giovedì 16 aprile 2009

Il terremoto del Sindaco

Egregio dott. Massimo Cialente, Sindaco di L'Aquila,
molte persone, in questi giorni dolorosi, mi hanno chiesto di lei. Persone lontane, che la vedono in TV. E mi chiedono,fra il serio ed il faceto,come mai, nelle sue apparizioni televisive,risulti così impeccabile in camicie inamidate, e cravatte,ed abiti sempre diversi. Non ho la possibilità di un televisore, non l'ho vista mai, ma rispondevo loro di non fermarsi alle apparenze e di ascoltare cosa lei avesse da dire. Nessuno, però, purtroppo, mi è sembrato particolarmente impressionato dalle sue dichiarazioni. Ieri pomeriggio, invece, mentre ero in fila per censire la mia casa distrutta, l'ho scorta nel piazzale assolato della Guardia di Finanza. Circondato da reporter, fotografi, giornalisti. E l'ho trovata patetico. In mezzo alla disperazione dei suoi concittadini, lei si concedeva alla stampa nei suoi abiti freschi di stireria. Non l'ho mai vista così elegante, Signor Sindaco. Mai. Ieri non aveva neanche un capello fuori posto. In città tutti sanno come lei si sia distinto per essere stato assolutamente invisibile nelle legislature dove avrebbe dovuto rappresentare in Parlamento i suoi concittadini. Nei suoi due anni da Primo Cittadino si è distinto, invece, per il totale immobilismo e per l'incapacità di assumersi qualsiasi responsabilità. Capisco bene che la ribalta delle cronache e la luce dei riflettori possano soddisfare la sua vanità e lasciarle anche la possibilità di esibire tutto il suo provincialismo dell'abito buono della domenica. Un terremoto come quello che abbiamo avuto non è roba di tutti i giorni. Merita camicie e cravatte nuove e facce di circostanza. Lei sa che ci conosciamo molto bene, sin da ragazzi. Una volta si lottava insieme per gli stessi ideali. Ho notato anche che, da quando fu eletto onorevole,mi ha sempre salutata a mezza bocca, e solo quando non poteva farne proprio a meno. Lei sa bene che non le ho MAI chiesto nulla, ora ,invece,una cosa voglio chiedergliela, Signor Sindaco ex comunista: le chiedo di stare in mezzo alla sua gente, lontano però dai riflettori e dai giornalisti. Venga a spiegarci come mai non ha soddisfatto il suo spirito di protagonismo e non ha sfoggiato le sue cravatte quando qui si ballava e nessuno al di fuori di noi Aquilani lo sapeva. Venga a dirci di persona cosa intende fare per la sua comunità. Venga a rassicurarci. Lasci gli abiti gessati nell'armadio e venga nei campi. In mezzo al fango e il freddo della notte. Noi la aspettiamo.
Anna Pacifica Colasacco

144 commenti:

Anonimo ha detto...

Sei una grande.... non mollare....siamo con te. Un abbraccio. Fabrizio

isason ha detto...

che triste cosa avere un sindaco cosi menefreghista. spero vivamente che le parole che hai messo su questo forum si traducano in qualcosa di concreto verso il sindaco. perche non meritate questa situazione di invisibilità.
mi raccomando anna, continua così.
un abbraccio

ANNA ha detto...

La rabbia rende ciechi... non fare questo errore Anna.

Kappa ha detto...

Ho scoperto il tuo blog solo da pochi giorni. Mi dispiace sia successo in questa tristissima tragedia... Ti stimo a ammiro per la forza con cui stai affrontando tutto questo e per il coraggio che dimostri con ogni tua parola. Un abbraccio.

MARCO VALENTI ha detto...

Ciao, volevo chiederti di farti spiegare dal sindaco quanto segue:
Il terremoto avviene alle 3 di notte e la Prefettura viene avvisata a mezzanotte. quelli della Prefettura che dovrebbero essere il centro della raccolta, dell’unità di crisi scappano di notte senza dire niente a nessuno e i funzionari si salvano, mentre ai cittadini non viene detto niente e muoiono.
Chiedi al sindaco se ne sa qualcosa di questo, e chiedi conto del perchè la prefettura è stata informata a mezzanotte mentre i cittadini sono rimasti sotto le macerie.
Grazie, ciao.

xtravaned ha detto...

Si aspettatelo, verrà di sicuro! Ma con tutto il casino che c'è li state a guardare come è vestito il sindaco?

Alberto ha detto...

Anch'io avevo notato in televisione gli abiti sempre perfetti di questo sindaco e qualche domanda al proposito me l'ero posta. Chissà se comincerà a sporcarsi come dovrebbe.

gianna ferretti ha detto...

Ciao Anna
ho appena visitato il blog del sindaco. Abbassate il volume, ci sono gli schiamazzi della ormai datata vittoria elettorale.

http://www.massimocialente.it/blog/

e poi?

emma ha detto...

ebbrava Anna!
le spiegazioni da pretendere sono tante. la piu` importante il perche` non ha chiuso la casa dello studente e non ha comunque dato l'allarme almeno alle 23 (e comunque prima, prima, in tutti quei mesi di tremolio continuo).
sulla domanda posta da Marco Valenti, davvero direi di verificare anche.
detesto solo, in tutto questo, le notizie palesemente false che circolano e quelle palesemente artefatte e addolcite.
in nessuno dei due casi siamo di fronte al tuo caso, ovviamente.
coraggio, Anna.

Nemo ha detto...

I politici sono imbattibili nell'approfittare delle disgrazie altrui.

giuliana ha detto...

ti scopro solo oggi grazie a meringa, e ti ho bevuto tutto d'un fiato. so cosa stai provando, è quello che ho provato anch'io, nell'80, a potenza, solo che allora internet non c'era e si faceva con quello che avevamo (abbastanza poco). hai tutta la mia solidarietà. coraggio. il sindaco non è il solo personaggio che incontrerai in questo circo. questione di poco e ne verranno fuori decine. tu però non smettere di essere arrabbiata.
un abbraccio

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Cara Anna, per fare quello che gli chiedi bisogna avere le palle e se non le ha mai avute fino ad ora solo un miracoo potrà dargli quel coraggio e quella lealtà verso i suoi cittadini che non ha mai avuto prima. Ma non esiste solo lui, quindi la speranza c'é.

Un bacio
Daniele

arrgianf ha detto...

ma sai che pensavo la stessa cosa quando lo vidi a ballarò? Era vestito benissimo e poi si è messo a dire "nonostante siano cadute una casa su due , l'aquila non è costruita di cartone"...

Francesca Volpi ha detto...

Anna. Ciao da poco seguo il tuo blog. Lo leggo per farmi un'idea di quello che succede sul campo. Lo leggo con occhio quanto meno in coma vigile, non con occhio critico ne' alto. Continua a scrivere..
Scrivo questo commneto per dire una cosa: Io ho sentito da Travaglio principalmente questa notizia, e cioe' che quelli della prefettura se la sono andata a gambe ancora durante la prima scossa. Cioe' sono scappati per paura che poi la struttura venisse giu (cosa che poi ha fatto) e non hanno avvistato la popolazione. Non hanno intimato di CITTADINI a fare lo stesso.
Trovo la NOTIZIA scandalosa. Mi chiedo anche quanto possa essere vero anche se putroppo non fatico ad immaginare che sia piu' che verosimile come cosa. E voi, tu , sapevate di questa cosa?

Sono curiosa di sapere

Forza e Coraggio.

lerinni ha detto...

triste soggetto davvero...

sassicaia molotov ha detto...

Eh, Anna cos'è sto disfattismo? Non lo sai che sta andando tutto bene? Non lo sai che da tutto il mondo i nostri politici stanno ricevendo attestati di stima per la prontezza e l'organizzazione dei soccorsi? Non lo sai che state facendo niente più niente meno che un campeggio di fine settimana? Occhio che arriva qualche pretore e ti censura il blog. Un abbraccio.

Stefi ha detto...

Cara Anna,
in un paese democratico e serio il tuo "primo cittadino" avrebbe forse già rassegnato le dimissioni.. purtroppo siamo in "dittatura democratica" per cui costui continuerà a seguire le regole del gioco...
Un forte abbraccio
Stefi

Anna ha detto...

@Anna,
mia omonima. La mia rabbia è lucida, non cieca. Vado avanti. Se hai qualcosa da dire a favore del sindaco della mia città, sono qui a leggerti.

la sorella bionda ha detto...

Ciao Anna,
non sto a raccontarti da dove vengo ne come sono arrivata qui.Fatto sta che dal terremoto,sono qui ogni giorno.
Inutile dimostrarti la mia vicinanza,la mia empatia,il mio dolore.
Vorrei sapere come aiutare meglio che posso.
All'inizio ho fatto domanda alla Protezione civile,ma non danno segni,ora sto avendo contatti con Epicentro solidale,e provo a venire su con loro,altrimenti faremo una macchina cosi.."sciolta"..se hai ricieste,suggerimenti,o pareri,fatti sentire in qualche modo,da qui.
Un abbraccio.

iNessuno ha detto...

Ciao Anna,
seguo attraverso i tuoi coraggiosi interventi la realtà abruzzese.

Continua a denunciare la verità e ricorda:non sei sola!!!

zefirina ha detto...

la rabbia non sempre è nociva serve anche a darti coraggio, a farti sentire viva e se ben indirizzata a cambiare le cose, quindi per me arrabbiati quanto ti pare, che fai bene e ne hai tutte le ragioni

Gatta bastarda ha detto...

non conosco questo sindaco ma è come se lo conoscessi... perchè sono quasi tutti uguali... caro sindaco se ora può dimostrare di essere diverso... lo faccia e si dia da fare!
anna siamo con te...
dicci anche di cosa hai bisogno... proprio di materiale che vediamo di mandartelo. Perchè sappiamo che tu faresti lo stesso!

zefirina ha detto...

p.s. mi sono rotta di essere buona e ancor di più di esser buonista, dopo averti sentito ieri non sono riuscita a prender sonno, mi sono sentita impotente, incapace di dare un valido aiuto, però un'idea mi è venuta per questa estate quando ci sarà ancora più bisogno

hei lo sai che sul video di cui ti ho parlato quello di ozpetek, c'è inquadrata una donna, seduta affranta tra le tende, che ti assomiglia, o forse è stato solo il desiderio di saperti bene che mi ha fatto credere di riconoscerti in lei

Marco Dale ha detto...

Però ha la barba lunga!!!!!
Patetico come tutti politici che fanno di tutto per entrare nell'inquadratura della Tv di turno,sai quanti ne ho visti di "politici" pescaresi accorsi già il lunedì sera per timbrare la presenza,perchè di sola presenza si può parlare!
Potrei fare i nomi di tutti quei porci!
Per qualsiasi richiesta,continuerò a ripeterlo all'infinito,contattami sul mio blog!
Un abbraccio!

Bruno ha detto...

beh, finito il mandato lo vedremo insieme a tutti gli altri, a roma...... queste sono prove di collegamento.......provinciali

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Alla fine di questa triste storia, vedremo il tuo sindaco per lo meno in Senato. Lo dico con amarezza.

Il Massimo ha detto...

Grande attacco politico che in parte condivido. Certo si fosse presentato con abiti dimessi mentre dava una mano nelle tendopoli avrebbe acquisito una marea di consensi.
Adesso passerà il solito anonimo che non ha niente da dire per contestarmi il nulla.
Ciao.

nadiaflavio ha detto...

Credo che il compito di un primo cittadino sia di stare vicino alla sua gente indipendentemente da come è vestito.
Se questo signore non lo fa, be' allora non e' un buon sindaco, con o senza cravatta!
Un abbraccio da Genova

Artemisia ha detto...

L'ho visto ad Anno Zero e non mi e' parso cosi' impeccabile (barba lunga per esempio) pero' piuttosto moscio si'.
Dai, Anna, resisti che tra poco ti arriva anche Ratzy! ;-)
Ciao bella!

MFM ha detto...

A noi abruzzesi ci hanno sempre lasciato gli scarti, non fanno eccezione i nostri politici locali. Che tristezza...

Elle ha detto...

Anna, ciao.
Il mio commento è stato questo, quando l'ho ripetutamente visto: " ma com'è che lui è tutto ben vestito? la sua casa non è caduta? o sapeva, ed è scappato?"
Ti abbraccio forte.

K ha detto...

E il tuo mal di gola?
Stai meglio?

Anonimo ha detto...

Ciao Anna,
sono felice di leggerti...capisco quello che vuoi dire, prendetene atto e alla prossime elezioni votate di conseguenza. Sono stanca di sentire destra e sinistra...le disgrazie son disgrazie e non appartengono a nessuno e sono stanca di questi politici pur essendo di sinistra, ho voglia di un paese veramente democratico e libero! Per favore non smettere di scrivere e di sperare...dobbiamo crederci! un bacio

Vale ha detto...

qst è il blog del controterremoto!
grande
al sindaco non è cascata la casa?

Fra ha detto...

Sai che cosa mi rattrista di più il fatto che come dici tu il sindaco era di sinistra che succede il potere uccide gli ideali? Dacci un indirizzo di amici non lontani da te dove noi possiamo mandare cose che servono.

Francy274 ha detto...

Miss Kappa, con il "Vostro" terremoto ci sto diventando matta....passo il tempo a cercare riscontri, e più vado avanti più la cosa diventa inquietante.Domande da fare? Hai voglia!!!
Ti offro un link , tieni conto che le domande che si pone l'autrice io me le sono poste da subito, appena sentita la risposta del premier piena di "orgoglio patrio"! Non ci sto dormendo!
Ma a chi abbiamo affidato le Nostre sorti? Perchè se tutto ciò fosse vero, quelli con le Nostre vite ci giocano...pesante!

http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/04/terremoto-e-segreti.html

Mattia ha detto...

Ho letto il tuo blog, non ho parole per rispondere, temo che quello che potrei dire possa risultare superfluo...
Abito a Milano, dunque sufficientemente lontano da voi e devo ammettere che qui l'eco di quanto è successo si è sentito drammaticamente poco; sono anche io un volontario in Croce Rossa ma non ho avuto la possibilità, per via delle direttive interne, di unirmi ai volontari che sono partiti da tutta Italia verso di voi.
Sto cercando di fare il possibile da qui; credo che in settimana stabiliranno i turni per lo smistamento del materiale da inviarvi. Nessuno vi ha dimenticato, tenete duro.


Mattia

ANNA ha detto...

Ciao Anna, non conosco la persona, era solo un consiglio, tutto qua! Non penso sia facile per nessuno di voi in questo momento anche con l'abito tirato a nuovo!

Anonimo ha detto...

grazie.sono sicura che tutto questo servirà a qualcosa,faccio parte di un movimento buddista e stiamo facendo il possibile per esserci senza intralciare.
coraggio!!

Anonimo ha detto...

è così importante continuare a far distinzione politica?
se anche in momenti così tragici si continua ad additatare il diverso ora mi spiego perchè ilmondo va e andrè sempre peggio!! piuttosto perchè nn spiegare le cose che son state dette all'inizio (forse solo per attirare l'attenzione)?piuttosto perchè nn rispondere a tutte le persone che chiedono come potervi aiutare?

Stefy61 ha detto...

Ciao Anna
sono ancora qui, come tutti i giorni ormai, leggo avidamente e con crescente angonscia ciò che scrivi.
Credo che l'aspetto del vostro sindaco abbia colpito in molti, anche se "l'abito non fa il monaco" e l'abbigliamento volutamente dimesso poteva essere solo un ostentazione, è l'atteggiamento freddo che mi ha scioccata. Mi sarei aspettata da lui un modo di fare meno politico e più umanamente coinvolto. Oltre al fatto che, essendo la massima autorità territoriale in materia di sicurezza, sanità e ordine pubblico, non dovrebbe avere tutto questo tempo a disposizione per interviste e partecipazione a programmi, ma essere oberato di lavoro tanto da non poter concere più di pochi minuti.
Comunque continua così, siamo tutti con te un abbraccio
Stefy61

La Mente Persa ha detto...

Sarebbe bello se ti rispondesse QUI, ORA, a questo post.
I politici sono sempre così distanti, pure nelle disgrazie.
gio

Danilo ha detto...

Ciao Anna,
penso che il tuo pensiero come quello di molti altri su questo Sig.Sindaco Massimo Cialente sia legittimo, e penso che sia normale in una situazione di disagio appigliarsi anche a questo. In effetti è un pò inusuale, dopo gli stravolgimenti di questi giorni, vedere una persona tutta bella tolettata pararsi davanti alle telecamere con un sex appeal invidiabile dal nostro Costantino Vitagliano.
Penso però che non abbia senso, almeno in questo caso, additarlo con appellativi politici, anche se ahi noi, la politica è sempre un perno centrale nella vita di tutti. Che tu sia di destra che tu sia di sinistra o che tu stia al centro, verrai sempre giudicato per ciò che dici pensi fai. (che bello ho scoperto l'acqua calda :))
Al di là di tutta questa introduzione, saltando un'argomentazione che forse meriterebbe di essere stesa, concludo dicendo che: mi stanno sulle palle le persone che anche in contesti del genere pensano più ad apparire che all'essere. Come diceva un comico di Zelig, di cui al momento mi sfugge il nome, "ci vogliono FATTI non pugnette".
Ciao Anna ;)

Anonimo ha detto...

Leggo, basita, che qualcuno, ben 3 ore prima della terribile scossa, viene avvertito e riesce a scappare. Ma ..... avvertito da chi? Non si puo' fare cosi' esplosivi proclami e omettere il piu'........ Da chi sono stati avvertiti? Non si puo' fare queste rivelazioni e lasciarci con la curiosita'. Anche perche' io lo voglio conoscere "questo" che riesce a sapere e quindi ad avvertire !! Non c'e' conoscenza piu' ambita in questo periodo.
Lungi dal solito e abusato "piove, governo ladro", vorrei invitare a mantenere un minimo di realismo. Abbiamo saputo da tutte le parti che i terremoti non si prevedono, e invece, dopo tante scosse, prorpio quella notte la prefettura e' stata allertata? Boh, mi sembra inverosimile.
Poi vorrei, sempre ringraziando la padrona di casa x l'ospitalita', invitare la sig.ta Anna a far pervenire al sindaco dell'Aquila, che non giudico xche' non conosco, una copia della lettera aperta a lui dedicata in questo blog, altrimenti rischia che le sue parole/accuse cadano vane.
E vorrei aggiungere che se il sindaco si fosse presentato sciatto
avreste detto che voleva farsi "compatire" e che non rappresentava la vostra forza ed il vostro orgoglio.
In merito alla vicenda Vauro, mi meraviglia che voi abbruzzesi non vi sentiate offesi da quelle "schifose" vignette che offendevano i vostri morti. I NOSTRI morti. C'e' un limite oltre il quale non si DEVE andare, nenache la satira deve farlo. Non e' buonismo o perbenismo, E' RISPETTO.
Grazie, Angela.

rita ha detto...

Anna cara, non c'è giorno in cui io non venga a leggerti.... e post dopo post ritrovo la forza di quella donna meravigliosa che ho conosciuto.....un bacio a te e a Bepi. Siete nei nostri pensieri, sempre .....

Anonimo ha detto...

Solidarieta' per IL MASSIMO, cosi' attaccato da qualche anonimo imbecille, che critica la faccia degli altri non mostrando la propria e attaccando le parole degli altri non avendo le proprie.
Pero'..... perche' fedifrago? Lo conosci?
Angela.

Maria ha detto...

Mio marito è palestinese. Ha trascorso parte della sua infanzia in una tenda dell'Onu,in un campo profughi.Era piccolo ma ricorda ancora bene il freddo e il fango dell'inverno, la polvere dell'estate e lo spavento suo e dei suoi fratelli quando a volte, nel mare di tende non riuscivano a ritrovare la propria.
A tutti quelli che ora vivono "quest'esperienza",va il nostro affettuoso pensiero.Sperando che duri davvero poco.

marina ha detto...

Anna, invece di consumarti la carica del telefonino ti scrivo qui. C'è una iniziativa per mandare libri a chi abbia voglia di leggere. che ne pensi? se ti sembra accettabile mi informo meglio
ti abbraccio forte forte, marina

sassicaia molotov ha detto...

@Angela: vedo che la tentazione di buttarla in caciara è dura a morire per certa gente: AVRESTE DETTO COSA? Come ti permetti di sentenziare sulle intenzioni? Il senso della lettera di Anna era chiarissimo: in cravatta o no vuole sentirlo VICINO. In merito alla vignetta di Vauro, continua pure a chiederti perchè gli abruzzesi non si sentono scandalizzati: evidentemente hanno capito il senso di quella vignetta più di chi ragiona solo con il suo marchietto ben stampato nel cervello. Vauro è stato a lungo con Emergency in Afghanistan ed è stato testimone di altre enormi tragedie, probabilmente sa meglio di tanti culi al caldo da dove nasce il rispetto della sofferenza. E in quella vignetta mi pare proprio che l'unico a doversi sentire offeso dovrebbe essere quella schiera di politici che aveva progettato un piano-casa senza riferimenti a misure antisismiche, guarda caso rivisti dopo il terremoto, cioè a buoi scappati, come al solito. Vediamo di piantarla qui, quindi.

@Anna: da qui stanno partendo amici che collaborano con la protezione civile e la curva nord dei tifosi del Livorno per sabato ha organizzato una raccolta di fondi che arriverà via Epicentro solidale, Livorno è con voi, tutta e senza distinzione. Un abbraccio.

Linda ha detto...

Anna....
sei veramente una grande!

Linda

Anonimo ha detto...

A pag. 236 del libro di Saviano "Gomorra" si legge:
Io so e ho le prove. So come è stata costruita mezz'Italia. E più di mezza. Conosco le mani, le dita, i progetti. E la sabbia. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi, ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia. Camion in fila, che attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma. Erano riusciti a rimanere, a resistere senza emigrare e sotto i loro occhi gli portavano via tutto. Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi, nei palazzi di Varese, Asiago, Genova.
... non aggiungo altre parole.
Ti ammiro profondamente. Paola. Torino

Il Massimo ha detto...

@ Sassicaia. Se avessi letto tutti i commenti capiresti. Non dare addosso ad Angela senza motivo.

Nestor ha detto...

Mi spiace veramente per ciò che stai passando, ma dopo aver letto questo tuo articolo mi fa male pensare che quelle vittime siano ancora là sotto ad aspettare che qualcuno denunci il loro abbandono. Dovresti riprendere il discorso, per resituire loro visibilita oppure smentire. Nestor

Anonimo ha detto...

@ x sassicaia
Se il senso era quello di dire che il sindaco non era vicino agli abbruzzesi bastava dire quello, xche' allora prendersela con le sue camicie stirate? Per amore di critica ad oltranza? Io non mi permetto nulla, forse hai la coda di paglia? L'essere stato vicono alla sofferenza di Vauro puo' permettergli di vilipendiare i morti abbruzzesi? Ho amato sempre molto la sua satira, stavolta ha esagerato e non sono io la voce fuori dal coro, purtroppo per quelli che la pensano come te.
Il marchietto nel mio cervello non c'e' e se ci fosse non lo conosceresti tu. Forse il semplice sospetto che non sia una falce ed un martello ti rende fastidiosa l'idea?
Ho sempre scritto con civilta' e rispetto, quindi posso PRETENDERE altrettanto. La tua ultima esortazione non ha nulla di civile.
Apoliticamente, Angela.

Anonimo ha detto...

@ IL MASSIMO
Grazie, come dicevi tu qualche giorno fa, quando si esprime una opinione contraria alla maggioranza si va al macello.
Il confronto civile non e' di questo mondo. Sempre grazie x l'ospitalita', finche' mi e' permesso.
Angela.

Anonimo ha detto...

D'accordo con nestor. Spiegare oppure SMENTIRE.
ANNA

Cecco Angiolieri ha detto...

CIAO,forse non e' il caso, ma sai dirmi perche' nessuno ha ascoltato quello che aveva da dire Gianpaolo Giuliani? non mi sempra la persona stolta che vogliono far sembrare,non sara' un super scienziato ma......forse aveva ragione???

Il Massimo ha detto...

Smentire che?

upupa ha detto...

....concordo pienamente con quanto detto da sassicaia molotov..........brava!

Luigi Morsello ha detto...

DI PRIMO ACCHITO, DOPO AVER LETTO IL TUO POST, MI ERA SEMBRATO TU ESAGERASSI.
POI HO LETTO LE DICHIARZIONI DEL SINDACO ULA VICENDA VAURO E TI DEVO DARE PIENAMENTE RAGIONE: MERITAVATE DI MEGLIO.</b

Anonimo ha detto...

già molotov è un nome poco costruttivo.

Antonella ha detto...

@Angela
La notizia della Prefettura l'ha data Marco Travaglio nel post "Gli sciacalli dell'informazione", pubblicato il 13 aprile in vari Blog.

Ti cito la sezione di interesse...

"Da Bertolaso ci si attendeva che ciò che è stato detto ai funzionari della prefettura de L'Aquila che se la sono data a gambe, a mezzanotte, dopo la forte scossa delle 23.30 venisse detto anche al resto della popolazione. Voi sapete che il comandante è l'ultimo a lasciare la nave, nel codice della navigazione: evidentemente nel codice delle Prefetture, del ministero dell'interno e della Protezione Civile così ben gestite il comandante è il primo a darsela a gambe. Il palazzo della Prefettura viene evacuato intorno alla mezzanotte e ai cittadini non viene detto niente, tant'è che alle tre e mezza della notte, quando tutto crolla, ci rimangono sotto (stima di queste ultime ore) circa 300 persone."

1. Travaglio, come sicuramente sai, è attentissimo a dire cose non vere e controlla attentamente le fonti
2. Non si è parlato di previsione...la domanda è soltanto: perchè, di fronte ad un rischio presento, la Prefettura è stata evacuata mentre ai cittadini (ed ai loro bambini) non è stato detto nulla? Anche se la risposta è probabilmente ovvia, è un quesito inquietante.

Parliamo di Vauro.Per vignetta schifosa tu intendi quella dell'aumento delle cubature, vero?

Nel pieno rispetto del tuo pensiero, io l'ho interpretata in questo modo:

1. E' riferita al piano casa, che nella sua formulazione originale che prevedeva una semplificazione delle norme antisismiche
2. Si richiama anche ai condoni edilizi...le case condonate non vengono preventivamente controllate
3. E' una denuncia per i mancati controlli da parte delle Amministrazioni/Istituzioni, anche riguardo ad edifici pubblici
4. Le morti sono causate dal crollo di edifici non-antisismici...un terremoto nel deserto non provoca danni

E' un grido di dolore per morti che potevano essere evitate

Angela, secondo te, cosa di questa analisi è sbagliato e perchè?

Anonimo ha detto...

Ammiro il tuo coraggio. Forza e non mollate.
Enrica

Chiara ha detto...

E' una cosa che mi sono chiesta anche io: perché mai sempre così impeccabile? Sembrava quasi fuori dal tempo e dallo spazio. sono rimasta abbastanza basita nel leggere che la Prefettura era già stata sgomberata e nel leggere gli interventi su facebook di un vostro concittadino che invitava gli studenti a non dormire in casa in centro, bensì nelle loro rispettive facoltà, di certo più sicure. Ho anche letto l'intervento di un medico, il quale asseriva che sarebbe bastato invitare la gente a lasciare fuori dal garage le proprie auto con un borsone contenente l'occorrente per l'emergenza e ad organizzare un centro di raccolta in qualche luogo sufficientemente aperto. Non dico che sarebbe bastatom però magari qualche vita si sarebbe salvata. Ora capisco il perché delle esercitazioni a scuola che ci facevano tanto ridere. Ridevamo perché ci sembrava tanto stupido...e invece...
Un grande abbraccio da Catania, Chiara

Anonimo ha detto...

Per la "signora Angela" che afferma:

"In merito alla vicenda Vauro, mi meraviglia che voi abbruzzesi non vi sentiate offesi da quelle "schifose" vignette che offendevano i vostri morti. I NOSTRI morti."

Vedo che SUOI sono solo i morti, gentile Angela: tanto "suoi" i morti, quanto le sono distanti i vivi quando afferma "VOI ABRUZZESI" (che si scrive con UNA b).

Preso atto del fatto che secondo lei Vauro (come forse anche Gino Strada, e chiunque non si VENDA alla politica) sarebbe troppo "fazioso", perchè non si scandalizza allo stesso modo quando il "nostro" premier invita le vecchiette nelle tendopoli a recarsi dal parrucchiere?
O quando lo stesso parla disinvoltamente di "camping" dopo aver FINTO di piangere tra le bare dei NOSTRI morti?

O quando il governo spende 13 MILIARDI DI EURO per l'acquisto di caccia bombardieri F-35 APPENA DUE GIORNI DOPO IL SISMA in Abruzzo?

Vedo che "apoliticamente" significa, per lei, sentirsi autorizzata gettare la pietra e nascondere la mano. Non funziona così per chi invece SA schierarsi davvero, al di sopra degli stessi interessi di chia fa della politca il suo MESTIERE.

Cordialmente.
Flo.

Anonimo ha detto...

Qualche volta il bon ton a tutti i costi è fastidioso come il continuo dileggiare; scambiarsi semplicemente opinioni anche se contrastanti è importante, si cresce....o forse qui qualcuno crede che dopo lo sviluppo non si cresca più?
Ciao Anna,racconta pure quello che ti senti, il blog è il tuo spazio e chi viene a trovarti , come me,
evidentemente trova interessante quello che scrivi , a prescindere..
Cate

Il Massimo ha detto...

Tutti contro Angela, non è corretto. Al fondo il post si presta a considerazioni anche di pare opposto.

NiNaToDoRoViC, eNZoCoRReNTi e Nana'Hayne ha detto...

l'apparire in queste situazioni per i politici di sinistra o destra che siano in questi casi è di vitale importanza...
certo c'è chi lo fa con sobrietà e chi lo fa con un esibizionismo disarmante...
anche se la televisione di oggi è pilotata in maniera oscena chi ha una libera_MENTE e la usa nota diverse cosette che all'occhio più distratto sfuggono...
Anna è per questo che ancora una volta ti invito a scrivere ciò che pensi e ciò che vedi!
Enzo Correnti

Manuela Martín ha detto...

Cara Anna anche oggi ti leggo e ti scrivo, come se fosse un rituale, e sinceramente non posso non quotare in toto ció che hai scritto.

Ti dico solamente di non mollare, di andare avanti e continuare in nome della giustizia, in nome di quelle persone che non sono piú lí e non possono cammianare la tua terra e vedere "i mandorli in fiore e i prati pieni di pratoline".

Perché le cose si possono cambiare...ma se il "salvifico" viene da dentro, stando sul campo e conoscendo bene il contesto. E tu ora credo che abbia questa grande missione, questa meta che va con te e allo stesso oltre te, per la comunitá.

Coraggio per i giorni a venire e sappi che, come diceva Gandhi:"Dapprima ti ignorano, poi ti ridono dietro.
Poi cominciano a combatterti e a odiarti. Poi tu vinci".

Un abbraccio da lontano,
M.M.

enzorasi ha detto...

Ciao bbedda, l'idea di Mente Persa che il tuo sindaco ti risponda e, se permetti, ci risponda qui sul blog sarebbe bella. Ma inattuabile, figurati. Io non attaccherei troppo Angela; ha un'opinione diversa e, se devo dirla tutta, vicina alla mia. Io vignette sui terremotati non ne farei. Ma io non sono un vignettista.

Anonimo ha detto...

Perchè.....
1-perchè la protezione civile, il 30 e 31 marzo ha dichiarato che NON c'era nessun pericolo?..che era tutto ok?..che Giuliani era un visionario?
2-perchè SOLO la prefettura è stata fatta sgomberare tre ore prima del sisma?
3-perchè ci raccontano che tutto va bene ma gli intervistati ad "annozero" dichiaravano imbufaliti che dopo molte ore dal sisma, non avevano visto soccorsi?
4-perchè molte tende non sono impermeabili e ci piove dentro?
5-perchè in molte tendopoli mancano ancora le medicine e vengono cucinati cibi scadenti e forse scaduti?
6-perche le tende sono arrivate a Lucoli (AQ) 7 giorni dopo il sisma?
7-perchè non si sbattono in galera i resposabili dei crolli?
8-perchè non si affida la ricostruzione dell'Aquila a quei pochi imprenditori onesti che non hanno avuto crolli nei palazzi da loro progettati e (ben)costruiti?
Celestino

luly ha detto...

E che ci vuoi fare? Purtroppo di persone come quella che descrivi ce ne sono tante in giro. Questo non significa che dobbiamo abituarci a questo schifosissimo andazzo....ma capisci, ci vorrebbe solo la rivoluzione! Ma quanti sono davvero pronti a farla?!? Sono sfiduciata, Anna, per tante e tante cose.....
Ti abbraccio e resisto, siempre!:)

Anonimo ha detto...

Scusate l'anonimato ma non ho un blog.(sono bugiardo).Ma mio nonno mi ha insegnato a giocare a briscola.Occorre essere furbi e scaltri e avere un'ottima memoria.
Per questo non ho fatto il sindaco.Io gioco a briscola tutto il giorno e alla sera leggo sul computer i commenti ai blog.
Siamo seri, lasciamo a chi soffre il diritto di soffrire senza pietismi alla Bruno Vespa.
Massimo il Breve.(di cervello)

gians ha detto...

Un saluto.

Nestor ha detto...

@ il Massimo: smentire che?

che sotto le macerie ci siano ancora centinaia di vittime. Questa denuncia di Anna mi ha gelato, le ho dato credito perchè fatta da un'Aquilana sul campo, che non ha nessun motivo per mentire su una cosa di questa gravità.
Vedo però che la discussione si è spostata sul sindaco, voglio sperare che i morti "dimenticati" non siano meno importanti di lui. O che almeno Anna smentisca e non ci deluda come farebbe uno qualsiasi. Forza.

Panzallaria ha detto...

hai molto coraggio davvero.
ti stimo molto

panzallaria

giulia ha detto...

Sono senza parole... Ma ti abbraccio forte, Giulia

Anonimo ha detto...

Prendo atto, cospargendomi il capo di cenere, dell'errore di ortografia. Pur scrivendo abruzzo, ho sempre scritto abbruzzesi con 2 B. Forse perche' gli abruzzesi mi sembrano TANTO abruzzesi! Dico, dei vivi, VOI abruzzesi perche' io non lo sono. Dico i NOSTRI morti xche' QUESTI morti asppartengono a tutti noi.
Non conoscevo l'intervento di Travaglio, pero' scusatemi, sempre dato x certo che i terremoti non si prevedono, lo sgombero della prefettura era forse una precauzione che (perdonatemi la brutalita') qualsiasi cittadino, al repetersi e perdurare di quelle scosse, avrebbe dovuto attuare. Forse sono troppo buona o troppo "fessa", ma io non voglio credere che, potendolo fare, non si sia dato ordine di sgombero. Sinceramente io, da aquilana sarei andata via. Vivendo a 100 km da li', alle scosse piu' forti sono scesa in strada, poi essendo(per sfortuna/fortuna) abbastanza fatalista, torno a casa, pnsando che si muore piu' di incidenti.... e io guido la macchina tutti i giorni. Non e' cinismo, e' praticita'.
Per le vignette di Vauro, perdonatemi, anche solo il disegno della croce di una tomba, E' STATO FUORI LUOGO. Troppo facile il doppio senso tra aumento di cubature in 2 distinti settori di costruzioni edilizie. Troppo facile e di cattivo gusto.
Tutto cio' premesso, lontano da me (apoliticamente vuol dire questo) lasciare un qualunque giudizio sull'operato della classe politica italiana, attuale, presente, futura(purtroppo).
Semplici osservazioni apolitiche e imparziali le mie, forse conosco la sig.ra Anna da troppo poco tempo per esserle pienamente devota come vedo essere tanti di voi. Per me la sig.ra Anna e' come qualsiasi altra donna dei "campi-tenda". Ha un'arma in piu', anzi 2 : il suo blog e la sua innegabile ironia.
Concludendo, non voglio, non voglio, non voglio , pensare che qualcuno abbia mandato a morte anime innocenti.
Responsabilita' e carcere a vita per i macellai costruttori e quanti hanno permesso che si costruissero castelli di sabbia non sulla spiaggia ma nelle nostre citta'.
Angela.

catone ha detto...

Parole sacrosante. forza Anna!!!
Un caro saluto

arial ha detto...

Questo è il retro terremoto: capisco così altro.
Capisco che vi guardo e vi ammiro ancora di più.
Cara giovane scrittrice, non so quanto giovane ma dal cuore giovane e dalla bocca pulita dalla bocca asciutta, dalla bocca onesta.
Chissà dov'erano tutti quanti quando già lì si ballava: ma come scongiurare la catastrofe?
C'era un modo e se si cosa resta da fare?
Arrivo da un annuncio da Wood, leggo e stringo le tue mani fortemente. Hai tutta la mia solidarietà e on solo quella.

olivia iside ha detto...

ciao anna, non sono molto brava con i blog, ma sono riuscita a leggere quello che hai scritto fino ad ora. Sono tristissima per la vostra situazione, per i morti, per le vostre case che non ci sono più, per tutte quelle cose quotidiane, i piccoli oggetti che ricordano il passato di ogni essere umano.
E poi sono arrabbaitissima per la vergognosa propaganda che la maggior parte dei personaggi politici al governo stanno facendo sulla vostra tragedia.
In una delle tue tracce dici che ci farai sapere dei nomi di persone che possono avere bisogno di qualcosa: aspetto che tu lo faccia, così, magari riusciamo a fare qualcosa di concreto.
Ti sono fortemente vicina e ti abbraccio
Olivia dalla prov.di Reggio Emilia

Luca Borghini ha detto...

http://current.com/items/89959156/terremoto_abruzzo_la_testimonianza
_da_oggi_censiscono_gli_sfollati_
per_avere_un_reale_quadro.htm

La sua intervista

L.Bo

il viandante ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sR ha detto...

commovente...

giu ha detto...

ciao Anna, vorrei sapere a chi mandare dei vestiti, i campi hanno indirizzi? puoi aiutarci? se riesci a pubblicarlo sul profilo magari aiuti anche altri che vogliono fare lo stesso.
grazie per i tuoi aggiornamenti, mi fido piu di te che dell'ansa. spero che la situazione migliori velocemente. un abbraccio.

Il Massimo ha detto...

@ Nestor- In commenti precedenti ed in altri blog, nonchè su facebook, anche io ho sollevato l'ipotesi che ci possano essere morti senza nome. Ho parlato di servizi visti in tv private (a Milano) di scantinati e sotterranei affittati, in genere, ad extracomunitari. Quindi ho ritenuta tale ipotesi verosimile.
@ Il solito anonimo - Non ti risponderò più anche perchè ho sbagliato pure il termine da affibbiarti. Ma qui ho visto che qualcuno controlla pure gli errori di battuta (a volte scappano tenendo premuto un tasto) e non alla sostanza.

Giacinto ha detto...

Italiani? Brava gente. Certo, sono tanto pasticcioni. Costruiscono intere città con la cartapesta. L'ospedale di un capoluogo di provincia non esiste per il catasto. La Protezione civile prevede il suo centro operativo in un edificio che è il primo a crollare in seguito ad un terremoto. Molti paesini intorno all'epicentro del sisma sono stati raggiunti dai soccorritori svariate ore dopo l'evento, spesso perchè non sono nemmeno riportati sulle carte geografiche e i loro abitanti si sono tirati fuori dalle macerie da soli. Però, signora mia, quando arriva la catastrofe, tutti sull'attenti! Niente polemiche, niente critiche, niente di niente. Giù il cappello, gridare il proprio disappunto non si può.

Anzi, non si può proprio in quelle occasioni, che poi sono le uniche in cui, nel nostro maledetto assurdo Bel Paese, c'è effettiva risonanza nei media per parlare dei problemi reali. Eh sì, perchè l'Italia è il Paese delle emergenze. Affrontare le questioni prima che esse ci schiaccino proprio non è nelle nostre corde. E allora ci restano solo le emergenze per parlare dei problemi che le generano. Eh ma no, no signora mia, ma che roba! Fare polemiche sulla pelle degli sfortunati! No, gli italiani sono brava gente, e nei momenti di crisi si uniscono. Si uniscono così tanto che con la loro sincera commozione riescono a coprire chi ha le mani sporche di sangue.

E allora basta col buonismo, basta davvero. Abbiamo tutto il diritto di gridare il nostro disappunto. Con fredda, caustica, crudele lucidità dobbiamo dire che la strage del terremoto abruzzese è stata una strage più che annunciata, che gli aquilani sono stati mandati al macello scientemente, che abbiamo un presidente del consiglio palazzinaro che non ha perso un secondo quando ha fiutato la possibilità di marchiare la storia d'Italia con una città di fondazione, Berlusconia, come faceva a suo tempo Zio Benito. Cinico e polemico? Sì, sono cinico e polemico, perché è l'unico modo per dare giustizia a chi è morto per la negligenza (o l'avidità) di un sistema in cui il profitto vale più della vita umana.

Sì, Signori e Signore, vi do una bella notizia: di terremoto non è morto mai nessuno. La gente muore se la casa in cui vive gli casca in testa. E allora perchè non posso scagliarmi con forza contro il sistema da cui questo scempio è stato permesso, avallato, coperto, garantito, favorito? Scusatemi la franchezza, ma dubito che chi di questo sistema è stato vittima, ovunque ora sia, possa per questo aversene a male.

Anonimo ha detto...

Ciao Anna e tutti quelli abruzzesi che potete leggermi. Mi presenteró: mi chiamo Elena ed abito a Cremona. Il motivo di questo messaggio non solo é per solidarizarmi con tutti quelli che state soffrendo questo tremendo dramma, ma anche per un altro motivo: quando studiavo italiano a Madrid, (Escuela Oficial de Idiomas) avevo una lettrice proprio de L'Aquila. Non so il suo cognome. Solo ricordo il suo nome: Luciana. Era l'anno scolastico 1997 o 1998. All'epoca lei avrá avuto 25-26 anni per cui adesso sará sulla quarantina. Vorrei, per chi mi possa fornire qualche indicazione, sapere se sta bene (magari non abitava piú lí). Spero proprio di si!. Grazie e un bocca al lupo per tutti. Elena

Anonimo ha detto...

@ Il Massimo:
"Ma qui ho visto che qualcuno controlla pure gli errori di battuta (a volte scappano tenendo premuto un tasto) e non alla sostanza."

Giusto per precisare: l'UNICO errore di battuta, in commenti praticamente perfetti, almeno dal punto di vista grammaticale e di stesura digitale.

Detto questo, segnalo che generalizzare sull'ANONIMATO di chi è ospite sul sito di Anna, non è cosa corretta, in questo momento: moltissimi (tra cui la sottoscritta) sono di passaggio o non hanno un blog ; non per questo devono sentirsi minimizzati o demonizzati nel manifestare appoggio, condivisione e solidarietà ad Anna e a tutta la popolazione colpita dal disastro.

Qualora lei, sig. Massimo, volesse contattarmi personalmente, non ha che da chiedermelo. Le scriverò via e-mail al fine di chiarire.

Sottoscrivo il commento di Giacinto parola per parola.

Flo

Il Massimo ha detto...

Flo - Ho intuito chi è l'anonimo/a. Ce l'ho solo con quello/a. Ha uno stile inconfondibile e lo/a conoscevo prima di arrivare qui. So benissimo che chi non ha un blog deve crearsi un account, se vuole.
Mi scuso con te ed altri che non c'entrano nulla. Ho cercato di fare interventi non offensivi e quello/a sempre ad offendere senza commentare il post.

-Alessia- ha detto...

Ciao Anna,
è da un po' che seguo il tuo blog,ma non mi sono mai azzardata a dire niente in quanto purtroppo il mio aiuto si limita ad un sostegno parziale, e ciò che penso si va a sommare ad una serie infinita di lamentele e di critiche che ora creano solo scompiglio e confusione. Mi spiace però apprendere, che voi dobbiate vivere oltre il danno anche la beffa di un sindaco che tiene di più alla sua immagine televisa piuttosto che al suo paese...
..tralasciamo..
Spero solo che questa situazione si risolvi al più presto per tutti voi.
Tieni botta Anna.
un abbraccio

Daniele Passerini ha detto...

Quoto al 100% Nestor.
Se è vero (io ci ho creduto) che sotto le macerie ci sono 700 stranieri clandestini sepolti di cui nessuno dice niente, Anna stessa dovrebbe o riprendere e approfondire questa questione oppure smentire/ridimensionare la "notizia dei 1000 morti". E' DOVEROSO. Mi sembra del tutto naif fare al contrario scivolare il discorso su come veste il vostro sindaco...
Ci sono ancora 700 (!) morti 'di nessuno', morti senza nome, la sotto? Vi va bene lasciarli lì stile 'fossa comune' e non parlarne più visto che nessuno li reclama? Francamente non capisco... mi aiutate per favore? Grazie

Riverinflood ha detto...

Restano due misteri da chiarire; i morti clandestini rimasti intrappolati sotto le macerie e il mistero delle camicie.

Bruna ha detto...

Non sono riuscita a leggere tutto, però sento di dover dire ciò che penso, anche per rispetto di Anna che lo fa continuamente. Credo che in un paese democratico bisogna accettare (come su questo blog) tutti i punti di vista e magari discuterne, ma la censura è una cosa che non dovremmo mai accettare. Non so se ricordate, ma i libri di storia ci ricordano che l'abbiamo già esperita e sappiamo bene a cosa porta. La libertà di parola e di pensiero sono dei diritti inalienabili.Dovremmo lottare per permettere a chi non la pensa come noi di parlare liberamente! Un paese che ha paura della satira, ma che che paese è?

A chi trova di cattivo gusto la vignetta di Vauro voglio semplicemente rispondere che quello può essere un punto di vista. Sicuramente. Io non la penso così! Per me di cattivo gusto è dire a persone che hanno perduto tutto (rivestendo un ruolo politico di alto livello nel nostro paese, e non quello di comico da cabaret) che possono andare al mare alle spese del governo! Di rilassarsi e di prendere il sole! Quello per me è sì di cattivo gusto, permettetemi! E qui il discorso non è politico ma umano, di empatia, di una correttezza che mi sembra manchi del tutto, come molte volte molte altre volte è accaduto del resto...

Bruna ha detto...

Sono d'accordo con Giacinto: nessuno è mai morto di terremoto, piuttosto si muore perchè le case si sbriciolano come gesso! Adesso, subito dopo l'emergenza (noi siamo il paese delle emergenze mai delle prevensioni!) bisogna assolutamente che chi ha contribuito a queste morti solo per riempirsi le tasche paghino e paghino duramente! Una vota per sempre! Chiunque siano i colpevoli!

Bruna ha detto...

ehm... prevenzioni! Scusate per eventuali errori di battitura ma uso due tastiere diverse e spesso mi confondo nel digitare... ;))))

fabio ha detto...

Cara Anna ho cominciato a seguire il tuo blog da quando hai dato la notizia del numero di morti spregevolmente "diminuito" dalle fonte ufficiali (probabilmente per essere fedeli alla linea "facciamo finta che tutto va ben tutto va ben"). Ora che è passato qualche giorno e magari hai qualche fonte in più, ti prego anche io come altri hanno fatto di dare delle delucidazioni in merito alla situazione attuale dei morti "nascosti".Con affetto sincero, Fabio.

SiamoSoloNoi ha detto...

Anna,
leggo il tuo blog ogni giorno e ritengo che tu sia una voce importante da seguire e comparare con quello che,invece, ci racconta la TV a parte qualche rara trasmissione tipo Annozero che è stata prontamente linciata perchè si è permessa di informare la "popolazione" che non tutto va bene da voi. Cosa che invece non lesina di fare il governo, il diversamente alto e i suoi paggetti. Anna che dirti... se hai bisogno di qualcosa io sono qui. Per le comunicazioni puoi lasciarmi un post sul mio blog http://siamosolonoi.blog.kataweb.it

Un ultima annotazione: mi sono permesso di farti publicità sia sul mio umile blog sia su FB. Credo che rendere noto quello che scrivi sia un atto di giustizia.
Un abbraccio forte.
Ciao

bradipa ribelle ha detto...

quello di stare con la sua gente dovrebbe essere il suo dovere, come persona prima di tutto e come sindaco in secondo luogo, come primo rappresentante della sua comunità... succedesse ne sarei davvero felice...

un abbraccio a te ;)

Nestor ha detto...

@ Nestor- In commenti precedenti ed in altri blog, nonchè su facebook, anche io ho sollevato l'ipotesi che ci possano essere morti senza nome. Ho parlato di servizi visti in tv private (a Milano) di scantinati e sotterranei affittati, in genere, ad extracomunitari. Quindi ho ritenuta tale ipotesi verosimile.Massimo

Massimo, scusa se ritorno sul discorso per quanto mi riguarda le persone vengono sempre e comunque prima delle polemiche. Ho letto anche ALTROVE di questa ipotesi, ma avendo appreso che Anna è Aquilana ho riposto le speranze nella sua volontà di informarci. Capisco le sue difficoltà di sfollata, tuttavia questa cosa mi rode dentro perchè dopo un accenno è già stato dimenticato, e non lo trovo giusto verso chi giace ancora là sotto.
Ho ascoltato l'intervista segnalata da Luca Borghini, purtroppo non si capisce quasi nulla, se posso permettermi Anna mi è sembrata meno sicura delle stesse affermazioni lette qui. Nestor

Angela ha detto...

Anna, ti dedico il mio ultimo post.

Giusy ha detto...

Anna come stai?
Volevo farti sapere che ieri sera al Concerto degli Yo Yo Mundi vi è stata dedicata una canzone ... e che è stata annunciata con "per quelli che sono stati traditi"...magari è cosa di poco conto però penso che faccia bene essere sostenuti...
traditi...
è il mio stesso pensiero....
qualcuno ha tradito la nostra terra
qualcuno continua a tradire le radici e gli ideali ...
Tu non mollare MAI!!!
un abbraccio

silvano ha detto...

Ti faccio un appello e manco passi. Non c'è più religione.
ciao, silvano.

indiano ha detto...

Sessanta mila sfollati e 118 tendopoli. la situazione si sta normalizzando..:O

Gorgoglio ha detto...

Ti linko al mio blog per dare ancora maggiore visibilità alle tue "cronache dal terremoto"
Un abbraccio sincero
Barbara

Silvia ha detto...

Questi politici sono bravi solo a riscuotere applausi! Che misera sfilata al funerale del mio amico Elvio...Tutti in prima fila in chiesa a sentire gli elogi da parte del prete. Uno schifo...E quando si tratta di rimboccarsi seriamente le maniche e prendersi le proprie responsabilità se la danno tutti a gambe.

Ti stringo forte

Guernica ha detto...

Stessi pensieri. Il mio modesto sostegno.

Bruna ha detto...

Condivido lo sdegno di Silvia!

Anonimo ha detto...

Mi scappa di dirti di andare a tua scelta o presso un bel centro riabilitativo con dei specialisti bravi per la cura della tua piccola mente fuori uso, oppure, qualora tu ritenessi di essere nel pieno delle tue facoltà mentali, presso un buon oculista affinché la tua vista, attualmente messa in sicurezza e fuori uso da un vistoso paraocchi a senso unico, possa cominciare a vedere un po’ in grand’angolo.
Scusami ma mi scappava di dirtelo. Un piccolo requiem per il “Che” che non credo si possa dire contento, nell’altro mondo, di vedere così travisate le sue buone idee e intenzioni. By, by.

Il Massimo ha detto...

Anche io condivido lo sdegno di Silvia.

Luigi Morsello ha detto...

A ME SCAPPA DI DIRE ALL'ANONIMO IDIOTA DEL 17.4. ORE 13.00, CHE E' UN IDIOTA.

Il Massimo ha detto...

@ Luigi - Le offese non devono albergare nei blog, ognuno è responsabile di quello che scrive.

giardigno65 ha detto...

A telecamere spente, magari

buona vita

Mara ha detto...

...la diversità (di colore, di religione, di opinione...) fa sempre paura, e spiega - a mio parere - la reazione dell'anonimo scrittore.
Fortunatamente ci sono ancora voci non allineate disposte a raccontare e animi aperti disposti ad ascoltare...
Continua così!!!

Anonimo ha detto...

anonimi rosicano

Anonimo ha detto...

Mi hai profondamente delusa, cara Anna, perchè le tue parole stanno diventando chiacchiere, come quelle del tuo sindaco e dell'assessore, ex amici comunisti tuoi. Mi viene da pensare che tu abbia qualche conto in sospeso con loro da sistemare. PRIMA IL POPOLO, vivo, morto, IL POPOLO, ma tu ci credi nella misura in cui può fare audience, o forse non hai abbastanza palle per denunciare, o forse le hai solo sparate le palle. Vediamo chi avrà il coraggio di parlare fuori dai denti, non politicamente, ma umanamente. Senza rancore. AQ

titty7titty ha detto...

ciao non pensavo che il vostro sindaco fosse come tutti i isndaci della maggior parte dei comuni d'italia che tristezza speriamo che si ravveda

La Mente Persa ha detto...

Anonimi che offendono senza nome e cognome o e-mail. Facile.
Facilissimo.

Anonimo ha detto...

I comunisti son fatti così...

Francesca Volpi ha detto...

ANNA io ti consiglio di dare delle restrizioni alla sezione dei commenti. NOn e' piu' finita..

Luigi Morsello ha detto...

SENTI, MASSIMO DI SANT'ANGELO LODIGIANO, LA TITOLARE DEL BLOG, PESANTEMENTE OFFESA DA UN "ANONIMO" NON PROTESTA E TU PRETENDI DI INSEGNARMI CHE:
A) LE OFFESE NON DEVONO ALBERGARE NEI NEI BLOG;
B) CHE OGNUNO E' RESPONSABILE DI QUELLO CHE SCRIVE ?
UN CONSIGLIO: RIFLETTI PRIMA DI COMMENTARE !
OPPURE SEI TU L'ANONIMO IN QUESTIONE ?
LEGGITI COSA SCRIVE LA MENTE PERSA DOPO DI TE.

Luc Oli ha detto...

Cara Anna, mi sono preso l'arbitrio di pubblicare il tuo post su facebook.
Nel caso tu non gradisca, sono pronto a ritirarlo. Mi sembrava degno di nota e quindi divulgabile.
A presto,
Luca

sassicaia molotov ha detto...

@il buontempone anonimo: Molotov sarà un nome poco costruttivo ma non è il mio nick completo. Se di sassicaia non ne hai mai bevuto non sai che ti perdi.

@Angela: mi spiace ma continuo a non essere d'accordo con te. Ti ho criticata per il processo alle intenzioni, e non mi hai dimostrato il contrario. Quello che "avremmo detto" non puoi saperlo, e trovo molto poco sensibile attaccarsi all'esempio della camicia stirata quando il senso reale è ben altro.
Se questo è il tuo metro di civiltà sono ben contento che tu trovi la mia esortazione incivile. La satira di Vauro può essere irrispettosa, ma appunto conoscendo l'autore e la sua storia se ne può trarre il senso, a meno che si voglia considerare la satira come un semplice distributore di battute. Non è così.

@il Massimo: i commenti li ho letti tutti. I motivi puoi leggerli di nuovo qui.

Daniele Passerini ha detto...

Che l'attitudine al dialogo e al confronto è totalmente defunta in Italia (e da fare resuscitare con urgenza!) lo denotano i commenti su questo blog.
E lo dico da persona di sinistra (da sempre) totalmente delusa dalla "sinistra" di oggi che mi sembra assomigliare in maniera paradossale alla "destra": nei valori che (ancora si spera) la sorreggono certamente no, ma nei toni e nei modi si.
Una cosa è pretendere giustizia e rispetto della verità, altra cosa è farci polemica sopra. Non sto né con né contro Anna, cerco di stare col buon senso (che è ben altra cosa dal buonismo).
Un abbraccio a tutti

Anonimo ha detto...

Auguri, i tuoi amici hanno capito cosa ti serve, prega loro di inviarti anche una bella zappa, una vanga ed una scopa per pulire l'aia, e lascia stare le cose che ti rendono simile a qualche animale starnazzante. Comprati un bel libro che ti insegni a coltivare l'orticello e la pace sia con te e con il tuo spirito.

Bruna ha detto...

All'anonimo: si scrive 'bye 'bye! Visto che correggiamo, vale la pena farlo bene! ... Proporrei di non rispondere alle provocazioni. Questo spazio deve essere riempito di discussioni utili e non venire insudiciato da atti di vandalismo. lasciamoli perdere che si rispondono da soli, non vi pare?

Bruna ha detto...

... del resto, probabilmente è proprio questo l'obiettivo. Perchè mai scrivere qui? Perchè si vuole rovinare il blog. Oltre al fatto che è probabile che abbia qualcosa di insospeso con Anna e viene a sfoGARSI QUI! Non facciamoglielo fare. Semplice! Ignorare è meglio in certi casi... Senza contare che forse gli piace che si parli di lui/lei. Non diamogli tanta importanza... la sia porca figura la fa da solo/a! ;))))

Bruna ha detto...

'sua', scusate ma pensando al tempo che alcuni perdono nel fare queste cose non ho dato abbastanza peso a quel che digitavo... Sorry!

roberta61 ha detto...

cara Anna, sono approdata sul tuo blog su segnalazione di un amico che ha linkato l'indirizzo su un forum. Grazie per aver deciso di condividere i tuoi pensieri, le tue emozioni e le notizie vere con il mondo della rete. Purtroppo in questo mondo virtuale esistono personaggi ambigui e negativi come nella relatà ma , da quel poco che ho capito di te, mi sembri sufficientemente intelligente per selezionare i commenti che valgono la pena di attenzione da quelli 'vuoti' e 'inutili'. Fin quando ti riesce continua a raccontarci quello che succede , abbiamo bisogno di una informazione non omologata a quella dei grandi media. Questa è la voce della gente, non le chiacchiere che ci propinano alla TV.
Vorrei darvi anch'io una mano ma non so come. Facci sapere e coraggio!
Roberta

Anonimo ha detto...

Il nostro contributo sul sindaco http://www.pianeta.com/map/index.php?id=24146

Anonimo ha detto...

Si hai ragione e questo ti rende un pò speciale. Permettimi un suggerimento: un mea culpa ci sarebbe voluto.....è colpa nostra se incarichiamo il governo delle città, regione, stato a persone incompetenti....è colpa nostra......vostra se il tuo Sindaco non è in "trincea" con voi, ma sotto i riflettori.
Il voto è un affare serio......la prossima volta spero scegliate meglio.

Anonimo ha detto...

"L'abito non fa il monaco", dice un proverbio; mi sembra riduttivo e fuorviante discutere sulle camicie del Sindaco o disquisire sulla lunghezza della sua barba...
il sindaco di L'Aquila viene pesantemente attaccato e denigrato perchè ha convocato le riunioni del 30 e del 31 marzo,dove gli "esperti" hanno rassicurato tutti,affermando che con tutte quelle scosse, si era comunque nella normalità e tutti potevano dormire tranquilli...il Sindaco viene inoltre attaccato perchè è stato da sempre sostenitore "dell'eretico" Giuliani, autorizzandolo anche a posizionare i rilevatori di gas radon (precursore),in territorio aquilano....meditate...meditate..
Celestino

gaetano ha detto...

collegandomi spesso al sito dell'ingv dove vengono mostrati gli ultimi 90 eventi sismici,mi sono sempre meravigliato come chi divrebbe vigilare sulla cittadinanza non si e mai preoccupato,come chi avrebbe dovuto vigilare non si sa perchè non l'abbia fatto non ha cercato di informare per cercare di allertare.adesso non sono visualizzati piu nel sito dell'ingv gli eventi sismici di novembre e dicembre che ci sono stati nell'aquilano ma da gennaio fino al 6 di aprile di scosse c'è ne sono state parecchie e oltretutto non so spiegarmi come mai la notte del 6 aprile prima della scossa delle 3,30 ci sono state moltissime scosse a partire dalle ore 1,30 e sistematicamente ogni 10/20 minuti e non si sono preoccupati?addirittura una scossa alle 1,30 del 5,7

luciana ha detto...

Sono contenta di averti "ritrovata" , nei giorni scorsi il tuo blog era inaccessibile (almeno con il mio pc) .Io sto in Toscana , a Montecatini Terme , non nativa per fortuna ,4 anni più di te , luglio 1953 ,tua descrizione potrebbe essere la mia .La mia mail :luciana.garzi@tiscali.it
tel 3462202424 , quando potrai fare richieste che da qui possiamo soddisfare , fatti viva , in gamba ragazza, ciao Luciana

Anonimo ha detto...

TIFIAMO PER VOI!!

PS.Cambia sfondo al blog dai.. per leggerti devo massacrarmi gli occhi :)

Pier Luigi Zanata ha detto...

Ho pubblicato la tua intervista rilasciata alla collega Antonella Loi di Tiscali nei miei blog.
Buona fine settimana.
Un abbraccio.
Vale

arrgianf ha detto...

Anonimo hai ragione, infatti lo sfondo è terribile. Però per leggere basta selezionare tutto e il colore ti appare "bianco" :)

Giulia ha detto...

Be', cosa deve fare? Vestirsi in tuta per solidarietà? Magari non è nei campi perché starà organizzando il da farsi, sai credo abbia un bel po' da fare per far rinascere la città. Meno male non tutti i terremotati sono arrabbiati e poco lucidi come te se no passerebbe la voglia di svenarsi per aiutare.

Anonimo ha detto...

Ma dai, è lei che farà rinascere la città? Bene almeno sapremo con chi prendercela se non farà le cose a dovere.
Nel frattempo si concede alla stampa, sta nascendo una nuova stella in politica, vedremo se e cosa farà meglio di tutti gli altri.
SOB.

Anonimo ha detto...

Se Tu fossi un maschietto avresti due "maroni" grandi così. Complimenti. Se posso dare un suggerimento agli aquilani direi "Eleggetela Sindaco" non prima di aver buttato al macero quello che avete.
Non mollare..........MAI.
Un abbraccio dall'unica terra d'Italia che non avrà mai terremoti.

Gunther ha detto...

Il doloroso dramma abruzzese sta trovando in questi giorni una corale manifestazione di solidarietà da parte di tutto il popolo italiano. La millenaria civiltà italica lo sta dimostrando con i fatti di essere solidale per davvero. Anche la politica- politicante ha ceduto il passo alla concretezza e alla serietà che il dramma richiede. Ora bisogna continuare cosi, tutti a fare la propria parte, ma diretti verso una sola direzione, quella della ripresa e della speranza. Il governo e le istituzioni a lavorare all’unisono per ricreare casa e lavoro in una vasta zona della l’Abruzzo, a cominciare dal suo capoluogo L’Aquila, anche magnifica città d’arte. Dopo il pianto per i 300 morti, la vicinanza costante e duratura alle migliaia di senza casa e senza lavoro. Un commosso e particolare ringraziamento credo vada attribuito alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco, agli operatori sanitari, ai radioamatori, alla protezione civile e, in particolare, anche alle migliaia di cittadini volontari, che senza nulla chiedere, stanno dimostrando, ormai da anni, preparati e allenati, di essere l’anima dei soccorsi. In tutti i momenti e in tutte le circostanze, lo Stato italiano, come per incanto, si trova ad avere tra le mani un miniera d’oro, che corrisponde al nome di Volontari della protezione civile. Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore lucano, si strige attorno con grande affetto alle popolazioni abruzzesi, così duramente provate dall’ennesimo e tragico evento che colpisce la nostra Nazione. (Leonardo Rocco Tauro - Presidente Comitato Centrale MS-Fiamma Tricolore)

Anonimo ha detto...

sono più lunghe della quaresima ste foto però. Wang

Anonimo ha detto...

(L'Aprente)1

Pre-Hegira *, n. 5 , di 7 versetti

1 In nome di Allah , il Compassionevole, il Misericordioso2.

2 La lode [appartiene] ad Allah 3, Signore dei mondi4,

3 il Compassionevole, il Misericordioso,

4 Re del Giorno del Giudizio 5.

5 Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto6.

6 Guidaci sulla retta via7,

7 la via di coloro che hai colmato di grazia8 , non di coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira , né degli sviati.

Nella recitazione liturgica si aggiunge : "Amin".

---------------

1 -Secondo la grande maggioranza dei commentatori questa sura, fu rivelata alla Mecca . Essa è nota anche come "as-sab'u-l-mathâni" ( i sette ripetuti) con riferimento ai suoi sette versetti la recitazione dei quali è obbligatoria nell'assolvimento dell'adorazione rituale( vedi Appendice 1).

La Fâtiha è l'invocazione ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) più nota e sentita. Recitando la prima parte di essa (vv.1-5) il devoto testimonia la sua fede nell'Unità di Allah (tawhid) qualificandoLo con i Suoi attributi più belli, riconosce la Sua assoluta autorità su questo mondo e sull'Altro, Lo identifica come l'Unico destinatario dell'adorazione e della richiesta di aiuto. Nella seconda parte (vv. 6-7) il musulmano rivolge un accorato appello al suo Signore (gloria a Lui l'Altissimo) affinché lo guidi sulla retta via e lo allontani dalla Sua disapprovazione e da ogni smarrimento.

Abû Hurayra (che Allah sia soddisfatto di lui ) riferì che l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui) disse : "Allah, Benedetto e Altissimo ha detto:" Ho diviso la Fatiha in due parti uguali tra Me e il Mio servo, la prima parte Mi appartiene, la seconda è la sua e gli concederò quello che Mi chiede". Recitate la Fatiha - proseguì l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui). Quando il servo dice:" La lode [appartiene] ad Allah, Signore dei mondi" Allah dice: "il Mio servo Mi ha lodato !"; quando il servo dice :"il Compassionevole, il Misericordioso", Allah dice: " il Mio servo Mi esalta". Quando il servo dice: "Re del Giorno del Giudizio", Allah dice: "il Mio servo Mi rende gloria". Quando recita :" Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto", Allah dice : "questo versetto è tra Me e il Mio servo, gli concederò quello che chiede" . Quando conclude con: "Guidaci sulla retta via la via di coloro che hai colmato dei Tuoi doni , non di quelli che sono incorsi nella Tua ira, né degli sviati ", Allah dice: "queste parole appartengono al Mio servo e gli concederò quello che chiede". (Hadith qudsî , plur. "al_ahâdîth al_qudûsiyya" lett. discorso santo. Rivelazioni che Allah (gloria a Lui l'Altissimo) ha dato al Suo Inviato (pace e benedizioni su di lui) senza ordinargli di includerle nel Corano. Questo hadith è riferito dagli Imam Muslim, Tirmîdhî, Abû Dâwud, Ibn Mâja, An Nasâ'î e Mâlik).

* Tradizionalmente vengono distinte le rivelazioni fatte prima dell'Egira del Profeta (pace e benedizioni su di lui) durante la sua permanenza alla Mecca, dalle rivelazioni fatte dopo l'Egira nel periodo detto medinese. All'inizio di ogni sura daremo questa indicazione storica: "pre-Heg." o "post-Heg." seguita da un numero che indicherà l'ordine cronologico accettato dai musulmani.

2- Questa formula si chiama Basmala e si trova all'inzio di tutte le sure del Corano eccetto la sura IX. Essa ha una funzione sacralizzante e, al contempo, costituisce un'invocazione ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) affinché accetti l'azione che segue . Tabari cita una tradizione riferita da Ibn 'Abbâs (che Allah sia soddisfatto di lui) secondo la quale le prime parole che Gabriele (pace su di lui) rivolse a Muhammad (pace e benedizioni su di lui) furono : "Di: mi rifugio in Allah, l'Audiente il Sapiente, contro Satana il lapidato. Di: b-smi'Llâhi 'ar-Rahmâni, 'ar-Rahîm".
La Basmala è composta di due parti, la menzione del Nome divino "bi-smi' llâhi" ( in nome di Allah) seguita da due delle qualità o attributi con i quali Allah Stesso (gloria a Lui l'Altissimo) ha voluto che Lo identificassero i Suoi servi :" ar-Rahmân, ar-Rahîm" (il Compassionevole , il Misericordioso). Pronunciando la prima parte della Basmala il musulmano dice "comincio la lettura nominando Allah". Prosegue poi nominando i due aggettivi "Rahmân" e " Rahîm", che derivano dallo stesso verbo che significa fare misericordia. Ci sono molti pareri a proposito della differenza tra questi due Nomi e interi saggi sono stati scritti in proposito. Come accade sempre di fronte alla Grandezza dell'Altissimo (gloria a Lui) la scienza e la conoscenza umana non sono mai esaustive. Dovendo comunque proporre una traduzione, abbiamo accettato l'opinione di chi ritiene che "ar-Rahmân " indichi la caratteristica divina di aver compassione per il creato (e abbiamo tradotto con "il Compassionevole") moto che genera la misericordia per il creato stesso (e abbiamo reso "ar-Rahîm" con "il Misericordioso").

Preghiamo Allah (gloria a Lui l'Altissimo) che voglia usarci di queste Sue eccelse qualità, perdoni la nostra inadeguatezza ed accetti il nostro sforzo. Amin.

3- "La lode [appartiene] ad Allah": Disse l'Inviato di Allah (pace e benedizioni su di lui) :"Non c'è niente che Allah ami più che la lode a Lui, per questo si è lodato da Se stesso dicendo "al-hamdu li-Llâh". La formula di cui si serve Allah (gloria a Lui l'Altissimo) significa "tutte le lodi appartengono ad Allah", Egli è l'Unico degno di essere lodato.

4- " Signore dei Mondi " . Il plurale cui si applica la Signoria divina ha dato impulso a molte interpretazioni. Secondo Ibn 'Abbas si tratta del mondo dei jinn e di quello degli uomini. Altri parlano di mondi angelici e mondi terreni, altri ancora ne traggono spunto per ipotizzare l'esistenza di altri mondi abitati al di là delle nostre attuali conoscenze.

5- Re del Giorno del Giudizio": il Giudizio finale di tutti gli uomini, successivo alla loro resurrezione, è uno dei fondamenti della dottrina islamica. In quel Giorno ognuno sarà retribuito per la sua vita terrena ( altra traduzione: il Giorno della Retribuzione).

6-"Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto": l'adorazione spetta ad Allah (gloria a Lui l'Altissimo) e solo a Lui, e alla stessa maniera la richiesta di aiuto deve essere rivolta a Lui solo.

7-"Guidaci sulla retta via": dopo la lode, il riconoscimento della Sua Signoria sui mondi e sul Giudizio e la dichiarazione di massima sudditanza che si concretizza nell'adorazione e nella rinuncia a qualsiasi altro patrono che Allah stesso, l'uomo chiede al Suo Signore (gloria a Lui l'Altissimo) che gli conceda una guida sulla retta via, un sistema dottrinario, spirituale e legale che lo conduca attraverso questa prova terrena fino al premio dell'Altra Vita.

8- In questo ultimo versetto è contenuta l'affermazione che già prima della rivelazione del Corano la misericordia dell'Altisimo era operante tra gli uomini, producendo comportamenti fortemente illuminati dalla fede e guidati dal timor di Allah (gloria a Lui l'Altissimo). Secondo un commento di Ibn 'Abbas (che Allah sia soddisfatto di lui) " coloro che hai colmato dei Tuoi doni" sono i Sinceri (siddiqûn), quelli che hanno avuto il martirio testimoniando la fede (shuhadâ) i Devoti (salîhûn).

Davide ha detto...

Salve a tutti, mi e' dispiaciuto leggere certe osservazioni sul sindaco Cialente...io so bene quanto si sta dando da fare e quanto e' addolorato per cio' che e' successo alla SUA citta', ai SUOI concittadini...ci lavora tantissime ore al giorno e non e' che va a sbandierare in tv tutto quello che fa e che noi non vediamo. Con tutto che io sono di destra...buona serata a tutti...