mercoledì 3 giugno 2009

Le bugie della televisione

Leggo da una mia commentatrice che stamani Emanuela Falcetti forniva, entusiasta, la notizia di undici tendopoli chiuse ed ascriveva tutto ciò all'efficienza della Protezione Civile e del governo e, forse, ipotizzava la costruzione di alloggi alternativi. Non ho TV, quindi, posso solo parlare per sentito dire. Ma la verità su come stanno le cose posso fornirla.Le undici tendopoli chiuse sono quelle di Ovindoli,Rovere,Castel del Monte,Pettorano sul Gizio,Corfinio, Gagliano Aterno,Introdacqua, Raiano, Bugnara,Cocullo e Anversa degli Abruzzi. I comuni e le frazioni indicati distano, nel più vicino dei casi, 50 km dall'epicentro del sisma. I cittadini sono rientrati nelle abitazioni esclusivamente perchè dichiarate agibili, di tipo A, senza, cioè, bisogno alcuno di opere di risanamento e consolidamento. Se mi confermate che la "giornalista" in questione ha asserito quanto segnalatomi, sarà mia premura scriverle una missiva nella quale le illustrerò le condizioni in cui versano le 160 tendopoli che ospitano 26.155 sfollati che, tra scosse, nubifragi e trombe d'aria sono arrivati allo stremo delle loro forze. Segnalo inoltre, a tutt'oggi, il mancato puntellamento delle abitazioni private che tutti noi vediamo sgretolarsi davanti ai nostri occhi impotenti. Giorno dopo giorno, sotto il sollecitamento delle continue scosse e delle condizioni atmosferiche.

35 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Anna
anche il Messaggero di oggi a pag. 11 dava la notizia "Chiuse 11 tendopoli, primi sfollati a casa"

http://sfoglia.ilmessaggero.it/view.php?data=20090603&ediz=20_CITTA&npag=11&file=E_368.xml&type=STANDARD

Giuliana

veronica ha detto...

ne hanno parlato vari telegiornali ieri, prime tendopoli smantellate e sfollati a casa...BUFFONIIIIIII

Pietro ha detto...

forse intendevi "allo stremo delle forze" (sono uno pignolo, lo so):)

e buona crociera, a proposito :D

Anna ha detto...

Sì Pietro, intendevo proprio quello. Ho corretto, sono una pignola anche io. Devo imparare a rileggere e non a buttare giù di getto. Grazie.

P.S. pensa che le crociere le ho sempre odiate, anche in tempi non sospetti. A me questo stato di cose sembra un contrappassso. Ma credo di non dovermi preoccupare più di tanto: il Cav. ci va lui in corciera. Con le veline, velone, letteronze eccccc.....

NADIA ha detto...

hola querida, questa notizia non l'ho sentita...ma poco me ne meraviglierie in fondo dicono solo ciò che gli fa comodo ...sai le elezioni sono sempre più vicine.....il resto lo vedi da te tutti i giorni!!!
Ti abbraccio forte!!!
Hasta siempre!!!!

Dany ha detto...

Continua a dire la verità che bisogna contrastare quei buffoni. Nel mio piccolo cercherò di diffondere quello che dici con i pochi mezzi che ho.

Michela Marucci ha detto...

Logico... D'altronde era stato papi il primo a dire di prenderla come un week-end in campeggio...

marginalia ha detto...

Che schifo!
A maggior ragione è importante che tu ed altri/e facciate sapere come stanno effettivamente le cose

arrigo ha detto...

Leggo casualmente il tuo blog: a proposito di bugie televisive risulterebbe che Berlusconi ha inaugurato, nell'ospeadale di L'Aquila, anche il reparto dialisi che invece a me risulta funzionante solo parzialmente ed in tenda. Tu conosci la verità? Sono molto interessato in quanto sono in dialisi da un anno e dovrei trasferirmi vicino a L'Aquila. Grazie Anna, Arrigo Sabbatini San Donato Mil.se arrigosabbatini@libero.it

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono stupefatto delle affermazioni fatte della Falcetti.

Ma qui in rete la tua voce ed il nostro megafono virtuale funzionano ancora e quindi sarà una lotta impari e dura contro tv e certa carta stampata ma non ci si deve fermare.

Ti abbraccio forte
Daniele

Le Favà ha detto...

....
E' esagerato...
Ieri è stato pure detto che Berlusconi era osannato...osannato.


divino direi.

sR ha detto...

Ciò che leggiamo sui giornali o che ascoltiamo in tv è mediato da chi ha interesse a non informarci.
io andai alla manifestazione delle vittime di mafia del 29 gennaio a roma.
Tornato a casa, letti i giornali e vista la tv non riuscivo a credere come fossero riusciti a distorcere i fatti e le notizie.
ad esempio, fra le tante cose inesatte, fu detto che era la manifestazione di Di pietro contro il presidente della repubblica...

Insomma, le notizie dei media vanno prese con le pinze!

e, come al solito, grazie anna

sR ha detto...

Off topic

http://www.la7.it/blog/post_dettaglio.asp?idblog=ILARIA_DAMICO_-_Exit_15&id=2296

Anna, ti prego di far vedere a quante più persone possibile questo video.
E' importante! Non vi fate abbindolare come è successo a noi in Molise!

Bruno ha detto...

è pazzesco .... dicono cose e fanno credere l'inverosimile soprattutto adesso a ridosso delle elezioni...e di palermo, ne parliamo o no? giunta di dx ... fin che si puo' si sta' in silenzio.....scandaloso

Nemo ha detto...

Anna, mi sa che, anche scrivendo una missiva alla giornalista 'confusa', nemmeno verrà presa in considerazione.
Purtroppo all'informazione non conviene andare alla ricerca della verità...

francesco ha detto...

anna, scopro solo ora il tuo diario, che ho letto tutto, e tutto d'un fiato.
Inutile dire che mi ha commosso, soprattutto la tua e la vostra volontà di resistere alla violenza del "dopo" terremoto, al tentativo di espropriarvi dei vostri diritti più elementari dopo che in tanti avete perso tutti i vostri beni materiali.
Ovvio pensare che non è altro che una prova sulla vostra pelle di quello che poi potrebbe toccare a tutti noi, e pertanto non posso che sentirmi ancora più toccato e più vicino.
Spero che presto venga il momento in cui potrete riprendere in mano la vostra città, senza più papi, ballerine e presidenti di questo e di quello, e che allora ci sia spazio per darvi una mano sul serio. Intanto, se non ti dispiace, cercherò di far leggere le cose che scrivi a quelli che mi stanno intorno. un caro saluto, coraggio.
E scusami l'intervento così sfacciatamente off-topic

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Repubblica on line ha messo in homepage la notizia dell'avvenuta manifestazione di oggi (é come sesta notizia partendo dall'alto ma c'é)

Ho cliccato e ho scoperto con stupore che non mi hanno mandato su una pagina loro con un loro articolo ma su un trafiletto de "Il Centro" on line.

Io ti lascio cmq il link: per loro eravate 500 più Sindaco e tutti gli altri.... per te?

Il link: http://ilcentro.gelocal.it/?s=ilcentro&ref=hpsbsx

Anonimo ha detto...

Ciao Anna, lascio questo link http://www.byoblu.com/post/2009/06/03/Il-terremoto-e-agli-sgoccioli.aspx dove Claudio Messora iNtervista finalmente Giuliani che ci rassicura un po'.
Per favore fate girare questo link è molto importante seguire Giuliani e sostenerlo.

Lele Tesla

alberto ha detto...

pensare che la falcetti si presenta come la tutelatrice dei consumatori

auryn ha detto...

Anche io stamattina ho fatto sangue marcio! E' da un pezzo che la narcisa falcetti non si puo' più ascolatare senza vomitare. Da quando si è ridotta a fare le ospitate nella tv spazzatura, è caduta nella rete con tutte le scarpe.. Il suo modo strisciante di puntualizzare che "quando c'è da ammettere che le cose funzionano, bisogna avere l'onestà intellettuale di farlo e blablà". falsa! Per non parlare delle continue citazioni di articoli da Libero o dal Giornale..
Un colpo alla botte e 100 al cerchio(bottista).
Forse ricordo male io oppure un tempo i suoi servizi in radio erano davvero all'avanguardia?? Màh!
Comunque di interventi sul terremoto in Abruzzo ne ha fatti parecchi, soprattutto, ovvio, i primi giorni. Sviolinate viscide, in particolare alla PC a gogò, insieme alle leccate al governo.
Basta và altrimenti rivomito.
Comunque, Anna, puoi risparmiartela in tv. Se ti puo' servire come lassativo puoi "seguirla" su radio 1 dal lunedì al venerdì poco dopo le 6,00. Oppure su internet le registrazioni.

La puntata di oggi, se vuoi evitare di sbobbartela tutta vai direttamente 22,10'':
http://www.radio.rai.it/player/player.cfm?Q_CANALE=http://www.radio.rai.it/radio1/italiaistruzioniperluso/archivio_2009/audio/istruzioni2009_06_03.ram

segue notizia sui militari nelle strade , fortunatamente è finito il tempo che non le ha permesso di dire quanto fosse contenta di questa ennesima, egregia iniziativa..

le puntate precedenti qui:
http://www.radio.rai.it/radio1/italiaistruzioniperluso/

Come tanti ti/vi seguo con affetto, costantemente!
Un abbraccio :-)

Alberto M ha detto...

Cara Anna,
come giudichi questo articolo apparso poco fa sulla edizione online del Corriere?
http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_03/magazine_fiumi_accampati_00632750-504f-11de-84e5-00144f02aabc.shtml

L'ho appena letto e la descrizione sembra quasi pittoresca, diciamo incapace di rappresentare appieno la drammaticità della situazione che state vivendo... Senza contare che tra poco ci potranno essere temperature DA DESERTO...

cla ha detto...

Ciao Anna,
grazie per la giornata intensa che ci hai dato modo di vivere lunedì, continua ad informare con puntiglio e serietà almeno qualcuno saprà la verità!
Claudia

Anonimo ha detto...

da repubblica di oggi3/6
Pochi giorni fa Berlusconi ha detto che nella regione ci sono ancora sfollati dal 1997
Il governatore Spacca: "A meno di un mese c'erano già i prefabbricati in muratura"
Sisma, le Marche rispondono al premier
"Ma quali baraccopoli, siamo un modello"
Inviato a Palazzo Chigi un volume che raccoglie le immagini del "prima e dopo"
"Basta promuovere competizioni su chi sia il più bravo nelle disgrazie"
ROMA - "Caro presidente, noi marchigiani non amiamo sbandierare ciò che facciamo. Il rispetto per le tante persone che stanno vivendo con compostezza questa drammatica situazione mi ha spinto finora a evitare qualsiasi forma di polemica. Ma dato il ripetersi di pronunciamenti che riferiscono circostanze e valutazioni assolutamente non vere, sono costretto a intervenire, nella speranza che si possa ristabilire la verità e soprattutto contribuire a individuare soluzioni rapide ed efficaci per consentire anche alla popolazione dell'Abruzzo di recuperare una dignitosa condizione di vita".

Non sono piaciute, al presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, le parole di Silvio Berlusconi sulla ricostruzione nelle Marche dopo il terremoto del 1997. Il 30 maggio, il presidente del Consiglio ha annunciato di nuovo la consegna, entro il 15 settembre, delle case per tremila sfollati dell'Abruzzo e ha aggiunto:
"Pensate che ancora adesso in Umbria e nelle Marche ci sono baraccopoli per i terremoti di molti anni fa". Invece nelle Marche, a Natale 1997, tre mesi dopo la prima scossa, le tendopoli erano già sparite. Le persone erano ospitate in prefabbricati, moduli abitativi, sistemazioni autonome, con il contributo pubblico. Poi sono arrivate le casette di legno, con le risorse dell'edilizia residenziale pubblica. Dopo 5 anni, il 70% delle abitazioni principali era stato ristrutturato. Per il rimanente 30% i lavori erano in corso.

Per questo, Spacca oggi ha inviato una lettera a Berlusconi: per "ricordarLe che dopo meno di un mese dalla scossa iniziale del 26 settembre 1997 - si legge - un primo gruppo di famiglie con la casa non agibile veniva alloggiato in prefabbricati realizzati in muratura e quindi del tutto simili alle normali abitazioni". Insieme alla lettera, è partita stamattina, alla volta di Palazzo Chigi, la monografia Regione Marche 1997-2007. Dieci anni spesi bene. Il coraggio di ricominciare, realizzata per i tipi della Electa-Mondadori, pubblicata in occasione del decennale del sisma e consegnata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Non è un caso, sottolinea, Spacca, "che il Dipartimento della Protezione civile abbia da subito assegnato un ruolo fondamentale di coordinamento alla Protezione civile marchigiana, presente all'Aquila poche ore dopo la prima scossa. Chiedere a Bertolaso per credere".

Quanto al 1997, "altrettanto tempestativamente - si legge nella lettera inviata a Berlusconi - mentre si provvedeva alla decorosa sistemazione di tutti i terremotati, venivano rimosse le macerie, effettuati i puntellamenti e posizionati teloni sui tetti danneggiati per evitare che la pioggia aggravasse i danni". "Non ci piace - scrive Spacca - che si promuovano competizioni su chi sia il più bravo nelle disgrazie. E' irriverente nei confronti delle persone decedute e di tutti quelli che saranno cotretti a vivere ancora, per molti mesi, nelle tendopoli".

roberto

seralf ha detto...

tenete duro.

in ogni caso scrivi pure alla Falcetti: in molti casi ha telefonate in diretta durante le sue trasmissioni (anche quelle a copertura televisiva) quindi credo non potrà negarti un "diritto di replica" ;-)

Andrew ha detto...

quante bugie che dicono... :(

Anonimo ha detto...

L'insetto di "frottola a frottola" gli ha permesso di dire che l'appalto per il calcestruzzo è fatto e che non vede l'ora di aprire le numerose buste per le offerte di costruzione delle c.a.s.e.. Aveva il torcicollo. Speriamo non ...la lingua biforcuta". Fino alla fine ho cercato di capire quando faceva l'indiano e quando il caimano ...
Ora è tutto OK! In bocca al lupo! Ci pensa il ... nano.
Luciano B. L.

schatten ha detto...

E' importante che la disinformazione venga contrastata. Per questo l'idea di scrivere una lettera alla Falcetti, grande amicona di Belpietro, peraltro, mi pare ottima. Magari potremmo, noi che seguiamo questo blog (io da soli 2 giorni, ma saro' molto assidua), sottoscriverla se Anna la vorra' postare prima qui. Forse la forza di decine di persone stanche di essere prese per il culo sortira' un effetto maggiore di una sola.
Un abbraccio forte da una tua nuova amica.

NotForEver ha detto...

non voglio fare l'avvocato del diavolo ma forse la Falcetti 8che mi sta di un'antipatia unica peraltro) ha solo letto quello che era scritto sui giornali
io la notizia l'ho sentita al tg, per esempio
comunque continua a scrivere, sei una delle poche voci che elggo tutti i giorni e alla quale credo ciecamente
un abbraccio

Future Jurist ha detto...

Propongo un rapido sopraluogo sul sito della Protezione Civile (http://www.protezionecivile.it/). Il.“sancta sonctorum” dell’informazione sul terremoto. Entriamo dunque. Nella rassegna stampa di home page oggi fa bella mostra di sé un unico articolo sull’Abruzzo: “Chiuse 11 tendopoli, primi sfollati a casa”. Si apre questo articolo, tratto da “Il Messaggero” del 3 giugno (http://www.protezionecivile.it/cms/attach/copy_1944_02.pdf) e si scopre che ha un secondo titoletto “Non è il momento di manifestare”.
Ora si vada su “Emergenza terremoto Abruzzo”. Una volta entrati si può scegliere tra la newsletter “L’Abruzzo e noi” e “Incontri con i cittadini e le istituzioni” (fermo al 16 maggio). Qui ci sarebbe materia per un ciclo intero di tesi di dottorato in scienza della comunicazione. Si può toccare quasi per mano la tecnica più fasulla, quella di scuola berlusconiana. Tutta manipolatoria, a senso unico. Dove le “domande dei cittadini” alla PC è la PC stessa a farsele da sola.
C’è un’ampia scelta di video in cui Bertolaso, da tecnico-manager, scimmiotta il grande comunicatore. Prendo a caso il suo “Discorso ai cittadini del centro di accoglienza di Piazza d’Armi – 7 maggio 2009” (http://www.protezionecivile.it/cms/view.php?dir_pk=52&cms_pk=15762). Qui viene magnificata le performance della PC in Abruzzo che sarebbe molto superiore a quella in Umbria e nelle Marche del 1997. Cosa che è esattamente l’opposto di quello che sappiamo.

E’interessante però vedere come nasce questa centralità della comunicazione. In un articolo di dieci anni fa (http://www.mulino.it/rivisteweb/scheda_articolo.php?id_articolo=1959) un indagatore acuto come Pietro Greco osservava che col terremoto in Umbria e nelle Marche c’è stata una “Caporetto dei media”. Questi, completamente immersi in una logica di consumo, non avevano saputo raccontare l’ottima collaborazione che si era stabilita tra governo centrale e enti locali. Tutto era stato ridotto a un unico grande spot pubblicitario. Greco concludeva perciò in favore di “una forte strategia di comunicazione della Protezione Civile”: “La comunicazione deve diventare uno dei momenti portanti della gestione dell’emergenza nel caso di un disastro ambientale. Con una ampia e stabile struttura. E con un responsabile unico, che goda di grande autorità e autonomia professionale, e della fiducia piena del governo.” Ma questo tipo di comunicazione non è per caso quello senza dialogo adottato da Bertolaso? Dove i cittadini sono chiamati a partecipare, ma come comparse a costo zero di spot autoritari.

paologia ha detto...

io ascolto regolarmente il programma della Falcetti in radio mentre vado al lavoro alle sei e mezza del mattino. credo anch'io di ricordare che la falcetti non ha commentato una notizia 'sua', ma riportava quello che diceva la rassegna stampa e si diceva felice della buona notizia, ma lo diceva come un commentatore esterno, non come una persona che ha cognizione di causa. poi magari nel parlare c'è entrata un pò di malizia, un pò di soddisfazione, dal momento che mi pare di aver intuito che non è distante dalle posizioni di questo governo.

zemmò ha detto...

http://www.flickr.com/photos/simona84/3595459394/
ti ho linkato qui. spero non ti dispiaccia! :)

Anonimo ha detto...

@sR

http://www.la7.it/blog/post_dettaglio.asp?idblog=ILARIA_DAMICO_-_Exit_15&id=2296

...senza parole.. sono ancora più indegnato e schifato. Quando mi mandarono in Molise a puntellare case che non c'entravano niente con i danni del terremoto (vetuste già prima del sisma) mi resi già conto allora dell'assurdità della cosa. Sapere di essere una pedina che lavora nelle mani di questo sistema scandaloso mi fa arrabbiare non poco. E i soldi, della generosità (anche i miei!) per costruire SUV..!!
Tutto il sistema è marcio, dai grandi capi agli amministratori locali, ai singoli imprenditori (destra o sinistra nn fa distinzione). Come cittadini dobbiamo tornare ad occuparci delle nostre cose perchè chi le amministra smetti di giocarci e guadagnarci sopra. Perciò trasparenza, vigilanza, controllo, denuncia, senza se e senza ma. Dobbiamo tornare in piazza e nei Comuni, star loro addosso, presenziare ai consigli comunali, gridare agli scandali, non mollarli mai, fino al loro sfinimento. Diversamente continueremo a delegare la nostra vita e le nostre disgrazie a lacrime di coccodrilli.
Ric

Anonimo ha detto...

la falcetti è penosa, fa la finta "voce libera" io continuo a sostenere che questo tipo di giornalisti è il più pericolso, meglio emilio Fede e Belpietro almeno sono palesi nel loro servilismo...

questa è la mail della falcetti

istruzioniperluso@rai.it

grazie anna per ciò che scrivi

paolo papillo

Kjij ha detto...

very nice blog...complementi
viste my blog for Free Downloads, Software, Games, Movies, Music
kjij.blogspot.com

Kjij ha detto...

very nice blog...complementi
viste my blog for Free Downloads, Software, Games, Movies, Music
kjij.blogspot.com