martedì 29 gennaio 2008

Venezia my love

Folle oceaniche in movimento verso i luoghi di tutti. Ne distinguevo la vicinanza dal rumore delle loro parole che rammentavano il fluire di un fiume in piena. Deviavo appena il mio cammino, e trovavo la pace dei siti nascosti e solitari. Bellissimi. I campielli illuminati da un raggio di sole sui muri scrostati, le callette ed i rami bui, i ponticelli umili. Volgevo lo sguardo e ascoltavo l'acqua muta di un piccolo canale. Una gondola scivolava silenziosa, orba di turisti. Un bacaro aperto alla gente del luogo, con le ombrete ed i saporiti cicchetti. Gli anziani che parlavano del carnevale di altri tempi. E il Canal Grande di notte, sul vaporetto finalmente deserto. A prua, infagottata fino all'inverosimile per proteggermi dal vento tagliente che sferzava la laguna,a guardare le facciate dei palazzi ammirati da terra, durante il giorno.Questa è la Venezia che amo, da quando, quindicenne, la scoprii per la prima volta.

Le folle carnevalesche prediligono gli spazi aperti: le chiese ed i musei erano sorprendentemente vuoti. E allora Tintoretto, Palma, il Giovane ed il Vecchio, Tiepolo, Carpaccio, Luca Giordano, Giorgione e tanti altri sono stati solo miei. Ma vi parlerò di Tiziano nel prossimo post, per condividere con voi le mie emozioni.



P.S. Le foto sono orribili davvero, perdonatemi, forse migliorerò. Ne pubblico solo tre, non perchè siano degne di essere mostrate, ma solo perchè ne ho fatto un gran parlare e devo pagare lo scotto della mia spavalderia. Roberto, abbi pietà di me!


12 commenti:

Banana ha detto...

Anna non ti sminuire, le foto sono bellissime e anche voi due siete troppo carini!
Baci bananosi

My funny Valentine ha detto...

Anna, a me le foto non sembrano male... :-) E poi Venezia non potrebbe venir male nemmeno se le foto le facesse un cieco.
Ben tornata! :-)
V

Anna ha detto...

Grazie mi care, troppo buone!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non sembrano neanche a me così terrificanti lol!

Anzi mi piacciono

Ciao
Daniele

Artemisia ha detto...

Bentornata!!!!
Dai, non sono male le foto. Pubblicale piu' grandi pero'! Cosi' non si vede gran che'.
Un abbraccio,

marina ha detto...

Finalmente di ritorno! MI sei mancata.
le foto sono troppo piccole! Io so' cecata!
Ma le parole sono belle ;-)
ciao marina

Roberto ha detto...

Ma che che cosa dici,le tue foto sono stupende,la prima hai dato l'immagine esatta di Venezia.la seconda e romantica,la terza ,be cosa dire una coppia fantastica la tua posa da diva e semplicemente fantastica.
Ciao Anna bentornata un saluto anche a tuo Marito.
Ciao
Roberto

donnigio ha detto...

Annaaaa...dai, ammettilo, le prime due sono cartoline, la terza te l'ha scattata un giapponese!!! ;-) ah ah ah... sono belle foto, davvero!!! Soprattutto la prima...

Cetta ha detto...

Venezia è bellissima, sono andata anni fa e ancora me la ricordo...però, troppa acqua....sigh!! Grazie della visita, torna a trovarmi!:DDDDD

mariad ha detto...

Venezia è una città che lascia sensazioni diverse. Io la ricordo malinconica, mi intristiva pur nella sua indiscutibile bellezza. Anch'io percorsi al gelo la laguna fino a Murano per non perdermi niente, per stampare tutto nella mente. Ma quando andai via pensai che non sarei più tornata, complice forse il tempo inclemete e una nebbia impietosa.
Forse le dovrei dare un'altra chance...
le foto sono belle, grazie

LuCa ha detto...

vi svelo un segreto: abito vicino a Venezia! 20 minuti in bus e arrivo...ogni volta è stupenda: sebbene vada solo a feste, concerti e affini, mi piace anche visitarla tranquillamente, tipico con i miei amici: 'ndemo a farse un giro a venessia?'; Venezia è magica..sopratutto nei posti poco conosiuti dai turisti..

ebalsemin ha detto...

Beh dai le foto vanno benissimo e complimenti per il blog. Molto carino.