lunedì 29 giugno 2009

Libertà negate


Sempre sui divieti e sulla limitazione della libertà nei campi, vi riporto un articolo del blog del comitato 3 e 32 (http://www.3e32.com/), relativo al giorno 24 ultimo scorso.

A L’Aquila la repressione continua.
In vista della manifestazione del 27 che partirà di fronte Piazza d’Armi (il campo più grande e più controllato) avevamo provato a scalfire l’oscurantismo e l’isolamento che regna attorno alla vita delle mille e più persone che vivono all’interno del campo. Annalisa, una ragazza che vive nel campo, aveva richiesto di poter fare un’assemblea giovedì pomeriggio. Dopo mille ostacoli e rifiuti, il capo campo aveva dovuto acconsentire a “concederle” di tenere l’assemblea ,a patto che entrassero solo cinque o sei persone dei comitati cittadini per i quali avrebbe dovuto garantire lei. Oggi Annalisa, mentre distribuiva i volantini che invitavano le persone a prendere parte all’assemblea, è stata fermata dal capocampo che si è rimangiato tutto e le ha negato la possibilità di fare l’assemblea. “Serve l’autorizzazione del COM” (i nuovi nuclei amministrativi di una citta commissariata in cui le istituzioni locali non contano più nulla) le ha detto. Il Com ovviamente l’ha rimpallata al DICOMAC (il comando centrale, la CASERMA dove risiede il sovrano Bertolaso e dove si terrà il G8), il DICOMAC le ha detto che l’assemblea non si può fare.
Questa è una mattinata normale per chi a l’Aquila si batte per ricreare un minimo spazio di democrazia e di discussione. A Piazza d’Armi già ci era stato impedito più volte di entrare a parlare con i nostri concittadini, di svolgere attività di sostegno per la popolazione, tipo la giornata di sport del 2 giugno, o perfino di dare volantini e megafonare all’uscita del campo. Proprio ieri Bertolaso, nel suo primo incontro con i comitati (da notare che il primo momento di confronto avviene mentre a Roma si approva il decreto), aveva garantito che le assemblee si potevano tenere senza problemi; “però dovete dire la verità” aveva detto.
La verità continuaiamo a dirla:
A L’AQUILA CHIUNQUE PROVI A CONTESTARE L’AUTORITA’ DELLA PROTEZIONE CIVILE E DEL GOVERNO VIENE OSTACOLATO, SCHEDATO E OSCURATO CON OGNI MEZZO. I CAMPI SONO I NOSTRI QUARTIERI, LE TENDE LE NOSTRE CASE, E’ ORA DI RIPRENDERCELI E DI RIPRENDERCI LA NOSTRA CITTA’.

Questa è la mail che vorrei inoltraste numerosi alla redazione del giornale Il Centro Abruzzo

Spettabile Redazione,
mi unisco ai Cittadini Aquilani nell'esprimere la mia indignazione nei confronti del vostro quotidiano che ha definito la manifestazione tenutasi a L'Aquila il giorno 27 giugno un evento dei No Global ,distorcendo così, e travisando, le istanze aquilane. In tal modo si favorisce la volontà di indebolire una rete sempre più ampia di cittadine e cittadini che , prescindendo dai colori politici e dalle diverse estrazioni sociali, chiede a gran voce il 100% della ricostruzione, della partecipazione e della trasparenza nella gestione di fondi e appalti. Che, in sostanza, chiede e reclama diritti fondamentali. Sono qui a chiedere di riportare correttamente le informazioni, senza travisamenti dettati dall'alto, e di perseguire sempre la verità che dovrebbe essere la base di ogni giornale degno di tale nome.
Cordiali saluti.
Firma

Vi lascio con una notiziola che vi strapperà, spero, un sorriso. Anche se amaro.
In clima di ulteriori restrizioni e divieti, in vista del G8, il transito sulle strade sarà interdetto anche ai numerosi greggi che popolano la nostra zona. Ovvio che le pecore non potranno essere munite di debito "budge", il pass pedonale, ché le automobili ce le possiamo scordare in quei giorni, che verrà conferito solo a pochi eletti.


40 commenti:

nino malgeri ha detto...

Le pecore col budge ancora dovevo sentirla...
Un caro saluto
Nino

Anonimo ha detto...

Mail mandata...
un saluto
Pia

Anonimo ha detto...

mail mandata
ciao

Mister_NixOS *nix ha detto...

Avranno paura che vi nascondiate legati sotto le pecore?

Anonimo ha detto...

sai perché sarà interdetto il transito alle greggi? ricordi la storiella di ulisse e dei suoi compagni prigionieri nella grotta di polifemo?
un saluto
pix

J ha detto...

Buongiorno Kappa, vorrei contattarti personalmente. Credi che sia possibile farlo in maniera privata, e con una certa urgenza?

J

Anna ha detto...

@J,
se non mi vuoi picchiare, sì :-)

La mia mail è
the_brain1@hotmail.it

Raquel* ha detto...

Ciao Anna,
ti seguo da poco dopo il sismo. Sono una ragazza spagnola ma con tanti amici italiani.
Da queste parte non so cosa fare per darvi una mano, per ora, ho mandato la mail. Anche con la mia gente e dal mio blog spieggo un po´ a tutti quelli che pensano che tutto è già a posto, quello che c´è veramente.
Molto coraggio!!

la signora in rosso ha detto...

incubo, state vivendo (noi con voi, perchè impotenti) un incubo. Quando finirà?

albe^_^ ha detto...

Temo il giorno in cui i diritti saranno richiesti con la forza... Se arrivassero cento o duecento cittadini per 'forzare il cordone', cosa farebbero? Aprirebbero il fuoco o chiamerebbero i corpi speciali? 0.o

Rinnovo l'invito a contattare i giornali stranieri... Tra tutti gli utenti del sito c'è qualcuno che possa realizzare dei fac-simile?

Mary Valeriano ha detto...

Sarebbe bello una fatta con tantissime pecore!

Arnicamontana ha detto...

Ho inoltrato la mail alla redazione e resto sempre più schifata, anche se chi ha memoria di tutti i g8 precedenti sa bene che per questo ignobile appuntamento internazionale sono disposti a tutto! Un abbraccio Anna

Anonimo ha detto...

Fatto...mail inviata!!!!!!
Anna e Antonio

fuoridalmucchio ha detto...

Mail spedita!

MM ha detto...

Siamo in un regime, ormai... quando l'informazione viene negata è il primo passo verso la dittatura. Non aspettiamo che succeda come in Iran, dove i giornalisti sono stati i primi ad essere cacciati e le repressioni militari sono all'ordine del giorno. La libertà è sacra, un terremoto non può privare le persone della loro dignità e libertà!

azzurropillin ha detto...

mi pare abbiano rettificato:


http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/l%E2%80%99aquila-corteo-di-protesta-degli-sfollati/1662384



silvia

monica ha detto...

PandoraWebTV

--------------------------------------------------------------------------------


Crisi finanziaria: origine e sviluppi. dur. 5'58''.
Loretta Napoleoni, saggista ed economista, ha presentato alla Fiera del libro di Torino il suo ultimo lavoro: 'La morsa'...
Ciao Anna se riesci ad andare sulla pagina di pandora, puoi vedere il video intervista di Loretta Napoleoni
Da li ti potri rendere conto di come sono messe le finanze sulle grandi opere, tra cui le opere rigurdanti il terremoto
pultroppo quello che dice non"è confortante
monica

alice ha detto...

Fatto.
Alice speditrice

Anonimo ha detto...

Fatto!
Riccardo

auryn ha detto...

TG LA7 ORA!
UNO SPECIALE SULL'ABRUZZO.
Ciao

DNAcinema ha detto...

ciao! ha aperto i battenti il nuovo portale di cinema direttamente dagli studios di Cinecittà. News, recensioni, anteprime, foto, video e tanto altro ancora; e se vuoi collaborare con noi scrivendo recensioni scrivici @ dnacinema@yahoo.it http://dnacinema.blogspot.com/ P.S. Complimenti per il blog, ottimo lavoro! A presto

scambio link, sei daccordo?

Viviana ha detto...

DITTATURA!! Vergognatevi politici del xxxxx. Ribellatevi e fate sentire la vostra voce, fate valere i vostri diritti GARANTITI DALLA COSTITUZIONE ITALIANA.
Buona vita, Viviana

gabriele ha detto...

Mail inviata.

Ti abbraccio forte.

gabriele

Future Jurist ha detto...

Traduco l'inizio e la fine di un recente articolo di Paul Kreiner da L'Aquila per "Die Presse":

2009-06-27 Italiens G8-Gipfel im Schutt von L'Aquila. Was werden die Mächtigen dort wirklich sehen? (Il vertice italiano del G8 nelle macerie di L'Aquila. Cosa vedranno in realtà i potenti?)
http://diepresse.com/home/panorama/welt/490798/index.do?from=gl.home_panorama

"VITA UMANA? NIENTE. Via Cavour finisce in un mucchio di macerie. In teoria dovrebbe portare su al centro di Castelnuovo, situato nella zona meridionale del terremoto. La mattina del 6 aprile il villaggio è andato giù, sulla strada. E là giace tuttora. (...) IL DRAMMATURGO BERLUSCONI. Un gigantesco cantiere è già in attività. Si trova, non a caso, sulla strada di Onna, il villaggio completamente distrutto. Quando i potenti della terra visiteranno le distruzioni, si troveranno davanti anche la ricostruzione. Sarà il vertice del Berlusconi-spettacolo."

Future Jurist ha detto...

La "Valigia dei sogni" (La7) è appena finita su un motivo che mi piace ricordare:
"... perché dell'Abruzzo è vietato dimenticarsi."

Anna ha detto...

Sì Giovanni, l'ho visto anch'io....

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ho provato a sorridere sull'ultima notizia ma mi é riuscito a fatica ed a denti stretti.

La rabbia per quanto ha scritto prima é tanta.

Cmq mail inviata ed ho fatto anche un post da me per invitare a venire qui copiare il testo della mail ed inviarla.

Ti abbraccio
Daniele

Stefi ha detto...

Ciao Anna,
ma che pretese avete lì...di volantinare..di fare assemblee...come negli anni '60-'70!! Ma allora non si è imparato nulla!!...
I pizzini dovete usare!!! :-))

Beh, mi appresto a mandare la mia mail.
Besos
Stefi

Chiara Milanesi ha detto...

Fatto, personalizzando la lettera poiché insegno in un master di giornalismo e sto organizzando con gli studenti un libro nero dal titolo "il libro nero della disinformazione".

arrgianf ha detto...

ciao Anna, un caro saluto da parte mia. Ogni tanto ti vengo a fare visita, ormai i media non parlano più dell'Aquila.

fiorella ha detto...

mail inviata
fiorella

guglielmo ha detto...

Panorama della scorsa settimana (credo, l'ho letto aspettando dal medico...) riporta un articolo nel quale fonti dei servizi segreti hanno segnalato la presenza di "infiltrati" tra i volontari accorsi a L'Aquila che starebbero sobillando le popolazioni terremotate in occasione del G8. La fonte è quel De Gennaro noto per la sua solerzia a Genova (e promosso al Ministero degli Interni dal Ministro Amato !) e che viene descritto come "appena scheggiato" dalle polemiche sul suo comportamento per quei fatti.

Anonimo ha detto...

Mentre in Toscana siamo fortemente scioccati per la tragedia di Viareggio che ci ricorda quanto siamo TUTTI fragili e vulnerabili in balia degli eventi naturali o accidentali umani (ah già, ma tanto ora c'è il Decreto Sicurezza a proteggerci..), continua il mio appoggio alla causa abruzzese e il mio risentimento di sdegno verso il modo come vengono gestiti i soldi di noi italiani da parte di questo governo in carica.

http://www.perlapace.it/index.php?id_article=2702

http://www.perlapace.it/index.php?id_article=2700

Riccardo

sdf ha detto...

Occorre continuare a chiedere il rispetto dei diritti...in ogni forma consentita e prevista dalla democrazia

e' molto importante contattare i giornali e i giornalisti stranieri

se riuscite a fare un comunicato che esamini tutte le situazioni emerse nel blog e nei racconti diretti della gente, pubblicatelo su questo ed altri blog, facendolo diventare il testo che tutti potranno distribuire sulla rete ... forse dalla nostra impotenza potremmo tornare ad essere utili in qualcosa
coraggio coraggio coraggio
sdf

elena ha detto...

Fatto il post, adesso invio la mail e pubblico su Facebook e Kilombo.
Resistete!!!

Anonimo ha detto...

Cara Anna, sono venuta al campo di S.Biagio con le brigate della solidarietà e a breve tornerò.
Ti seguo dai primi giorni dopo il terremoto ma non ti ho mai scritto, anche se spesso condividevo i tuoi post dalle pagnine di Facebook.

Ho cercato nel mio piccolo di portarvi un po' di solidarietà e conoscere in modo independente dai media ufficiali la vostra situazione e ciò che vi accade.

Oggi però ho compreso fino in fondo cosa provi, perchè fin che non ci caschi in prima persona non puoi capirlo.
La mia città,Viareggio, ha subito una tragedia, di proporzioni limitate rispetto a alla vostra, ma a sono ancora sconvolta.

Anche qui, dopo che i vigili del fuoco e i volontari si sono ammazzati di lavoro e intossicati per cercare di aiutare la gente e sottrarla ad una morte orribile per quasi 14 ore di fila, abbiamo dovuto anche sopportare le infelici uscite del nostro presidente del consiglio venuto a "prendere in mano la situazione", come se qui ci fossero degli ebeti che senza di lui sarebbero persi....
Qui la sua passerella su questa ennesima catastrofe è stata guastata con una sonora selva di fischi, ma ancora non riesco a digerire l'uso che fa di questi drammi e il non rispetto per le vittime e per una comunità ferita.

ti abbraccio forte, scusa lo sfogo
Laura

bombamagagna ha detto...

se riesco ad entrare nel mio blog (mi si chiude ed essendo gnuranta non so perchè) pubblico un post con la mail, anzi tutto il tuo post se posso..intanto ho spedito la mail.
ciao

carmilla ha detto...

Ciao Anna, mail inviata, ogni volta che leggo i tuoi post un'ondata di disgusto mi assale, ma come diavolo si permettono?Chi sono loro per impedirvi di riunirvi di parlare, ma piu' che altro di riprendere in mano la vostra vita, che penso sia gia' abbastanza segnata dal dolore e dalla paura del domani.
In questi giorni la rabbia è ancora piu' forte..abito vicino a viareggio, e ho amici la..la tristezza è tanta..e quell'idiota di Berlusconi..viene qua..con il suo sorriso tirato, con le sue solite frasi fatte piene di tante promesse che mai nessuno manterrà..L'italia si sta distruggendo e a quanto pare siamo veramente in pochi a preoccuparcene..
Un abbraccio enorme..

Miryam ha detto...

Ciao, pur se non sempre commento, cmq seguo l' "andazzo"...
Mail inviata...
La rabbia è tanta, non se ne può più!
Quando finirà tutto questo?
Prima "doveva sistemare l'Aquila... ora è corso a "prendere in mano la situazione a Viareggio" .. prendere in mano... mi fa vomitare (scusa il termine)...Intanto le contestazioni vengono bollate in rete e censurate in tv...
Ne usciremo mai? E' un continuo incubo...

S'Q ha detto...

se posso fare altro, ci sono; altrimenti mail mandata