mercoledì 13 maggio 2009

I professori


Si è riunita, oggi a L'Aquila nella Scuola della Guardia di Finanza di Coppito, la Commissione Internazionale di sismologi, voluta da Bertolaso in persona. Sono nove scienziati, specializzati in sismologia e geofisica, ai vertici delle universita' e dei centri di ricerca piu' importanti del mondo. Sono il prof. Tom Jordan, presidente del gruppo di lavoro della commissione, direttore del Southern California Earthquake Center, e professore di Earth Sciences alla University of Southern California a Los Angeles, Yun Tai Chen, professore di Geofisica e Direttore onorario dell'Istituto di Geofisica della China Earthquake Administration, Paolo Gasparini, professore di Geofisica alla Universita' Federico II di Napoli, Raoul Madariaga, professore di Sismologia alla Scuola Normale Superiore di Parigi, Ian Main, professore di Sismologia e Fisica delle Rocce all'Universita' di Edinburgo, Warner Marzocchi, dirigente di Ricerca dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Gerassimos Papadopoulos, direttore di Ricerca dell'Osservatorio Nazionale di Atene, Guennadi A. Sobolev, direttore del Dipartimento di Catastrofi Naturali e Sismicita' della Terra dell' Accademia Russa delle Scienze a Mosca, Jochen Zschau, professore di Geofisica all'Universita' di Potsdam. Lo hanno detto. E confermato. Il terremoto distruttivo è stato della magnitudo 5.8 della scala Richter. Si è avvertito così prepotentemente per via della faglia che attraversa proprio la città. Quei due decimali in meno non ci consentiranno di accedere al cento per cento del risarcimento per la ricostruzione. Due piccoli decimali. Non importa che il sisma sia stato distruttivo.Di vite e cose.E identità. I due decimali fanno la differenza. Sostanziale.
Mentre scrivo sento alla Tv che Bertolaso ha garantito il risarcimento totale dei costi della ristrutturazione. Non so, si son strombazzate tante cose sino ad ora. Non so.

24 commenti:

Anonimo ha detto...

come ho scritto nell'ultimo commento del post precedente, nel decreto si parla di "sesto grado MSC", cioè scala Mercalli, non Richter. E quel 6.3 è riferito ad un'altro ulteriore metodo di misurazione, detto "Magnitudo momento". Forse vale la pena di approfondire un po', per non fare passi falsi. Ma non c'è un esperto di geologia, qui?

Un saluto, Marzia

Anonimo ha detto...

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_961047179.html

Qui dicono che verrà dato il 100%

Martin ha detto...

Purtroppo il governo dice tante cose...

Anonimo ha detto...

testo integrale del decreto:

http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=88317&idCat=54

Che il decreto sia una fregatura, su questo non c'è dubbio (ne avevate già discusso qui), ma quello del "sesto grado" mi sembra un falso problema: l'Aquila ci rientra eccome, nel criterio: 5.8 scala Richter corrisponde all'8° o 9° MSC.

Un saluto,
Marzia

Anna ha detto...

Grazie Marzia del link dell'ANSA.
Come vedi la fregatura c'è sempre.Ed è quella della prim'ora. Si parla di credito di imposta e credito agevolato. Questo significa che il contributo in danaro contante sarà un terzo, e il resto sarà detraibile dalle tasse( interessante per chi non ha più lavoro e deve ricostruire da capo anche quello) e di prestiti bancari a tasso agevolato. Danaro, cioè, che va restituito.Mi domando come potrà ricostrure chi, come me, ad esempio, non ha più nulla. E nessuna sicurezza.

Anonimo ha detto...

Si, il 5,8 della Scala Richter non è il 5,8 della Scala MSC.
Poi, ho appena letto sul sito di "la Repubblica" che il Governo ha emendato il decreto legge sull'Abruzzo : contributi pari al 100%! Vedremo alla fine....
Ciao Anna, un bacio.
Pina da Verona.

sR ha detto...

staremo a vedere, la propaganda è il pezzo forte di guesto governo maramaldesco

Anonimo ha detto...

Si, ma noi siamo qui per vigilare e all'occorrenza denunciare affinchè promettino ciò che stanno propagando. Non per battaglia presa contro qsto governo ma per tutelare Anna e i suoi concittadini (se era di sinistra facevamo la stessa cosa).
Penso il migliore modo per non abbandonarli.
Riccardo

Anonimo ha detto...

Ma che il decreto sia una fregatura è lampante. A me preoccupa soprattutto quella storia dei "ruderi" (immagino non sia bello sentir chiamare così quella che una volta era la propria casa) ceduti alla Fintecna.
Sarà un'occasione per speculare e per togliere la città agli aquilani, e questa mi sembra una cosa veramente atroce.
Invece le mie osservazioni sulla scala Mercalli etc nascevano dal fatto che mi sembra ci sia stata un po' di confusione: è importante che ci informiamo il più possibile in modo corretto, perché ci vuole un attimo a farsi screditare, non aspettano altro. Sai com'è, dici 100 cose giuste, poi basta che fai un passo falso e ti danno tutti addosso. Invece è importante che quello che viene scritto qui sia documentato. Fai altre foto, in modo che nessuno dimentichi, e non si beva le prime cazzate che gli passano in televisione. A proposito, tempo fa a Le Iene avevano mandato in onda un servizio a mio avviso vergognoso, qualcuno lo ha visto? vi posto il link:
http://www.youtube.com/watch?v=_-1MtaFdO3E
Mi è sembrato veramente poco rispettoso nei confronti degli aquilani: e pensare che avevano criticato le vignette di Vauro...
ok, scusa il post-fiume, è che mi sento così inutile, e invece mi piacerebbe fare qualcosa.

Un saluto,
Marzia

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Bertolaso non ha potere decisionale sui soldi da tirare fuori e quindi può anche promettere senza problemi tanto mica viene "rieletto" da noi.... Spero che cmq abbia ragione almeno in questo caso...

Anna ha detto...

@Marzia,
grazie per il link del video delle Iene. Non lo avevo visto, non disponendo di antenna per la televisione.L'ho guardato e la mia impressione è diametralmente opposta alla tua. Vedi, solo chi è Aquilano può capirlo fino in fondo. Ed io posso dire che è bellissimo, di gran lunga il migliore di quanti ne ho visti. Lucci è riuscito a penetrare in pieno la nostra natura ed è riuscito, in questa tragedia, a dare un messaggio di speranza.Un grandissimo servizio. Noi Aquilani siamo gente chiusa e "presuntuosa", come una signora ha giustamente evidenziato. Ora, in questa immane disgrazia, l'unica cosa positiva che abbiamo trovato è la solidarietà fra di noi. Sai quante persone che conoscevo da sempre e che non avevo mai salutato ho abbracciato e stretto con fraterna commozione? Condividere un'esperienza come questa fa capire tante cose.Fa uscire dal proprio guscio. Fa essere più umani. Se si resta e non si va a villeggiare sulla costa. La sofferenza avvicina e rende fratelli, senza distinzioni di casta o ceto. Senza simpatie ed antipatie. Tutti uguali di fronte al disastro.Questo è l'aspetto meraviglioso di una storia tristissima. Questo è quello che sto vivendo restando in "guerra". A resistere. Vorrei che tutti gli Aquilani vedessero questo video. Una grande lezione di vita: trovare l'aspetto positivo in una situazione che sembra non avere luce. Mi sono commossa profondamente vedendo quei volti conosciuti, ascoltando quelle persone parlare con le mie parole. Ripeto, la sofferenza rende migliori.

Tina48 ha detto...

Ciao Anna, l'ho appena letto nel sito di repubblica, DECRETO EMENDATO---RIMBORSI DEL 100% PER LE PRIME CASE.
Questo non significa che bisogna smettere di fare rumore, ora piu' di prima bisogna far allentare il cordone sanitario che hanno steso attorno agli Abruzzesi, se necessario fargli sfoltire le fila e permettere alla gente di riprendersi la propria vita, se vogliono aiutare, che lo facciano su richiesta degli interessati e con aiuto mirato.
Un abbraccio Anna, vale per me quello che ti dice Rosa.
Tina Campolo

Anonimo ha detto...

Grazie Marzia, sono andato a vedere il video di Lucci, mi è molto piaciuto.
"Cosa è che impedisce questa comunicazione nella vita normale?"...

"C'è solo la strada su cui puoi contare
la strada è l'unica salvezza
c'è solo la voglia e il bisogno di uscire
di esporsi nella strada e nella piazza
perché il giudizio universale
non passa per le case
le case dove noi ci nascondiamo
bisogna ritornare nella strada
nella strada per conoscere chi siamo

...e gli angeli non danno appuntamenti
e anche nelle case più spaziose
non c'è spazio per verifiche e confronti

...in casa non si sentono le trombe
in casa ti allontani dalla vita
dalla lotta, dal dolore, dalle bombe" (G.Gaber)

Riccardo

Anonimo ha detto...

quel video non mi è piaciuto perché mi è sembrato che presentasse la situazione in modo troppo roseo: insomma, un altro modo di far "pensare ad altro". sai, il bambino col triciclo, le vecchiette che giocano a carte...sembrava che fossero in vacanza, proprio come aveva detto Berlusconi, cioè il padrone delle iene. Penso anche io che la solidarietà venga fuori in certe situazioni drammatiche, e che si riscoprano valori dimenticati, o non presi in considerazione da troppo tempo. Ma non mi sembra giusto usare certa retorica per far pensare alla gente che, in fondo, non tutto il male vien per nuocere, e via dicendo. Temo che questo sia un modo come un altro per spostare l'attenzione da chi, invece, avrebbe altro da dire. Voglio dire, la gente comune, quella che riceve solo l'informazione della televisione, ha avuto da quel servizio una visione parziale e volutamente "ottimista". E l'ottimismo che vuole il governo non c'entra molto, secondo me, con la forza di volontà e il coreggio degli aquilani (e in generale degli italiani) che trovano sempre il modo di risollevarsi.
Lo spettatore addomesticato e/o distratto ha pensato "oh beh, allora così male non stanno, meglio così poverini", e ha dormito con la coscienza più tranquilla. Invece non è il caso di stare tranquilli, vista la situazione, non credi?

Marzia

TonyJay ha detto...

Un po' come le Ferrovie Dello Stato che ti rimborsano il biglietto se il treno fa 30 minuti di ritardo, peccato che quando vai a chiedere ti dicono che ha portato 29.7 minuti di ritardo quindi non puoi chiederlo... -.-''

silvano ha detto...

Anna non ti lamentare voi terremotati siete in buone mani come noi del resto, solo che voi state attraversando un periodo di maggior fortuna, il PREMIER NOBEL, vi circonda di affetto e attenzioni...mentre noi un po' ci trascura.

Donatella ha detto...

Cara Anna ho ripreso a leggere i commenti ai tuoi post dopo alcuni giorni per impegni familiari. Non ho visto il filmato delle Iene, ma ho letto la tua risposta a Marzia e mi sono commossa. Ti sento viva (passami il termine) per la prima volta dopo tanto tempo.Di sicuro sei ancora nel pieno dei tuoi tanti problemi e difficoltà, ma credo veramente che il contatto con altre persone con cui condividere la quotidianità e la particolare quotidianità del dolore e della privazione dei propri beni, della propria intimità, a volte degli affetti più cari disponga ad una unione con l'altro pressochè totale. Non più barriere ideologiche, non più steccati di qualunque genere... solo l'occasione di sperimentare l'amore vero, quello che ti permette di dare senza chiedere nulla in cambio; di ricevere con tanta umiltà e gioia.Ho volutamente usato la parola "amore"soprattutto perchè mai come in questi tempi è stata tanto usata, spesso e a sproposito.
Sono contenta per te e, ti prego di non fraintendere le mie parole, forse un po' ti invidio!!!
Un caldo abbraccio
Donatella

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

DEVE GRANTIRLO,gli conviene,e non lo scrivo in senso minaccioso,al contrario LO SCRIVO PERCHE' GLI CONVIENE VERAMENTE!
Sai Anna,sarebbe bello ed utile se tu avessi IL tempo di leggerti un "pezzo" scritto da Marco Murgia,sul sito Sardo,


altravoce.net
Sito che raccoglie "odori e malumori" di quel che succede in Sardegna. Io l'ho
riportato pari pari sul blog che ho sui windows (domani anche qui su blogspot)

Magica e stupenda Sardegna-La terra dei miei avi-Dove affondano le mie radici

La terra che qualcuno vorrebbe "cementificare"
la ragione per cui te lo segnalo è perché strettamente legata all'inchiesta di Repubblica del gennaio scorso sul
G8-protezione civile(appalti amici e parenti di Bertolaso)e angelo balducci/ famiglia anemone
etc etc ,a sua volta si lega al "cambiamento di rotta" del G8 e sull'Abruzzo!Inoltre ti segnalo(se non l'hai gia' letto)
articolo
di antonello caporale
gabrybabelle

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

anna,ho sempre dimenticato di scrivertiche:
Se spesso leggi degli strafalcioni,non bacchettarmi,scrivo in fretta,vero,ma la colpa non è mia(faccio come i bambini che si giustificano) ma sta caz...rola di tastiera wireless spesso fa come vuole lei,ci litigo da nni,ma poi appena posso la collego anche sul portatile,per evitare di consumare tasti che su quelli è un kaos poi sistemarli,le tastiere wireless vanno e vengono e credo che questa preso,molto presto fara' una brutta fine,io scrivo edito e solo dopo rileggendo vedo gli strafalcioni,alle volte cancello e riscrivo,altre volte mi pass al voglia e spero che nel seguire un certo argomnto,comunque si capisca lo stesso!!Va be,tanto sul blog c'è che scrivo da...
МоскваOblast' Москва
cosi mi giustifico, :-)hi.hi.hi. dai Anna,volevo strapparti un sorriso,poca cosa, ma dicono che ridere fa bene al cuore e alla mente,per una volta si puo' fare

Anna ha detto...

@Gabri,
ti adoro :-)

Rosa ha detto...

Anna a proposito di denaro da restituire : hanno intervistato oggi a "Radio Capital" un rappresentante del comitato per la ricostruzione della città di L'Aquila ( però putroppo non ho memorizzato ne il nome del comitato, ne quello dell'intervistato...i guasti dell'età, che ci vuoi fare!)
L'intervisto lamentava che nel decreto c'erano delle lacune, per esempio, non era ben precisato se questi contributi sono a fondo perduto o meno.
La lacuna(sempre secondo l'intervistato), non è casuale, poichè quando si omette questo termine vuol dire che la somma deve essere restituita. In pratica è uguale a quello che tu hai detto.
Inoltre mi chiedo se sono veramente imbecilli o malevoli, ma da quali tasse detrarrete questo fantomatico credito d'imposta se a L'Aquila non c'è una economia?
" DOPO IL DANNO ANCHE LA BEFFA?".

Anna, noi vogliamo aiutarti, ti prego!

Un bacione
Rosa

Mary Valeriano ha detto...

Il video delle Iene. Mi ricorda una casseta che ho sul mio scafalle, in cui alcuni miei vicini e (Argh!)anche io, parlavamo da neo terremotati sulla Rai(roba da nulla paragonato all'Aquila). Quando ci è captato di rivederci, ci è scapato anche da ridere... Riconosciamo che li era venuta a galla un bisogno quasi fisiologico di unione e una voglia di pazzesca di normalità. Ora ci prendiamo anche in giro per le faccie allora sconvolte!
Vi auguro con tutto il cuore, che i vostri passi verso la normalità siano da giganti. Che vi sia possibile sorridere e che non perdiate mai l'oportunità di ridere. Sono felice che tu queste cose già le sappia.
Credo che i tuoi passi verso la normalità comportino anche il continuare a scrivere post.
Sei forte Anna.

Anonimo ha detto...

I decimali si alzano e si abbassano,con l'accordo di tutti gli esperti.
Gli scienziati profumatamente pagati fanno riunione egregiamente.
Anzi,in quella notte maledetta a gridare: non c'è pericolo, tornate a dormire, tornate nelle case a... morire..

Alessandro MT ha detto...

ho visto il servizio delle iene e penso anche io come Anna che sia un bel servizio..mette in rilievo e ci fa capire il come stare tutti allo stesso livello ci accomuna e ci fa riscoprire valori perduti...quello che mi chiedo è....per quanto potra' durare?? io credo che vivere in tanti in una tenda,fare la fila per la doccia non potersi vestire e spogliare in liberta'...insomma,credo che la perdita della propria liberta' dopo un po' stanchi...è gia passato un mese e tutti vanno d'amore e d'accordo..io spero che duri ...ma...