe fatta. La guerra l'hanno fatta i marines. Ma non era colpa loro. Loro hanno solo eseguito gli ordini del Pentagono. Ma la colpa non e' neanche sua. Lui (il pentagono) ha eseguito gli ordini delle multinazionali, per mezzo di Bush di cui hanno sponsorizzato la campagna elettorale. Ma non e' nemmeno questo. Il sistema capitalistico globale impone l'accentuazione delle differenze sociali tra chi ha (noi e gli Americani) e chi da' (terzo mondo, asia, medio oriente e sudamerica). La guerra in Iraq e' essenziale per il mantenimento dei complessi equilibri economici che tengono in piedi i nostri privilegi rispetto a quelli del resto del mondo. Questo, a noi (europei e americani) fa piacere, ma non l'abbiamo voluto noi. Perche' gli interessi sono delle multinazionali. E sono loro interessi perche' viviamo in un sistema capitalista fatto cosi' e cosa'. E questo sistema e' fatto cosi' e cosa' perche' e' nostra convenienza che lo sia, anche se non ne conosciamo i dettagli.

E' un discorso che ovviamente non si puo' fare in poche righe, ma alla fine il succo e' che l'economia mondiale sta in piedi grazie al fatto che ci siano disuguaglianze sociali. Talmente disuguali che in alcuni posti subiscono la guerra e noi ne traiamo i benefici senza nemmeno combatterla.
O, in parole ancora piu' povere, l'economia (che si preoccupa della ripartizione delle ricchezze) governa sulla politica (che invece si occupa dell'organizzazione del mondo secondo modelli morali - qualunque cosa cio' significhi).

Ancora piu' terraterra, il mondo sta in piedi perche' chi ha il potere non agisce per cio' che e' giusto ma per cio' che convinene.

Bisognerebbe sovvertire questo sistema, in modo che si bilanciasse il tutto. Che la cina avesse accesso alle risorse, e che non ci fosse bisogno di guerre in medio oriente per vietarle questo accesso.
Questa mi sembra un'utopia, o forse no? C'e' qualcuno in grado di realizzare questo ribaltamento? Boh... forse si' forse no. Ma DI SICURO, e su questo ci metto quel 100% che hai usato tu prima, di sicuro il Partito Democratico Americano non e' in grado di farlo.
Ed e' per questo che, anche se avesse vinto in passato o anche se vincesse in futuro, Gore, Kerry, Obama o chi per essi la guerra sarebbe stata o sara' comunque indispensabile.

O, in altre parole, Obama, che spero vinca, continuera' ad ammazzare innocenti. E non te lo do' per molto probabile, ma per certo. Arriverei anche a scommetterci una birra, se non fosse che poi, bermela, risultera' davvero cosa amara.

Cosa diversa se vincesse Nader (o almeno cosi' dice lui... poi... io chi sono per sapere se e' onesto?). Perche' lui smetterebbe di far la guerra, anche a scapito della Exxon-Mobil, della Microsoft, della Cocacola eccetera... Lui smetterebbe di dare il monopolio dell'energia al petrolio, anche se il cartello dei petrolieri non approverebbe. Magari si farebbero centrali elettriche pulite eccetera eccetera. E, fondamentalmente, e' proprio per questo che Nader non vincera' mai. Pero' io lo voterei lo stesso.

Anche tu mi piaci, e se non fossi gia' sposato lo proporrei a te. Linkami pure, ed io linko te... Ma qual'e' il tuo blog, dei due?

dario ha detto...

Ah, dimenticavo...

Non e' Bush che ha tirato giu' le torri. Sono stati diciannove terroristi islamici, organizzati da Bin Laden, in combutta con il Pentagono, sponsorizzato dalle multinazionali.

Bush poverino ha firmato una carta che gli aveva passato la Condoleezza tra una mano di briscola e un bourbon on the rocks.

enzorasi ha detto...

Totale disaccordo .Non sono scandalizzato dalle critiche al Papa o al Presidente della Repubblica, sono atterrito dai modi e dall’assoluta mancanza di rispetto per la funzione che una persona rappresenta. Che tipo di nazione vogliono veramente Grillo o La Guzzanti? Una dittatura del proletariato da cabaret? L’istituzione della Repubblica e la sua Costituzione come tipo d’ordinamento politico vanno bene alla gran maggioranza delle persone che abitano in Italia? Se no qualcuno mi spieghi cosa sta succedendo: è possibile giudicare chi non ha votato per la sinistra arcobaleno o una stronza puttana o un bastardo magnaccia? In genere non intervengo mai su argomenti di natura politica, dividono, uccidono e basta. Stavolta lo faccio sul tuo spazio, lo spazio di una donna di sinistra ( dichiarato a chiare lettere e mi sta benissimo) che però avalla il grido di “dagli alla pompinara” degno di beghine del tempo andato, che di fatto giudica e critica una donna come avrebbe fatto mio nonno a Palermo nel 1935. insomma e fuori dai denti, una donna deve per forza aver fatto la puttana per diventare ministro soprattutto se non è di sinistra!? Sabina Guzzanti deve ringraziare il cielo a cui non crede. Se l’uomo della Garfagna fosse stato un siciliano lei avrebbe già chiuso la carriera di comica e aperta invece quella di degente ospedaliera ( pompini o no).
Anna, per favore rifletti: quello che è accaduto a piazza Navona può averti reso euforica in un primo tempo come libertaria ironica e scanzonata ma è stato l’inizio della fine per l’unica opposizione possibile in Italia oggi. Tu pensi veramente che i girontondini (sconfessati anche da Moretti), Grillo e i fratelli Guzzanti significhino qualcosa per il popolo italiano tout court? Che quello sia fare politica, avere un’opinione politica? Ho letto le dichiarazioni di Sabina Guzzanti sul Corsera… un delirio livoroso indegno di un artista e di una donna, lo specchio di una persona piena di sé, arrogante superba, una vera FASCISTA, rompicoglioni convinta di poter dire o fare quel che vuole dall’alto della sua grandezza e superiore diversità. Ma è possibile che nessuno della sinistra massimalista si renda conto che è questo tipo di atteggiamento ad aver disgustato la gente? Qualcuno potrebbe pensare che la Guzzanti non è arrivata in alto perché poco pratica di coiti orali e incapace di far godere…Ecco vedi questa è la deriva schifosa cui portano l’odio e l’ignoranza politica: si ragiona di cazzi e di fighe non di lavoro, economia, sicurezza, beni culturali e ambientali, società, vecchiaia, pensioni e futuro giovanile. Ma a chi interessa cosa fa nel letto il ministro Garfagna e come lo fa? A te non può certo interessare, non posso crederev che veramente interessi a qualcuno dei frequentatori del tuo blog. Che sinistra è questa degli snob da salotto buono e puzza sotto il naso? Io, modestamente e normalmente, sto con gli operai della Thyssen di Torino, con i contadini e gli extracomunitari della mia isola, con gli artigiani di Prato, con gli impiegati normali e invisibili di un ufficio qualunque a 1100 euro al mese, con le commesse di negozio della mia città a 450 euro e una strizzatine di tette e muta sennò fuori. Pancho Pardi e Sabina Guzzanti mi fanno una sega e trovo incredibile che ci sia gente disposta a prenderli sul serio; Se la sinistra che conta è questa che fa critica e analisi politica sull’operato di un ministro della Repubblica basandosi su quanti ne ha succhiati e come… questa sinistra non ha speranze per i prossimi 50 anni. Leggi su Rifondazione l’articolo di Piero Sansonetti, quello è un pensare serio e civile, da sinistra. Ciao.

Pubblicato di corsa per non ripensarci e fare il “diplomatico” dopo aver letto attentamente tutti i commenti prima del mio

Anna ha detto...

Oddio, sti due si sposano impunemente sotto i miei occhi attoniti.

Anna ha detto...

@Enzo,
apprezzo il tuo intervento,proprio perché so che non commenti post politici.
Ribadisco anche a te che non ho nulla contro chi fa i pompini, ci mancherebbe. Non me la prendo neanche con chi, facendo i pompini, fa carriera in tv o negli uffici pubblici e privati.Non perchè ritengo che questo sia giusto, ma perchè anche io mi sono rassegnata da anni al fatto che il mondo gira così. Ma me la prendo e mi incazzo se questa pompinara diventa ministro della mia Repubblica. Tutto qui.
In quanto allo scollamento della Sinistra dalla base, ne ho discusso a lungo su questi siti e ne sono amareggiata. Anche io sto con i deboli, da sempre. Per questo divento una belva se una cocotte, o un deficiente come Alfano, o un Tremonti creativo e così discorrendo arrivano a governarmi solo perchè vassalli più o meno proni davanti al padrone dell'Italia.
Ribadisco che auspico anche io una sinistra alternativa che costruisca, ma non mi sento di condannare la piazza, MAI. Perchè la piazza sono io, tu e tutti noi.

Ciao, presto tornerò a parlare di me, con i post che preferisci :-)

dario ha detto...

Enzorasi. Non posso parlare per Anna, ma a me non turba che la Carfagna faccia pompini a Berlusconi. Quel che mi turba e' che sembra essere proprio per quel motivo che la signorina sia stata scelta come Ministro della Repubblica, per giunta delle Pari Opportunita', e non per manifeste capacita' di azione su quei temi, come ci si aspetterebbe.

Anna ha detto...

E vabbè, Dario, rispondiamo in contemporanea la stessa cosa.
Sposiamoci io e te ;-)

dario ha detto...

mmmmmmmmh....

...okay dài, sposiamoci!

digito ergo sum ha detto...

può sembrare illogico ma, in realtà, rientra nella logica delle cose. gira così, il fumo... cosa vuoi farci... è la carfagna ;-)

dario ha detto...

Anna, visto che ci sposiamo, posso linkare anche te al mio blog?

silvano ha detto...

@dario: anch'io sono già felicemente sposato, ma c'è sempre il divorzio come ultima risorsa, per quanto una relazione clandestina! Sul discorso delle multinazionali e del loro potere interno agli Stati Uniti e a livello globale c'è poco da discutere, basta guardare. Gore Vidal ha detto tempo fa che il Presidente degli Stati Uniti in realtà non conta più niente ma è potente solo perchè e un "WarLord". E' tremendamente vero e noi siamo i suoi vassalli. In assoluto quindi la libertà non è possibile bisogna aspettare che il sistema faccia crack, sarà una tragedia, ma crack lo farà di sicuro. In questo l'analisi marxiana è più che mai attuale. Credo che nonostante quest'analisi apocalittica sia per noi importante all'interno delle provincie dell'impero avere un governo che non sia suddito su tutto. E' inimagginabile un Governo contro in questo scenario.
Ok, basta mi son depresso. La geopolitica mi ha ricordato quanto sia inutile il nostro chiacchiericcio.
ciao, silvano.
P.S. entrambi i blog sono miei, quello principale è 31canzoni.

Anna ha detto...

Certo, DEVI.
Mo ti linko pure io, e fra un po' ti dò un lavoro ed un'età :-))

http://miskappa.blogspot.com/2008/07/vi-ho-dato-un-lavoro-e-unet.html

♥gabrybabelle♥♥ ha detto...

[[Spodestiamo Uolter, rimandiamo Rutellino dalla Ratzy]]E perchè non...metterli tutti in un'unico cesto e poi....rotoliamoli giu dalla montagna.
Ormai il gioco politico di questa sinistra(??SINISTRA??)Sè capito bene.La Carfagna invece di offendersi faceva prima a farsi i az..i suoi visto che è ANCHE stata la causa per cui anche Madame Berlusconi(leggasi Veronica lario)ha DOVUTO uscire dal suo silenzio atavico, a suo tempo,affidandosi alle pagine di repubblica per non passare da Cronuta e mazziata.Tutti contro la YESPICA MA ERA LEI LA PIETRA DELLO SCNADALO,naturalemente sapendo a quali mire stava lavorando(mire da ministra per il governo prossimo che hainoi s'è avverato) s'è ben guardata di dire la verita' lasciando accusare l'altra ragazzotta,lei deve passare per santerellina..tze..tze..tze..
gabrybabelle

silvano ha detto...

@Enzorasi: grazie un alleato. A volte mi sembra di essere un extraterrestre.

Anna ha detto...

Ossignore Gabry, sei informatissima.Della Iespica so solo che una volta Finazio mi aveva dato bonariamaente della Iespica e io mi incazzai :-)

Anna ha detto...

Silvano, guarda che da extraterrestri siamo trattati noi, anche da voi...grrrrrrr....

silvano ha detto...

@anna: tu non sei un'extraterrestre, ti piace discutere ed anche un po' provocare. Ti capisco e mi capisci. Oh my god...mi rendo conto che dopo dario sposo anche te! Un miglioramento cmq!

l'incarcerato ha detto...

Dario ha detto praticamente tutto, il succo è che in questa globalizzazione i governi sono delle semplici marionette guidate dalle multinazionali. Allora volete capire si o no che il meno peggio non esiste!

Non a caso ho voluto parlare nel mio blog della guerra del Kossovo fatta da Clinton e appoggiata dal governo D'Alema.
E non a caso è stato il governo di centrosinistra a introdurre la flessibilità , a privatizzare quasi tutto ecc ecc.

Bravo Dario!

ps silvano non sei un extraterrestre, il pd e pdl sono i maggiori partiti, siamo noi che siamo diventati degli ectoplasma. Ma alla fine, se ragioniamo, le minoranze hanno cambiato il mondo...

silvano ha detto...

@l'incarcerato: è vero le minoranze hanno cambiato il mondo. Ma quelle piccole, molto piccole, in ultima analisi delle elite. Se permetti Grillo and co. non sono un'elite.

guglielmo ha detto...

Avevano già pronta l'artiglieria pesante (leggi tiggiquattro) e poi una mano gliela diamo sempre anche noi...
Si doveva star zitti? Neanche per sogno, ma attacchiamone almeno uno per volta (non bastava Silvio?)

Alligatore ha detto...

Ciao Anna. Chiedo asilo sul tuo blog, perchè su quello dell'amico Silvano non posso più stare (se parliamo di musica tutto bene, ma se parliamo di politica rischiamo di rovinare definitivamente l'amicizia). Ho letto con interesse questo scambio vivace ma civile di battute, però nell'analisi di una parte e dell'altra manca un elemento fondamentale: sia nell'elezione di Bush, che nella vittoria dimezzata di Prodi, hanno giocato in maniera determinante alcune cose poco chiare, mai dimostrate, ma pesanti per chi crede, come il sottoscritto, che la democrazia sia una cosa seria. Mi riferisco a certi presunti brogli nello stato governato dal fratello del Presidente Usa uscente, e a quella strana trasformazione di schede bianche in azzurre nel nostro paese (avete visto i film di Deaglio?). Ripeto, sono solo supposizioni (ben supportate da film, indagini giornalistiche ecc, alle quali credo molto), ma vi chiedo per un attimo di abbandonare le proprie certezze e idoli elettorali e di pensare ad un Gore al posto di Bush in questi anni (senza quello scherzetto, avrebbe vinto Gore, non diamo la colpa a Nader, per favore non scordiamoci della storia recente), vi chiedo di pensare ad un Ulivo con la forza elettorale che aveva nelle precedenti elezioni (vi ricordate quanti presidenti di Regione aveva il sire?). Vedrete che i conti non tornano.

silvano ha detto...

@Alligatore: non mi fare peggio di quello che sono. Sai che sei sempre il benvenuto. Anche se non si parla di musica, tu sei sempre il benvenuto.
ciao, silvano. ;-DD

Nemo ha detto...

Non c'è che dire: l'Italia (purtroppo per noi e per fortuna per il resto del mondo) è unica. Queste cose capitano solo qui... e all'estero sono sicuro che se la ridono alla grande.

Fra ha detto...

ma la Carfagna non ne azzecca proprio nessuno, ma alla prossima mandano un bomba al padre che non è riuscito ad imbrigliare l figlia.
Mah sono sempre più perplessa

l'incarcerato ha detto...

Silvano, per una volta concordo con te! Grillo e Co non sono nulla! Certamente non ci rappresentano, e per fortuna...

silvano ha detto...

@incarcerato e p.c. Alligatore: discuti, discuti, sbatti il muso, incazzati, ridiscuti ed alla fine ci si spiega. Il punto come hai ben sintetizzato non è la fine della sx radicale, ma la sua riorganizzazione. Quello che cercavo di spiegare (male x carità) è che il punto focale dev'essere di non sbagliare la via (vedi affidarsi a grillo, di pietro ecc.) e ritrovarsi in un vicolo cieco. A me un leader che piacerebbe tantissimo sarebbe Nicky Vendola, terribilmente in gamba ed anche carismatico. Ma sicuramente ce ne sono anche altri.
Hola, buona notte.
silvano.

Anna ha detto...

O mammamia! Son contenta che si discuta in casa mia mentre non ci sono. Avete almeno preso qualcosa da bere? :-)
@ Aligatore, vieni quando vuoi da me, qua gli animati scambi di idee sono all'ordine del giorno.
@Silvano, io non ho capito da che parte stai,non perché si debba per forza stare da una parte, ma perché non riesco a capire se tu sei per il PD di Veltroni o per una Sinistra alternativa organizzata. Vendola non mi pare che abbia tutto sto carisma. A me piace Ferrero.

P.S. Grillo non piace neanche a me......

silvano ha detto...

@Anna: io credo ne pd: casa anche della sx radicale. Si entra e ci combatte per le proprie idee e si accettano le regole. Troppo comodo stare fuori a fare i liberi battitori che sa tanto di qualunquismo.

Anna ha detto...

Cioè si sta alle regole di Veltroni? No, grazie.....
E credo di poter rispondere a nome di tutta la sinistra radicale.
Io credo in una Sinistra rifondata e riformata che si ispiri ai valori storici della sinistra e che, soprattutto, possa rappresentare la classe dei lavoratori e delle persone oneste.
Veltroni non può dettare le regole, se vorrà dialogherà e si collaborerà.
Da domani inizierò una serie di post intimisti che tutto sto parlare mi ha seccato la gola :-)

silvano ha detto...

ok. Io non sono Veltroni e tu non sei la sx radicale. Fortuna o sfortuna chissà.
Ti annuncio che d'ora in poi continuerò a leggerti ed a commentare, ma almeno per un po' basta polemiche sulla sx. Sono andato a rileggermi i commenti di questo e del penultimo post (quello di raz heil) e, parlo per me perchè degli altri non mi permetto, sembro un disco rotto che dice sempre le stesse cose. Per cui prima di sfracellare i cabasisi (amato montalbano) al mondo, mi limiterò. Basta polemiche su questi temi.
A kiss a te ed un saluto a tutti.
silvano.

Aborigeno ha detto...

"o con noi o con la piazza"
io trovo questo commento di Veltroni a tutta la vicenda davvero ripugnante.
L'Italia non ce la farà mai!

holden ha detto...

Interessante discussione.
Anna cara, ricordati di comprare il radicchio rosso, e fatti dare il resto, e soprattutto non fermati prima "all'Osteria del vicolo scuro" se no poi esci senza un euro e poi chi lo compra il radicchio? ciao buon sabato

dario ha detto...

uhm... sinistra radicale o veltroni?... uhm... DiPietro o Grillo? uhm...

Secondo me i valori della sinistra sono chiari ad Anna e a Silvano come sono chiari a me, e a qualche milionata di persone, qui in italia.

Ma a chi affidarsi? A Veltroni che non e' certo di sinistra? Oppure a Di pietro che non e' mai stato di sinistra ma e' il piu' di sinistra che c'e' in parlamento adesso? Oppure a Bertinotti che ha perso perche' si e' presentato anche se era impresentabile?

Personalmente, dovessi votare domani, voterei Di Pietro, perche', anche se non e' dichiaratamente di sinistra e' cio' che somiglia di piu' a quel che penso, tra quelli che si presenterebbero alle elezioni. Certo non votero' Santanche', non votero' Bossi o Berlusconi o Veltroni.

Voterei Grillo? No che non lo voterei, sicuramente no finche' non si presentera' alle elezioni, cosi' come non voterei la Guzzanti se non si presenta. Voterei Di Pietro perche' si presenta.

Mi fa schifo? Boh... non mi fa poi tanto schifo.

Ma scusa, non eri proprio tu Silvano a dire che non si deve fare troppo gli schizzinosi? E allora perche' non di Pietro. PErche' e' fascista? Ma in che senso fascista? Mi sembra molto piu' fascista, in questo momento Veltroni. Certo Grillo mi sembra meno fascista, ma non e' una opzione. Certo faresti lo schizzinoso anche con lui.

Non lo capisco. La "sinistra radicale" ha perso perche' fa troppo la schizzinosa. E adesso invece quelli come te che credono nel PD dicono che Grillo non lo vogliono, che Di pietro non lo vogliono, che la piazza... o con me o con la piazza. Ma proprio volete un Veltroni dittatore? boh!
I fascisti votino Berlusconi, gli altri votino Veltroni, e chi non e' d'accordo fuori dal parlamento. Ma che senso ha?

Il bipartitismo non mi piace, ma puo' avere senso se chiunque e' mediamente rappresentato da uno dei due partiti.

Guarda, io lo voterei proprio a manetta Veltroni, se lui solo si facesse promotore dell'ideale di sinistra. Anche se mi fa schifo.

Ma sfortunatamente non lo fa, e allora preferisco affidarmi a Di Pietro, che sara' anche fascista, ma mi accetta per quello che sono, almeno.

Artemisia ha detto...

Interessante discussione!
Anna e Dario, vi vedo proprio bene insieme :-)

Anna ha detto...

Vabbè @Dario,
io ho cercato di dire che l'unico capo della sinistra che vedo al momento, carismatico e capace, mi sembra Di Pietro. E tutti a darmi addosso, ché quello è fascista. Ed io ho risposto assolutamente come te: che mi frega se è fascista? Se vuole le stesse cose che voglio io, a me sta bene.Poi parlano di veterocomunismo.La risposta che tu hai dato a Silvano gliela avevo già data io, non ricordo più dove, se da me o da lui. Sti PDellini conservano il peggio dei veterocomunisti, unito ai "ma sì, ma anche".
Secondo me sono loro, poveretti, ad avere le idee poco chiare. Se solo capissero che la sinistra non è quella e che insieme la si può ricostruire. Il modello di Zapatero lo abbiamo. Quella è vera sinistra moderna.Io quella vorrei.

@Arte, sì,io e Dario parliamo all'unisono. Pensa che su 'sta cosa di Di Pietro mi trovo in disaccordo persino con L'Incarcerato, che è la mia anima gemella.:-)

Anna ha detto...

@Silvano,
uè, non ti arrabbiare, ti stimo sempre tanto, anche se inneggi al PD :-))

silvano ha detto...

Ti stimo anch'io "compagna che sbaglia". ;-P

Finazio ha detto...

Per le pari opportunità la ministra ha voluto citare sia il padre che la figlia, dimenticandosi però la madre, la sorella ed il fratello.

dario ha detto...

Uhm, il padre, la sorella e il fratello li conosco, ma la madre? Chi e' la madre dei Guzzanti?

Silvano. Scusa di nuovo, solo adesso, rileggendo il mio messaggio, mi sono reso conto che mi sono di nuovo lasciato prendere un po' troppo. Ti stimo anch'io.

Anna, Sono d'accordo che sono loro a non avere le idee chiare, ma sai qual'e il problema? Che noi dobbiamo per forza fare i conti con loro, loro invece possono evitarlo. Anzi, l'hanno gia' fatto con mossa astuta, sottile e disonesta di Uolter "Corrodasolo" Veltroni.

E poi, in fondo, per governare, purtroppo, non e' mica una bella caratteristica quella di avere le idee chiare. Ad esempio, a giudicare dai fatti, mi pare che neanche a destra abbiano le idee chiare, eppure governano a gonfie vele no?
Forse la soluzione non e' un governo Zapatero-like. La soluzione e' metter su' qualcuno che faccia qualcosa. Qualsiasi cosa, non importa se di destra o di sinistra. Diciamo una cosa pescata a caso... chesso'... oggi prendiamo le impronte ai peruviani... domani facciamo una legge che blocca i processi agli imbianchini, dopodomani tagliamo le spese di manutenzione delle funivie. E' cosi' che si governa l'Italia!
Ma Veltroni non sembrerebbe nemmeno in grado di fare questo. Eppure lo votano!

Fabioletterario ha detto...

Guarda, che i nosti ministri non abbiano mai brillato di luce propria è noto, ma con la carfagna abbiamo raggiunto il punto più basso...!

Anonimo ha detto...

candidatevi voi, no?

dario ha detto...

'a Ano'!
Io non cio ho mai capito un cazzo di calcio, eppure, quando facevo il pendolare in treno, ho sempre notato i compagni di viaggio parlarne al lunedi'.

Immancabilmente c'era quello che si scandalizzava per la cattiva performance del tal campione che, sbagliando un goal facilissimo, aveva fatto perdere la partita.
Ed immancabilmente c'era quello che difendeva il tal campione con argomenti tipo che tutti si e' umani, che era reduce da convalescenza, che essere campioni e' una responsabilita'.... insomma, prova tu ad essere al suo posto, vediamo se sai fare di meglio!

E' indubbio che il difensore del tal campione ha ragione, ma e' altrettanto indubbio che ne ha pure quell'altro.
Siccome io non sono tecnicamente bravo come chi critico allora non sono autorizzato a criticarlo?

Be', a sentire Anna io sono un veterinario. Si provi Berlusconi a fare un intervento a cuore aperto ad un cane e, quando il cane esce dalla convalescenza si' che mi si puo' dire "vai tu a fare il presidente del consiglio, adesso!" con tono di sfida. Nel frattempo credo di avere tutto il diritto di criticare l'operato del Merda.

AnnA ha detto...

Dario quanto sei permaloso e soprattutto inutilmente prolisso.
Pur non essendo pro Berlusconi è matematico che chiunque di noi sia merda per qualcun altro. L'ano ce l'hai anche tu!

Anna ha detto...

Questi anonimi iniziano a stancarmi sul serio.

Anonima del menga, cambia almeno nome e non usare il mio.
La sola idea che possano scambiare le tue parole per mie mi fa rabbrividire. Se commenterai ancora con il mio nome di cancellerò.

AnnA ha detto...

Altro che menopausa, adesso non posso usare il mio nome perchè è lo stesso che hai tu? Veramente avevo scritto AnnA per distinguermi, fatti curare dal tuo amico psichiatra. Teruna del menga. AnnA (quella sana di melone)

AnnA ha detto...

Chiedo scusa per il teruna del menga, mi è scappato proprio come nella prefazione del tuo blog. AnnA (sana)

Anna ha detto...

Anonima,
il terrona lo accetto di buon grado. Sono orgogliosa e felice di esserlo.

Mi hanno tolto l'utero già da qualche anno, quindi sulla menopausa non so cosa risponderti. Non so se già ci sto o meno. Comunque, se la cosa ti conforta, mi sento bene e non ho disturbi.Dopo aver molto sofferto.

Ora una domanda, da persona insana a persona che si dichiara sana: come mai imperversi così tanto in questo blog? Se mi ritieni persona di poco conto, perché continui a visitarmi?

AnnA ha detto...

Imperversare è esagerato per un paio di commenti e la tua domanda è alquanto banale e tendenziosa, datti la risposta che più rimpolpa la tua autostima. Dopo tutti i dettagli personali inopportuni ma efficaci per far presa sul tuo pubblico, mi sembri più che mai una comare, pettegola e spietata pronta a piangere su sè stessa all'occorrenza. Fatti illustrare la sindrome dallo psichiatra amico tuo. Buona notte. AnnA (sana)

Anna ha detto...

La mia autostima non può essere rimpolpata perché è già sconfinata.
Per cui piangere su me stessa non è mio costume. Non scrivere più perchè da questo momento sarai cancellata. E ricorda che gli ospedali psichiatrici sono pieni di persone che si dichiarano sane di mente.

dario ha detto...

AnnA (quella con la maiuscola finale, intendo)
Vada per l'inutilmente prolisso, ma permaloso... perche'? Boh!
Ti chiederei per un minuto di focalizzarti sul mio messaggio precedente e di notare quei pochi ma significativi pixel che costituiscono l'apostrofo dopo la parola Ano. Quell'apostrofo sottintende una liaison del resto della parola. Cioe', non si tratta di "ano" inteso come buco del culo. Giammai mi permetterei! Si tratta invece dell'abbreviativo di Anonymous. Se tale anonimo si fosse presentato come Gianni, Mario, Filippo o Piero l'avrei chiamato Gianni, Mario, Filippo, Piero oppure con simpatici abbreviativi come Gia', Ma', Fili', Pie'. Presentandosi come anonymous credo che non si possa lamentare di Ano'. Tra l'altro l'apostrofo funge anche da accento, rendendo anche la fonetica della parola di molto diversa. Mi stupisco che tu, AnnA, abbia confuso le cose.

AnnA (sana) ha detto...

Dario, ammetto la svista, ma non il sospetto che il gioco di parole avesse anche scopo diverso, già letto e riletto. La mia era una battutina che si legava bene al lemma finale del tuo commento.
Quel fiume di parole sembra la risposta ad una pungolaturai cui il permaloso non sa resistere.
Non stupirti più di tanto, non sento la necessità di dire chi sono, cosa faccio, la mia anamnesi etc, sono umana quindi sbaglio. E qualche volta mi correggo pure. Ciao Da'. AnnA (sana)

dario ha detto...

AnnA. Il tuo sospetto e' legittimo, per carita'. Certo che l'unica cosa che posso fare io per convincerti che e' infondato e' di dirtelo. Se ti va bene e' cosi', se non ti va bene e' un tuo problema.
Ammetto l'eccessiva lunghezza dei miei commenti (quando ho qualcosa da dire che io giudico interessante). La logorrea e' un mio difetto. Nessuno e' perfetto, tu che hai? Le gambe storte? Oppure il labbro leporino? Io ho la tendenza a scrivere troppo. Sembrera' incredibile ma giuro che tento sempre di essere il piu' conciso possibile, senza pero' ridurre il valore semantico del messaggio.
Vorrei puntualizzare inoltre che non era mia intenzione nemmeno criticare la volonta' degli anonimi di rimanere tali. Certo mettere un nome, per quanto inventato, potrebbe risolvere ambiguita' non volute, ma sono solo fatti loro.

Per quanto riguarda il finale del mio messaggio incriminato, invece, il nomignolo "il Merda" e' riferito a Berlusconi, e non a chi l'ha votato. E non e' nemmeno farina del mio sacco. E' un nomignolo abbastanza diffuso per Berlusconi.

AnnA (sana) ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anna ha detto...

Dario,
ti prego di non offrire più spunti di conversazione all'anonima che, non essendo gradita nel mio spazio, sarà censurata.
Potrete continuare il vostro confronto nel tuo spazio o dove vorrete voi.

dario ha detto...

Per carita'! la smetto subito!

dario ha detto...

Cheppalle!

Anna ha detto...

Dario, si stancherà prima o poi.
Se non si stanca, è perchè, tutto sommato, ci ama e non può fare a meno di noi :-)

dario ha detto...

E' sempre bello essere amati :-)