venerdì 10 luglio 2009

La manifestazione no global contro il G8

E' stato un caldo e fraterno abbraccio quello che i no global hanno portato a noi Aquilani. Solidarietà ed affetto. E comprensione. I cittadini non c'erano, presi dalla paura sbandierata dai media. E da quella della strumentalizzazione che mister B aveva già pronta. E con lui i suoi servi.I manifestanti, convenuti da tutta l'Italia, hanno parlato ed urlato solo per noi. Hanno portato avanti solo le nostre istanze. Eravamo in tanti, a mio avviso settemila. Il corteo si è svolto per otto chilometri, passando davanti ai tanti borghi distrutti. E davanti alle tende. Come in prigione, dietro le reti, i nostri concittadini ci guardavano. Silenziosi. Qualcuno ha applaudito. In molti hanno perso già la speranza. Volti tristi. Voci spente.
Si è passati davanti ad uno dei cantieri delle C.A.S.E. e si è visto lo scempio. Quello scempio che fa più male delle macerie che tutti abbiamo patito all'ingresso in città. Quando il silenzio è calato per lasciar posto al dolore. Dolore vero, che ho visto sul volto dei compagni. Uomini e donne che vogliono aiutarci. Ora più di prima. Mentre i grandi con le loro ladies lasciavano L'Aquila, senza aver avuto il minimo contatto con i diperati nei campi, loro, i compagni, lo avrebbero voluto quel contatto. Ma non è stato loro concesso. Noi, i pochissimi Aquilani, aprivamo il corteo, con il nostro carico di dolore e di rabbia. Seguiti da una grande folla di persone che sanno cosa significa esercitare la solidarietà, poiché è un valore che portano dentro e del quale fanno bandiera. I nostri politici, quelli locali, si sono pavoneggiati con potenti e fotografi, tra pranzi di gala e farse patetiche. E sorrisi fuori luogo, che fanno male.Mentre la nostra città è immobile, da tre mesi. E le nostre condizioni stanno ogni giorno diventando più preoccupati. E non abbiamo prospettiva alcuna, e nessuna certezza, neanche minima. Li aspettiamo per inchiodarli alle loro responsabilità. Ne parleremo.
Sono molto stanca. Demoralizzata. Ma vado avanti. Ora devo pensare a me, alla mia vita. A ricostruirla. Da sola.

28 commenti:

Pietro ha detto...

Leggo più amarezza del solito, nonostante la manifestazione di oggi, mi dispiace...

fuoridalmucchio ha detto...

Forza Anna, DEVI resistere, DOVETE RESISTERE TUTTI!

Ho il rammarico di non essere riuscito a restare tutti e tre i giorni del G8 (avrei voluto vederti con le altre LAST LADIES ;-D... e avrei partecipato volentieri a tutte le altre iniziative; aquilane e no-global).
Mi sono goduto l'inizio dei "giochi" però, è stato esaltante anche se la cittadinanza era "lontana".

Qui occorre organizzare una controffensiva mediatica capillare!
Far capire bene agli aquilani in modo trasparente e "pacato" che ciò che viene detto in TV è assolutamente FALSO!
Dovete essere cchiù figli 'e 'ndrocchia 'e Silvio!

Qui trovi il mio video del pomeriggio di Mercoledi, quando Berluska e Obama arrivavano per fare la loro "passeggiatina" per il centro: http://www.youtube.com/watch?v=AOY0jUzITts

Frank57 ha detto...

L'amarezza che nota chi mi ha preceduto è logica e inversamente proporzionale al grande e indecoroso circo mediatico che si è dispiegato, sotto gli occhi di persone sfiduciate, disperate e anche rassegnate, pur se questa rassegnazione non si è ancora (per fortuna) impadronita di te.
Stomachevoli tante immagini e buona parte dei servizi tv ascoltati. Tg3 compreso.

pia ha detto...

Da soli è dura, ma non c'è alternativa. Non sei l'unica, però. Anche se altre possono essere le realtà, l'impotenza, l'oppressione e l'isolamento sono per molti un dato di fatto.

Kanna Shirakawa ha detto...

l'immagine degli aquilani che guardano il corteo passare, dietro il reticolato, e` terrificante, l'associazione con i volti spenti e privi di speranza dei campi di concentramento e` immediata

questo e` quello che dobbiamo combattere, l'apatia, il furto delle speranze, della voglia di vivere, la rassegnazione

e non e` vero che siete soli, questo e` quello che vogliono farvi credere, nascondere la realta` dietro la commedia mediatica, ma la realta` emerge, con fatica, con dolore, ma emerge

l'importante e` non darsi per vinti, state facendo piu` voi con le vostre testimonianze di tutti i first man e le first lady di questo mondo

come sempre, un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Silvio Berlusconi ha portato l'Italia in alto, ha portato a L'Aquila i potenti, ha fatto ciò che nessuno aveva fatto prima. Berlusconi, orgoglio del nostro paese, Berlusconi il mito, Berlusconi la leggenda.
SILVIO, TI AMIAMO!!!!!!

Anonimo ha detto...

"Vi dibattete con fatica immane, vi disperate, vi consumate la vita, per acchiappare ombre. Avete degli 'eroi' che per far soldi ed essere 'divi' vi incoraggiano a continuare. Dovreste odiarli, ma li amate.

Berlusconi? E dov'è il problema?
La Camorra? E dov'è il problema?
Le guerre imperiali? E dov'è il problema?
La fame nel mondo? E dov'è il problema?
Sono tutte espressioni dei Sistemi di Potere, brutali, corrotti, avidi. E dov'è il problema?

I Sistemi di Potere, brutali, corrotti, avidi sono la cosa più comune della Storia dell'umanità, nulla di nuovo, ci sono sempre stati: gli imperi coloniali, la schiavitù, la barbarie, l'Inquisizione, le tirannie, lo sfruttamento delle masse, dei bambini, i fascismi, certi comunismi, tutti fenomeni confronto a cui Berlusconi e la Camorra sono minuzie. Vogliamo forse paragonare i Conquistadores spagnoli alla Lega? I Gulag alla Campania?

Ma i popoli si sono organizzati, e li hanno sempre uno a uno spazzati via. Lo hanno fatto quando non c'era la Tv, non c'era Internet, non c'erano le democrazie. Lo hanno fatto quando rischiavano la tortura, lo sterminio, la sparizione nelle fosse comuni, e quando non esisteva una giustizia di alcun tipo a tutelarli. Ma lo hanno sempre saputo fare.

Il dramma del nostro tempo è che non siamo più capaci di farlo. Tutto qui. Pensateci.

Il dramma non è l'esistenza di Berlusconi o di Putin, del Fondo Monetario o di Wall Street. Il dramma non è che ci manca l'informazione, non è infatti che non sappiamo quanto brutali, corrotti, avidi essi siano.

Il dramma è che non sappiamo più spazzarli via. E siamo i primi nella Storia a essere così pavidi.

Potreste pensionare ogni vostro 'paladino' dall'Antisistema per 200 anni, senza perderci assolutamente nulla. Perché il dramma siete voi, noi, tutti noi e la nostra pavidità.
Paolo Barnard

Anonimo ha detto...

Gli è piaciuta tanto la lacalità che pensa di trascorrervi agosto e cerca una casa. Perchè non gli basta una tanto comoda tenda che sono certa ognuno di voi sarebbe ben lieto di cedergli.. anzi condividere.. tanto un estraneo in più non fa differenza...
Infuriata
Nella

Nicola l'Operaio ha detto...

Era certo che i potenti non avrebberò parlato con la gente comune,cosa vuoi mai che interessi a loro, erano venuti per una scampagnata e cosi è stato.
Mi sari aspettato che qualcuno avesse deviato il suo percorso, per andare nei campi dove ci sono tutti i cittadini, ma sono rimasto deluso!
Comunque non è mai tardi per manifestare la rabbia , e non perderti d'animo.
Leggo nel tuo post, un pò di stanchezza, ma mollare non serve a nulla.
Un salutone a tutti.

Nicola l'Operaio ha detto...

G8 foto finish!
Bene, è finito senza nessun colpo di scena, sembra che a B, gli sono arrivati le congratulazioni di tutti per la riuscità del G8!!!
E allora, cosa c'è di nuovo, chiunque avrebbe ringraziato , qualssiasi presidente di una qualssiasi nazione, per l'ospitalità(e che ospitalità, pagata poi con i nostri quattrini)dunque non vedo un granchè di nuovo.
Aspettiamo a vedere i risultati prodotti!
Come al solito, degli Abruzzesi, non si è parlato affatto!
Non ho visto nessuno tra le tende, tra la gente comune insomma, perchè non li hanno portati a parlare con le gente, magari qualcuno si poteva sfogare!!!!
Grande il G8 , per una volta B deve aver pensato, che si è riguadagnato il suo posto!!
E pensare che il B, ha detto che vuole riffarlo a fine anno, ancora ad Aquila.
Io penso che farebbe bene a guardare si fare le case , entro il fine anno, cosa molto più importante!
Ma come al solito lui pensa prima per se!!!!!

amatamari© ha detto...

E' più che naturale sentirti stanca e demoralizzata: non chiederti troppo, stai già dando tanto a noi e tanto hai dato senza risparmiarti in questi giorni.
Grazie Anna, persona bella e forte, generosamente capace di esserci ogni giorno.

stefania pace ha detto...

rispondo al pusillanime che non ha neanche il coraggio di firmarsi: silvio berlusconi non ha portato l'italia in alto, ci ha fatto diventare lo zimbello d'europa! silvio berlusconi poteva risparmiarsi di portare al circo i potenti e utilizzare i 400 milioni di euro per ricostruire le nostre case e le nostre aziende! silvio berlusconi deve ringraziare la stampa italiana asservita al suo impero! silvio berlusconi e tutto il suo entourage dovranno rendere conto alla storia visto che non stanno rendendo conto ai cittadini beffati! io mi chiamo stefania pace sono una cittadina italiana e non ho paura di metterci la faccia e il mio nome, tu chi cazzo sei?

Pico ha detto...

Solo un saluto per confermare che continuo a seguire il blog. Sono ancora più convinto che si tratta di una occasione per essere aiutati a capire meglio cosa accade e come, mentre i comuini mezzi di informazione DEFORMANO.

Anonimo ha detto...

meglio"da sola"che malaccompagnata
capisc' a mè!?

Anonimo ha detto...

"Berlusconi anunció que está buscando casa para pasar agosto en L'Aquila y supervisar las obras. Adiós a Villa Certosa, pues. Il Cavaliere sabe que sólo allí los sondeos pueden volver a subir."
El Pais

Il Presidente capomastro: ferragosto a L'Aquila, e i sondaggi tornano a volare!

Anna ha detto...

Sì, lui qui a Ferragosto e tutti gli sfollati a Villa Certosa. Sperando che il vulcano finto non decida di eruttare....

Elena ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elena ha detto...

Forza Anna che le battaglie dei giusti son sempre delle faticacce!! Un abbraccio forte.
P.S. all'anonimo invasato vorrei far notare che non guasterebbe un minimo di obbiettività che a fare le scimmiette ammaestrate lo so che è più facile ma mica sempre è giusto. Urge areazione cerebrale

francesca ha detto...

mai sola, Anna!!! noi siamo con te, e mica ti molliamo, sai. tu sei una grande donna. e le donne lo sanno, da sempre, di cosa stavamo partlando :)))

francesca, da milano

Anonimo ha detto...

W SILVIO BERLUSCONI, UNICO PADRONE DELL'ITALIA E DEL MONDO INTERO!!!!

oscar ferrari ha detto...

ormai i media sono appiattiti, l'unico posto dove leggo della manifestazione è qui, forse un torneo di briscola avrebbe avuto più risalto

Luciano B. L. ha detto...

Cerca casa a L'Aquila?
Il Forte Spagnolo andrebbe bene?
E' adatto a contenere "grandi quantitativi" di meretrici, di veline, ...., di giornalisti servi?
Vi si può rinchiudere un megalomane terminale in regime di massima sicurezza?

marina ha detto...

non riesco neanche ad immaginare di poter essere io qui dalla mia comoda vita di sempre a dire a te: coraggio! tu sei forte e il coraggio potresti venderlo.
anche attraverso questi momenti di amarezza.
ti abbraccio dalla mia inutilità, marina

Anna ha detto...

quanto c***o è difficle guardare avanti quando tutto rimane immobile e la fiducia verso un futuro diventa uno sguardo triste e avvilito dietro la rete.

ma è questa la grande vittoria della destra e del potere: non avere lo sguardo rivolto al futuro, aver le mani legate e gli occhi dietro una rete.

vi segnalo un link sul tema: http://www.studiodedalo.net/blog/?p=189

Fabio ha detto...

Io consiglio vivamente ai sfollati comunisti no-global di L'Aquila di emigrare in un posto bellissimo, da sogno: Cuba. Un posto incantevole, dove i cittadini non possiedono neppure un sigaro, dove lo stato ha le Rolls e il popolo macchine datate non oltre '56, dove per comprarti un gelato devi prenotarlo all'ufficio anagrafe 3 mesi prima, dove l'albergo è un'utopia, dove se emigri illegalmente ti sparano e ti ammazzano, dove la libertà di parola e di pensiero è vietata, dove la musica trasmessa alla radio è quella che piace al Fidel, dove chi vuole una vita migliore è un nemico dello stato. Andate, andate compagni!!!

Anna ha detto...

Fabio,
in fondo al corridoio, a sinistra. Spegni la luce, quando hai finito. E lavati le mani :-)

Anonimo ha detto...

Cara Anna......

Anonimo ha detto...

Il Berlusca vuole trovare casa a L'Aquila? Ma con quale coraggio? Ma non si vergogna a dire certe cose? Prima doveva mandare tutti gli aquilani in crociera, poi aveva detto che metteva a disposizione una delle sue case, adesso verrà ad abitare a L'Aquila... qualcuno glielo ha detto che case a L'Aquila non ce ne sono? Se n'è accorto durante le sue vasche con Obama? Io non ho più le parole...
Vorrei dire agli invasati berlusconiani: siate sinceri per una volta, voi ritenete che Berlusconi sia una persona onesta?
Ecco, vorrei una risposta a questa domanda.
Cara Anna, una sola parola, coraggio! Siamo qui con voi, per quello che può valere cerco di non far abbassare l'attenzione sulla vostra situazione riportando sulle mie pagine di facebook le notizie reali, provenienti da testimonianze dirette... continua, non spegneremo i riflettori.
Un grosso abbraccio Mariantonietta.