lunedì 15 giugno 2009

Continuano le prove di regime

Dunque domani la manifestazione a Roma: gli sfollati in sit in davanti a Montecitorio. Ci si sta attivando con tutti i mezzi per assicurare la partecipazione. Anche quella dei vacanzieri forzati sulla costa. Quindi assemblee, volantini, sms, internet. Si sta cercando di fare informazione a tappeto. Ma la Protezione Civile impedisce ai comitati dei cittadini di volantinare nelle tendopoli. La motivazione? Per non turbare la quiete degli ospiti. Continuano a chiamarci ospiti. Ospiti a casa nostra. Ci liquidano con poche parole,e mostrano circolari interne che parlano chiaramente di severissimo divieto di volantinaggio all'interno dei campi. Davanti alle nostre rimostranze, dicono che esporranno il volantino in bacheca. Mi son fatta un giro per le tendopoli, ieri: nessun volantino affisso. In compenso proliferano quelli di karaoke, clown, balli. Ci vogliono tutti lì, rincoglioniti, a cantare. In perfetto stile berlusconiano.

39 commenti:

manuel galbiati ha detto...

Non mollare, non sei sola.
Non mollare.
PS ho linkato il tuo blog, non ti ho chiesto prima il permesso per due ragioni: 1 non era la solita richiesta "linkami che ti linko" che mi sembra una gara a chi ce l'ha più qualcosa... 2 la maggior diffusione possibile dei tuoi messaggi mi sembra in linea con la filosofia che ispira il blog. Ariciao

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

è uno schifo,se non ci fossero i blogger di terra d'abruzzo ad informarci...vera e propia censura,NON si puo volantinare?LORO NON VOGLIONO!!!Troppa gente a Roma significa richiamare visibilita' e conoscenza dei veri grandi problemi sulle balle raccontate da questo governo che finora ha fatto SOLO vane promesse'" Piu' persone a Roma OBBLIGHERA' UNA GRANDE visbilita' mediatica,questo è quello che il governo NON vuole-Aver protestato in mod sibolico NON votando non è stato sufficente,i media non ne hanno scritto ne parlato piu di tanto,ma una manifesazione plateale di dissenso vero,contro questo governo,con di migliaia e migliai di persone NON puo' passare inosservata,naturalmente sarete migliaia di migliaia MA per la questura sarete 4 gatti!!!

Anonimo ha detto...

adesso leggo e piango e pensare che 1 anno fà l ho pure votato aimè

Gios ha detto...

che tristesssssa :(

Anonimo ha detto...

Il metodo di nefasta memoria è ben conosciuto e collaudato; ve ne accorgete ora?E' anni che andiamo avanti così...sotterraneamente,con rettile andamento e non è che il cicisbeo ed accoliti siano particolarmente bravi in questo (anzi,tra i peggiori,palesano troppo e spudoratamente), vi siete già dimenticati dei predecessori scudocrociati? Grandi maestri !!
Qui abbiamo davanti solo i nipotini imberbi ed alle prime armi.
Fio da Torino

Matteo Porretta ha detto...

com'è che hanno detto? fate come se fosse una vacanza no? Durante le vacanze mi si pensa a cose come queste...si pensa a l karaoke, ai clown, ai balli...

purtroppo sono molto preoccupato

Matteo Porretta ha detto...

errata: mica si pensa

albe^_^ ha detto...

http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/cronaca/sisma-aquila-11/vigilia-protesta/vigilia-protesta.html

Cercate, se possibile, una collaborazione con Repubblica, che si mostra sensibile a questi temi...

Anonimo ha detto...

Va da sè che occorre un pò di tutto; qualche festa non guasta e ne guadagna l'aggregazione sempre positiva semprechè non sia solo uno dei tanti modi per mascherare la realtà attuale e futura; la mia microscopica esperienza sul...campo ha fatto sì che i momenti di "allegria" generica fossero un ottimo momento per interrogarsi a vicenda su Lucifero sotto i piedi e sui Luciferi baritonali; sempre ho visto interesse e sempre ho visto partecipazione anche con un buon bicchiere di Trebbiano in mano; vuoi che siamo un popolo di buon pasto,vuoi che ho avuto spudorata fortuna nell'accrocchiare momenti diversi per dialoghi diversi; la mia impressione,quasi certezza, è che questi siano tempi di attenta attesa,anche a causa del G8,dove attenta sta per "popolo attento all'evolversi dei fatti,senza fantasie inutili"; quando il popolo è attento il re convoca i consiglieri!
Fio

Anna ha detto...

@Fio,
vada per il karaoke, vada per i balli, il Trebbiano nei campi te lo puoi dimenticare,vieni a vedere come si mangia, io quella roba non la davo neanche ai miei cani. Ma non possono essere solo balli e canzonette. NO!!!!!!!
Quella roba lì rincoglionisce e distoglie dai problemi REALI e drammatici. Che si canti pure, ma la libertà e la democrazia non possono essere tagliate fuori dalle tendopoli.

paolo beneforti ha detto...

e voi volantinate lo stesso. che vi possono fare? se interviene la forza dell'ordine è tutta pubblicità.

Anna ha detto...

Ma dove volantiniamo se non ci fanno entrare? Volantiniamo nel vuoto della città deserta?E poi forse non ti rendi conto che le forze dell'ordine sono la Protezione Civile stessa. Allora non passa il messaggio della militarizzazione della città???????

Alberto ha detto...

Anna, cercate di rendere pubblici questi volantini con ogni mezzo.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Fanno schifo e mi fanno vomitare!!!! Anna siamo con te!

Anonimo ha detto...

perche' invece dei volantini non cercate di fare un passaparola con gli sms?se funziona anche in Iran...e le televisioni e le radio locali?e una macchina con gli altoparlanti?pelas
isabella

Anonimo ha detto...

Ma cos'è che vi angustia tanto? non sono riuscito a capirlo, ho solo capito che si mangia male, e che non vi fanno volantinare (neanche la mia sindachessa lo fa fare, nonostante sia di sinistra). Che scopo ha la manifestazione che volete organizzare? Io mi ricordo comunque, che quando è arrivato il terremoto in Friuli (molto più devastante di questo), la gente senza bisogno di manifestare, si è rimboccata le maniche e adesso la regione Friuli è una delle 3/4 regioni che producono ricchezza in questo schifo di Paese. Datemi retta pedalare è meglio che manifestare se uno vuole contribuire a risollevare l' Aquila

Carlo ha detto...

Grazie Anna, un milione di grazie perché esisti e perché scrivi e denunci quello che sta accadendo.
Grazie a tutti quelli che martedì andranno a Roma.
Io ho cominciato a incazzarmi già per le frasi sul fine settimana in campeggio ascoltate dalla televisione tedesca.
È triste: la Resistenza comincia da quelli che non hanno più niente da perdere.
Un abbraccio!

Anna ha detto...

@Anonimo,

la nostra manifestazione di domani chiede proprio questo. Di farci partecipare attivamente alla ricostruzione. Usa il cervello prima di scrivere. E documentati circa i danni di questo terremoto che sono molto più ingenti di quelli provocati in Friuli. Noi chiediamo esattamente una ricostruzione come quella operata in Friuli, affidata, cioè, alle amministrazioni locali.Non alla protezione Civile. E chiediamo chiarezza sui fondi. Per sapere su cosa possiamo contare.
Lo stolto apre sempre bocca senza pensare e senza conoscere i fatti.Se leggi i post precedenti a questo, capirai, se sai leggere, cosa chiediamo.

sR ha detto...

E' tutto così deprimente.
Anna non deporre mai le armi.

Enzo Pepe ha detto...

Ciao Anna,
se i volantini non possono entrare potete provare con l'audio, avete a disposizione un megafono? se vi fate sentire fuori dalle temdopoli in teoria (se fossimo in un paese libero) non potrebbero ostacolarvi.

Non sono dell'aquila, vivo nel teramano vorrei venire anch'io al sit-in ma sono bloccato dal lavoro, ma sarò comunque con voi.

Carlo Moccaldi ha detto...

ANNA, questa storia dei divieti è assurda..se hai copia delle circolari cerca di farmele avere (carlo.moccaldi@gmail.com)..mi sembra una violazione di diritti, avviso Amnesty International.
Grazie, e difendiamo i blog!! Sono vere e proprie oasi di libertà..

Anonimo ha detto...

A mio modesto avviso, il non votare, per gli aquilani, è stato uno sbaglio. Non votare ti zittisce, votare per qualcuno ti da forza, e nei confronti del votato (se è serio) e nei confronti di chi hai contrastato. Se tutte le promesse di questo governo non hanno avuto seguito, se le 20 visite di Berlusconi sono soltanto servite per fargli avere dei passaggi in TV, un voto unanime per il PD o per IDV, quindi l'opposizione attuale, avrebbe avuto una risonanza molto maggiore.

MFM ha detto...

Ciao Anna,
stamani ho chiamato gli amici di Sassa. Loro della manifestazione sapevano tutto nonostante i mancati volantini. La rete, ed il tam tam vocale superano tutto, anche la disinformazione mediatica.
Tranquilla domani saremo in tanti ;-)

Nemo ha detto...

Addirittura impedire il vonantinaggio nelle tendopoli! Incredibile.

zefirina ha detto...

ma se domani sei qui in piazza montecitorio, passo e ti vengo a cercare, che come ben sai lavoro lì vicino

Guernica ha detto...

Continuo a leggerti e continuo a restare allibita e schifata.

Spero che domani possiate ottenere qualcosa Anna. Di abbattere in parte questo perfetto Regime.

federica ha detto...

ciao Anna
coraggio! coraggio! coraggio!

Anonimo ha detto...

resistere resistere resistere
siamo con voi

Anonimo ha detto...

Open Democracy

Luciano B. L. ha detto...

solo un'ora fa, digitando "appalti C.A.S.E." in google ho trovato abbastanza da restare di sasso. C'è il bando della protezione civile con tanto di progetto preliminare, di capitolato, di ubicazione e di numero abitanti insediabili nei 20 lotti. Ho bisogno di tempo per analizzare tutto dal punto di vista tecnico, ma due cose mi allarmano: il dettagliato progetto preliminare ed tempi di consegna. Mi auguro che i progetti definitivi siano migliori perchè quello della protezione civile (non firmato) è semplicemente orripilante (prevede alloggi con un solo affaccio). I tempi di consegna sono: 26 settembre; 16 ottobre; 5 e 25 novembre; 15 dicembre (e sono possibili dilatazioni per ....).
Spero di aver toppato. Forza per domani.

Lello ha detto...

Carissima, non siete soli. Ho letto questa notizia sul sito di La Repubblica, unico giornale (serio) ad averla riportata. Un bacione

cristina ha detto...

Ciao Anna, non mollate, non molate perchè quella è casa vostra, la vostra terra, le vostre radici e il vostroi futuro. Ti abbraccio forte

Arnicamontana ha detto...

piena solidarietà a te e alla tua gente per domani, non potranno ignoravi a lungo! Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Ciao Anna, seguo con particolare interesse il tuo blog e la tragedia che ha colpito la popolazione dell'Aquila. Quello che racconti mi fa rabbrividire.
Non riesco a capire (cioè, lo capisco benissimo...) perchè nessun giornalista,nessun telegiornale e nemmeno la stampa, diano notizia di quello che effettivamente sta accadendo. Accenni giornalieri sul terremoto in Abruzzo, ma soprattutto notizie meteo. Il caldo o il freddo o la pioggia. Nient'altro.
All'estero, il Newsweek scrive che l'Italia potrebbe essere il primo Paese al mondo colpito da un terremoto che ricostruisce le chiese prima delle case. Forse tutte le raccolte fondi degli italiani sono state destinate a questo? Che fine hanno fatto? Da chi vengono gestiti?
Spero che la manifestazione di domani serva a qualcosa. Me lo auguro. Ti faccio un grosso in bocca al lupo!
Mary

Anna ha detto...

Vengono gestiti dalla protezione Civile, ça va sans dire.....
E, a tutt'oggi, non ne è stato reso noto l'utilizzo.
Individuate un progetto, una persona, una famiglia e date a loro le vostre donazioni, se volete farne. Vi darò notizie in proposito, ma ci vuole tempo, bisogna avere dei progetti concreti su cui lavorare.

Anonimo ha detto...

In questo momento sto ascoltando Bertolaso su la7 e ci ha appena informati che oggi è stato in Abruzzo l'Ambascatore del Marocco che si è complimentato per l'ottima organizzazione del dopo terremoto, come hanno fatto anche altri rappresentanti di Paesi esteri. Il nostro Grande Uomo dello Stato, ci ha anche appena illustrato ( descrivendole verbalmente), come saranno le vostre future abitazioni, pronte "già" da settembre. Di cosa vi lamentate?

Mia cara.... domani sarò a Montecitorio!!
Anna

Alessandro Tauro ha detto...

In questi giorni hai raccontato alla perfezione la vita di chi vive in prima persona meglio di chiunque altro tutto quello che sta accadendo...

Io sono un abruzzese privilegiato, di quelli che ha sentito il terremoto solo in TV, e nel cuore ovviamente, memore dei 6 anni di vita universitari in quella splendida città di L'Aquila!

Ma da occhio esterno in questi giorni mi sono dannato per far emergere il maggior numero di notizie sulla ricostruzione, che in un altro paese avrebbero scatenato un secondo terremoto, ma politico! Qui invece tutto resta relegato nell'ambito dell'informazione "alternativa".

Ho parlato dei 3,1 miliardi spalmati in 23 anni per 65 mila sfollati aquilani e del confronto con i 3,5 miliardi in 10 anni per i solo 20 mila sfollati dell'Umbria destinati dal governo Prodi di allora!

Ho parlato del fatto che i tempi del piano C.A.S.E. parlano della fine dei lavori a metà dicembre, con 30 giorni ulteriori per la chiusura dei lavori, più i tempi per collaudi e trasferimento famiglie, che in parole porterà migliaia di aquilani ad avere un tetto non prima di FEBBRAIO!!
Tutto scritto nel documento ufficiale della P.C.

Ho parlato della lista dei 135 edifici "a rischio crollo nel caso di sisma" redatta nel 2006, rimasta in dimenticatoio, ma ancora reperibile presso il sito del SIGEOIS, dove possiamo scoprire dei 48 milioni necessari per la messa in sicurezza dell'ospedale o del milione e mezzo necessario per la Casa dello Studente.
Soldi che se spesi come avrebbe dovuto fare la regione, ora staremmo contando qualche vittima in meno!

Ho parlato della censura di Stato sui fondi raccolti dalle donazioni e delle promesse continuamente cambiate da Berlusconi e Bertolaso sul piano CASE.

Ho parlato della riduzione dei fondi per la messa in sicurezza delle scuole, dei subappalti concessi al 50% e del Segreto di Stato su espropri e lavori per il G8.

Sarebbe bastato uno solo di questi argomenti per far vacillare un governo. In un paese normale però...

Grazie ancora per la straordinaria opera che stai facendo... e non mollare. Come vedi siamo con te! :)

Anonimo ha detto...

Ho ricevuto una mail con la preghiera di farla girare e così ho fatto. Anna non sei sola!

http://volontaripnalm.blogspot.com/

Forza Abruzzo!!!

Anonimo ha detto...

forza Anna !
aria