venerdì 17 luglio 2009

Il distacco



Parto. Ma sono tristissima. Immaginate una madre che lascia il figlio morente. E che nulla sa cosa sarà di entrambi al suo ritorno. Seppur mi allontano di pochi chilomentri, il distacco è dolorosissimo. Accarezzo dentro di me il ricordo di quello che era la mia città, e la mia vita. Ben consapevole del disastro del presente. Il video merita di essere visto: girato dai ragazzi de L'Accademia dell'Immagine, vive da dentro il dramma. E lo esprime con delicatezza. E fierezza.
A presto.

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Anna, stamane, una telefonata mi ha informato che una cara amica è salita in Cielo....
Aveva la nostra età.
Dopo ciò ho letto il tuo post e non ho potuto che collocare le notizie su due piani differenti, e necessariamente molto distanti.
Si dice, ed è VERO, che finchè c'è vita c'è speranza, pertanto spero che questo periodo che trascorrerai (poco)lontano dai tuoi luoghi d'Abruzzo ti ridoni serenità e forza per proseguire nelle tue battaglie.
Un abbraccio a te e Peppe.
Valerio. Chieti.

Pino ha detto...

Ciao Anna!
Respirare un po' di situazioni diverse non può che farti del bene...
So che ti porterai dentro sempre le stesse sensazioni, ma ti sarà decisamente più lieve il loro peso, almeno per questi giorni!
P.S.
Buon concerto! La musica è una buona terapia!

Anonimo ha detto...

Cara Anna, ti auguro tutto il bene del mondo e, sopratutto, di poter ricostruire la tua vita nella tua bella citta`.
Roberta da Sydney

rebelde ha detto...

Credo che una madre davanti ad un figlio morente l'ultima che può pensare è che lo perderà per sempre e che lei stessa non ha la forza di staccarsi per qualche momento. Una madre che si stacca dal figlio morente lo fa solo per il bene del figlio perchè sa che quando tornerà potrebbe avere in mano la cura per salvarlo.
Quante volte in questo spazio si è ricorsi alle parole SPERANZA e RESISTENZA. Ebbene una madre davanti al figlio morente si aggrappa a queste due parole ed incalza incessantemente i medici perchè operino per il bene del figlio.
E' tuo il paragone quindi sono certo che non mollerai tanto facilmente, una madre non è mai inerme davanti ad un figlio che sta per morire, soprattutto se i medici non la raccontano giusta.
In bocca al lupo e cerca di goderti il BOSS, può solo far bene.
Aldo

Anonimo ha detto...

Bravissimi i ragazzi che hanno girato questo video!!Davvero molto delicato e commovente fino alle lacrime...
Claudia Valentini

newbrixblog ha detto...

Il filmato è delicato e struggente, non ho potuto trattenere le lacrime davanti alle immagini di una terra così simile alla mia, alla mia gente, ed ora così ferita.

Ho seguito in silenzio il tuo blog facendo mie le tue speranze ed il tuo dolore...

Un abbraccio ed un augurio di tutto il bene possibile da una molisana che vive a Milano


Dio ti benedica.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Davvero toccante il video.

Partenza difficile, ma sai che non é un addio, sai che porti con te quello che eri quello che speri di rivedere nella tua vita e nella tua città.

Sai che porterai anche noi con te.

Ed io so che se chiudi gli occhi anche tu, forse un futuro lo riesci ancora a vedere.

Ti bacio e ti abbraccio forte
A presto Anna
Daniele

serenella ha detto...

Non è un vero distacco, cara Anna. Quello che hai vissuto, e che vivi ogni giorno, lo porti con te, fa parte di te.

Ho seguito il filmato in silenzio. Mi ha emozionata tanto, perchè è delicato. Il dolore, ma anche la speranza, non hanno toni chiassosi, sono soft....appena sussurrati, ma hanno la capacità di entrarti nel profondo. Buon viaggio Anna.

Stefi ha detto...

Anna, tornerai nella tua martoriata città!!..Per ora prova a guardare avanti!!
Buon viaggio ed un forte abbraccio
Stefi

la sorella bionda ha detto...

Anche io,ho ingoiato lacrime struggenti e amare,e intenerite,guardando questo video..
Buon viaggio ancora cara Anna,cerca di trovare la forza per trovare nuova energia,e poi tornare,per continuare.

I Bambini di Berlusconi ha detto...

Anna, lo scenario è desolante. Ma ti dico che solo Silvio Berlusconi, il nostro grande Presidente potrà ridare un volto a L'Aquila e farla risorgere dalle sue macerie grande e bella più di prima.

oscar ferrari ha detto...

il video è sicuramente struggente, ma in un certo modo è "istituzionale". Quello che scrivi tu invece è uno dei pochissimi modi per farci vedere le cose dall'altro punto di vista, che poi sarebbe l'unico che conta davvero

Anonimo ha detto...

Coraggio, coraggio ed ancora coraggio, ce ne vorrà una quantità infinita.
Resistere alle botte che vi sono capitate tra capo e collo sarà durissima ancor di più se continueranno a tenervi all'oscuro di tutto.
il Vs. Futuro, il Futuro dei Vs. figli è una lotta impari
BISOGNA VINCERLA.

Paz
el tìo Rom

NADIA ha detto...

HOLA QUERIDA,
il video è bellissimo e commovente.....complimenti a questi ragazzi.....

riguardo a te Anna cara, tornerai presto e più battagliera di prima, ti abbraccio forte........
un besito!!!

la signora in rosso ha detto...

video toccante.
Swnza sensi di colpa staccati per un pò...è necessario per trovare nuove energie. tanto sai che al tuo ritorno si ricomincia...

massiB ha detto...

grazie per il video... il magone mi ha stretto, non mollate MAI!

Giulio ha detto...

Ciao Anna, è la prima volta che ti scrivo ma è da molto che ti leggo. Sei forte, i sentimenti che provi sono normali e non lasciare che ti soverchino. Un abbraccio affettuoso da Madrid

paologia ha detto...

tu non hai idea di quello che mi hai regalato. Grazie, Anna, di cuore ti ringrazio e ti auguro il meglio possibile.

rodocrosite ha detto...

E' un video molto bello, l'ho assaporato attimo per attimo e mi auguro che quell'ultima parola si avveri: presto.

Laura ha detto...

L'ho linkato su FB...
Buona permanenza a Roma!

Anonimo ha detto...

mi trattengo, siamo in tre a vederlo, mi trattengo più che posso ma ad un tratto sbotto pure io, e piango.
Appresso a me mia madre.

La città a parte le varie cupole messe in sicurezza e le 5 o 6 colonne dei portici è identica al 6 Aprile,
oggi dovrebbero aver cominciato a togliere le macerie con appalti legalmente maleodoranti...
comunque basta farsi un giro con la telecamera per almeno un oretta un oretta e mezza per vedere che non si è fatto NIENTE!
CIALENTE! alza forte il tuo grido!
questa non è più l'Italia dei padri costituenti,
questa è l'italia degli avvoltoi,
di una lunga biscia in-tentacolata al globale essere avvoltoi e squali,

eroderba

Anonimo ha detto...

cialente....finalmente....s'è dto coraggio,ma in questo momento spero che bruce per qualche ora ti trascini lontano dai tuoi problemi,,,buona pausa.roberto

macherio ha detto...

Berlusconi, aiutaci tu.

"Arturo" ha detto...

Bello e commovente.

Anonimo ha detto...

per Anna, per tutti

NO SURRENDER

We busted out of class had to get away from those fools
We learned more from a three-minute record than we ever learned in school
Tonight I heart the neighborhood drummer sound
I can feel my heart begin to pound
You say you're tired and you just want to close your eyes and follow your dreams down

We made a promise we swore we'd always remember
No retreat, believe me, no surrender
Like soldiers in the winter's night with a vow to defend
No retreat, believe me, no surrender

Now young faces grow sad and old and hearts of fire grow cold
We swore blood brothers against the wind
I'm ready to grow young again
And hear your sister's voice calling us home across the open yards
Believin' we could cut someplace of our own
With these drums and these guitars

We made a promise we swore we'd always remember
No retreat, believe me, no surrender
Blood brothers in the stormy night with a vow to defend
No retreat, believe me, no surrender

Now on the street tonight the lights grow dim
The walls of my room are closing in
But it's good to see your smiling face and to hear your voice again
We could sleep in the twilight by the river side
With a wide open country in our hearts
And these romanics dreams in our heads

We made a promise...


NESSUNA RESA

Ce ne siamo andati dalla classe dovevamo allontanarci da quegli stupidi
Abbiamo imparato più da un disco di tre minuti che da tutto quello che abbiamo studiato a scuola
Stanotte mi arriva il suono della batteria del mio vicino
Posso sentire il mio cuore che inizia a pulsare
Tu dici che sei stanca e vuoi solo chiudere gli occhi e seguire i tuoi sogni fino in fondo

Abbiamo fatto una promessa abbiamo giurato che l’avremmo mantenuta
Nessuna ritirata, credimi, nessuna resa
Come soldati in una notte d’inverno con un giuramento da rispettare
Nessuna ritirata, credimi, nessuna resa

Adesso giovani facce diventano tristi e vecchie e cuori in fiamme si raffreddano
Noi giurammo fratelli di sangue contro il vento
Sono pronto a ritornare di nuovo giovane
E ascoltare la voce di tua sorella che ci chiama a casa attraverso i campi aperti
Credo che possiamo ritagliarci un posticino tutto nostro
Con questa batteria e queste chitarre

Abbiamo fatto una promessa abbiamo giurato che l’avremmo mantenuta
Nessuna ritirata, credimi, nessuna resa
Fratelli di sangue in una notte di tempesta con un giuramento da rispettare
Nessuna ritirata, credimi, nessuna resa

Le luci della strada stanotte si fanno più tenui
Le pareti della mia stanza si restringono
Ma è bello vedere il tuo sorriso e sentire di nuovo la tua voce
Possiamo dormire nel crepuscolo in riva al fiume
Con una terra sconfinata e libera nei nostri cuori
E questi sogni romantici nelle nostre menti

Abbiamo fatto una promessa…

albe^_^ ha detto...

http://www.articolo21.info/8756/notizia/come-facciamo--pagare-le-tasse-se-laquila.html

Tua madre Ornella ha detto...

Bellissimo e tristissimo video....
Ma l'importante è vivere!
Solo alla morte non c'è piu' nulla da fare!! Le cose materiali si ricostruiranno....
C'è una e-mail importantissima che si dovrebbe inviare, E' IMPORTANTE!!
Si puo' prelevare da qui:
http://nikiaprilegatti.blogspot.com/2009/07/niki-aprile-gatti-e-l-e-mail-al.html
Grazie a chiunque diffonda e a tutti quelli che l'invieranno!!
Grazie di cuore
Ornella

Future Jurist ha detto...

Dalla mailing list dei Giuristi Democratici:

"NAPOLITANO, L'ULTIMA DEA
Vi sottopongo un testo da leggere con attenzione, e non solo come giuristi e come democratici. In Italia, tra i blogger in particolare, la Presidenza della Repubblica sembra aver assunto il ruolo di "ultima dea". Quella, magari un po' rituale, a cui affidarsi quando tutte le altre strade si presentano pervicacemente sbarrate. Un attimo prima del "non ci rimane che piangere". Ciononostante, bisogna assolutamente continuare a
provarci:

http://nikiaprilegatti.blogspot.com/2009/07/niki-aprile-gatti-e-l-e-mail-al.html

http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/2009/07/langolo-del-rockpoeta-appello.html

giovanni incorvati"

MonicaMercedes ha detto...

Non so come si faccia a sopravvivere con un dolore cosi' grande. Ti (vi) ammiro tanto. E sono con te, con tutti quelli come te, con il cuore. Tutto il mio cuore.
Buona partenza Anna.
Ti auguro un futuro luminoso.
Monica (GE)

Artemisia ha detto...

Davvero bello il video.
Un bacione, Anna.

Barbapapa ha detto...

wow...davvero un video molto toccante. Complimenti per il coraggio e la forza di tutti voi.

danijel ha detto...

17 lUGLIO il giorno del mio compleanno...
Ho visto solo ora questo video e, mio dio, solo ora mi sono accorto che ho trattenuto "il pianto" in tutti questi mesi...ora il mio corpo sà.

daniele