giovedì 24 settembre 2009

Ancora....

E' arrivato di nuovo. Il vento che si alza leggero. Aumenta. Il boato. La scossa. La terra si ferma, subito ricomincia a tremare. Poi il silenzio. E i cani che abbaiano. E tu che non hai neanche più paura. E pensi che, se deve essere, sia. E sei stanca. E vorresti solo dormire.....

42 commenti:

Anonimo ha detto...

..ed è proprio dormire che diventa sempre più difficile, e la stanchezza - fisica e sopratutto psicologica - aumenta. Anna ti seguo sempre e soffro per voi tutti. Che il coraggio non vi abbandoni!!!
Nella (nordica )

caligola ha detto...

E' proprio così Anna......mi hai messo i brividi....mi hai fatto di botto tirare fuori dalla memoria le sensazioni che avevo durante le scosse di terremoto nel 1972 qui ad Ancona......
Mi è venuta la pelle d'oca; una descrizione più che perfetta. Coraggio,che sia quel che deve essere ; prima o poi se la dovrà far finita questa carogna di Terry....!! Gilberto

Anonimo ha detto...

Ciao Anna spero che la terra dalle tue parti si dia una calmata permettendo a voi Aquilani di rialzarvi e ricominciare a vivere.Ti e Vi sono vicina.Un saluto ed un caloroso abbraccio.Ivana

MOnSTEr ha detto...

Non posso immaginare come potete stare... io che mi sento stupido per il fatto di provare un brivido ad ogni camion che passa, e sto a Roma dove il pericolo è lontano.

Per quello che vale, vi sono vicino.

Saluti
Stefano Moretti

francesco ha detto...

ciao anna, ti sono vicino, ma tu non dormire; coraggio e continua a lottare con la grinta di sempre e che ho scoperto leggendo il tuo blog. Niente è "è così sia". Arturo alcuni giorni fa consigliava la lettura di "l'ombra di quel che eravamo" di Sepulveda. Il libro è dedicato "ai compagni che caddero, si rialzarono e ripresero la strada". E' la storia di quattro amici che si ritrovano da "vecchi", ombre di un passato ma ancora pieni di speranze. Sono ragazzi cileni, esuli, vittime di torture nel cile di pinochet...hanno ritrovato i vecchi ideali di un tempo...se ce l'hanno fatta loro!...Il libro di Sepulveda l'ho letto tutto d'un fiato. è bello e mi ha dato forza. coraggio anna, ciao

amatamari© ha detto...

Un abbraccio

la signora in rosso ha detto...

coraggio, Anna, coraggio.

yuè liàng huā 月亮花 ha detto...

un abbraccio.

Raffa ha detto...

Coraggio Anna, e un abbraccio forte. Ricordo quella notte di Aprile; la scossa l'ho sentita fin qui - dove qui vuole dire Roma - e mi ha svegliata, e terrorizzata. Non finiva più, e il pensiero era: "cosa faccio? sveglio le bambine? cerco di scendere in strada o è meglio cercare un riparo?".
Sono passati dei mesi, scosse nella mia zona di Roma non ne ho più avvertite, ma ancora oggi se passa un camion sotto casa il rombo mi fa gelare il sangue.
Non so come farei se quel rombo divenisse il mio quotidiano... ti abbraccio forte, e idealmente vi abbraccio tutti.
Raffa

serenella ha detto...

Anna...coraggio. Non è il momento di dormire, anche se hai voglia di farlo.
Ti abbraccio.

vale ha detto...

anna forza!!
coraggio amato mio abruzzo, coraggio

Patrizia ha detto...

Coraggio Anna. No, non dormire, riposa un poco, per svegliarti domani più forte, pronta a ricominciare a lottare per te, per tutti voi. Per la dignità di tutti noi!
Ti sono vicina
Patrizia

Anonimo ha detto...

La TERRA fa la sua parte,noi come UOMINI con la nostra INTELLIGENZA
dovremmo provare a RISPETTARLA.
FORZA ABRUZZESI COSTRUITE
ANTISISMICO.VI AMO

Anna ha detto...

Difficile costruire antisismico quando si vive in una città medioevale.

giuliana ha detto...

coraggio Anna,siate forti a dispetto del terremoto e di berlusconi&compari

ciao,un bacio

Andrew ha detto...

uffa che caspita però :(

sR ha detto...

ti sono vicino

un abbraccio

Agave ha detto...

Ciao Anna, questa notizia mette ulteriore tristezza e rabbia, cosa dire? Solo la battaglia per la verità che tu stai portando avanti può dare quella forza che serve per sopportare tutto ciò. Un abbraccio
Evelin

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

E parlano ancora di sciame sismico.... no comment

Un abbraccio
Daniele

Anonimo ha detto...

Solo due cose fanno paura più del terremoto...una è la morte..l'altra è l'ignoranza...
Sai Anna...Il Terremoto tra le Tue Montagne c'era prima della Tua Città...molto prima...Detta Lui le Sue leggi...semplici ...ci chiama...ci avvisa...ci spaventa per insegnarci...Non è Lui ad ucciderci...Ma quelli tra di noi che non lo ascoltano...o che pensano di fregarlo...
Egli si calmerà...eppoi ritornerà e si calmerà ancora...non sarà Lui ad uccidere ancora..ma gli uomini e i figli degli uomini che non lo ascolteranno o tenteranno di fregarlo...Egli è Padrone e lo sarà anche dopo la scomparsa di quegli uomini che Lo Ascolteranno e di quelli che Lo Rispetteranno.
Con Te Anna Combattente
Watka Yo Ota

mIsi@Mistriani ha detto...

qualche giorno fa ho sentito anche io una scossa,piu' o meno forte come quella di ieri all'aquila.

è stata la prima volta.
è stato leggero.
è stato veloce.
ma ho avuto comunque tanta paura.
e posso solo immaginare il resto.e quello che avete passato.e quello che ancora state passando.

ti leggo sempre anna,tieni duro...

federica ha detto...

coraggio!

DADA ha detto...

http://byoblu.com/post/2009/09/25/Giuliani-Mantenere-stato-di-allerta.aspx

StefsTM ha detto...

Anna, resisti, molti di noi ti segue con speranza. La stessa speranza che un giorno di diventeremo tutti giapponesi.

http://dailystefstm.blogspot.com/2009/09/terremoti-in-italia-il-giorno-in-cui.html

Un abbraccio,
Stefano

graziana ha detto...

Ieri sera/notte la scarsa fiducia nelle parole mi ha fatto scegliere un abbraccio silenzioso stracolmo di "pace"
una tra le immagini che riaffioravano nella mia mente, è stata il ricordo di una notte simile dell'estate scorsa, quando incontrai quest'esserino che ebbe un effetto - con tutto il rispetto - migliore della valeriana
http://digilander.libero.it/axstral/indovina.jpg

l'altra sera dopo aver letto un tuo cenno sugli animali raccontavo ad alcune "amiche", comprendendoti:
"Miss, mia cara miss", non si possono contare le sigarette spente su quelle pellicce.. non mi sono mai definita animalista ma a loro "devo" Mille volte la mia stessa vita.. -e c'è anche il loro zampino, a ben pensarci, l'aver scelto te come "portavoce" primaria visualizzando le caratteristiche del tuo sito: Era esattamente l'8 aprile quando ho letto "l'Aquila non c'è più" postata in giro da marus (che non finirò mai di ringraziare), da allora ogni giorno sono con te/voi.

p.s.
Ti antici..no..anzi..ti postic..no,
facciamo ti antiposticipo, una girandola colorata di benesseri per ora invisibili che ti osservano concretamente
Auguro a voi tutti una giornata migliore! (includo gli anonimi..hai visto mai che un augurio fendente spacchi quel cuore di cemento che si ritrovano..?)
Baciabbracci esclusi :)

mononoke ha detto...

un abbraccio........

zefirina ha detto...

a volte chiudere gli occhi e addormentarsi sembra l'unica cosa possibile, che ci si riesca poi è un altro paio di maniche

Fabio ha detto...

Anna, un'aquilana D.O.C. :)

Sono con tutti voi. Tenete duro.

Anonimo ha detto...

solo chi non l'ha mai vissuto non può capire...avevo solo sei anni dal terremoto dell'80 in Irpinia e mi ricordo il terrore e le urla di mia madre e il pavimento che ballava e noi lungo il corridoio a correre verso la porta d'ingresso...immagini e ricordi vivi in me che mi accompagnano nel racconto che a volte faccio a mia figlia ed è stato avvertito anche ad Aprile il vostro colpo di coda ed immediatamente la paura di chi abita al settimo piano e si avverte come un gigante...Stamattina apprendo di un'altra scossa e mi domando: quando la vostra terra si fermerà?
Quando troverete un pò di pace ma soprattutto un pò di stabilità fisica, economica, psicologica..
Hai tutta la mia forza
Un abbraccio a te e tutti gli aquilani.
Una donna campana

Anonimo ha detto...

@Anna...
@ tutti...
in questo mondo ed in questo tempo si perdono e acquistano certezze molto velocemente...la Verità diviene quasi la prima delle conquiste ,necessita dopo l'aria ,'l'acqua ed il cibo..ancor prima della Libertà...ma è tenue filo per chi vuol conoscere...
E' mia profonda convinzione che chi occulta la Verità,chi la mistifica,chi la rende menzogna e viceversa è chi detiene il potere dell'informazione,chiunque esso sia!Ma colpevoli di ciò sono anche coloro che non la cercano(si accontentano di quella ben confezionata gia pronta)...che almeno non provano a cercarla...ed in questi tempi...per ora,ancora si può tentare di trovarla...
E' come il buon cibo...provate un alimento,sezionatelo, confrontatelo, e troverete sempre che sui banchi dei grandi supermercati troverete molte cose accattivanti...ma mai le migliori!
Cercate la Verità...le notizie sul web che riguardano I Terremoti Artificiali...
e giudicate con il cuore...non con quello che pensate di sapere...io per primo!
Un Bacio Anna
Watka Yo Ota

Alessandro Tauro ha detto...

Non ho parole per esprimerti la mia vicinanza da buon "corregionale".
Ho notato solo che ora l'INGV parla di "possibilità di scosse superiori al 5° grado Richter".
Adesso è possibile. 6 mesi fa non lo era, invece...

Approfitto per segnalarti l'ennesimo scempio compiuto in Senato mercoledì sulle spalle dell'Aquila: rigettati per la terza volta gli emendamenti proposti dall'opposizione per cancellare la norma che impone il ripristino delle tasse dal 1° gennaio.

Ho trattato la vicenda molto dettagliatamente nel mio ultimo post.
E' terribile scoprire quanto forte sia il reale disinteresse della politica (anche di opposizione) su quanto accade in terra d'Abruzzo...

Un abbraccio!

La Mente Persa ha detto...

E nessuno che vi dice nulla, vi da certezze ...
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Segnalazione:

Il filmato al link:
http://tv.repubblica.it/dossier/terremoto-in-abruzzo/gli-irriducibili-di-piazza-d-armi/37206?video=&pagefrom=1

Un abraccio da una vicentina come tante.
Con gli aquilani nel cuore.

L.R. ha detto...

E' difficile ma è possibile costruire (ri-costruire) antisimico anceh in una città medioevale.
Anche con la muratura portante,
anche con le pietre vecchie.
E' difficile, ma le case vanno amate, rispettate, vanno evitati quegli interventi successivi, uno di un proprietario, uno di un altro,
tanto che vuoi che sia, sono 20 centimetri,
il condizionatore come vuoi che lo metta,
sennò non è più utilizzabile, ci sono certe esigenze,
ma le norme igieniche di illuminazione,
poi per la verifica strutturale non ci sono i soldi,
in fondo è solo una nicchia....
Le case vanno calcolate attentametne, realizzate bene, e rispettate nel tempo.
Fidati.
E se vuoi altre notizie contattami tramite l'account, credo sia possibile.
Lucia

arrgianf ha detto...

ma ci credi che ho sbagliato a scrivere e ho messo "misskappa.blogspot.com" e mi è apparsa solo la prima pagina del 2007??? Pensavo avessi cancellato il blog... controlla tu stesso a quell'indiirizzo.

nelsoncocker ha detto...

mi riservo di essere di maggior conforto in altri interventi, ma ho appena visto questo http://www.youtube.com/watch?v=Lfd2sF_VsNc e mi sono incarognita di più... tutto questo un giorno sarà storia...

Non mollare.

Fabio ha detto...

@nelsoncocker: credo di aver perso la ragione..... o io o loro che appartengono al comitato "Il nobel per la pace" per Berlusconi. Allora a me devono farmi papa. :D

Anna ha detto...

Sono sempre stata un'ascoltatrice della radio, in particolare di Radio2. Dopo il terremoto, essendo cambiate tutte le mie abitudini, ho spento la radio. Ieri, sull'autobus, c'era la radio accesa, sintonizzata su "Il ruggito del coniglio", programma che ascoltavo sempre. I due conduttori burloni hanno istituito un premio con coppa : la coppa RIMETTI. Premiano le peggiori canzoni, quelle, appunto che fanno rimettere. Mi corre l'obbligo di segnalare l'inno che ci indica nalsoncker....:-)

Tua madre Ornella ha detto...

Ciao ANNA,
vai a leggere qui

http://www.agoravox.it/Un-maresciallo-della-CRI-denuncia.html

Un bacio
Ornella

Piero. ha detto...

Leggo, sento, ricordo. La vedi la mia mano?

Anonimo ha detto...

ciao Anna...
com'è la situazione vista da Te al campo di pzza D'Armi?
Come stanno quelle persone?
Watka Yo Ota

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Vogliono trasformare L'Aquila in una città fantasma a quanto pare....

Un abbraccio forte
Daniele