mercoledì 24 giugno 2009

Abracadabra

Il decreto abracadabra, come saprete, è stato approvato ed è legge. Rifiutati tutti gli emendamenti presentati dall'opposizione. E tant'è. Maggioranza contenta, opposizione nazionale abbastanza indifferente, opposizione locale pacatamente contrariata. Io e moltissimi Aquilani, passatemi il termine, incazzatissimi. E lo diremo sabato 27, con una manifestazione che partirà alle ore 15 dalla rotonda di Piazza d'Armi, lì proprio dove c'è uno dei campi cittadini più difficili, e si snoderà lungo la statale 17, a toccare altri tre campi, con la speranza di arrivare fino al Dicomac, quartier generale della plenipotenziaria Protezione Civile. Ma ci bloccheranno, ne son certa. La protesta ci sarà comunque. E determinata. Si ribadirà il no convinto al Decreto Abruzzo e l'appello per la campagna 100%. Cento per cento di ricostruzione, di trasparenza e di partecipazione.
Esaltante il commento di Bertolaso all'approvazione del decreto: "Bene, andiamo avanti a lavorare" Bene? Lui continua con i loculi arredati aiazzone, chè neanche i nostri mobili potremo portarci lì dentro, e intanto il governo trova la copertura finanziaria di quest'anno tagliando i bonus famiglia per trecento milioni e riducendo la spesa farmaceutica per trecentottanta milioni. Non mettono le mani intasca agli Italiani loro. Agli Italiani ricchi. A quelli poveri sì. I poveri, sconsolati perchè sempre più poveri, incrementeranno l'acquisto di biglietti gratta e vinci e delle varie lotterie, sperando nella buona sorte. E anche lì pagheranno per noi. Anche molti Aquilani si stanno lanciando, in preda alla disperazione, all'acquisto dei gratta e vinci. Pagheranno loro per loro stessi. Geniale trovata. Da non tralasciare il risparmio di un milione di euro che è stato intascato dal taglio di una cosa inutile come la celebrazione della Festa della Repubblica. Sarà destinato a noi terremotati. Tanto della Repubblica noi cosa dobbiamo farcene? Qua sta vacillando pericolosamente, come le nostre case. Che non si festeggi più. L'anno prossimo parteciperemo ad economicissime parate militari che inneggeranno all'amato imperatore. Con tanto di saluto romano e marcia trionfale.
Voglio lasciarvi con una chicca. Bertolaso ieri ha incontrato la stampa ed ha rilasciato illuminanti dichiarazioni circa l'organizzazione del G8. Nonostante lo sciame sismico, i potenti potranno stare tranquilli: la cittadella della scuola della guardia di finanza è sicurissima. In caso di un forte terremoto, è comunque già pronto un piano per evacuare i grandi con gli elicotteri. I cittadini? Loro non rientrano nei pensieri del plenipotenziario, loro non li evacua nessuno. Neanche prima del 6 aprile, quando lo sciame sismico era identico a quello di oggi. Poi continua: "al termine del G8 i terremotati avranno letti ed arredi che sono serviti per sistemare gli alloggi dei potenti". Qualcuno avrà il privilegio di dormire nel talamo che ha ospitato Obama, o Putin, o persino il Cavaliere. Mi domando come si sceglieranno i fortunati. Forse una riffa? O una gara di corsa al sacco? O la scelta sarà operata in base all'invio di un book fotografico che ciascun sfollato recapiterà al Cavaliere in persona? Temo che in quel caso sarebbero favorite le fanciulle genere starlette. I lettoni potrebbero essere collaudati all'istante dall'instancabile premier. Sempre in prima linea. Mi domando cosa userà mettere in testa in quel caso, dopo aver indossato il caschetto antinfortuni ed essere il nostro presidente sfollato,per essere ora il nostro presidente trombatore.
Ah, dimenticavo,Bertolaso sta approntando per Obama un campo di basket. Il nero d'America è appassionato di questo sport. Si teme che, durante i tre giorni di soggiorno fra i terremotati, non possa farne a meno. Per lui è meglio della cocaina.
Il ducetto in pectore, sempre il Bertolaso, ha anche asserito che le proteste al G8 non lo preoccupano affatto. "Ho piena fiducia nelle forze di polizia", ha dichiarato. E non aggiungo altro. Chi ha orecchie per intendere, intenda pure.
ORA E' IMPORTANTISSIMO CHE IL PRESIDENTE NAPOLITANO NON FIRMI QUESTO DECRETO.

36 commenti:

Anonimo ha detto...

Che vergogna...... Sono veramente senza paroleeeeeeee...

Anonimo ha detto...

Siamo giunti al previsto epilogo!!!

Anonimo ha detto...

Il vento è passato ed ha portato via con se le innumerevoli chiacchiere proferite in questi mesi. Le promesse sono state ignorate, tanto ormai l'Abruzzo intero tiene PDL.....

Anonimo ha detto...

Cercare lavoro all'estero....SUBITO. Non si può più vivere in un paese senza libertà. Siamo solo liberi di credere alle menzogne che ci vengono propinate, ma presto saremo costretti anche a crederci, senza la possibilità di lamentarci e di protestare.

StefsTM ha detto...

Visto che da altre parti non si muoveva niente ho creato un blog e un gruppo Facebook per chiedere trasparenza per gli sms solidali raccolti.

http://cheneavetefatto.blogspot.com/

http://www.facebook.com/group.php?gid=101173416366

Sperando di ottenere chiarezza.
Aloha

Anonimo ha detto...

la mia paura è che il g8 si trasformera' in una schifosa propaganda per poter dire che i terremotati si son fatti blandire dai noglobal e che sputano nel piatto dove mangiano.
e che diamine...il letto dei potenti...non vi vedo fare salti di gioia fin da ora!!
la situazione vostra e di tutta l'italia, sta diventando sempre piu' insostenibile
fiorella

Anonimo ha detto...

Occhio perchè al g8 voleranno manganellate!

Alessio

albe^_^ ha detto...

Concordo col post dell'anonimo che si firma Alessio: sicuramente riprenderanno la lezione di Cossiga, e cercheranno di inserire qualche facinoroso per giustificare le 'cariche'...

Rispetto ai tempi scorsi, tuttavia, c'è la tecnologia: se possibile, fate in modo di filmare, scattare foto, documentare tutto il più possibile...

Nel frattempo, da nessuna parte si leggono le conseguenze per la Sardegna. Non so quanti dei lettori del blog siano a conoscenza del tanto decantato "risparmio". Hanno parlato di un forte risparmio derivante dallo spostamento del G8... e come?

Semplice: le aziende che hanno lavorato in Sardegna non saranno pagate completamente, alcuni contratti sono stati rivisti unilateralmente (della serie: tieni questi due spiccioli oppure sta zitto). Non solo: sono stati scippati i fondi FAS ed ecco il colmo dei colmi: "Le opere e le infrastrutture si faranno"... COI SOLDI DELLA REGIONE!

Uno scandalo....

p.s. chi volesse qualche dettaglio extra può trovare qualche articolo sul sito di AltraVoce.net

www.dariopetrolati.it ha detto...

i libri li faremo venire tramite la croce rossa.
dei presidenti non ho mai avuto troppa fiducia.
visto anna?

dario.

Lys ha detto...

Napolitano non alzerà un dito. Dal punto di vista di un non-abruzzese non-terremotato questo decreto non è male. A maggior ragione se votato da una regolare maggioranza senza nemmeno il capestro della fiducia. Sono straconvinto che Napolitano non farà alcuna difficoltà.

Rispetto al decreto di aprile, questa trasformazione in legge ha alcuni emendamenti che sono stati inseriti dallo stesso governo. Effettivamente c'è il 100% a fondo perduto per la prima casa: riparazione, ricostruzione o acquisto di altro immobile equivalente.
Secondo Bertolaso, a giorni verrà emanata un'ordinanza del Governo sulle seconde case. Staremo a vedere.

Nel frattempo: buona manifestazione.

Elle ha detto...

ciao, cara Anna.. magari metterà in testa l'unico copricapo che gli si addice: un condom

Anonimo ha detto...

cioè, mi vuoi dire che per tre giorni di g8 si sta perdendo tempo con uno stupido campo di basket? non posso crederci.....

marcelloDeroma ha detto...

Mi son chiesto fin da quando è stato annunciato lo spostamento del G8 da La Maddalena a L'Aquila:
“Ma perché sprecare tanti soldi per creare inutili alberghi super lusso abbastanza non a la page in un luogo dove non verranno mai utilizzati (chi ha tutti quei soldi non va in questi posti) e poi buttare tutto per ricominciare da un'altra parte?”
Mi son sentito dire “Per risparmiare ed utilizzare quei soldi nella ricostruzione di L'Aquila”.
Ma quali soldi? quelli che avrebbero ancora dovuto sprecare o quelli già utilizzati per rivestire di granito veneto gli alberghi galluresi (la Gallura è il maggior produttore al mondo di granito e della migliore qualità!)?
"A L'Aquila si potranno risparmiare tutti i soldi necessari per la sicurezza".
Ma allora L’Aquila E' una città blindata!!!
Ma allora perché si è costruita una nuova strada dall'aeroporto di Preturo fino alla Citadella della Finanza dove si dovrebbe svolgere il G8?
E perché i boschi tutt'attorno a L'Aquila son pieni di agenti?
E perché non sono ammessi gli "assembramenti" di più di cinque persone?
E perché debbo leggere le cose che leggo in articoli come questo http://www.agoravox.it/Abruzzo-pronte-le-suites.html ??
E soprattutto: se dei soldi, ed il Governo dice tanti, era possibile risparmiarli, e l’Italia non è di certo né la Svezia né Montecarlo, PERCHE’ non deciderli di risparmiarli a monte ed utilizzarli… non so…. Per esempio per sciocchezze come le pensioni minime, o gli aiuti alle fasce di popolazione disagiata, o per gli ammortizzatori sociali, o per il rilancio delle piccole imprese, o per il recupero delle evasioni fiscali, o per la scuola, o per gli asili, o per la messa in sicurezza dell’edilizia abitativa, o per le carceri, o per le cancellerie dei tribunali, o……
A questo non so rispondermi se non facendo fantapolitica, e nella fantapolitica non voglio credere.
marcelloDeroma

mIsi@Mistriani ha detto...

certo che ha fiducia.
la polizia fa sempre del suo meglio,in questi casi.

la vicenda carlo giuliani insegna...ma in italia nessuno sembra voler ricordare..

Anonimo ha detto...

Il governo delle elemosine.
Ma nessuno si chiede chi sarà il proprietario dei loculi?
La più grande speculazione edilizia degli ultimi trent'anni. Pieno stile neoliberista (Halliburton): si fanno i soldi dalle disgrazie.
Stefano

Vale ha detto...

appena ho sentito la dichiarazione di Bertolaso sul fatto che i potenti potessero stare tranquilli riguardo alle scosse ho pensato "ma questo è veramente deficiente!".Non so davvero cosa dire se non che questo paese fa schifo e la sua classe politica è vergognosa.Io mi chiedo come possano dormire la notte...prima o poi dovranno fare i conti con la loro coscienza o no?!

Alberto M ha detto...

OT: http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_24/abruzzo_acqua_virginia_piccolillo_727674e8-60dd-11de-9ec2-00144f02aabc.shtml

Abruzzo, emergenza acqua dopo il sisma
«Rischiamo di dover chiudere i rubinetti»
La società pubblica che si occupa della rete idrica: «Senza contributi rischiamo la bancarotta»

[...]

Anonimo ha detto...

Chi agisce in certo modo di coscienza non ne ha neppure un grammo.
Anna, ti seguo quotidianamente sperando in buone nuove per tutti voi e invece ... mi ritrovo con un macigno al cuore. Un forte abbraccio
Nella

Pietro ha detto...

Sento che continuano le scosse di un certo rilievo, immagino il tuo stato d'animo, un saluto...

Cristina ha detto...

“ Domani - spiega Berlusconi - distribuiro’ migliaia di computer. L’Aquila potra’ aumentare di 15mila unita’ gli studenti. Nessuna universita’ al mondo potra’ offrire dei campus come quelli che stiamo costruendo”. Parlando dei lavori in corso Berlusconi dice: “Sono io il direttore, sono tornato ogni settimana andro’ in Abruzzo per risolvere ogni problemi. Quando vado a L’Aquila per cercare di alleviare le pene di chi e’ nelle tendopoli. Rifaremo L’Aquila e gli altri comuini com’erano e anche piu’ belli e dal punto di vista sismico assolutamente sicuri. Abbiamo lanciato una sfida contro il tempo”. ”

AGI News On - BERLUSCONI, ODIO CONTRO ME FA MALE A PAESE

non ho parole

conetto ha detto...

Bertolaso è una persona che non sa quel che dice, fa, concepisce e pensa ... sta li in quanto schiavo del potere ...

e sta li anche perche' in abruzzo ha vinto il PdL ... in quanto forse ci sono abruzzesi a cui piace piegarsi a 90 e far finta di nulla invece di cambiare l'andazzo.

poi so che da una parte e dall'altra non e' che ci sia differenza ... ma per lo meno era un segnale evidente che in abruzzo DOPO OL SISMA la gente ha capito che chi lo governa PARLA TANTO E SENZA PENSARE e conclude POCO E MALE

Da Abruzzese chiedo ad una mia corregionale ... Come e' possibile tutto questo? come fa l'aquila a non aver capito le cose ovvie?

Fabio ha detto...

Passo ogni tanto ma non avevo ancora lasciato traccia della mia visita. E' veramente bello questo spazio di libertà e riflessione. Un caro saluto, Fabio

Anonimo ha detto...

scusa Anna mi soffermo un momento sui gratta&vinci perchè sono impressionato,io "maledetto tabagista",quando entro,contribuendo al mantenimento di questo ..zzo di stato,dal tabaccaio e non posso far a meno di notare quanta gente ne acquista e quanto funzionano quelle slots ovunque posizionate e le giocate al lotto portate a trisettimanali dall'allora ministro veltroni per "aiutare" i beni culturali.impossibile non collegare a quante notizie su gente rovinata da questa droga di stato e poi a quei 98 MILIARDI DI EURO DI EVASIONE FISCALE ACCERTATI dei quali nessuno risponde da visco ad oggi..e poi sentire una povera margherita agnelli che chiede conto dei 1400 MILIONI di euro che il padre aveva nei paradisi fiscali e i 400/500 milioni buttati con il referendum...eh no mi dispiace Anna,soldi non ce ne sono.........l'orchestra suona,la gente balla,ma il titanic(?)sta affondando..roberto-genova

Anonimo ha detto...

Ciao Anna, ciao a tutti/e.

Leggo quotidianamente il tuo blog ormai dal giorno del terremoto ed è diventato per me un punto di riferimento per quanto riguarda le notizie "vere" provenienti da L'Aquila.

Per trovare alcuni parenti lunedì sono stato in Abruzzo insieme a mia madre. Abbiamo visto L'Aquila dall'autostrada, proseguendo fino a Teramo.
Io mi sono fermato poi da alcuni zii a Fano Adriano, un paese montano sul versante del teramano.
Uno di quei paesi che, a quanto pare, detto da chi ci abita, non ha visto il benché minimo aiuto né sostegno da parte delle autorità.
Buona parte delle case del centro storico sono inagibili, anche se dall'esterno non sono evidenti i segni, in quanto per la maggior parte dei casi sono i solai e le crepe a destare preoccupazione.

Fano per me è un posto particolare, bellissimo, al quale mi sento legato per le numerosi estati passate nel periodo infantile e adolescenziale.

Al centro del paese c'è una tenda piena di letti che è stata usata fino a due settimane fa.

Il posto conta solo 400 residenti, che d'estate però arrivano ad essere anche alcune migliaia.

Adesso, con l'inagibilità delle case, le persone più anziane che hanno potuto si sono trasferite altrove (Roma e altri comuni del teramano principalmente).

Qeullo che ho visto mi ha fatto venire in mente l'assoluto silenzio mediatico su altre situazioni simili. Anche il borgo di Pietracamela, paese a oltre 1.000 d'altitudine sempre sul Gran Sasso, pare sia distrutto.

Ho visto lo sconvolgimento, la paura, la dignità negli occhi dei miei anziani zii che vanno comunque avanti.

Putroppo, proprio mentre ero in viaggio per tornare a Roma, c'è stata la nuova scossa di 4,6 gradi Richter. Avevo appena lasciato l'Aquila, che avevo raggiunto dalla statale 80. La parte che avevo visto era spettrale: case in piedi, ma nessuna luce, tutto chiuso. Avevo poi trovato, per sbaglio, la famosa caserma della GdF nella quale coinfluiranno migliaia di persone nei giorni del G8 per farsi una passerella tra le macerie e le sofferenze di una popolazione che ha prima subito mesi di terremoti, poi l'isituzione dei campi di concentramento istituzionalizzati, infine il decreto-truffa.

Quando ho appreso della nuova scossa ero appena giunto a casa e la mia preoccupazione per chi si trova in Abruzzo e la mia impotenza nel poter essere utile nell'immediato sono state le prime cose che mi sono venute in mente.

Che dirti Anna, resistete, resistiamo...non siete soli!

E per il G8 non cadete nel gioco di politici e servi dei servi che vogliono dividere gli abruzzesi dai "no-global". Chi verrà a L'Aquila, tutti quelli che verranno, sanno del dramma che state vivendo.

V'hanno rinchiuso nei recinti, vi costringono a vivere in 8 nelle tende, vi marchiano con numeri e braccialetti, non vi fanno parlare in gruppo, né visitare le vostre case che non vengono messe in sicurezza, si sono mangiati (ormai è chiaro) tutti i soldi provenienti da SMS e raccolte fondi para-istituzionali...insomma, si stanno comportando come in ogni altra parte del mondo.

Per questo il 10 a L'Aquila ci sarà tutto il mondo a protestare contro Berlusconi, Sarkozy, Obama e compagnia cantando.

E la gente abruzzese non deve cadere nella trappola di pensare che sarà invasa da chissà quali sconosciuti dal volto coperto...gli unici da cui dovrebbero diffidare sono proprio quelli che più vedono beati e sorridenti in televisione tutti i santi giorni.

Un abbraccio.

A.

Anonimo ha detto...

Ci sono una parte sempre più grande di italiani che sanno quello che succede nelle tendopoli, forza ragazzi, tenete duro, e speriamo che questi pagliacci che hanno fatto tutto questo vengano cacciati nel mamicomio che si meritano ampiamente.

Nicola R.

Anonimo ha detto...

Oh già,voleranno manganellate,parole maiuscole,cariche,proclami,sorrisi a 56 dentiere,promesse,tutto e di più; da pza d'Armi volete arrivare a Coppito? Se arriverete al bivio dell'Agip sarà un miracolo!Nota che non lo scrivo con sarcasmo o ironia ma con realismo,una parata del defunto ideale vista dal potere nostrano come una dimostrazione di ingratitudine.
E' da farsi,cavolo se è da farsi,ma sarà avvilente.
Mani in alto e violenza zero serviranno a nulla,siete già sin d'ora violenti e pericolosi.....gli articoli di giornale son già pronti per l'inchiostro.
Fio

oscar ferrari ha detto...

la fiducia in Napolitano mi sembra azzardata, più azzeccato è quel chi ha orecchie per intendere, in-tenda

Matteo ha detto...

Magari i letti che capiteranno ai terremotati sono stati collaudati da Berlusconi con una delle sue escort. Mentre parlava a telefono con Obama.

Anonimo ha detto...

Saranno anche collaudati,saranno anche un pietoso "cadeau",chiamiamolo zuccherino per far cadere l'accusa di spreco inverecondo di denaro pubblico a fini personali,ma Evarista (la mia pulce sinistra) ed Ernesto (il mio pidocchio maldestro) si rifiutano di condividere il talamo con gli insetti del cicisbeo assolutamente privi di pedigree.
In una situazione a cavallo tra il demenziale ed il mondialmente ridicolo battute simili sono meno cretine dei colpi di trombone dei B&B ,dove , ripetendo la nota di un caro amico Aquilano,per B&B non si intenda i mitici fratelli ma i ben più miserevoli compagni (!) delle nostre sventure.
Fio

Andrew ha detto...

non so che dire anna, è vergognoso
resiti, un abbraccio

Antonella ha detto...

Un articolo che, forse, può essere utile..
http://www.ilmanifesto.it/archivi/fuoripagina/anno/2009/mese/06/articolo/984/

IlDueDiCopper ha detto...

Resistere, resistere, resistere...

Per quello che vale, seguirò e diffonderò il tuo Blog.

Anonimo ha detto...

Ciao! ho linkato il tuo blog su Facebook, ti leggo da tempo, non ti arrendere!

Antonella

niettada ha detto...

Anna ciao, ma cosa possiamo fare qualcosa per far sentire la vostra voce?? Scrivere a Napolitano insieme a tutti voi? Sono abbastanza schifata dalla stampa, delle vostre proteste non parlano preferiscono addormentarci con altre stupidaggini. Chi è in grado di farlo prepari qualcosa da spedire direttamente al Presidente non so, chi è in grado ci dica come possiamofare per darvi una mano.

Artemisia ha detto...

Inquietante!

www.dariopetrolati.it ha detto...

cara Anna - URGENTE-
per rimettere 5 scatoloni di libri ho questi problema:
la protezione civile mi porta la roba per ARCI non a campo CENTI COLELLA
bensì a Pianola-frazione-quartiere della città
Ho faticato a convicere ma non c'è nulla da fare.
ho bisogno di sapere il n° di telefono ed il responsabile o chi per esso va poi a prendere i 5 scatoloni di libri da me raccolti per dire ora e giorno dell'arrivo della roba.
intanto un abbraccio solidale.
ciao anna
dario.