lunedì 25 maggio 2009

Lunedì


Lunedì. Ho aspettato questo lunedì come risolutore di qualcosa. Un lunedì dopo un fine settimana da incubo. Sì, perché il tempo si ferma ancora di più al fine settimana. E si aspetta non si sa cosa. Di buon'ora sono uscita per sovrintendere alla verifica di una casa agli interni della quale avevo lavorato fino al giorno prima del sisma. La cliente amica mi ha pregata di sostenerla in questa dolorosa incombenza. Ho così visitato il quartiere di San Pietro, il più devastato dall'evento. Viste le macerie, ho ancor di più elaborato il dramma della perdita. Le ciance inconcludenti di una studentella appena laureata in architettura mi hanno infastidita non poco. Lei faceva la saputella, noi piangevamo in fondo al cuore. Le prime della classe non ci servono, ci serve chi ha lavorato nel campo, chi ha esperienza. Il funzionario della sovrintendenza, davanti ad un camino del cinquecento, mi ha chiesto se fosse liberty. E, davanti a degli imbotti di finestra dello stesso periodo, mi ha chiesto se fossero di nuova fattura. La patina di cinquecento anni lo lasciava totalmente indifferente. Mi domando in mano a chi ci stiano mettendo. La verifica di stabilità ci ha lasciato del tutto insoddisfatti. Interdetti direi. E ci ha portati fino alle ore 13, con un caldo bestiale. Ora di pranzo, si va alla mensa del campo della stazione. Arriviamo alle 13,15. Ci comunicano che non ci sono più pasti. Ci dirottano presso un'altra mensa. Al piazzale di La Meridiana. Arriviamo dopo cinque minuti. Pasti finiti anche lì. Si potrebbe andare alla mensa di Monticchio, ma è dall'altra parte della città. Con una sola arteria aperta, non si arriverebbe in tempo per le 14, ora di chiusura. E poi, forse, i pasti son finiti anche lì.Tentiamo in un paio di strutture a pagamento, ma sono invase dai volontari della protezione civile. Alla fine, entriamo in un supermercato e compriamo del pane e della mortadella e li consumiamo seduti su una panchina all'interno del centro commerciale. Ci sentiamo abbastanza idioti.La pratica della verifica della nostra casa è irrimediabilmente smarrita, al momento non sappiamo a chi rivolgerci. I numeri di telefono che ci hanno fornito per cercare di recuperarla ci buttano giù il ricevitore,senza dire neanche pronto. Tutto ciò fa sentire abbandonati. E anche contrariati, per usare un eufemismo. Una buona notizia, però, c'è. Sabato 30 avrà luogo una manifestazione di cittadini per chiedere a gran voce di essere ammessi al centro storico. Cuore pulsante e fulcro della nostra città. Culla della nostra memoria, anche se offesa quasi a morte. Ora terra di nessuno. Pronta per essere messa in sicurezza per ammettere i potenti del mondo. Ma non per noi. Siamo armati di ottime intenzioni. Si cercherà di forzare i posti di blocco. 'Sta cosa mi piace. Cazzo, la città è anche nostra. O no?

40 commenti:

bruno ha detto...

Anna carissima latito da un pò di tempo ma ahinoi non leggo le tanto sospirate novità positive che vorrei.
Oramai l'informazione ufficale è percorsa da stucchevoli polemiche sui menages vari e la tragedia che vi opprime sfuma.
Un conoscente si è spinto con tre tir di vestiario , viveri e materiale scolastico fino da voi ed al ritorno ha raccontato di una città blindata da innumerevoli, quasi soverchianti, forze dell'ordine in tanti posti di blocco.
Giuro che quel che evochi in chiusura di post è stato anche un mio pensiero.
Un abbraccio.

Nemo ha detto...

Le verifiche strutturali sono spesso di difficile esecuzione, specialmente per le responsabilità che comportano in momenti come questo. Di sicuro i neolaureati non hanno (purtroppo) gli strumenti adeguati per affrontare problemi del genere.
E' più affidabile un 'mastro' anziano (che case come queste ne ha viste a centinaia) di un giovane ingegnere o architetto.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Sono con voi! E' vergognoso quello che leggo e come tentino di fare scaricabarile e di lavarsnene le mani.

Linkerò questo tuo post presto.

PS: la città é VOSTRA!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Linkato!!!!

lella ha detto...

Cara Anna,x motivi personali sono stata da un mesetto assente dal blog.
Vedo ke purtroppo poco è cambiato e ke le cose nn vanno di certo meglio come speravamo.
E' pazzesco sentire certe cose;mi lasciano tanta amarezza e mi kiedo se stanno x caso preparando tutto ciò ke serve ai potenti ke si dovranno riunire lì, anzikè pensare a portarsi avanti per soddisfare almeno le necessità primarie della gente del posto come una casa,il mangiare,il lavoro..........
Non ho + sentito neanke tg:mi hanno nauseata:adesso poi sono presi dalle elezioni e credo si parli poco anke di voi e dei vs problemi.
Tienici sempre informati sui fatti:solo così potremo sapere la verità
un abbraccio
Lella

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Anna vai qui e vedi se sai e/o riesci ad appurare se questa notizia é vera o errata

http://diotima47.blog.tiscali.it//voci_di_corridoio_1989998.shtml

pia ha detto...

Ti leggo sempre e spesso non commento perchè è grande lo sconcerto anche per chi non vive il vostro dramma. Siete in brutte mani, con gente che non sa affrontare i vostri problemi e ne ha fatto tuttavia un baluardo propagandistico.
Brutta gente, con in mano il potere, che dipenderà ancora una volta da voi, che siete già martoriati, affrontarli con la ribellione.
Coraggio.

Anonimo ha detto...

Anche io torno dopo tanto tempo sul tuo blog. E finalmente dico io perchè le vostre, quelle degli aquilani, intendo, mi sembrano le uniche vere notizie. Prima di partire per l'Africa (dove mi trovo ora, prima ti ho lasciato qualche commento da Pescara)ho parlato con una amica aquilana e speravo, dopo meno di un mese, di poter leggere qualche notizia confortante. E invece, ancora una volta, è lo sconforto a prendere il sopravvento.

Paola

Bruna ha detto...

Che angoscia mi comunica tutto quello che scrivi! E che rabbia! Soprattutto perchè, diciamolo, già lo sapevamo tutti che sarebbe finita così! Ma come si fa a credere a tutte quelle chiacchiere? Come fanno ancora a crederci? Forza Anna! Forza a voi tutti! Noi siamo con voi....

silvio di giorgio ha detto...

ehi, non solo tu controlli me..anche io controllo te...;-)

Lys ha detto...

Cercate di essere prudenti. Forzare i posti di blocco con la militarizzazione in atto potrebbe essere un rischio doppio.
E poi c'è sempre il rischio crolli...

Non voglio dire "non fate" perché è casa vostra e l'esasperazione è sacrosanta... solo, cercate di essere prudenti!

Stefi ha detto...

Per me lunedì diventa oggi che ieri non son andata in ufficio...quindi un caro se pur veloce saluto prima di partire.
Per sabato occhio ai lacrimogeni che di lacrime non ne fanno versare ma sono particolarmente irritanti per le vie respiratorie (parola degli studenti dell'Onda che li hanno recentemente provati...).
A presto.

francesco ha detto...

ciao sono francesco ho 20 anni e sono di varese sono venuto 2 volte come volontario ma non della protezione civile ma di un partito politico, quel partito politico che è a s.Biagio di tempera e camarda quel partito che non vuole far politica li ma aiutarvi per quel poco che possiamo fare.. io ti invito a fare visita al nostro campo ti accorgerai che è molto diverso da quelli della protezione civile abbiamo un rispetto immenso per voi e le persone del paese ci vogliono un bene dell'anima e noi a loro. sono tornato domenica dopo una lunghissima settimana di fatiche di gioie, di pianti. un pezzo del mio cuore è ancora li in mezzo alla gente. molti di voi si meravigliavano che un ragazzo di ventanni venisse giù prendendo le ferie non andando in università e sbattendosi..io non voglio sentirmi dire grazie mi basta un sorriso... se hai voglia di chiaccherare ci potremmo sentire per mail la lascio francy.abe(et)alice.it

Anonimo ha detto...

gli incompetenti sono frutto della politica di sinistra che ha voluto "un lavoro per tutti" per garantirseli come serbatoio di voti. e questo è il risultato. cara sinistroide, è il boomerang che ti si rivolge contro. invece di sventolare la bandiera rossa, cerca di sventolare la bandiera della meritocrazia piuttosto.

Francesco ha detto...

Cara Anna, scopro oggi il tuo blog.
Spero di riuscire a ritagliare il tempo necessario per leggere la tua cronaca di quanto sta accadendo in Abruzzo.
Mi chiamo Francesco, sono un impiegato brianzolo di 31 anni e vivo ad Arcore. Già, proprio Arcore. Questo per sommissimi capi, chi son io. Ti scrivo per condividere un mio pensiero fisso da un mese e mezzo ed oltre e vorrei la tua opinione. Ho scoperto la dignità incredibile degli abruzzesi dalle immagini dei tg subito dopo il terremoto. Io e la mia ragazza proprio questo abbiamo pensato: "che dignità, queste persone, di ogni età e sesso, nella disgrazia".Da un mese e mezzo ed oltre covo una speranza, sottile come un filo di fumo, eppure voluttuosa e che mi segue con discrezione: che la riscossa dell'Italia, il suo risveglio ed il desiderio di tornare alla realtà, per dura e triste che sia, parta da voi. Voi lasciati a voi stessi dopo i servizi dei tg 24h dei primi giorni, dopo tutte le promesse che ora già sapete non verranno mantenute.
Da un mese e mezzo penso che sarebbe bello se la fierezze e dignità che mi é parso di vedere nelle facce della gente d'Abruzzo arrivasse anche a tutti noi altri e ci desse una svegliata.
Sarà mai possibile?
Un saluto, a presto. Francesco
P.S. Dall'anteprima, vedo di cascare dopo il commento cristallino ed affilato quanto un bisturi nella sua raffinata analisi politica di una persona evidentemente tanto certa dei suoi pareri da non firmarsi nemmeno. Tornando alla mia domanda, potremo forse mai riavere indietro e vivere valori come onore, trasparenza, rispetto, coraggio e dignità?... Ahinoi...

Anna ha detto...

@Anonimo volontario di Varese,
conosco benissimo il campo di San Biagio per esserci stata un po' di volte. La sera in cui c'era lo spettacolo di Matteo Belli ero lì. E' stato l'unico campo che ha accettato Matteo, quelli presidiati dalla PC lo hanno rifiutato alla grande.
Altro genere di campo quello di S. Biagio, lo so....ma è un goccia nell'oceano. Puoi dirlo che il campo è gestito da Rifondazione Comunista, puoi dirlo....

Anonimo ha detto...

Ciao Anna, ho letto il tuo blog, e mi ha colpito veramente tanto. Mio marito è un vigile del fuoco di messina, e posso dirti che ho vissuto la vostra sventura molto da vicino... sentendo con lui i vari tg .. mi sono resa conto ancora di più quanto cuore c'è dentro questi uomini, che non svolgono il loro lavoro per uno stipendio (misero) ma davvero per una passione e un profondo senso di solidarietà.
Farò il concorso a breve e spero anche io di poter diventare u giorno un vigile del fuoco e portaremagari il mio conributo a chi veramente ha bisogno di aiuto.
Con affetto.
Stefania da Messina

zefirina ha detto...

forza anna siamo con te

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 9 e 11, perchè hai scritto senza prima aver collegato tutte le periferiche di cui sei sicuramente dotato?
Forse non ti sei accorto che il terremoto ha buttato giù tutto, senza distinzione politica?
E ha ucciso senza guardare in faccia a nessuno.
La tragedia è nazionale, ci unisce tutti... e ti assicuro che non è solo un modo di dire.
Ti chiedo, per favore e a qualsiasi partito tu creda di appartenere, di non fare più simili uscite infelici.
Perchè le tue parole sono il vero boomerang...

Forse non ti sei accorto che la distinzione politica è stata fatta subito dopo, magari assegnando i "posti al sole" agli amici degli amici.
Scusate... dire posti al sole è una tragica battuta, viste le temperature in tenda :(
Forse è meglio dire posti al mare?
Daniele

Veronica ha detto...

Sai che oggi sei nella prima pagina di virgilio? Complimenti continua così e INFORMA. Saluti Veronica

Future Jurist ha detto...

@ Francesco
Un speranza voluttuosa cova a Arcore...
Questo sì, dà senso alla giornata.

Bruna ha detto...

@ Francesco


Mi hai fatto sorridere con la tua affermazione sulla "critica cristallina e affilata come il bisturi" dell'Anonimo coraggioso che ti ha preceduto! Anche io pensavo la stessa cosa...: mi complimentavo con lui o lei (chi mai lo saprà?) per l'abilità nella scrittura e nel comunicare il suo pensiero lucido e fluente! ... E anche a me, come a Future Jurist, hai dato una segreta speranza... che tutto ricominci da L'Aquila e da Arcore! ;)

Chiara Milanesi ha detto...

Ciao Anna, ti seguo e continua ad essere armata di ottime intenzioni...anche sabato, specialmente sabato...
All'anonimo che ci spiega che se esistono degli incompetenti le responsabilità vanno imputate alla sinistra, rispondo con un "Verrà un giorno che a fare i calcoli di stabilità di un ponte ci metteranno una velina...così potrai stare finalmente tranquillo..."

zemmò ha detto...

ho scoperto il tuo blog oggi..
ti seguirò perchè ho vissuto e sto vivendo L'Aquila da studentessa e tornarci dopo il 6 aprile mi ha fatto davvero male.
Sono con te e ti ringrazio per l'informazione che ci regali!
continua, ti prego.
un abbraccio.
SiMoNa

albe^_^ ha detto...

Cara Anna, hai provato a contattare Carlo Costantini, ByoBlu e Daniele Martinelli?

http://www.carlocostantini.it/
http://www.byoblu.com/
http://www.danielemartinelli.it/

Penso potrebbero aiutare a diffondere queste informazioni presenti sul tuo blog...

Mentre 'Papi' pensa alle veline c'è chi deve restare nei disagi... e udite udite, dei terremotati non si parla più! Sarà che hanno già dato il 'contributo' in termini di 'propaganda'?

Fabiana ha detto...

seguo sempre il tuo blog e, da aquilana lontana dalla sua città, ti ringrazio.
solo una domanda, chiedendo scusa a tutti se entro in un dettaglio così "pratico": hai scritto di aver visto la zona di s.pietro, ma non risulta nel calendario delle verifiche pubblicato sul sito del comune....
la mia casa (disastrata) è in zona s.domenico e non so come fare per sapere quando effettivamente sarà il mio turno...
hai ragione, ci si sente abbandonati.
un abbraccio.
f.

Anna ha detto...

@Fabiana,
mi spiace per la tua casa, disastrata come la mia e come tutte quelle del centro storico. Le verifiche delle quali parlo riguardano le abitazioni vincolate dalla Sovrintendenza, che hanno un canale diverso dalle altre. Per quanto riguarda le verifiche effettuate dal comune, vai sul sito del Comune di L'Aquila, come già fai. Oppure compra il giornale Il Centro, dove appaiono gli appuntamenti per il giorno dopo. Nessuno ti contatterà, anche se hai lasciato recapito e numero telefonico. E' così, mi spiace. Prova a chiamare il comune a questo numero 085 2950114 e vedi cosa succede. Sicuramente non ti risponderanno, ma potresti essere fortunata. Chissà....
In bocca al lupo per tutto e sabato, se puoi, cerca di essere alla manifestazione che partirà alle 10,30 dalla Fontana Luminosa. E' importante. Diffondi anche la notizia presso i tuoi conoscenti.Riappropriamoci della nostra città.

Fabiana ha detto...

grazie anna. farò di tutto per esserci.

ivy phoenix ha detto...

ti ho letto nei commenti di diotima.. e sono passata curiosa a leggerti.. i tuoi post sono molto più interessanti degli articoli su ansa o corsera in effetti ;-) ciau

Future Jurist ha detto...

Anna, dici che la manifestazione di sabato 30 a L'Aquila è per le 10.30 alla Fontana Luminosa. Roberta Lerici dà invece come orario le 15:

Terremoto/ Sabato 30 maggio manifestazione a L'Aquila: "Il centro è della gente"
http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/1250

Forse si confonde con quella di Roma, lo stesso giorno, ma alle 15:

30 maggio a Roma contro il “G8 su sicurezza e immigrazione”
http://antirazzismo.wordpress.com/

In effetti tra le due c'è qualche rapporto:

«Prova generale per l'Aquila. Il 30 maggio si riparte a Roma»
http://www.ilmanifesto.it/il-manifesto/in-edicola/numero/20090520/pagina/03/pezzo/250252/

Potresti confermare l'orario esatto?

Anonimo ha detto...

Evvai Anna!!!

Mariella - Brescia -

Pietro ha detto...

Ciao cara.
Grazie per il post di domani per il mio blog...

amatamari ha detto...

E' un vostro diritto riappropriarvi del centro storico.
E spero che questa manifestazione sia solo l'inizio...

Pino Amoruso ha detto...

Non posso essere con voi fisicamente, ma la mente e il mio cuore saranno con voi...
Un abbraccio ;)

Anna ha detto...

@Futuro Giurista,
l'orario è quello delle 10,30. Il sito al quale ti riferisci ha colto una prima notizia evinta dal mio FB. Ma c'è stata una rettifica. Ho anche lasciato un messaggio sul sito, ma mi pare che non sia stato ancora pubblicato.

cristina ha detto...

certo che la città E' VOSTRA, siete voi che l'avete vissuta da sempre e appartiene INDISCUTIBILMENTE SOLO A VOI Spero che tutto si risolva per la pratica della tua casa. Ti abbraccio.

Anonimo ha detto...

ciao anna, leggo della manifestazione, coraggio andate avanti con tutta la vostra dignità lesa.

condivido il pensiero espresso da arcore che può partire dall'abruzzo un risveglio, ma non può essere lasciato sulle vostre spalle più che provate.
Bel altre responsabilità dobbiamo assumerci noi con la testa sotto una casa e le gambe su terre integre.

un abbraccio
anna

Tua madre Ornella ha detto...

Anna ti ringrazio tanto,
il banner di Niki lo puoi prelevare
dall'incarcerato (fai il salva immagine e poi lo metti nel loyout
ed inserisci anche l'url del mio sito così se cliccano vengono direttamente)
Ti ringrazio, il sito 6 aprile 2009
l'ha messo per propria iniziativa da subito! Ti ringrazio tanto
Ornella

Anonimo ha detto...

Grazie Anna per aiutare anche noi che abbiamo solo notizie di tendopoli dove sembra che la gente faccia campeggio e di un'organizzazione perfetta che riesce a sopperire a tutti i problemi, dicevo grazie per farci capire che invece di problemi ce ne sono ed anche parecchi e che ci sono molte cose che non funzionano come dovrebbe e come potrebbe.
Ciao
Giancarlo

oscar ferrari ha detto...

spesso di ciò che scrivi non c'è traccia sui media, è importante che tu possa continuare a raccontare