domenica 25 gennaio 2009

Grrrrrrrrr...............

Oggi avrei voluto parlare di altro, lo farò, ma una priorità mi fa prudere i polpastrelli. Con mio grande rammarico, sono costretta a parlare di tette. Nulla sapevo della ragazza che imperversa nella casa de Il Grande Fratello, proprio nulla. E non me ne sarebbe potuto importare di meno, se non che, qualche mattina fa, seguendo come sempre il mio (ex)adorato Enrico Vaime su La7, vengo a scoprire che una tal signorina, che imperversa in tv, dispone di seni enormi, smisurati, ridicoli. E Vaime non le risparmia battute sarcastiche: avrebbe bisogno di un condono edilizio, non riesce a guardarsi la punta delle scarpe, e così discorrendo. Come detentrice frustrata di seno grande, incuriosita, cerco la signorina su internet e mi imbatto, dopo una serie di scritti sullo stesso tono di quello di Vaime, alcuni molto più pesanti, sulle sue foto. Sarà perchè son abituata a vederlo tutti i giorni allo specchio, comunque, trasecolo: a me 'sto seno non sembra smisurato, eccheccavolo! Ma ricordate Pamela Anderson, oppure Ela Weber o la Carmen Russo di antica memoria, come mai su di loro non si fece tutto sto parlare e sparlare? Perché continuare a giudicare una donna dalle sue forme? Ora, se ciò viene fatto da un berlusconiano del cavolo, posso capirlo, ma che venga fatto da Vaime, o anche da blogger che conosco, mi fa arrabbiare non poco. Son stata ragazzina complessata da questo ingombrante fardello e c'è voluto un bel lavoro per cercare di superare scogli che son sembrati insormontabili. Non è piacevole parlare con una persona e vedere il suo sguardo cadere immancabilmente lì, così come non è piacevole sentirsi al centro dell'attenzione. Per non parlare delle battute di spirito che ho letto in questi giorni e spesso ho sentite rivolte alla mia persona. Poi io son riuscita, come per tutte le mie debolezze, a farne un punto di forza. Ma non tutte ci riescono. Soprattutto le fanciulle. Insomma, il mio è un imperativo categorico: piantatela con le tette della signorina in questione e, se proprio non potete far a meno di parlare di lei, giudicatela per quello che dice e che fa.

24 commenti:

rodocrosite ha detto...

Oddio Anna, una che va al grande fratello ha come unico scopo quello di farsi giudicare, della serie: parlatene anche male, ma parlatene. Quindi cosa vuoi difendere?
Comunque è tremendo che le donne vengano considerate soprattutto per l'aspetto esteriore. Chissà ancora quanto dovremo aspettare perché capiscano "chi" siamo, non "come" siamo.
Siamo fiduciose!

sileno ha detto...

Confesso che non riesco a capire a fondo il disagio di avere un bel seno e come simbolo sessuale credo sia assolutamente naturale che un maschio si senta attratto, è nella natura umana.
Certamente la cosa più importante è la persona dal punto di vista del rispetto della sua intelligenza, credo di capire che un seno prosperoso può generare dei complessi, ma anche la gobba o i denti cavallini o una qualsiasi malformazione fisica, (non intendo assolutamente paragonare un seno abbondante a una malformazione)
Non vorrei offendere nessuna donna facendo delle valutazioni dal punto di vista maschile.
Non entro nel merito di grandi fratelli o isole dei famosi dove la dignità, mi sembra, si venda tanto al chilo, (opinione mia personale, con assoluta libertà di partecipare a chi vuol farlo)
Rispettosamente
Sileno

LuCa ha detto...

Be, io ho spesso criticato il sneo enorme e smisurato di quella donna.
ma c'è un perchè.
forse non lo sai, ma la suddetta ragazza appena compiuti i 18 anni ha detto di esser passata da una 4 a una 6!
ha inoltre partecipato a VELINE (dove fece di tutto pur di mostrarsi per il proprio seno) e a UOMINI E DONNE (idem).
Ora, finalmente, ha sfondato con il Gf, dove ogni occasione è buona per farsi notare, girando in costrume o offendo il proprio seno alle mani del nonvedente che c'è nella casa, affinchè capisca meglio quanto grandi sono.

Sai anna, a prima vista posso essere d'accordo con te, ma sapendo che lei si è fatta un'intervento per aver quel seno, e per di più lo usa proprio come un''arma' per apparire in tv...bè, non mi fa compassione, anzi.

la signora in rosso ha detto...

il problema non è il seno, è l'esibizione, l'uso mediatico che ne fa.Questa ragazza, vuole a tutti costi sfondare e usa l'arma che possiede...gli uomini giustamente ne sono attratti:è un richiamo sessuale; ma come Vaime (che non ho sentito)probabilmente si sentono tirati in causa con questo esibizionismo e rispondono così-
Questa ragazza ha un blog e (se è lei)si messa tra i miei lettori?!!!???
-Se tu (come me) non sei piatta sai bene,quanto sia difficile convivere,basta una maglietta un pò più attillata per farti apparire diversa da quella che sei, per questo ci vuole una giusta misura nel farsi vedere-
NB odio il grande fratello

Elsa ha detto...

ciao cara,
grrrrrrrr io evito acuratamente di entrare in certe case:))

stella ha detto...

I miei pensieri sono identici a quelli della signora in rosso.

Ciao Anna

Saretta ha detto...

tı capısco perfettamente. glı uomını ın strada, glı "amıcı", ı compagnı, perfıno alcunı ınsegnantı!!!
ma dıcıamo che pra cı scherzo sopra pure ıo...

per quanto rıguarda quella ragazza proprıo non mı sfıora neppure... puo anche averne 3 per quanto mı rıguarda, tanto é quello che desıdera....

silvano ha detto...

Anna hai pienamente ragione, ma la signorina in questione che cosa propone? Che cosa propone la tv berlusconiana da sempre? Che cosa pensa il presidente del consiglio delle donne? Della loro funzione? Ne ha anche fatta una ministro.
Pure io non ne sapevo nulla, non guardo le cagate tipo grande fratello, ma me la sono ritrovata su Repubblica!
Ci sono i barbari sulle colline intorno a Roma e tutti fanno finta che tutto vada bene: culi e tette a gogò.

Nemo ha detto...

Ma la ragazzuola in questione non faceva la cubista? Almeno da quello che ho sentito alla radio (sempre che io abbia capito bene). Fortunatamente non vedo il grande fratello. Preferisco viverlo per come ce lo stanno cucendo su misura qui in Italia. Il vero grande fratello orwelliano, però. Anzi, consiglio la lettura di '1984', più che mai attuale, purtroppo.

Anonimo ha detto...

"Insomma, il mio è un imperativo categorico: piantatela con le tette della signorina in questione..." Allora parliamo delle tue!!!!!

NADIA ha detto...

HOLA ANNA!!
Sono d'accordo con te quando dici di giudicare le donne dal cervello e non dalle tette, ma una che va al G.F o in questi reality, non è che abbia più di quello.......la signorina in questione non mi pare un fulmine di genio, tutt'altro e oltre quelle non ha altro!!!
Purtroppo, vogliono tutte sfondare nello spettacolo e in questo mondo un pò troppo maschilista sono le tette che vanno per la maggiore!!!
hasta siempre!!!!

oscar ferrari ha detto...

qui c'é da distingere, un conto è fare dell'ironia sulle tette grosse al naturale, un altro se sono il risultato di un'operazione chirurgica

Cesco ha detto...

Credo che le tue critiche debbano essere portate più verso gli autori di quell'insulso programma e alla signorina stessa in questione, che non ho mai visto e che non andrò certo a guardare ora che so che ha un seno grande, anche perchè se proprio voglio un pò di pornografia non devo certo accendere il televisore e sintonizzarmi con gli abitanti del "viva lo squallore della TV". Detto questo, la signorina in questione è lì per mettere in mostra le sue doti, che siccome si trova in quella specie di ricovero per ritardati mentali del grande fratello (con questo ovviamente includo anche gli spettatori di tale munifico programma) non è certo la sua intelligenza. Il problema, un tempo solo al femminile (e che invece ora riguarda pure il nostro sesso grazie all'apparizione di personaggi talmente inutili da far rabbrividire), dell'essere denigrati dopo tanti anni di lotta per l'emancipazione della donna, del non essere considerate gusci vuoti fatti di tette e culo, da queste signorine che hanno consumato molto le ginocchia per essere lì ed avere il loro momento di notorietà, è davvero avvilente. La soluzione sarebbe mandare a fare in culo questi personaggi pittoreschi e dei quali l'umanità intera non soffrirebbe per la dipartita tramite la pressione del tasto off del telecomando. Il fatto però che simili programmi esistano ancora, significa che le persone imbecilli che si sbomballano il cervello guardando una decina di idioti che fanno gli idioti per l'audience, sono davvero tante. E' la legge del mercato: gli idioti sono di più, quindi gli sponsor si rivolgono a loro.

silvio di giorgio ha detto...

anna, il punto non è che abbia le tette grosse: il punto è che aveva già una quarta di suo e poi le ha gonfiate fino alla sesta. un'operazione commerciale che la qualifica in pieno. poi l'ho anche sentita parlare...non aggiungo altro...

La Mente Persa ha detto...

Sono in accordo con Oscar e Silvio.
Questa ragazza ha un aspetto piacente, ama mostrarsi e si è gonfiata il seno per una PURA OPERAZIONE COMMERCIALE.
Lei attira su di se certe battute e le gradisce. Significano successo.
La Signorina mi fa riflettere su quanto poco occorre per costruirsi un personaggio in televisione al giorno d'oggi.
Gio

l'incarcerato ha detto...

Non conosco questa ragazza, però ora Anna tu mi hai incuriosito. Immagino che sia una ragazza che voglia esibirsi e basta, quindi è naturale che sia esposta a battutine varie, lei lo saprà e forse gli farà anche comodo.

Discorso diverso alle donne come voi, e vi capisco perchè noi uomini abbiamo una natura molto animalesca, ma per fortuna alcuni di noi sono dotati anche di raziocinio e serietà.

Ciao!

zefirina ha detto...

mi accodo al giudizio di alcuni non credo il problema sia la misura delle tette della signorina in questione ma il fatto che se le sia aumentate ulteriormente!! ora di già una 4 mi sembrerebbe accettabile (e a volte ingombrante, parlo per me) ma addirittura farsi una 6!!!!

per il resto dato che anche io non frequento certe case...non so che dire!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Il tuo ragionamento non fa una grinza o meglio non lo farebbe se non fosse che per quel poco che ho visto e capito credo sia meglio non giudicarla per quello che dice e che fa perché il livello come diceva Pazzaglia é bassino; poi da immagini che ho visto della casa fa di tutto per mostrare quello che ha quindi é lei che gioca su quello per far parlare di sé;ammetto che non seguo il programma quindi se alle tre di notte parla di Kant e di filosofia non lo so ma ne dubito... Aggungo, stupidi gli italiani che la seguono ed aprono gigantesche tavole rotonde per parlare di quanto sono grosse se sono vere o rifatte ecc... Ehm pure tu sei finita per parlarne alla fine lol :-))) Ed io a rispondere lol

Ciao!
Daniele

cristiana ha detto...

Anna, Vaime,anche per quanto mi riguarda, è un ex.
Si è imbolsito,è caustico ,ma stradatato.
Benedette le donne con due belle poppe!
Cristiana

intrigantipassioni ha detto...

... io proprio non voglio giudicare.
Sento parlare di lei ovunque...
Mi sa che, per quanto mi riguarda, il problema e' proprio quello che dice....

Artemisia ha detto...

Anch'io avrei preferito continuare a non sapere nulla della ragazza del GF, ma quando ho visto che hai messo Marghe con il bazooka mi sono detto: "Oddio, chi ha fatto arrabbiare Anna?"
Mi fermo a quello che scrive LuCa e non aggiungo altro.

Gatta bastarda ha detto...

seno grande o seno piccolo (come me) le battute ci sono sempre... gli uomioni non hanno di meglio da fare anche perchè a loro interessa solo quello... mica si mettono a parlare dell'intelligenza delle donne... stereotipi...spesso gli uomini si fermano lì!
poi lo chiamano il sesso forte...

marina ha detto...

in quanto donna con poche tette odio tutte le tettone del mondo. Tranne te
smack, marina

Mammamsterdam ha detto...

Ah le tette, can't live with them, can't live without. Ci dev'essere un problema di svezzamento vissuto male da tutti noi alla base.

Poi Anna, sono anch'io del club, mi sono rovinata la schiena a forza di star curva e nascondermi.

E, Sileno, prova a pensare che ovunque vai e qualsiasi cosa di cui parli, al lavoro, in palestra, in società, un tot di donne non faccia altro che fissarti il cavallo dei pantaloni.

Poi ne riparliamo e vediamo dove finisce la tua spontaneità.

Perché sai, noi donne etero, in genere cerchiamo di comportarci educatamente con l'estraneo, ma non è che gli ormoni e le curiosità non ce le abbiamo anche noi. Le controlliamo, che è diverso.

Sarà per questo che, mi dicono, ci sono tanti uomini che fanno un uso improprio del calzino?