martedì 5 febbraio 2008

Roba da pazzi

Sono una persona impavida per alcuni versi, pavidissima per altri. Tra le mille paure che albergano in me, c'è anche quella dell'aereo. Ho il terrore, ma volo lo stesso. Mi tocca. E spesso mi tocca andare a Londra. Le hostess non mi rassicurano molto, parto dallo stupido preconcetto che siano tutte oche, ma è la paura che mi annebbia la mente e non mi fa essere obbiettiva. Quei volti inespressivi mi irritano,non affiderei loro neanche il mio beauty. I piloti, invece, stranamente, mi ispirano fiducia. Quando sento la voce del comandante che augura buon viaggio e fornisce qualche superflua informazione sui tempi dei voli, mi calmo lievemente. Quella voce, spesso calda e suadente, mi fa pensare a uomini forti, coscenziosi, competenti, attenti,vigili. Insomma, cerco di convincermi, mentre sono in volo, di essere in ottime mani. Cosa ti scopro proprio stamattina? Che su un volo diretto proprio a Londra, nella cabina di pilotaggio, è stato girato un video, poi pubblicato su internet. Scenario: hostess gallina , altra hostess gallina, pilota gallo, co-pilota co-gallo; la prima gallina si spoglia, la seconda la aiuta nell'arduo compito, i due Galli (di nome e di fatto, parlano francese) guardano compiaciuti e, visibilmente su di giri, palpano soddisfatti, ammiccando alla camera. Ma dico io, tutto questo mentre siete in volo e le povere paurose come me dormono sonni semi -tranquilli , pensando di essere in buone mani? La prossima volta che salirò su un aereo, dovrò assumere doppia dose di tranquillanti e, forse forse, ci aggiungerò anche una bottiglietta mignon di rhum. Scenderò completamente inebetita, ma almeno le immagini mentali di balletti rosa in cabina di pilotaggio saranno scongiurate. Perchè non vengono a spogliarsi, a turno ovviamente, galline e galli, davanti ai passeggeri? Potrebbe essere un piacevole diversivo, sai le risate, e forse il numero dei viaggiatori potrebbe anche aumentare.

22 commenti:

My funny Valentine ha detto...

Ma Anna, come si fa ad aver paura di volare? Ci sono milioni di modi più certi e più creativi di morire che non schiantati in aereo... :-D
E poi a me questo strip-volo fa venire in mente l'irresistibile accoppiata eros e thanatos, passione e morte, terra e cielo: insomma, tutti gli opposti del mondo...
[Ovviamente parlo con una punta di ironia]
V

antoniovergara ha detto...

gli aerei cadono quasi sempre per errore umano. se i piloti mettono il pilota automatico e nel frattempo si fanno una trombatina non ci dovrebbero essere problemi :-)

Anna ha detto...

Val,se mi metto a razionalizzare, so bene che si muore molto più difficilmente in aereo che stando fermi a casa.
Ma la paura è paura, e fa
novanta :-))

Antò,
il commento al tuo commento lo rimando ad altra sede, dove posso mettere l'iconcina rosa, sai quella che balla? :-))

P@ola ha detto...

Sono stata Hostess
secoli fa
all'Alisarda (ora Meridiana)
http://tusitala.blog.kataweb.it/2007/08/05/ricordi-quellestate-2/#comment-5266

Anna ha detto...

Oddio Paola, perdono, perdono perdonooooooooooo......
Pardon...............
Il link non si è aperto, però.

Roberto ha detto...

il mio primo volo e anche l'ultimo direi,l'hostess mi disse ora può staccare le mani dal bracciolo (lo stavo stritolando) siamo decollati da più di 15 minuti.
Ciao Anna tutto ok sento.
Un caro saluto
Roberto

marcouk76 ha detto...

Che post simpatico. I post che fanno capire un po' di piu` sull'autore sono sempre i miei preferiti.

Io non ho paura di volare, pero` arrivando a Londra c'e` spesso tanto vento e in fase di atterraggio l'aereo inizia a sbandare minaccioso; quello e` l'unico momento in cui ho un po' di paura.

P@ola ha detto...

Perdono di che cosa ?
Io non sono affatto offesa! E di che cosa dovrei esserlo ?
Se vuoi riprovare vieni in giornata sul mio sito e klicca sotto il commento di Sueva...

http://tusitala.blog.kataweb.it/2007/08/05/ricordi-quellestate-2/

P@ola ha detto...

...guarda che basta cliccare sul P@ola in blu...

Franca ha detto...

Eh sì, penso che la prossima volta sarai ancor meno tranquilla...

Anonimo ha detto...

chissà se pure il pilota automatico.....NY

Lele ha detto...

Il diversivo lo trovo simpatico:))
Cmq io non ho mai preso un aereo e la paura é tanta...!Prima o poi dovrò affrontarla.......!Beata te Anna che vai spesso a Londra.......!
Un saluto....!

cristina ha detto...

non c'è che dire....speriamo che il pilota automatico non si distragga!!

Banana ha detto...

Idea: potresti fingere con nochalance di essere anche tu una hostess e andare a controllare se in cabina di pilotaggio tutto procede senza smaialeggiamenti.
baci piovosi
Banana

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Avevo letto che si trattasse di una bufala e di una trovata pubblicitaria ma forse mi sbaglio

Su su Anna bando alle paure, tanto in Italia e con L'Alitalia l'unica vera paura che dobbiamo avere è di non riuscire a volare....

PS: Ho vinto come Miglior Z-Blog Letterario 2008!!!

Grazie per il tuo sostegno.
Daniele

mariad ha detto...

ho visto il video nel blog di antoniovergara. Piloti e hostess mi sembrano molto rilassati, segno che era tutto sotto controllo.
Non credo che abbiano tanto da fare in volo, tutto sommato. Una volta messo l'automatico secondo me i viaggi per loro sono lunghi e noiosi. Con questo nn voglio dire che stessero facendo bene, non è molto morale come comportamento, certo. Ma forse la sicurezza non c'entra.
Io però ti capisco, volare mi mette una tremarella addosso che non che non ti dico. E certo pensare a un equipaggio che se la gode non aiuta...

jochat ha detto...

Sarà pure tutto tranquillo in volo ma cavolo questi pigliano lo stipendio per pomiciarsi le hostess.. perchè non ho fatto il pilota?!

d'io ha detto...

Mica male l'idea dello sogliarello a beneficio dei passeggeri! magari l'Alitalia si potrebbe risollevare anzichè atterrare gli aerei...comunque pare che il video sia una bufala ;) buona giornata Anna
francesc0

francesca ha detto...

in volo ho paura dell'ineluttabile...mi sembra innaturale e non sopporto l'idea di non potermi affacciare:)

Melania ha detto...

Devo dire che non ho alcuna paura di viaggiare in aereo. Mi dà più fastidio la nave (e dire che vivo in un'isola...). Però conosco tanta di quella gente che teme l'aereo... Quindi capisco.

Sì, cara Anna. Ti ricordi proprio bene. E' la fregola (o fregula), piatto tipico del cagliaritano (paragonabile al cous cous).
L'avrei scommesso che sei un'ottima cuoca...

P@ola ha detto...

Ripasso da te...
La "Paura" è paura,
non la si può nascondere
e non la si DEVE nascondere.

Io che adoro volare e nei miei 20anni frequentai anche un corso da Pilota (primo grado, Svizzera),
ho Paura dell'acqua e faccio di tutto per non andare in barca...

http://tusitala.blog.kataweb.it/2008/02/04/il-coraggio-e-la-paura

Non si può razionalizzare la paura,
in modo particolare quella presente quando NON c'è un vero ed effettivo pericolo reale.
E' molto più facile gestire la paura di un pericolo REALE che non di un qualcosa che ci fa paura e basta...

Finazio ha detto...

Il motivo definitivo per il quale smetto di volare.