lunedì 27 aprile 2009

Gli sciacalli

Parliamo di sciacalli. Cosa immaginiamo? Individui loschi, privi di ogni scrupolo,che si aggirano fra le macerie di una città distrutta e violano legge ed intimità, trafugando valori ed affetti di vite distrutte. Individui spregevoli. Esistono però, altri tipi di sciacalli. Quelli che lucrano sulla disperazione. Gli Aquilani oggi sperano di recuperare, sciacalli tipici permettendo, e scosse sismiche permettendo, i loro beni. Piccole e grandi cose. La protezione civile ci dice che verrà recuperato il recuperabile. Immaginate uno sfollato, quale io e tantissimi siamo, che non ha nulla. Nè casa, nè vita. Vive in un campo, in una tenda, o in una roulotte. O in una stanza di albergo. La protezione civile lo chiama e lo avverte che procederà al recupero. Lo sventurato dove ricovererà le sue masserizie? La sua vita? Il problema non tange alcuno. Son problemi dello sventurato. E il poverino cosa fa? Cerca un magazzino, un capannone, un container. E qui arriva lo sciacallo istituzionalizzato. E infierisce. Ciò che ieri valeva nulla oggi vale oro. La richiesta prolifica, l'offerta azzanna. Quindici euro al metro quadro per immagazzinare la tua roba. Non meno di settecento euro al mese. Settecento euro anche per chi non ha più reddito. E lo Stato latita. Lo stesso sventurato, terrorizzato dal dormire in futuro con un tetto sulla testa, vorrebbe una casa di legno. Vorrebbe un pezzetto di terra, anche agricolo,di quelli che fino a ieri costavano nulla. Oggi sono oro e diamanti. Costosissimi. Omo omini lupus. I disgraziati che vengono azzannati al collo dai disgraziati che han patito lo stesso dramma. E che diventano carnefici. Chi dovrebbe vigilare su tutto ciò? Il cavaliere auspica loculi prefabbricati nei quali alloggiare i superstiti. Tra mobili Ikea. Sono basita. E domani arriva la Benny. Tre ore e mezza fra gli sfortunati. Spero di poter arrivare a parlare. La inviterò a sporcarsi le scarpine nel mio fango. Anche lei e Silvio sono sciacalli. Sciacalli di lusso.

75 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

possibile che lo stato non offra un deposito o qualcosa di simile? eppure non mi sembra poi così difficile da organizzare...

Frank57 ha detto...

Scopro per caso, come spesso capita nella blogosfera, questo tuo spazio. Testimonianze autentiche e sofferte. Leggerò con calma.

Anna ha detto...

@Silvio,
non riescono neanche a fare gli i canali di scolo intorno alle tende, figurati i depositi...

desian ha detto...

Ciao Anna, per fortuna iniziano a sfaldarsi gli osanna al nano. Qualche sparuta contestazione ma forse finisce l'obnubilazione, il velo di propaganda si squarcia e ricomincia la lucidità. Un abbraccio.

Francy274 ha detto...

A volte vorrei dire tanto, ma so che ogni parola è inutile. Sono indignata per lo show che i politici stanno portando avanti su una cosa MALEDETTAMENTE SERIA!!!
Solo chi non ha intelletto può credere che Vi stiano dando tutto ciò che serve, è una farsa!!!
Fra un mese dovrete sorbirvi pure l'ambaradan del G8, immagino quanto sarete aiutati con tutte le forze dell'ordine impegnate a salvaguardare i dorati fondoschiena dei potenti....Sono addolorata per il Vostro dolore.

silvio di giorgio ha detto...

madonna, e quello ci vuole fare il g8...ad ogni modo mi fa piacere sentirti di nuovo.

buga2 ha detto...

Abbiate fede. Domani avrete una grande visita.

Frank57 ha detto...

E' come se mi sentissi in colpa a leggere ciò che scrivi. Anzi, di più. E' atroce.

ciro.lucia2007 ha detto...

bisognerebbe evitare questo maledetto e inutile G8. così i soldi risparmiati potrebbero essere utilizzati per la ricostruzione, altro che news town... il muro dei politicanti sta cominciando a mostrare qualche crepa...con affetto
ciro e lucia

indierocker ha detto...

la benny!!!
fenomenale!
un po' di ironia non guasta mai...
ciao!

Pietro ha detto...

uè ciao, sempre grintosa, bene!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Stai denunciando un'indecenza. Mi fa male sapere che la stai anche vivendo e vedendo con gli occhi di chi soffre a vedere la sua gente e la sua terre ferite ed umiliate. Ma noi siamo con te come vedi e spero che questa nostra volontà di starti vicino ti sia d'aiuto per non mollare.

Ti abbraccio
Daniele

Anonimo ha detto...

ciao Anna, scusa se sono anonima ma era il modo più veloce di scriverti..
grazie per essere la voce della nostra coscienza, grazie per avere tutto il coraggio che hai, grazie per quello che sei.

non importa se vorrai pubblicarmi o meno ti scrivo per informarti di un iniziativa che il mio amico Dudi ha iniziato a promuovere iniziando da a Villa Sant'Angelo, stwa cercando di portare tende per far si che le persone si riuniscano per pochi attimi rispetto a una lunga giornata per poter vedere un film o uno spettacolo teatrale.
Sta incontrando alcune difficoltà burocratiche e mi ha detto ch ela coswa migliore sarebbe un tam tam tra le persone che vivono li in questo momento.

scusa se ti ho importunato, mi faceva piacere farti conoscere l'iniziativa.

il sito è www.teatronuovocinemaparadiso.info

ti abbraccio forte.
Sabrina B.

pia ha detto...

Resto sempre dell'idea che chi non passa certe esperienze non può capire ed io mi sento tra questi.
Quello che siete chiamati a vivere e a vedere lo sapete solo voi. In Liguria sono più di 48 ore che piove ininterrottamente e in 50 anni non ho mai assistito ad una cosa simile: naturalmente mi auguro e vi auguro che questo tempo impietoso vi risparmi, credo che abbiate già dato abbastanza.
Un abbraccio caloroso.

UIFPW08 ha detto...

Solo per chi sa resistere, solo per chi sa amare. un abbraccio
Maurizio

paolapepe ha detto...

che amarezza mi prende cara Anna nel leggere di queste sciacallaggini... di gente fra la gente... ma anche tanta rabbia, possibile che nessuno controlli queste cose? come lo sai tu lo sanno tanti altri... si sa, "il paese è piccolo e la gente mormora"... perché, mi chiedo?!?

ti abbraccio e ti auguro di trascorrere, per quanto possibile, una tranquilla notte
paola, roma

Rosa ha detto...

Praticamente tutti i "signori" che si sono succeduti sulla passerella e si sono riempiti la bocca di belle parole, non vi stanno aiutando minimamante?
Provate a chiedere aiuto a Benny, forse lui è più umano (sic).
Che schifo, che tristezza come si può avere il coraggio di speculare sulle disgrazie degli altri?
Come possiamo aiutarvi?

Ti abbraccio
Rosa

giorgio ha detto...

Cara Anna, ho seguito il tuo/vostro dramma dall'inizio e dopo il terremoto ho pubblicato un post dal titolo "L'Abruzzo non deve morire". Non ti ho mai commentato, ma comincio a farlo ora che il tempo passa e c'è il rischio dell'abitudine. Mi hanno ferito e fatto incazzare i commenti pieni di livore contro di te per motivi ideologici. Umanità e ideologie non vanno quasi mai d'accordo. Tu/voi siete esseri umani, come noi, e siete stati centrifugati a mille giri. Siete stati catapultati in una realtà altra, impensabile, da un momento all'altro. Se qualcuno non riesce a fare a meno di fare qualche critica, dovrebbe farla in termini e toni costruttivi e sottovoce, bisbigliando appena.
E' vero, noi non-terremotati siamo tutti qui con il culo al caldo e un tetto sulla testa e le nostre quotidiane abitudini e tutti i pezzi della nostra storia a disposizione: oggetti, foto, ricordi, luoghi, affetti.
Dovremmo forse sentirci un po' in colpa per questo e fare qualche conto con la nostra fortuna e augurarci solo e semplicemente che tu/voi possiate il più presto possibile recuperare le memorie delle vostre vite e le possibilità di portarle avanti in un clima di normalità, qualunque sia l'ideologia in cui credete.
Un abbraccio caldo e sincero a te e a tutti i tuoi concittadini.
Giorgio.

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

...[[Quindici euro al metro quadro per immagazzinare la tua roba. Non meno di settecento euro al mese]]
Non si puo' credere!!!

E' sempre la solita schifosa storia,con una mano ti danno(cosi dice il premier) e con l'altra ti tolgono-
Insomma ,la massa imbesuita degli italiani sa' che le persone avranno 800 euro al mese(ripeto..cosi dicono gli uomini del premier e lui se ne stravanta)
è evidente che è tutto programmato..per fare bella figura con poca spesa,anzi nulla.
Ripeto,con una mano ti danno e con l'altra se la riprendono, ma poi Cara Anna,è propio vero che chi abita nelle zone terremotate e ha perso il lavoro avra' questi tanto sbandierati 800 euro???
per me no,ma se anche cosi' fosse è evidente la mano che da per poi riprenderseli,con gli interessi di farsi campanna elettorale di buonismo sulla menzogna e sulla pelle della povera gente,che schifo!!
gabrybabelle

Le Favà ha detto...

Una carezza.
Mi chiedo come mai non vi impegnate a contestare chi vi prende in giro in questo modo. Mi dispiace tanto.

Ciao Anna.

Agave ha detto...

Ciao Anna, questo post lascia veramente senza parole... Questa forma di sciacallaggio di cui parli è molto subdola, come lo è quella del Cavaliere Nero che sta speculando tantissimo sulle vostre sofferenze.
Un abbraccio forte
Evelin

Anonimo ha detto...

Scrivo per la prima volta. So di gente disposta ad offrire abitazioni e camper... Accidenti, è un paradosso! il tempo di ritrovare quell'elenco on line e sarà inviato a te ed i tuoi amici(monique e marco). Molta gente si è mossa per voi.E' assurdo che paghiate, non dovete pagare! Se siete fuori dai campi di tendopoli cercate comunque di fare presente ...I magazzini ci sono. Un abbraccio a tutti gli abruzzesi Marta

Anonimo ha detto...

linko un elenco di offerte che farò presente anche a monique e marco

Gli untimi commenti sono i più recenti

http://www.earthquake.it/blog/2009/offerte-di-aiuto-per-il-terremoto-de-laquila/#comments



E' giusto che questi aiuti passino tramite la protezione civile. Come voi ben sapete gli sciacalli sono ovunque.

Coraggio siamo con voi tutti!

Marta

Anna ha detto...

Non mi constano notizie di donazioni di camper. I primi giorni mi informai per il fitto di un camper e mi furono chiesti 900 euro a settimana.La mia roulotte è un prestito di conoscenti ed è una cosa che avrebbero dovuto buttare via: invivibile.Così si son risparmiati il denaro della rottamazione. Mio marito ed io abbiamo COMPRATO un conteiner, che dovrebbe arrivarci domani, e lo abbiam pagato 2.100 euro.In contanti. Per meno di 10 metri quadri.Senza montaggio. Qui servon soldi,non vestiti usati e cibo da discount. Quelli già li abbiamo.

Anonimo ha detto...

Anna, faccia in modo che questo blog divenga esclusivamente chiave d'informazione e divulgazione per i terremotati di abbruzzo. Lei è in prima linea e più di altri ha a disposizine uno strumento mediatico che sa utilizzare bene. Chieda aiuto a grande voce e cerchi di taggare i suoi post i maniera tale da mettere a conoscenza il più alto numero di utenti.
I soldi sono in donazione, siamo in molti. Ci sono molte offerte di camper (che altri suoi concittadini non hanno) e pernottamento nei pressi dell'abbruzzo ( ci sono persone disposte anche a pagare i costi...a venire a prendere e riportare) in quel link. Anche se mi fido poco dell'informazione televisiva, si è detto che sono stati donati 17 milioni e tutt'ora esiste gente che se può offrire, offre ancora in danaro. Anna siamo con voi. Chieda container... e vedrà che si spenderanno soldi per acquistarlo.La pioggia non aiuta, anzi, contribuisce a scoraggiare ma sappiate che tutto il paese e gran parte del mondo è con voi. Marta

massiB ha detto...

Ciao Anna, interessante questo ultimo tuo approfondimento.

Capisco la richiesta di soldi e non di aiuti "diretti" peró non é facile con tutte i lupi sciacallanti dare soldi... perché é davvero difficile non avere il terrore che poi questi soldi finiscano per tutt'altra cosa...

Per esempio, per quanto riguarda i "magazzini" credo che molti potrebbero aiutare in zona con l'offerta delle loro cantine o stanze inutilizzate (io purtroppo sto in Irlanda... :( )

Anonimo ha detto...

L'abruzzo non è lontano... e conosco l'Aquila, e i suoi dintorni ( santo stefano di sessanio ed altro) ...A volte ci sentiamo impotenti di fronte a una tragedia... Io mi sento impotente e disperata per voi. Tornerò a L'Aquila. Marta

Anonimo ha detto...

Il suo blog è linkato nel sito delle offerte di aiuto per l'Abruzzo. Spero possa aiutare direttamente e che possa fare da canale strumentale per molti terremotati.

Emanuela ha detto...

Anna, è dura leggere ciò che scrivi. Sono cose che in parte già sapevo perchè mio marito ed alcuni parenti vengono a l'Aquila per aiutare: Ma sentirlo da chi vive la situazione davvero è un'altra cosa.
E' tutto come uno si aspetta ma peggio di come uno si aspetta di sentirlo. E' qualcosa che si può intuire ma non capire totalmente...è l'orco sulla porta dei nostri bambini e dei nostri vecchi.

Grazie per gli sforzi che fai per spiegarci la realtà che vivi.
Ti seguono sempre più persone e questo può essere utile. La comunicazione è la strada migliore, almeno permette di condividere il peso di cose altrimenti insopportabili. E di far capire dove e come si può aiutare. Grazie

Davide ha detto...

Volevo dirti un semplice grazie per testimoniare che i fatti non sono quelli esposti da quotidiani e TV ma ben più gravi e ancora da scoprire,mentre ci si vuol far credere che sia tutto a posto.Un saluto sincero.
PS...Agli sciacalli,che come sempre si arricchiscono sulle disgrazie altrui dico VERGOGNATEVI.

Bruna ha detto...

Cara Anna, ieri ti parlavo di sciacalli e oggi rispondi con un messaggio davvero inquietante! .... Ma com'è possibile che nessuno pensi di risolvere questioni così importanti, vitali e invece si pensi di organizzare il G8 a L'Aquila? Vergogna!!! Da quel che si sente dalla tivù o dai giornali tutto va benissimo e gli abruzzesi sono felicissimi di come procedono gli aiuti. Tutto va benone!.... Poi quando parli con la gente, vengono fuori delle storie e delle situazioni aberranti. Anch'io so della questione delle tende e della pioggia, di persone che non si possono lavare, di intere popolazioni tra le montagne abbandonate a loro stesse! Bello dire che siamo tutti con voi.... non credo che lo sentiate, però! Non è vero?

Stefi ha detto...

Cara Anna, a me verrebbe spontaneo pensare che in una situazione come la vostra la Solidarietà dovrebbe essere la prima molla a scattare naturalmente..poi pensando a dove purtroppo vivo, mi ricordo che la Speculazione è la prima a nascere sul bisogno delle persone.
Un forte abbraccio.
Stefi

NADIA ha detto...

Hola Anna Querida, dovevi immaginare che prima o dopo qualcuno avrebbe cominciato a speculare su questo disastro...ma proprio ora lo Stato dovrebbe vigilare severamente, possibile che non si sia messo in conto che la popolazione, una volta recuperate parte della sua roba non avrebbe saputo dove metterla???
Non ci vuole una mente eccelza per capire ciò e non solo, sò per imformazioni ricevute che moltissimi cercano di speculare su questo....che dirti Anna forza e ancora forza, ma a volte mi sembra di prenderti per il c... dicendotelo......
Se posso fare qualcosa sono qui!!
Ti abbraccio forte!!!

Trippi ha detto...

Facile dire dalla mia stanzetta che mi dispiace moltissimo per i danni e le beffe del post terremoto. E' proprio nella difficoltà che ingrassano i maiali e gli speculatori. Certo ci vorrebbe sicuramente un maggior controllo nei confronti di questi sciacalli, ma non è semplice! Lo stai sperimentando anche tra queste pagine. Nei tuoi post precedenti ho letto moltissimi commenti che straripano livore e mania di protagonismo. La cattiveria e la malignità gratuita si autoalimentano anche senza un tornaconto diretto, figuriamoci quando poi c'è la possibilità di guadagnarci!
Non ti dico di portare pazienza o di sopportare, ma di adirarti e continuare a raccontare. a chi ti accusa di faziosità non mi resta che ridere in faccia! Ma chi se ne frega, sfido chiunque a essere obiettivo quando si vive in condizioni estreme. Mi sembri, anzi, estremamente lucida!
Ps Ho visto la foto della tua roulotte e sono contenta per l'arrivo del container.
Tiziana Urru

Artemisia ha detto...

Ma perche' vengono tutti la' a rompervi le palle? Basta con queste passerelle mediatiche! Qualcuno glielo dica se ce la fa hanno fatto come quelli che hanno contestato Berlusconi a Napoli.
Leggo che la nebbia di stamani non ha fatto atterrare l'elicottero del Papa. Vedi che anche la natura si oppone? Ma perche' non offre spazi gratuiti nelle canoniche o nei conventi per stoccare la vostra roba?
Sarebbe un esempio di carita' cristiana, no?
Forza e coraggio!

luly ha detto...

Sarebbe davvero un esempio di carità cristiana se tutti i vescovi e cardinali vari donassero un po' del loro spazio per conservare i pezzi della vostra vita....ma loro non sanno cosa significa carità.
Cara Anna, leggerti è doloroso, sempre.
Ti abbraccio e ti leggo.

Anonimo ha detto...

Certi sciacalli dovrebbere subire il supplizio di tantalo. Mi farebbe piacere però essere informato sulle mille e oltre persone scomparse di cui si parla nei precedenti post. Immagini, documentazioni, resoconti, fosse comuni ...... e quant'altro necessario per far scoppiare un caso nazionale. Sempre che esistano.

Nestor ha detto...

brava, voglio sentirti urlare dal vivo le cose che scrivi qui all'indirizzo degli "sciacalli di lusso", non il timido "idiota" dato al tuo ex-amico nonchè sindaco della tua città. Nestor

cipiri ha detto...

MA NEL VOSTRO CASO DOVREBBE ESSERE GRATUITO , QUESTO SERVIZIO ,,,
SCIACALLI BASTA.....RDI ,
PUBBLIKEREI VOLENTIERI I NOMI E LE DITTE KE NE APPROFITTANO E NE MANDEREI UNA MAIL A TUTTI I GIORNALI ...........SOB .
UN CALDO ABBRACCIO ,,,,,,,RESISTI ,CIAO

raffaele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
raffaele ha detto...

ciao Anna, mi piacerebbe averti come amica su facebook, io sto cercando di portare avanti un progetto che, ritengo, sia interessante per tutta la gente onesta che vive in Italia.
il progetto si chiama GI.O.VE. (GIustizia, Onestà, VErità); ho anche un mio blog nel quale riporto i miei stati d'animo e le mie incazzature nei confronti di chi ci sta prendendo in giro ormai da sempre.
uniamo le nostre forze, la meta è la stessa.
ti aspetto
Raffaele
http://controidittatori.blogspot.com/

pia ha detto...

Per favore, Anna, facci sapere come muoversi per farvi ARRIVARE dei SOLDI in modo sicuro.
L'ho chiesto più volte, ed ora che so che son proprio quelli che servono, aspetto solo di potermi attivare e divulgare la richiesta sul mio blog.
MANDACI UN RECAPITO SICURO, CI FIDIAMO POCO DI TUTTI.
Ciao, Pia

Anonimo ha detto...

Qui a Fabriano dopo il sisma del 1997 non c'erano tende ma roulottes, poi dopo poco tempo sono arrivati moduli abitativi e casette di legno. C'erano le docce e i bagni dello stadio del palazzetto e delle palestre e da subito sono arrivati i container per il deposito dei mobili e dei beni di chi aveva la casa inagibile.
Tali depositi erano controllati e a prova di scasso, e il proprietario de beni poteva accedervi in qualunque momento esibendo un documento.
Qui le cose funzionavano meglio,a quanto pare, anche se gli sfollati erano più o meno solo 3000.
Che non vi manchi mai la forza di incazzarvi, mai.
Un abbraccio
Samuele

bruno ha detto...

E' terribile che il recupero del proprio vissuto diventi un problema in più per chi soffre.
Un abbraccio.

Bruna ha detto...

Anna, ho letto il messaggio di Cipiri.... perchè non scrivete a tutti i giornali (e telegionali) per denunciare questi orrendi atti di sciacallaggio? Dopo che avete inviato la lettra la puoi mettera anche su questo blog e noi la facciamo girare! Non si può mica andare avanti così? Qui voi morite di stenti e noi non sappiamo come aiutarvi davvero perchè c'è sempre il timore che qualcuno si intaschi ogni cosa che vi viene devoluta! Altro che paese di persone dal cuore d'oro, così come veniamo definiti! Certo, moltissimi che vi vogliono aiutare ce ne sono e sono un esempio di valore, ma tutto il resto che accade è ributtante... Dicci come possiamo aiutarvi! Ma è anche il governo che deve farlo! Basta con le chiacchiere ottimistiche e con le passerelle mediatiche! Non se ne può più! Io sono preoccupatissima per voi... anche perchè molti mie amici sono nelle tue stesse circostanze. Mi sembra d'impazzire....

Erbaviola ha detto...

Veramente spregevole, ma era già successo anche in Umbria quindi c'era da aspettarselo, queste cose in Italia sono una ripetizione continua, e si aggravano sempre... terribile. Purtroppo non ho spazi da offrire, altrimenti te lo offrirei con tutto il cuore e gratis, per ricoverare le tue cose fin quando vorresti. TI posso mandare solo un grande abbraccio solidale per ora. Tieni duro, sei una grande!

NERO_CATRAME ha detto...

Lo stato espande le sue demagogie solo per il proprio tornaconto elettorale e di credibilità,quello che rimane di sporco lo evita,non se ne preoccupa,lascia il mondo alla guerra tra i poveri.Sono contento che tu possa denunciare queste cose,che riesci a mostrare il vero sopra al falso luccicchio di convenienza che lo stato attua.Appena finita la guerra lo stato nazionalizzò tantissime cose,l'idea eraquella di favorirne la ricrescita,magari con una buona gestione si riesce ad essere più equi,ma queste purtroppo sono favole.Qua ci si comporta come regalare caramelle ad un bambino che sta muorndo di fame e sentirsi buoni.

Giò ha detto...

Cara Anna
sembra incredibile tutto ciò. Intanto ti auguro di recuperare tutto quello che puoi e che presto vi aiutino ad uscire ( bene ! ) da questo incubo. non mi stancherò mai di ripetere che non esiste un'informazione corretta dei fatti, nel nostro Paese....giornalista sfiduciata...

Valentina ha detto...

Parola d'ordine? Lucrare, lucrare e ancora lucrare. Sulla pelle di chi non ha volto è ancora più facile.
I potenti del mondo che verranno per il G8 saranno eliotrasportati da Roma, dove alloggeranno, a L'Aquila per i lavori del convegno. E chi paga? Noi, come al solito. Sotto tutti i punti di vista.
Il nano non è il mio presidente.

v.

pecorella *_ * smarrita ha detto...

anche gli sciacalli sono creature di Dio.

Mary Valeriano ha detto...

Robba da far cascare i marroni per terra!
Continuo a seguirti Anna, perché su questa vicenda potremmo riempire un bucco nero con tutte le cose che ignoriamo. Li da voi ci sono tante, troppe cose che devono assolutamente essere racontare, per ascoltate forze comprendere e certamente provare a cambiare... Certamente dopo aver raccolto i marroni da terra.
Un bacio a tutti voi.

Huriah78aq78 ha detto...

La vostra carta prepagata Postepay sta per scadere ? Grazie al concorso a premi indetto da VISA EUROPE SERVICES INC in associazione con Poste Italiane S.p.A. avrete un motivo in più per rinnovarla. Si tratta del concorso Rinnova il tuo Style con Postepay 2009 il quale prevede che dal 01/04/09 al 31/01/10, tutti coloro che avranno rinnovato la propria carta ed effettueranno almeno una acquisto nello stesso mese di attivazione della nuova carta, parteciperanno all’estrazione dei seguenti premi :
Dal 1/04/09 al 30/04/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.monclick.it del valore di 900 euro
Dal 1/05/09 al 31/05/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.yoox.com del valore di 900 euro
Dal 1/06/09 al 30/06/09 1 Buono Elation da spendere sul sito www.elation.it del valore di 900 euro
Dal 1/07/09 al 31/07/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.monclick.it del valore di 900 euro
Dal 1/08/09 al 31/08/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.yoox.com del valore di 900 euro
Dal 1/09/09 al 30/09/09 1 Buono Elation da spendere sul sito www.elation.it del valore di 900 euro
Dal 1/10/09 al 31/10/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.monclick.it del valore di 900 euro
Dal 1/11/09 al 30/11/09 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.yoox.com del valore di 900 euro
Dal 1/12/09 al 31/12/09 1 Buono Elation da spendere sul sito www.elation.it del valore di 900 euro
Dal 1/01/10 al 31/01/10 1 Carnet Buoni acquisto da spendere sul sito www.monclick.it del valore di 900 euro

Inoltre, al termine del concorso, tutti coloro che avranno effettuato almeno 3 transazioni sul circuito Visa entro il 31 gennaio 2010 parteciperanno all’estrazione finale avendo così la possibilità di vincere un Carnet di Buoni Yoox, uno di Buoni Monclick ed un buono Elation del valore complessivo di 2700 euro.

Il concorso scade il 31/01/10 per maggiori informazioni vi rimando al regolamento ufficiale.

http://poste.it/bancoposta/promozioni/postepay_rinnovastyle.shtml

Gabriella ha detto...

Cara Anna, sono convinta che la situazione lì sia veramente molto dura e inimmaginabile per chi , come me, se ne sta comodamente seduta in poltrona a seguire i fatti dal video. Se quello che tu dici è vero, e non ho motivo di dubitarne, è la riprova che neanche una simile tragedia fa desistere alcune persone da comportamente così squallidi. Però, da persona credente, mi permetto di invitarti a non irridere e dileggiare il Santo Padre. Rispetto le opinioni e il credo di ogni persona, ma penso che vadano rispettati anche i sentimenti di chi , in tutta onestà, vede nel Papa il vicario di Cristo e, come hanno dimostrato tantissime persone oggi, guardano a lui con fede e speranza. Scusami, ma ho sentito il bisogno di dirlo. Ti ringrazio per avermi dato ospitalità in "casa tua" e ti abbraccio con tanto affetto. Se riterrai opportuno non pubblicare questa mia, capirò e accetterò comunque la tua decisione.

ulivinico ha detto...

" pecorella *_ * smarrita ha detto...
anche gli sciacalli sono creature di Dio."

Quale Dio? Quello che rende partecipi gli Aquilani della sua Passione facendone morire alcuni e facendo soffrire altri?
Io eviterei, per rispetto, questi commenti nel blog di una terremotata che si dichiara apertamente non proprio vicino alla Chiesa S.p.A.
In una situazione in cui, oltre al danno, si aggiunge la beffa degli "sciacalli", di cui uno è un pezzo in su nelle istituzioni...

basilisco ha detto...

ulivinico, leggi prima di aprire la bocca e dare fiato, la pecorella si riferiva agli sciacalli. pura e semplice solidarietà di specie. capito adesso?

ulivinico ha detto...

Gabriella ha detto...
"...penso che vadano rispettati anche i sentimenti di chi , in tutta onestà, vede nel Papa il vicario di Cristo e, come hanno dimostrato tantissime persone oggi, guardano a lui con fede e speranza. Scusami, ma ho sentito il bisogno di dirlo"

Ma se a questa ragazza, sfollata per un terremoto, non frega nulla del Papa, e lo specifica bene nel blog, MA DOVETE ANCHE VENIRE A ROMPERGLI LE SCATOLE QUI?
Scusa, ma anche io ho avuto il bisogno di dirlo.
E specifico anche che per chiamarlo "vicario di Cristo" bisogna anche essere ben ignoranti in "realtà".
Il Papa rappresenta tutti quelli che sono stati battezzati nelle fede Cattolica loro malgrado a 0 anni e non hanno mai fatto un minimo sforzo mentale per rendersi conto che solo a pochi passi, in Grecia e UK, per esempio, dove sono ortodossi e protestanti e quantaltro, ma sempre cristiani, non frega nulla del Papa, che è una persona come tante, e per molti addirittura un dittatore. Ma di relazioni con il "Cristo" non c'è nulla. Primo, perché la religione cristiana nasce a Roma solo dopo il II secolo e diventa più strutturata solo nel 325 con il Concilio di Nicea - Pietro, insomma, nella realtà, non l'ha mai vista Roma. Secondo: questo Papa dice bugie che costano vite umane quando sostiene che il profilattico fa anche peggio per la prevenzione all'AIDS; poi riabilita vescovi che negano le camere a gas, poi vuole che la gente come Eluana viva 17 anni in coma perchè la vita(?) è importante anche se ci dovrebbe essere l'aldilà!?!
(Ci avevi mai pensato?) e tante altre cose che non è il caso di scrivere qui. Quindi, penso proprio non sia il caso di far innervosire chi è costretto ora vivere in queste condizioni...scusa, ho dovuto dirlo.

ulivinico ha detto...

"basilisco ha detto...
ulivinico, leggi prima di aprire la bocca e dare fiato, la pecorella si riferiva agli sciacalli. pura e semplice solidarietà di specie. capito adesso?"

No.

basilisco ha detto...

allora chiedilo a lui/lei direttamente. ciao

fabrax ha detto...

ciao Anna, come va? Ti chiedo una cosa, posso copia-incollare il tuo post sul mio blog? Se è no, non importa, non voglio creati problemi di quelli molto più gravosi che hai già

Gabriella ha detto...

Stai tranquillo Ulivinco, ho pensato a tutto quello che hai detto e mi sono data delle risposte che non coincidono con le tue. Comunque non è mia intenzione fare polemica soprattutto in questa circostanza e proprio perchè rispetto Anna e chi, come lei, sta soffrendo. Amici, spero, pur nella diversità. Un abbraccio

Barbara ha detto...

Mamma mia, questa dei magazzini non me la immaginavo proprio... Vi auguro che riescano a ricostruire prima possibile delle abitazioni degne di questo nome, e a recuperare quelle che non sono andate distrutte.

Anonimo ha detto...

@ Ulivinico...
praticamente sei un anonimo...hai una pagina blogger inutile...il tuo commento merita di essere eliminato(ma forse no...dato che sei dalla parte della padrona di casa) anonimo

Pier Luigi Zanata ha detto...

Cara Anna niente di nuovo e' la cosiddetta economia dei disastri: pochi imprenditori senza scrupoli, amici dei potenti, che fanno i soldi lucrando sulle disgrazie. Vedrai al momento della ricostruzione.
Vale

Giorgio ha detto...

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 10 apr - Anche ''sotto la superficie di calamita' naturali, guerre, rivoluzioni e conflitti di ogni genere, vi e' una presenza silenziosa, vi e' un'azione divina mirata'': sono le parole di papa Benedetto XVI, in una preghiera di ''speranza'' in apertura della Via Crucis in Colosseo, il cui testo e' stato anticipato dall'Osservatore Romano.

Quindi anche il terremoto sarebbe una azione divina mirata .... MIRATA A CHE ?

Le ragioni della sua vista pertanto sono mirate ad una verifica delle risultanze del disegno divino ?



Cordialmente ti saluto e ti ringrazio.
Che la forza sia con te.

Giorgio Deidda

Gabriella ha detto...

Caro Giorgio, bisogna leggerlo tutto il discorso: "Quando una calamità fa di noi le sue vittime, la fiducia in noi stessi è del tutto scossa e la nostra fede è messa alla prova”. Ma è “in Cristo che comprendiamo il pieno significato della sofferenza” e il “suo valore redentivo”– dice il Papa: “sotto la superficie di calamità naturali, guerre, rivoluzioni e conflitti di ogni genere, vi è una presenza silenziosa, vi è un'azione divina mirata” perché dal male nasca il bene. “Continuiamo a confidare nel Signore – afferma il Pontefice - poiché egli salva coloro che hanno perduto ogni speranza”. Quelli che non vedono “nessun motivo per credere e sperare”. Eppure sperano “contro ogni speranza” e “questa speranza alla fine non delude”.

Nestor ha detto...

Giorgio, perchè da laici si critica chi di Dio è il portavoce per i credenti? Se ci fosse coerenza le sue parole dovrebbero lasciare indifferenti. O no? D'altro canto che ci si deve aspettare di diverso da lui? o no? che la forza sia con te. amen (scusa ci sta a fagiolo)

Anonimo ha detto...

quoting:
Certi sciacalli dovrebbere subire il supplizio di tantalo. Mi farebbe piacere però essere informato sulle mille e oltre persone scomparse di cui si parla nei precedenti post. Immagini, documentazioni, resoconti, fosse comuni ...... e quant'altro necessario per far scoppiare un caso nazionale. Sempre che esistano.
---------
anch'io aspetto che miss incontinenza ci sveli l'arcano, come promesso da tempo. Non dirmi che non hai ancora imparato ad usare fotocamera e videocamera.
In compenso chi hai disprezzato per le sue attività manuali sta informando e portando aiuto concretamente. I tuoi sono ancora blablabla.

giulia ha detto...

E' terribile constatare quello che forse si sa, ma che quando lo vedi attuare sulla pelle di chi vuoi bene fa ancora più male.
L'aveva detto Hanna Arendt il male è banale e si insinua là dove meno te lo potresti aspettare.

Ti abbraccio forte, Giulia

Arnicamontana ha detto...

cara Anna, mi dispiaccio di tutto, anche di noi fortunati che ci permettiamo il lusso di sbuffare di fronte ad una pioggia incessante ma che al più presto ci metteremo comodi nelle nostre case, al calduccio, con gli abiti puliti e un divano dove a fine giornata stendersi...Mi dispiaccio dello sciaccallaggio a tutti i livelli, ma più di tutto della sofferenza immane, tua e della tua gente. Come sempre, il mio abbraccio

Riverinflood ha detto...

Cerco di capire dove può arrivare l'insensibilità a oltranza dello Stato. Sciacalli tutti? Sono d'accordo. Mi chiedo pure, se al di là delle sofferenze, il perché non ci sia proprio la forza per una scintilla collettiva e popolare di rivendicazioni, di giustezza umana, vivendo cioò che state vivendo tutti? Se la sofferenza è sulla propria pelle, perché non reagire intelligentemente e proficuamente. Perché non prendere in mano le situazioni strutturalmente deboli e farle diventare vivibili?

Anna ha detto...

@River,
capisco bene che chi non vive direttamente l'esperienza del terremoto non sappia come ci si sente. Per prendere in mano la situazione occorre lucidità e consapevolezza. Noi siamo attoniti, sbandati e prendiamo lentamente coscienza. Ci si sente così. Con il tempo, forse....

@ Per coloro che fanno di questo luogo un forum,
volate altrove.Il papa non alberga in questo sito. Chiaro? Non costringetemi ad introdurre nuovamente la moderazione dei commenti.

@ Anonimo, uno dei tanti,
non ho videocamera, né fotocamera. E non sono una reporter. Questo è quello che posso fare. Vola altrove per altre verità.

Giorgio ha detto...

Cara Gabriella,
ammiro e rispetto la tua perseveranza nel voler trovare comunque una ragione valida per continuare a credere.
Continuare a credere in chi si vuole da una parte onnipotente ed infinitamente buono e misericordioso e dall'altra consolatore per quanto non riesce ad evitare.
E proprio a leggerla tutta che risultano inconciliabili ed inaccettabili certe contraddizioni.
Ma se nelle tragedie e nella sofferenza troviamo un nostro personale valore redentivo questo aimè avviene a discapito di quelli che sono stati sacrificati dagli eventi affinchè il disegno divino fosse portato a compimento.
Tra l'altro, il vero Cristo si sarebbe spogliato dei suoi ornamenti, avrebbe fatto proprie le altrui sofferenze, avrebbe diviso e condiviso il proprio pane ed i propri averi, avrebbe camminato nello stesso fango, avrebbe pianto delle stesse lacrime ... avrebbe chiesto lui stesso a suo Padre le ragioni di tutto questo.
Lo dico per tutti coloro che non possono trovare consolazione e ragione nella preghiera, per tutti coloro che non riusciranno ad accettare la perdita di un proprio figlio innocente confidando che per mezzo di questa azione divina mirata dal male nasca il bene.
Perchè questo ragionamento sembra semplicemente e maledettamente ipocrita.
Cordialmente ti saluto.
Giorgio

Giorgio ha detto...

Caro Nestor,
si può realmente rimanere indifferenti dinanzi a tutto ciò ?

Essere laico o diversamente credente non è uno status che una volta acquisito va a pennello per tutta la vita.

Il credente come il laico penso debba esser sempre alla ricerca di conferme del suo status.

E se ciò avviene nella civile dialettica e nel rispetto potrà essere un accrescimento per tutti quanti.

Io non riesco ad essere indifferente.

Amen.

Gabriella ha detto...

Chiedo scusa ad Anna se uso per l'ultima volta di questo spazio aperto, come ho detto prima della "tua Casa". Ti ringrazio Giorgio per le tue parole sentite ed equilibrate. Le rispetto e non intendo continuare in una conversazione che sarebbe solo a due.Ti dico solo che le domande che tu ti poni sono un po' di tutti. Poi c'è chi, pur essendo toccato da un profondo dolore, riesce a trovare un sostegno nella sofferenza stessa di Cristo crocifisso e nell'amore di Dio. Chiedo ancora scusa ad Anna. Non era mia intenzione "occupare" questo spazio. Ho creduto fosse possibile manifestare anche il mio pensiero. Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Penso che sputare nel piatto dove si mangia sia sbagliato. Se eri abituta a mangiare caviale e champagne ora certo con la spesa del discount ti trovi maluccio. Perdonaci se oltre ad aiutare voi, con immenso piacere, abbiamo da sfamare anche i nostri figli. E se quei "disgraziati" dei tuoi amici ti hanno offerto di cuore un camper solo per risparmiare i soldi della rottamazione certo c'e' da condannarli.... neanche un castello, e che cavolo.
Penso che tu sia un po' (!) arrogante miss kappa. E cio' che mi sorprende e' che tutti qui non si rendono conto della tua superbia. La condizione di terremotata(comune purtroppo a molti altri) non ti da' diritto di "sfottere" chi ti ha aiutato con il cuore. Scusaci per il camper al posto del castello e la spesa dell'eurospin al posto di caviale e champagne. Il dolore e la sofferenza addolciscono il cuore delle persone buone. A te non e' successo.
Modera, modera.
Anonima di nome proprio.
P.S.
Pace e salute a tutti i terremotati abruzzesi. Davvero di cuore. Ho fatto e faro' ancora x tutti voi.